1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Butterfly vs Animus

Discussione in 'Consigli & Test sui Materiali' iniziata da acialli, 20 Feb 2018.

  1. Ric Grig

    Ric Grig Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Griggio
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD MORTISE DUEMILA
    Il vittimismo tienilo per te. Se hai qualcosa da dirmi in merito a qualche torto che ti avrei fatto sei pregato di sputare diritto :)
     
  2. acialli

    acialli Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    Ma chi mi vole più
    Sono contento che ci siano artigiani che producono telai. Sarei pure orgoglioso che qualche artigiano italiano avesse come testimonial un professionista di fama mondiale che gioca con telai artigianali made in Italy. Butterfly japan ha scalato la vetta negli anni e lo stesso auguro ai nostri artigiani che faticano per tirare fuori un prodotto che può competere o superare i più blasonati. Purtroppo non era mia intenzione aprire una discussione contro qualcuno ma come da spirito del forum dare informazioni su rapporto qualità prezzo di telai che ognuno di noi prova per cercare di avere maggiori informazioni possibili su un acquisto che ci accingiamo a fare. In tutti i settori vince sempre il rapporto qualità prezzo. Buon tennistavolo a tutti.
     
  3. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Niente di personale. La metti giù troppo spessa, secondo me, come già dimostrato nelle frasi citate ( "tranquillizzare.. che si sentono in dovere..") anche se poi aggiungi faccine sorridenti che stridono col testo.

    Dicevo : "con chiarezza e schiettezza", quindi se dovessi "sputare" (cosa che aborrisco) lo farei sempre dritto.

    Sono molto tranquillo e non si tratta neanche di tutelare l'utenza. Visto che ti piacciono le frasi gergali forti conoscerai il detto " fare il f.. col c.. degli altri".

    A buon intenditor...
     
    Ultima modifica: 24 Feb 2018
  4. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Qualità / prezzo..., però è facile confondere l'immagine con la qualità. Soprattutto quando si tratta di qualcosa di comunque "buono", la tendenza a dargli un valore aggiunto è facile. Ed è quello che fa volare il prezzo. Ed è per quello che si lavora: oltre al pezzo di legno, si compra sempre anche la speranza... :rolleyes:
     
    A Claudio Barbieri, tOppabuchi, eta beta e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. Ric Grig

    Ric Grig Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Griggio
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD MORTISE DUEMILA
    La faccina sorridente mi è scappata e non riuscivo a toglierla messaggiando dallo smartphone
     
    A eta beta piace questo elemento.
  6. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Purtroppo, però...perseveri.
    Gli artigiani ci sono e c’è anche chi (soddisfatto o meno) fa delle recensioni che tutti possono leggere anche qui sul forum.
    È che talvolta, gli artigiani non vogliono essere troppo invasivi e si accontentano di rimanere un prodotto di nicchia, per pochi appassionati.
    Un telaio realizzato a mano in maniera realmente artigianale richiede un certo numero di ore.
    Un manico, anch’esso fatto a mano...è un lavoro non da tutti, un lavoro certosino.
    Ne si fa uno per volta (senza aiuti esterni) e -ovviamente- con questo metodo di lavoro (no macchinari cnc, No piccole serie, no manici che arrivano da altri fornitori) non si può sperare di fare concorrenza alle altre aziende leader nei fatturati.
    Secondo me il vero artigiano è questo: questa è la passione...non il modo in cui ci t si guadagna da vivere.
    A parer mio (forse sbaglierò ma questa è la mia visione “romantica” del reale artigianato), si può usare la parola “passione, sentimento”, solo in questo campo.

    Perché in caso contrario...trovo che sia semplicemente un’azione di marketing nemmeno celata troppo bene.
    E purtroppo, tutta questa discussione lo dimostra.
     
    A corsa46 piace questo elemento.
  7. Ric Grig

    Ric Grig Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Griggio
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD MORTISE DUEMILA
    Con questa tua visione di artigianato, anche Geppetto e Mastro Ciliegia sarebbero degli "industriali".
    La verità secondo me è che cerchi di denigrare il lavoro altrui sperando probabilmente che "altri" artigiani possano in cuor tuo ricavarne dei benefici, quando invece questi ultimi non hanno certo bisogno di queste tue sparate per promuovere i loro prodotti.
     
  8. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    No, guarda....probabilmente a differenza tua io non ho nulla da guadagnarci.
    Mentre tu ti difendi un po’ troppo e, ripeto, questa discussione ne è la prova.
    Questo è il tipico comportamento da chi ha la coda di paglia e sa perfettamente di averla.
    Attaccare quando ci si sente toccati.
    Solo che per contratto non può ammetterlo.

    Geppetto poi, macchine a controllo numerico non ne aveva: era da solo in bottega.
    Perlomeno informarsi, eh...
    :birra:
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 25 Feb 2018, Data originale: 25 Feb 2018 ---
    Cosa mi fa sorridere poi.....è che lo stesso Claudio ammette, quando le ha, le sue pecche.
    Tu, per assurdo....ti arrampichi sui vetri tirando in mezzo Geppetto.
    Vorrei tranquillizzarti: se come credo sia vero che tu sei un valido collaboratore (non ho motivo per pensare il contrario), stai tranquillo che continuerai col tuo ruolo di consulente....senza per forza combattere contro chi ti muove delle critiche che non tolgono nulla al valore del prodotto che sviluppate e pubblicizzate.
    Cioè....Claudio è certamente un uomo maturo: non è che ha bisogno di gente che lo venga a difendere contro qualche critica...
     
  9. Ric Grig

    Ric Grig Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Griggio
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD MORTISE DUEMILA
    Pag. 23 del thread "finalmente a breve ......" sono passati due anni e mezzo ...... dicevi le stesse cose riguardo alla presunta non artigianalità.... noto che per te il tempo non è passato...già a quel tempo ti risposi in merito... non voglio dilungarmi oltre. Passa una buona notte.....
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 25 Feb 2018, Data originale: 25 Feb 2018 ---
    E quando puoi vai a farti un giro nel laboratorio di Claudio Barbieri....perché conoscere l'argomento di cui si parla è importante....
     
  10. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Certo, la mia opinione non è cambiata...
    Buona notte anche a te e se mai mi capiterà, andrò molto volentieri a conoscere Claudio ed i suoi collaboratori in futuro.
    Rimango comunque oltre che della mia idea, un estimatore del prodotto.

    P.S.:
    Avevo scritto anche questo due anni e mezzo fa....ma voglio pensare che tu ti sia dimenticato e non che tu abbia evitato accuratamente di riportare anche questo.
    Buona notte di nuovo!
     
    A nerdpong e Andrew_10 piace questo messaggio.
  11. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Credo di aver capito dove vanno a parare alcuni riferimenti non dichiarati : la descrizione di artigiano che fa @tOppabuchi si attaglia bene a @ziggy , che, se non sbaglio è suo amico o conoscente. Pure Ziggy, attraverso un concorso a premi per dare il nome ad un suo telaio, mise in campo una piccola campagna pubblicitaria per far conoscere i suoi prodotti, forse non paragonabile al battage degli Animus Boys.

    Ridurre la questione ad una guerra tra fans sarebbe riduttivo però ci sta assomigliando molto.

    Arigiani, artisti, piccoli industriali, il problema non sta qui.

    Animus ha un'impronta ed un approccio profondamente professionale che vedo solo in parte negli altri produttori italiani (perchè sostanzialmente la questione riguarda i pochi italiani che si cimentano).

    Animus ha scelto un'immagine coordinata molto elegante (marchio, packaging, sito internet ecc.)

    Il suo affacciarsi sul mercato mondiale deve essere un punto d'orgoglio per tutti i pongisti italiani. Imho.

    @Claudio Barbieri, mandami pure il cadeau che preferisci. :D
     
    A Claudio Barbieri piace questo elemento.
  12. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Sono stato, in effetti, cliente di Ziggy e condivido con lui una bella amicizia.
    Mai fatto mistero di questo.
    Cosa invece non ho fatto (e mai farò) è rendere asfissiante ogni mio intervento promuovendo i suoi articoli.
    Non ho nemmeno mai messo il materiale in firma, figurati....e nemmeno mi ricordo come si chiama, ad essere onesti.
    Mi limito a giocarci e, se qualcuno mi chiede info o mi chiede di provarlo, gli faccio tirare qualche pallina.
    Se piace, lo contattano.
    Mi sembra una propaganda davvero diversa e quasi inesistente, la mia e quella di chiunque altro abbia quel materiale o anche quello di altri artigiani, no?
     
    A eta beta piace questo elemento.
  13. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Buona la produzione di Alfonso Ziccardi alias @ziggy .

    Ho avuto la fortuna di vincere quel concorso e di saggiare la qualità del premio, un telaio allround.

    Molto ben fatto anche il manico in due strati di essenze chiare e scure.

    Se devo fare un appunto l'impugnatura è un po' troppo piccola.

    Viva gli artigiani italiani!
     
    A tOppabuchi piace questo elemento.
  14. bigeorge

    bigeorge Utente Attivo

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    TT Cava
    È più bella Naomi Campbell o Claudia Schiffer!? Cos'è un difetto per uno potrebbe essere un pregio per l'altro. I Butterfly sono perfetti? Mi diverto a restaurare i legni degli amici, ultimamente ho cambiato il manico ad un bty timo boll alc facendolo diventare da diritto a concavo. Tolte le guanciole del manico, sotto, nel legno ho trovato un foro del tutto disomogeneo, tra la parte sx e la dx. ...2mm da una parte 7 mm dall'altra. Direi che il controllo qualità bty non è che sia ineccepibile, mi sa che a livello industriale non scartano nulla. Per non dire della qualità dei materiali delle guanciole, pare che siano di cartone compresso! gli Animus, alcuni, hanno le guanciole (il manico) in Rovere!!
     
  15. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Senza togliere nulla ai manici Animus ti posso dire che il rovere, essenza dura e poco porosa non è il massimo per fare i manici. Per quanto cheao i lamellari in legni morbidi e porosi sono l'ideale per essere impugnati da una mano che suda.

    Dove è stato prodotto il BTY di cui parli?
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 25 Feb 2018, Data originale: 25 Feb 2018 ---
    Cheao sta per Cheap.

    Scusa. Se è un Timo Boll ALC è certamente made in Japan.
     
  16. bigeorge

    bigeorge Utente Attivo

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    TT Cava
    Non l so. Ho le foto, se le trovo te le mando, il telaio è di un amico
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 25 Feb 2018, Data originale: 25 Feb 2018 ---
    Ecco le foto
     

    Files Allegati:

  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Non so che dire su quella asimmetria e quanto possa influire sul bilanciamento del telaio. La differenza mi sembra di un paio di mm. in più da una parte e in meno dall'altra.

    Però vedo un manico dritto modificato in simil-anatomico.

    Riguardo la finitura del Viscaria giudicate voi:

    IMG_20180225_205250.jpg IMG_20180225_204427.jpg IMG_20180225_204723.jpg

    Qui invece alcune foto di un manico artigianale:

    Che manico!!
     
    Ultima modifica: 25 Feb 2018
  18. corsa46

    corsa46 Utente Noto

    Squadra:
    TT VALLEUMBRA
    A eta beta piace questo elemento.
  19. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
  20. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Oh... ma che brutti che siete! Questo vizio di non mollare mai, fino alla fine... e di saltare da un argomento all'altro... Si potrebbe aprire una bella discussione sui telai artigianali e invece siamo qui a rimestare la segatura!
    Anche se non era nelle intenzioni di chi ha aperto la discussione, di fatto abbiamo parlato dell'iniziativa di un imprenditore che ha sfruttato le occasioni che gli sono capitate, come è nella logica di un certo tipo di attività, mica c'era la dicitura ONLUS, anche se finiva per US.
    A me il teorema "peggio per gli altri, che per farsi conoscere non fanno lo stesso o che non ne sono capaci", se "il fanno lo stesso" è border line non piace e se non si è capaci di darsi dei limiti, prima o poi arriva qualcuno a fare muro e metterti i blocchetti sui piedi. Ma evidentemente ho un border più stretto di altri
    Credo che qui, alla stragrande maggioranza, non interessi molto dei rapporti tra Pinco e Pallino, indipendentemente dalla loro natura. Piuttosto interessa saper se un consiglio, una recensione,... siano spontanei e sinceri, o rientrino in una logica commerciale: la differenza è evidente. Si può in un'operazione così (commerciale, non va necessariamente vista in senso dispregiativo) mantenere comunque un certo grado di... ditemelo voi, sincerità di giudizio, utilità collettiva,...? Nelle foto, nei testi, c'è sì una strategia, ma evidentemente "tanta roba" e in particolare il modo di porsi di Claudio. Sarebbe bastata? E' stato determinante il prezzemolo di quanti (mi pare) gli siano stati intorno? Diciamo che tutto ha aiutato.
    Ma se un certo prodotto non avesse avuto le qualità per stare sul mercato, a quest'ora ci sarebbe una marca di telai in meno e non una che aumenta il prezzo.
    Per quanto riguarda il discorso artigianale sì, artigianale no, ai tempi nostri non credo che si possa basare tutto sull'uso o meno di questo o quel macchinario, ma rimanga legato all'apporto personale dell'artigiano (con o senza partita iva) al processo produttivo e il suo modo di caratterizzare il risultato finale, entro certi limiti, indipendentemente dal numero di pezzi realizzati (mi faccio paura da solo! Wikipedia mi fa un baffo -stavo per dire altro, vista la materia). Questo vale anche per il signor Butterfly, il signor Nittaku, il signor Darker, il signor Yasaka, il signor Soulspin, il signor OSP (ormai dimenticato?), ...; certe loro linee di prodotto sono sicuramente molto diverse da quelle più commerciali e non necessariamente solo nella selezione del legno o della rifinitura finale. Cerchiamo di non dimenticarci poi l'importanza del background: sapere già come si comporterà una colla, o un legno, dopo 2 anni, 15 o 20, in base alla lavorazione fatta è evidentemente un bel vantaggio.
    Tutto questo per arrivare a dire che la pasta fatta in casa... I ravioli di mia nonna erano unici, ma di qui a essere disposti a pagare 20 € per un piatto... forse sì, qualcuno lo avrebbe fatto, ma per me la conclusione sarebbe stata che non ne valeva la pena (e poi li so fare anche io!). E per fortuna lei cucinava per amore.
     
    A Claudio Barbieri piace questo elemento.

Condividi questa Pagina