1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Tesserato ma non socio della società sportiva: è possibile?

Discussione in 'Gestire una Società Sportiva' iniziata da pandreat, 16 Feb 2014.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Mi ritrovo, assieme ai pochi tesserati dell'USD Oratorio Perginese, in una situazione in cui mi sto chiedendo se sia corretta la gestione della nostra società sportiva.
    Facciamo attività agonistica come tesserati Fitet ma non siamo soci della società stessa che ci ha tesserati.

    Anche se abbiamo già fatto richiesta al presidente della nostra società di poter partecipare alla gestione/direttivo:
    - non ci ha mai consegnato copia dello statuto
    - non ha mai indetto un'assemblea ordinaria
    - non ci ha mai fatto firmare moduli tesseramento e privacy
    dicendo che non siamo soci dell'unione sportiva in questione e quindi non possiamo pretendere nulla.

    Tralasciando il problema della privacy e del modulo tesseramento mai firmati da noi atleti, ma mi chiedo se è legale tesserare un'atleta senza prima averlo fatto associare alla società sportiva che lo sta tesserando.

    Qualcuno può confermarmi se è legale tutto ciò?
    Ovviamente ora ci attiveremo per associarci, ma prima volevo avere conferma della correttezza e trasparenza del nostro presidente.
     
  2. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Si è legale, i tesserati non sono automaticamente soci della società lo status di socio avviene attraverso l'iscrizione nel libro soci previo tesseramento alla società con pagamento di quota annua che può essere anche di bassissimo importo, ne deriva che i giocatori tesserati fitet non votano in assemblea a meno che non siano soci della società
     
  3. demonxsd

    demonxsd Utente Noto

    Mi sembra tutto ok tranne solo la parte in cui si parla dei moduli, cioè in "teoria" dovrebbe essere firmato dal "atleta" che sarà tesserato o dai genitori in caso dei minorenni, questo si mi sembra strano..
     
  4. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Ok, grazie per la disponibilità.

    Assodato che verso la Fitet è tutto ok e quindi posso essere tesserato
    senza essere socio della società sportiva, allora la domanda successiva è:
    il comportamento del presidente è nel rispetto delle norme che regolano le associazioni sportive dilettantistiche?
    Ovvero, all'atto del tesseramento "farlocco" senza modulistica, è possibile omettere che il tesserato non è
    automaticamente socio dell'associazione sportiva che gestisce l'attività agonostica?

    P.S.: stiamo "spaccando il capello in quattro" o l'attività del direttivo è a dir poco "allegra"?
     
  5. longobardo

    longobardo Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    tt aquile azzurre
    A me la gestione pare molto "Allegra".
    I nostri giocatori sono tutti Soci, altrimenti che Associazione Sportiva Dilettantistica sarebbe? chi sono i soci se non quelli che prendono parte alle attività dell'associazione stessa? Oltretutto lo status di ASD comporta diversi vantaggi, ma per averlo bisogna rispettare certi requisiti. Però per i dettagli qui occorrerebbe un approfondimento.

    Però la vostra società non è in regola verso la Fitet: la cosa comunque assolutamente non regolare è che non vi siano stati fatti firmare i Moduli Tesseramento per la Privacy, che sono assolutamente obbligatori, come viene chiaramente segnalato all'atto dell'Iscrizione. A mio parere questo potrebbe consentirvi di invalidare il Tesseramento e considerarvi svincolati, se ne aveste la necessità.

    Per curiostià: siete tutti in regola col Certificato Medico agonistico?
     
  6. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Infatti, spero ci sia qualcuno che possa dare una risposta definitiva. Credo che sia consuetudine
    che le società facciano associare e tesserare gli atleti, ma non sembra sia obbligatorio.
    Io sto cercando questa obbligatorietà "sei obbligato ad associare i tesserati dalla tua società"
    oppure una negazione di essa "se non sei socio di una società sportiva, non puoi farti tesserare alla Fitet".

    Ho scoperto che c'è il "barbatrucco" per "prescrivere" il tutto. La Fitet quando riceve lista tesserati e bonifico versamento iscrizione lascia in sospeso la pratica fino a fine campionato in attesa delle firme.
    Intanto gli atleti possono giocare e "chi s'è visto s'è visto".

    Si il certificato medico sportivo l'abbiamo fatto autonomamente negli ultimi anni, con riferimento alla nostra società/disciplina.
     
  7. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Potete contestare il fatto di non aver firmato il tesseramento ma ripeto lo status di socio è diverso da quello di atleta, spesso però non si associano gli atleti per non "consegnare" nelle loro mani la società cioè gli atleti potrebbero nella doppia veste veramente decidere tutto ed ecco il motivo per il quale i soci sono solitamente diversi dagli atleti
     
  8. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Direi che è proprio questo il problema: mancanza di democrazia.
    In questi giorni mi sto documentando e riguardo l'attività associativa cito dal blog di teamartist:


    Inoltre anche l'attuale direttivo fino ad una diecina di anni fa praticava a livello agonistico il tennis tavolo
    e rivestiva la "doppia veste" come dici tu. Poi è "rallentato" tutto.
    Oggi ci sono nuovi atleti ed è naturale che chi non lavora per il bene della società non venga riconosciuto nel direttivo.
     
  9. longobardo

    longobardo Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    tt aquile azzurre
    Scusa, non per insistere..... ma cosa significa "autonomamente"? La Visita può esser fatta solo su richiesta della Società, su carta intestata, con firma del Presidente e timbro in originale.... alcune ASL accettano anche la fotocopia, ma molte sono ligie e richiedono l'originale, comunque senza richiesta della Società la Visita Medica Agonistica per ottenere il Certificato valido per la Federazione non si può fare.
    Sono sempre più convinto che la gestione della vostra società sia "strana"....

    Per quanto riguarda le firme sul Tesseramento, ok si può aggirare la regola nel modo che dici tu, ma questo non toglie che la regola non sia stata rispettata...... se uno di voi volesse svincolarsi, secondo me potrebbe avere buone possibilità che la richiesta gli venga accolta.

    Sul fatto di non voler "consegnare" la società in mano agli atleti poi non so.... gli atleti hanno altri mezzi per ricattare la società (basta non giocare in campionato e fioccano multe e squalifiche), per cui credo che costruire un rapporto di reciproca fiducia sia la cosa migliore. Poi, ripeto, per avere il riconoscimento di ASD e le relative agevolazioni (5 per mille ad es.) bisogna rispettare diversi requisiti, tra cui la presenza di un certo numero di Soci giovani o veterani, per cui se i giocatori non sono Soci vorrei capire come facciano....
    Inoltre aggiungo che gestire una Società Sportiva non è proprio come cogliere un mazzolino di fiori, i Dirigenti hanno tante di quelle beghe, responsabilità e incombenze che non so quanti siano i giocatori che vorrebbero farsene carico....
     
  10. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Noi atleti abbiamo chiamato il medico sportivo e sul certificato ha indicato la nostra società.
    Quando ho chiesto al presidente di organizzare le visite e non avendo più risposta l'ho richiamato
    e mi ha detto "pensavo che prendessi tu appuntamento col medico sportivo" e quindi ci siamo arrangiati.

    Svincolarsi o creare una società è l'ultima ipotesi che vogliamo intrappendere. Siamo una realtà piccola e dover ripartire da zero (statuto, iscrizioni, tavoli, ecc.) e lasciare andare in rovina una società già
    avviata (e fra le prime d'Italia ad aderire alla Fitet) sarebbe un peccato.
    Prima vogliamo tentare una rivoluzione dall'interno e stiamo cercando di capire quanto sia regolare
    l'attività associativa.

    Concordo con te, ma dopo che abbiamo perso a tavolino 5-0 (e preso un punto di penalità) la prima
    di campionato perchè il presidente non aveva rinnovato due tesserati, ci siamo stufati dell'inefficienza del
    presidente. Sottolieno che ci siamo sempre offerti di contribuire alla gestione della segreteria, ma non ha mai delegato nulla.
     
  11. longobardo

    longobardo Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    tt aquile azzurre
    Il vostro atteggiamento costruttivo è quello che farebbe piacere ai dirigenti di molte altre Società (compresa la mia), il problema di solito è quello opposto, di non riuscire a coinvolgere gli atleti che hanno voglia solo di giocare ed allenarsi.... complimenti, spero riuscirete a migliorare la gestione della vostra Società (il riferimento allo svincolo era solo come informazione nel caso le divergenze con la vostra dirigenza fossero diventate insanabili).

    Quello che mi racconti sulla Visita Medica invece mi lascia veramente basito, ed è sicuramente irregolare.... anche la gestione da parte del medico. La richiesta deve essere fatta dalla Società con la firma in originale del Presidente e il Timbro Societario, altrimenti non vale niente..... ho i figli che hanno praticato diversi sport, e quindi non faccio riferimento solo al caso della nostra Società di Tennistavolo, è così per tutti.........
     
  12. pandreat

    pandreat Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Paolo Andreatta
    Squadra:
    U.S.D. Oratorio Perginese
    Grazie per l'appoggio, speriamo di poter "sanare" la situazione questa primavera prima che si riparta
    con l'iscrizione/affiliazione al prossimo campionato.

    Buona a sapersi, terrò presente per la prossima visita.
     
  13. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    Forse ci sono regole diverse da regione a regione. Nelle Marche nelle strutture pubbliche ed in quelle private per la visita medica agonistica non è richiesta la società.

    Non mi risulta che tra le condizioni previste dalla legge per il riconoscimento ASD ci sia l'età dei soci ma altri requisiti (democraticità, annualità organi direttivi, non distribuzione utili).
     
  14. longobardo

    longobardo Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    tt aquile azzurre
    Era venuto il dubbio anche a me, effettivamente la Sanità è Regionale, per cui può essere, quello che citavo è sicuramente valido per la Lombardia. Le ASL forniscono anche il modello predefinito per la compilazione della richiesta.
    Cito qui a titolo di esempio quanto riportato dalla Carta dei Servizi del Cemtro di Medicina dello Sport di Milano.

    Documentazione richiesta
    Idoneità agonistica
    All'atto della visita medica l'atleta deve presentare la seguente documentazione:
    a) Richiesta rilasciata dalla propria Società Sportiva, debitamente compilata, con timbro e firma del Presidente in originale;
    b) Carta d'identità, codice fiscale e Tessera sanitaria comprovante l'iscrizione al SSN;
    c) In caso di rinnovo, la copia destinata all'atleta del certificato precedente, dal quale risulti che sono trascorsi almeno 11 mesi dalla data della visita precedente.

    Mi riferivo all'affiliazione al CONI e relativo accesso al riconoscimento del diritto al 5 per mille. Non sono io in Società che seguo questi aspetti, ma so che tra i parametri da rispettare vi è sicuramente lo svolgimento di attività (o di istruzione, se serve posso approfondire col responsabile) rivolte a soci giovani e/o over 60.
     
  15. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    ti consiglio di leggerti :
    Download | Modulistica Federale | Modulistica Affiliazione
    in particolare "statuto" e "disposizioni di affiliazioni"

    Estrapolato da statuto di società sportive dilettantistiche :

    Il numero dei soci è illimitato. Possono essere soci dell’Associazione le persone fisiche e gli Enti che ne condividano gli scopi e che si impegnino a realizzarli.
    Chi intende essere ammesso come socio dovrà farne richiesta scritta al Consiglio Direttivo, impegnandosi ad attenersi al presente statuto e ad osservarne gli eventuali regolamenti e le delibere adottate dagli organi dell’Associazione.
    Le società, associazioni ed Enti che intendano diventare soci del sodalizio dovranno presentare richiesta di associazione firmata dal proprio rappresentante legale.
    All’atto dell’accettazione della richiesta da parte dell’Associazione il richiedente acquisirà ad ogni effetto la qualifica di socio. In ogni caso è esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

    La qualità di socio dà diritto:
    - a partecipare a tutte le attività promosse dall’Associazione;
    - a partecipare alla vita associativa, esprimendo il proprio voto nelle sedi deputate, anche in ordine all’approvazione e modifica delle norme dello Statuto e di eventuali regolamenti;
    - a godere dell’elettorato attivo e passivo per le elezioni degli organi direttivi.
    I soci sono tenuti:
    - all’osservanza dello Statuto, del Regolamento Organico e delle deliberazioni assunte dagli organi sociali;
    - al pagamento del contributo associativo.

    In sintesi puoi presentare richiesta al consiglio direttivo per essere ammesso come socio, eventuale diniego deve essere motivato e scritto su verbale associazione.
     
  16. ASDTeT_Casalpalocco

    ASDTeT_Casalpalocco Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Mario Taramelli
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Squadra:
    ASD Tennistavolo Casalpalocco - Roma
    Per gli atleti che intendono partecipare saltuariamente all'attività dell'associazione, tipo frequenza di un corso limitato a poche sedute o la partecipazione a torneo, è corretto non inquadrarlo come socio ordinario (vista la temporaneità della partecipazione alla vita associativa) ma tesserarlo come atleta alla Fitet o AICS cui l'associazione è affiliata, giusto per essere in regola con l'assicurazione e dimostrare di svolgere comunque attività sportiva e non commerciale?
     
  17. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    E' la cosa migliore sempre che lo statuto preveda la categoria "tesserati" differente dai soci. Se il "terzo" non è tesserato o socio le prestazioni dietro corrispettivo sono "attività commerciale" rientrante comunque nei benedici della 398 (sempre che esistano anche le altre condizioni). Ricorda comunque che il socio è a tempo indeterminato mentre il tesserato lo è fino al termine della stagione agonistica (30/06).
     
    A asd casalpalocco piace questo elemento.
  18. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Bisogna anche valutare cosa eventualmente prevede lo statuto della società presso la quale si presenta domanda di tesseramento, se lo statuto di quella società è stato un po' pensato con giudizio (potrebbe essere uno statuto standard, che non direbbe pressochè nulla a riguardo...) Per esempio, nello statuto della mia società a Vercelli, è chiaramente indicato che si diventa soci a tutti gli effetti nel momento in cui si presenta domanda di tesseramento: la tessera fitet vale come tessera societaria. Ai tempi dell'aggiornamento dello statuto, aggiornamento necessario per renderlo coerente con quanto richiesto dal Coni per le ASD, volendo redarre uno statuto realmente mirato alle nostre esigenze e non un semplice pezzo di carta timbrato giusto perchè obbligatorio, tra le varie cose avevo valutato questa potenziale distinzione tra tesserati Fitet e soci, decidendo di accorpare, per comodità e chiarezza, le due cose. Nel momento in cui un nuovo tesserato mi presenta il modulo compilato, faccio presente che diventerà a tutti gli effetti socio del TT Vercelli. Prima del tesseramento gli viene inoltre consegnato il regolamento societario, che altro non è che un insieme di norme comportamentali per cercare di andare tutti d'accordo, nè più nè meno, regole che chi gioca da anni dà per scontate, ma chi è appena arrivato, in buona fede, può non sapere.
    Chi decide di non voler fare attività agonistica, ha poi la possibilità di fare un tesseramento promozionale, che non è vincolato dalla visita medico-agonistica ma solo dal certificato medico di sana e robusta costituzione, ma che permette di avere una tessera analoga a quella agonistica, rendendo di fatto l'amatore un socio come tutti gli altri.
    Ognuno rimane socio finchè prosegue con il rinnovo annuale del tesseramento.
    Comunque, dal mio punto di vista, il discorso socio-tesserato deve essere chiaro, nelle regole o direttamente nello statuto societario, chi si tessera non deve avere alcun dubbio!
     
    A lusio piace questo elemento.
  19. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    Forse vale la pena chiarire che "socio" e "tesserato" non sono due modi diversi della stessa realtà. L'uguaglianza c'è ai fini fiscali del regime agevolato ma da un punto di vista associativo le prerogative sono nettamente diverse.
    Il "socio" partecipa con diritto di voto all'Assemblea , deve essere convocato, è a tempo indeterminato, deve esistere una procedura sia per l'ammissione che per la decadenza, una testa vale un voto. L'effettiva corrispondenza tra realtà e statuto è motivo di verifica fiscale per la sussistenza dei requisiti della 398.
    Il "tesserato" no, decade automaticamente al termine del periodo di tesseramento, non deve essere convocato in Assemblea e non elegge gli organi direttivi e di controllo.
    Quindi il "socio" è molto più impegnativo per la gestione associativa di quanto lo sia il "tesserato".
    Sull'importanza che tutto sia chiaro @Casta ha perfettamente ragione. Essendo una associazione (accordo tra privati) ciò che vale è ciò che è scritto nello statuto prima (fonte primaria) e poi nel regolamento (se esiste).
     
    A lusio piace questo elemento.
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina

Gli utenti hanno trovato questa pagina cercando:

  1. latleta tesserato di una asd è anche automaticamente socio?

    ,
  2. puo presidente associazione sportiva cacciarti