1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Movimenti e.... dolori cervicali

Discussione in 'Allenamento e Tecniche di Gioco' iniziata da fastpong73, 9 Mag 2016.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. fastpong73

    fastpong73 Utente Attivo

    Buongiorno a tutti i pongisti, apro il thread proponendo, qualora non sia già stato fatto da qualche altro, la creazione di un'apposita sezione in cui si possa discutere di infortuni, dolori, eventuali suggerimenti per recuperi e terapie, magari supportata da un buon fisiatra, fisioterapista e/o ortopedico.
    Dopo questo preambolo, vi chiedo: come vi comportate se, dopo aver fatto il giusto riscaldamento fisico prima dell'allenamento con la racchetta, vi sentite bloccati a livello cervicale e vi escono movimenti "incontrollati" durante l'allenamento con la racchetta? Fate qualche esercizio specifico per sbloccare la muscolatura? utilizzate dei supporti medici specifici?
    Spero rispondiate in tanti con le vostre esperienze, ma allora stesso tempo spero che in pochi soffrano dello stesso problema... :D
    Fastpong
     
  2. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Terreno minato. Al tuo posto cercherei risposte da medici fisiatri dopo aver esaminato i supporti diagnostici (rx, rmn).

    Darti indicazioni a distanza non mi pare una bella idea.

    @Semola che ne pensa?
     
    A fastpong73 piace questo elemento.
  3. fastpong73

    fastpong73 Utente Attivo

    Ciao Eta, intanto ti ringrazio per il tuo intervento. Chiaramente ho già provveduto a prenotare gli esami e anche una visita da un fisiatra, credo che il problema nasca, o in ogni caso si acuisca, dalla postura del corpo durante il riposo notturno. Lo scopo del thread era quello di condividere eventuali esperienze con altri pongisti che hanno o hanno avuto il problema. Sapere se fanno esercizi ginnici specifici prima dell'allenamento o altro...
    Comunque, il tuo è un ottimo suggerimento... che ho già seguito.
     
    A eta beta piace questo elemento.
  4. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Esperienza diretta... premetto che non ho praticamente mai avuto infortuni...
    Ho giocato la terza di andata con il torcicollo, il quale facendomi lavorare male un po' tutta la schiena, mi ha causato un dolore nervoso... risultato: male dal collo al braccio destro, fino al fianco, fino all'ultima di andata, preticamente per un mese e mezzo buono... Mai capitata una cosa del genere!!
    Il massaggiatore può fare molto, ma spesso e volentieri... bisogna mettersi l'anima in pace, e riposare, almeno finchè il dolore non si attenua.
     
    A fastpong73 piace questo elemento.
  5. fastpong73

    fastpong73 Utente Attivo

    Ciao Casta, al momento fortunamente il mio problema si ferma soltanto all'altezza del collo. E' chiaro però che, come dici bene tu, se continuo ad allenarmi, senza metterci un bel periodo di riposo, credo che peggiorerò la situazione. La cosa più antipatica nei movimenti che faccio quando gioco, con questo problema, è che non posso girarmi bene per guardare la palla quando la colpisco; quindi mi trovo a lisciare un gran numero di colpi, soprattutto di dritto. :muro::muro:
     
  6. politiz29

    politiz29 attaccante... nà volta!

    Nome e Cognome:
    Tiziano Poli
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    un mio collega, indirizzato da amici, sta seguendo una nuova terapia oltreconfine fisioterapica (se non ho capito male subito dopo il confine arrivati in Austria) che tratta l'atlante e il suo eventuale schiacciamento. Sembrerebbe funzionare, naturalmente ti fanno una pre-visita per vedere se si è idonei al trattamento.
    Il nome della ditta era qualcosa di simile ad "Atlantec" o "Atlantotech"... appena lo rivedo glielo chiedo.

    Come esperienza personale (e sempre dopo aver ascoltato il fisiatra) devo dire che alcuni accorgimenti posturali, gli esercizi mirati e la costanza nel praticarli, non è che facciano miracoli, ma poco ci manca;)
     
    A Antoniogatto e fastpong73 piace questo messaggio.
  7. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Anch'io avevo l'atlante schiacciato.. poi ho preso uno zaino-scuola più grande. :azz: :)

    Scherzi a parte, mi sono imbottito per anni di fans perché una protrusione tra C5 E C6 con una certa rettilineizzazione mi provocava forti mal di testa, oltre che male al collo.

    Da quando prendo la pastiglia per la pressione (che è un vasodilatatore) soffro molto meno e prendo una bustina da 25mg. di antinfiammatorio molto di rado.

    Esercizi di mobilizzazione del collo cerco di farne sempre..
     
    Ultima modifica: 10 Mag 2016
    A fastpong73 piace questo elemento.
  8. fastpong73

    fastpong73 Utente Attivo

    Ieri sera, come tutti i lunedì, seduta di allenamento. Dopo aver indossato mogliettina e pantaloncini, riscaldamento con esercizi, suggeriti da fisioterapista, che progressivamente permettono ai muscoli di distendersi, circa 15 minuti solo per la testa, spalle e braccia. Poi corsetta e piegamenti per l'articolazione inferiore. Dopo circa 30/35 minuti di riscaldamento, prendo la racchetta faccio i primi 2/3 colpi di dritto e poi dolore al collo e spalla sinistra con una forte sensazione di calore nella nuca. Mi fermo x 5 minuti, comincio nuovamente un po di stretching e poi allenamento. Ma la sensazione di fare il dritto sempre con un po di ritardo/paura per tutta la durata dell'allenamento. Beh, martedì prossimo visita dal fisiatra. vedremo..
     
  9. dk768

    dk768 Utente

    Nome e Cognome:
    Mario
    Ciao, a volte saper rinunciare ad un allenamento è necessario. Le contratture o gli stiramenti sono le conseguenze o di una postura sbagliata o di un movimento brusco a freddo. Quindi oltre a cercare di migliorare i movimenti è opportuno un riscaldamento per rendere la muscolatura meno rigida e più tonica (corsa/camminata veloce ed esercizi di stretching a fine seduta). La camminata è il movimento più naturale, quindi se hai dolore anche camminado e muovendo le braccia, devi programmare uno stop ed eventualmente utilizzare delle pomate da banco che il tuo medico ti consiglierà
     
    Ultima modifica: 29 Mag 2016
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina