1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Impugnatura col pollice sul rovescio

Discussione in 'Allenamento e Tecniche di Gioco' iniziata da Giovanni., 3 Gen 2017.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. Giovanni.

    Giovanni. Utente

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Salve, ho un dubbio quando fate lo scambio, bloccate, toppate di rovescio mettete il pollice sulla gomma del dritto? Da poco ho ricordato che in uno stage in estate un allenatore mi diceva di metterlo e da una settimana ho provato e rispetto a prima riesco a bloccare attivo e a toppare con più sicurezza...il problema è che quando devo usare il dritto lo devo togliere e impiego un po di tempo forse perché ancora non sono abituato e poi ho visto che quasi tutti nelle categorie alti lo usano e soprattutto i cinesi ecc.
     
  2. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Sì,una volta appurato che il dritto degli avversari è infernale,impossibile da contenere,ecco che in partita si va a interrogare il rovescio.Quello degli avversari e,ovviamente il proprio,cercando di migliorarlo.Allora,dove mettere il pollice?Dipende da diversi fattori,polso rigido o plastico,conformazione della mano,manegevolezza e peso della racchetta,nonchè finalità del colpo che si andrà ad eseguire.Per dire c'è chi ha il polso rigido,ma forte come un ferro di cavallo,allora si crea idealmente una misura unica,altezza della pallina,distanza,possibilmente poca rotazione e lì va sempre a colpire,forte di solito con gli scambi.C'è chi invece a parità di condizioni si ritrova con un polso molto plastico e girevole.Questo è il caso della maggior parte dei ragazzi con le ossa e tendini in via di formazione,che intendono perfezionare il top e a questi,laddove trovo il giusto interesse,io spiego così.Immagina di avere al posto della racchetta un ramo( o un tubo di un certo peso,ma maneggevole) cilindrico,prosecuzione del manico.Allora il pollice avrà la funzione di far "sgurlare,ciurlare",girare il più velocemente possibile quel ramo cilindro,su cui dovrai focalizzare l'attenzione,spostando il peso e quindi la pressione della mano durante l'esecuzione del colpo.
    Qui la posizione del pollice cambia,tanti sono gli interpreti,tante sono le modalità d'intervento.Allora:
    1)Vuoi far un top a salire,con tanta azione dal basso verso l'alto?Esercita più pressione con il pollice piegato,mantenendolo a lungo nella parte sinistra del cilindro.
    2)Vuoi fare un top con un movimento largo,per chiudere poi il top in avanti ?Appoggia solo lo spigolo della parte interna del pollice esattamente a metà del cilindro in questione,sul quale potrai esercitare meglio una doppia pressione(di pollice e mano)per un equilibrata azione di salire e spingere.
    3)Vuoi fare top "brevi" solo di spinta,prevalentemente sul tavolo?Appoggia il pollice sempre di striscio,avvolgendolo nella parte destra del cilindro,la racchetta sarà così più piegata verso il basso,sarà più facile guidarla verso avanti,con un minimo differenziale fra salire(quasi niente) e spinta parallela al piano del tavolo(massima).
    Ci vuol tempo per abituarsi,lo so.A tutti avverto prima:non credere a tutto ciò che dico,ma prova prima e
    riprova,metti anche in dubbio ciò che stai provando.Non devi riprodurre pari pari la mia versione,ma trovare la strada per migliorare il tuo di rovescio.
    auguri
    ettore
     
  3. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    "sgurlare.. ciurlare.."

    Sublime! Si dice "ciurlare nel manico" quando si tergiversa.

    Ma il significato letterale è "tenere il manico non saldamente".
     
    A tOppabuchi piace questo elemento.
  4. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Giusto non si deve tenere il manico o l'attrezzo fermo,così non si produce alcuna azione.
    ....allora "sgurlare" l'ho tratto dal mio dialetto ladino friulano.Quando si giocava a calcetto si provava un grande divertimento a "sgurlare",cioè a far girare vorticosamente le cilindriche stanghette assieme ai giocatori di legno o di plastica,sperando così di colpire la palla,che spesso schizzava pericolosamente anche fuori dai bordi del biliardino..Poi questo modo è stato abolito,per dare più ordine al gioco.
    Ecco,volevo dire non tenere il manico racchetta bloccato,ma, tramite il gioco del pollice e di conseguenza del polso(prova con calma adesso a girare il pollice nei tre modi suggeriti,anche senza racchetta e il polso ti seguirà) ),si potrà ruotare il manico/cilindro per indirizzare la racchetta nel senso voluto.
    So che non sempre è possibile scendere nei minimi particolari,ma in certi casi è meglio abituare fin da subito i giovani a più movimenti plastici,poi ognuno ,tempo e condizioni permettendo, fa ciò che può.
    Ciò detto vale anche per dare le giuste inclinazioni nei blocchi sul tavolo.Provare e riprovare.buon allenamento.
    ettore
     
    A yoyorichy piace questo elemento.
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina