1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Velocità di esecuzione top

Discussione in 'Allenamento e Tecniche di Gioco' iniziata da SImone.MTT, 28 Apr 2018.

  1. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    ...ho anch'io le mie fragilità...
    stima
     
    A tOppabuchi piace questo elemento.
  2. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Capisco. È complicato.
     
  3. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    simone, ma il braccio lo carichi molto indietro e allunghi il braccio, quasi steso ?
     
  4. SImone.MTT

    SImone.MTT Utente

    Nome e Cognome:
    Simone Bova
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    ASD Isola del bosco
    Ciao in che senso? Io il braccio lo tengo disteso completamente nn lo tengo a 90 gradi per intenderci... ovvio poi lo chiudo con il movimento di avambraccio ma nel momento che colpisco la pallina è disteso completamente per poi salire e andare in avanti chiudendo in velocità con L avambraccio
     
  5. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    ok per la per il braccio, ma quanto vai indietro con il braccio teso ? la punta della racchetta in fase di caricamento dove si trova ? punta verso destra , punta verso la schiena ?
    come vedi , bisogna andare avanti a supposizioni se non si vede il movimento con video .....
     
    Ultima modifica: 2 Mag 2018
  6. SImone.MTT

    SImone.MTT Utente

    Nome e Cognome:
    Simone Bova
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    ASD Isola del bosco
    Dipende a volte per errore parto da dietro a volte parto parallelo al corpo quindi a destra..
     
  7. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    In questi casi , e senza poter vedere il movimento, bisogna andare per tentativi , il problema potrebbe essere causato dal tempo errato sulla palla , movimento troppo ampio, mancato rispetto dei tempi rilassamento e contrazione , angolo di impatto della palla ( se troppo chiuso tendi ad andare veloce per non far cadere la pallina verso la rete ). Individuata la causa si trovano gli accorgimenti ..
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 2 Mag 2018, Data originale: 2 Mag 2018 ---
    Ho letto meglio il tuo post , ma chi ti allena dovrebbe essere in grado di fare queste valutazioni , ma è un giocatore o allenatore ?
     
  8. SImone.MTT

    SImone.MTT Utente

    Nome e Cognome:
    Simone Bova
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    ASD Isola del bosco
    No è un allenatore... mi sta seguendo già Son migliorato parecchio... ma è più che un altro una mia impressione che mi sembra di sbagliare ogni volta quando spesso lui dice nn sia così... probabilmente vengo da dei movimenti diversi.. 15 anni fa si giocava totalmente diverso
     
  9. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    La "sindrome dell'insicuro", ne conosco diversi di giocatori e peggio ancora di genitori di bambini che giocano , che pur avendo un allenatore di riferimento chiedono ad altri , bravi giocatori o allenatori il parere su aspetti tecnici .
    Se hai un allenatore , che paghi, ed è il tuo punto di riferimento , non andare a chiedere al altri il loro punto di vista, creerai ancora più confusione nella tua testa, anche perché in italia non esiste una scuola di riferimento , e spesso le idee sono discordanti , quindi se non trova le soluzioni adatte a te , nel caso specifico ci vuole tempo perché sei avanti negli anni ed hai una impostazione del passato, cambialo o affronta con lui l'argomento con la massima serenità . ( l'allenatore deve essere un confidente )
    Scusa la schiettezza , ma questo modo di fare , che si può manifestare anche in altri ambiti (dottore, rapporti lavorativi,.....), non lo trovo costruttivo
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 2 Mag 2018, Data originale: 2 Mag 2018 ---
    Pensa inoltre come si sentirà gratificato l'allenatore quando proporrai tu le soluzioni che hai sentito nel forum da persone che non ti conoscono ne ti hanno mai visto giocare :azz:
     
    A acialli, enzopacileo, mr friendly e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Braccio qui,braccio là?

    Tutto lascia pensare che nei primi rudimentali tentativi di spiegare l’ABC del top a un neofita che desidera imparare effettivamente come si fa,sia più facile scindere e scomporre i movimenti concentrando l’esecuzione su un solo segmento,fors'anche sulle potenzialità di un solo arto.Che non sono infinite,ma se opera e lavora slegato dal resto del corpo,sono piuttosto limitate ed riduttive in senso dinamico,rendendo il tutto più pesante..Esempio?se sale solo un braccio per far salire spalla e tronco,cui sono intimamente congiunti,il peso da sopportare è perlomeno doppio rispetto a chi usa correttamente entrambe le braccia,cioè i muscoli-motore per sollevare non solo la racchetta,ma in realtà aiutare nello spostamento tutto il corpo e trasmettere così l’energia raccolta dal basso in dinamicità,come una curva di tornante,girando il giusto verso l’avanti,senza strappi,anzi con gradualità e ampia possibilità di correggere il tragitto in base alle sue caratteristiche,curva stretta,larga,.....media?Immaginando di intraprendere i tornanti in salita in bicicletta,basterà agire sul manubrio? o guidarlo con un solo braccio? o azionare semplicemente sui pedali? E il corpo fermo?Invece è più semplice utilizzare tutti i motori,tutta la muscolatura possibile e il salire,ovvero il top sarà più agevole con minor usura delle articolazioni e conseguenti minor contratture muscolari.

    Che non sia il caso di pensare al movimento del top e alla sua didassi(insegnamento) come a qualcosa di più globale,che investa tutto il corpo,testa compresa?

    Qualcuno obietterà,sì,ma con i ragazzi distratti da mille pensieri e preoccupazioni del giorno d’oggi,come fare?E’ già tanto così, che….
    vero anche questo, ma i giovani sono proprio nell’età giusta,con la plasticità e duttilità necessaria per ritenere il massimo degli input raccolti,con il corpo e la muscolatura in via di formazione,in grado ben di adattarsi a tutto ciò che l'esecuzione di un buon top richiede.Se non ora,quando?
    Piuttosto interroghiamoci :"Come far sì che imparare l'esecuzione di un colpo così importante sia o venga reso ancor più motivante?"
    Beh,raccogliere fin da subito i primi successi,non necessariamente di vittorie,ma di percentuali di palle che entrano ed entrano bene in campo,già questo è motivante e meritevole di approfondimento e invito a progredire.
    O accontentarci dei giocatori,che già, anche in ambito nazionale,ci è dato vedere:"Beh,sì,quello è fortissimo,ci ha un grande braccio".Bastasse...
    stima ettore
     
  11. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Stimatissimo Ettore,

    per anni si è parlato di braccio qui , braccio là, e ancora qualcuno della vecchia scuola continua a parlarne , la crescita dei ragazzi oggi passa necessariamente per uno sviluppo atletico che considera il corpo nella sua interezza , devo pensare di creare uno sportivo vero che potrebbe cimentarsi in diverse discipline , non solo "attaccato al tavolo" a provare per un ora il top su palla tagliata . Visto che come dici tu hanno mille pensieri , dovrò dare stimoli diversi per raggiungere un unico obiettivo (es. esecuzione di un colpo).
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  12. SImone.MTT

    SImone.MTT Utente

    Nome e Cognome:
    Simone Bova
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    ASD Isola del bosco

    Sicuramente io ho chiesto suggerimenti non penso sia sbagliato. Ma il tuo discorso comunque non fa una piega :) comunque nn sono così vecchio ho appena 29 anni.. anche se nn sono nemmeno così tanto giovane ehehe.
    Per quanto riguarda movimenti vari fisico ecc.. si cerca d lavorare un po’ su tutto, poi ripeto penso più che altro che sia un limite mentale perché come già detto spesso penso troppo mi innervosisco e il top nn mi viene, come magari mi viene sciolto e tranquillo il rovescio. Poche volte capita quando sono spensierato, che va decisamente molto meglio... ma sono proprio poche le volte
    Di sicuro da lavorare c’è molto, ma penso anche che devo stare più tranquillo senza farmi troppi problemi
     
    A lusio piace questo elemento.
  13. ggreco

    ggreco ...in the Dark Side of the Force...

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Corretto, ma la frustata può essere eseguita con infiniti valori di velocità.
    È importante considerare che il top, come qualsiasi altro colpo, ha una preparazione, un'esecuzione in accelerazione ed una fine del colpo, non è un gesto uniforme.
    In realtà ci sono infiniti modi di tirare il colpo, e decidere quale tecnica usare dipende dalle valutazioni dell'allenatore e dalle sensazioni dell'atleta.
    Per quanto riguarda la tecnica del movimento lungo, questa è divenuta obsoleta ben prima del cambio di pallina, quando è stato teorizzato il gioco anticipato su palla che sale, ai tempi del boom di Gatien e Saive.
    Il movimento del topspin diventava più breve, con enfasi sui movimenti del busto e dell'avambraccio, da giocare nella fase ascendente della traiettoria della pallina, più orizzontale, per rubare il tempo all'avversario: questo tipo di giocatori si è ulteriormente avvantaggiato dall'introduzione delle nuove palline.
     
  14. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Corretto, ma la frustata può essere eseguita con infiniti valori di velocità.
    È importante considerare che il top, come qualsiasi altro colpo, ha una preparazione, un'esecuzione in accelerazione ed una fine del colpo, non è un gesto uniforme.
    In realtà ci sono infiniti modi di tirare il colpo, e decidere quale tecnica usare dipende dalle valutazioni dell'allenatore e dalle sensazioni dell'atleta.
    Per quanto riguarda la tecnica del movimento lungo, questa è divenuta obsoleta ben prima del cambio di pallina, quando è stato teorizzato il gioco anticipato su palla che sale, ai tempi del boom di Gatien e Saive.

    Allora cerchiamo di capirci.....
    Il movimento del topspin diventava più breve, con enfasi sui movimenti del busto e dell'avambraccio, da giocare nella fase ascendente della traiettoria della pallina, più orizzontale, per rubare il tempo all'avversario: questo tipo di giocatori si è ulteriormente avvantaggiato dall'introduzione delle nuove palline.[/QUOTE]

    si,certo la tecnica s'è evoluta nel tempo,ma.....

    1)Movimento "più breve" rispetto a cosa?Movimento "più breve "di che?Da dove verso dove?verso quale direzione?

    Un altra citazione che riprende lo stesso concetto.
    [QUOTE="tOppabuchi,]Coi nuovi materiali e le nuove palline l’ampiezza del movimento è praticamente dimezzata per lasciar spazio ad una maggior velocità di esecuzione del colpo.

    2)Ampiezza del movimento dimezzata rispetto a cosa?Ampiezza di che cosa?attorno a cosa?
    ulteriori interventi miglioreranno e semplificheranno,credo,la comprensione dei meccanismi del top,che riteniamo di dominio pubblico e di uso comune già acquisito.E invece,spesso non lo sono...
    stima ettore
     
    A tOppabuchi piace questo elemento.
  15. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Una volta il top lo si faceva a tutto braccio, quasi partendo da terra, con pallina in fase discensionale.
    Contemporaneamente al movimento del braccio (che finiva davanti agli occhi o addirittura sopra la testa), si ruotava il busto e si spostava il peso, andando verso il tavolo, dal piede corrispondente della mano che impugna la racchetta, all’altro.
    Nessuno fa praticamente più questo movimento.La maggior parte dei topspin si eseguono praticamente sopra il tavolo, non si aspetta più che la palla esca e scenda un po’, perdendo di spin. I materiali odierni permettono gli stessi (se non addirittura superiori) risultati semplicemente avendo un’escursione del movimento del braccio più che dimezzata, una torsione del busto diminuita ed un cambio di piede di appoggio molto meno importante.
    Intendevo questo, io: la tecnologia ha reso tutti i movimenti più frenetici, nervosi e brevi.
    Ed è anche per questo che adesso non ci si può più permettere di tirare un topspin col “braccino”: la frustata di avambraccio (soprattutto di avambraccio) va data sempre ferocemente.
    L’unica cosa che si può aumentare o diminuire è l’angolo di impatto sulla pallina, modificando l’inclinazione del movimento del giocatore in base alle esigenze del momento.
     
  16. ggreco

    ggreco ...in the Dark Side of the Force...

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Breve nel senso dell'escursione del colpo, non della distanza della racchetta dal corpo, inoltre il movimento è distribuito su più segmenti corporei: spostamento del peso da un piede all'altro, rotazione del bacino, torsione del busto, azione di spalla, avambraccio e polso, ma tutti questi movimenti sono brevi e sinergici, e quindi eseguibili più velocemente senza "rimanere sul colpo".
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  17. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Intendevo questo, io: la tecnologia ha reso tutti i movimenti più frenetici, nervosi e brevi.

    Di quale top parliamo?
    B
    ene,questo sì:la tecnologia(e non solo aggiungo io,anche una maggior conoscenza delle potenzialità delle leve che concorrono al movimento,proprio di tutte nel loro insieme) ha reso tutti i movimenti più frenetici, nervosi ....
    ...ma brevi?
    questo proprio no!E' vero l'incontrario. Solo se il movimento generale è sufficientemente ampio e lungo in tutti i sensi,cioè tridimensionale(dietro →avanti // giù→ su//destra→sinistra o anche viceversa per i mancini),compreso e trasformandolo in un unicum circolo rotatorio sul proprio asse,che si sposta,ruota e accompagna pure bacino e spalle,allora sì che le leve, tutte quelle che occorre mettere in moto, entrano in azione propulsiva,nessuna esclusa.Alleggerendo per di più il peso complessivo da sopportare,ben distribuito a catena su di esse.Quindi a cominciare dal riscaldamento direi movimenti ampi,il più ampio possibile,per chiamare a raccolta tutti i muscoli per spingere,con aumento significativo della velocità di base,poi con appropriate azioni di contrasto,si potranno richiamare certe altre leve di ritorno,per stringere o indirizzare il movimento nella direzione e altezza ricercata e voluta.Evitando così contratture muscolari spesso dovute a movimenti troppo brevi e forzati.
    Mi rendo conto anch'io che una volta si praticava un top su palla che scendeva e con maggior comodità di tempo,con impiego preponderante del braccio-racchetta su tutto il resto_O.Oggi,magari in modo più rischioso,si cerca assai prima il contatto,quasi all'apice..o ancor prima,predisponendo e anticipando,
    però, le giuste mosse e necessari piegamenti , mentre la palla è in volo .
    In ogni caso non si deve ridurre il movimento e l'ampiezza,ma rendere consapevole l'uso appropriato di più leve.Due è meglio di una,tre è meglio di due,quattro.....
    Saper colpire la palla in diversi momenti della sua traiettoria è più vantaggioso che saper colpire la palla solo nel momento in cui scende(Catalano dixit).
    Ma chi divulga ancora,al giorno d'oggi,il fuorviante "messaggio" che il movimento per approcciare la palla deve essere breve,il più breve possibile?Succede solo in Italia?Poi andiamo a vedere ciò che fanno gli altri...
    una delle ragioni per cui a certi livelli non riusciamo a competere.
    stima ettore
     
  18. ggreco

    ggreco ...in the Dark Side of the Force...

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Diciamo che deve essere una traccia, non una matrice su cui costruire giocatori tutti uguali: se uno guarda i cinesi, i giapponesi o qualunque nazione pongisticamente vincente, c'è una grande varietà di stili, dovuta alla grande varietà di caratteristiche fisiche dei giocatori, pertanto su ogni singolo giocatore va studiato un percorso personalizzato, non può esistere una catena di montaggio.
     
  19. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO

    Breve nel senso dell'escursione del colpo, non della distanza della racchetta dal corpo,

    Questa spiegazione mi piace,ma che significato dare a "escursione del colpo"?
    Quindi non si parla di azione preminente di un arto solo o parte di esso,ma concorso ben distribuito,coinvolgente e sinergico di più segmenti corporei,che si deve tradurre in un movimento complessivo lungo,ampio,rotatorio,con la necessità di chiudere basso e in avanti al momento di massima accelerazione,per permettere a tutte le leve e muscoli di tendersi a dovere e svolgere al meglio,ciascuno per la propria parte,i compiti e funzioni cui sono chiamati.
    La parole "breve",almeno per la parte che riguarda il top,forse è il caso che la togliamo dal dizionario divulgativo che utilizziamo per spiegare il colpo,anche dalle dispense Fitet più recenti,ma poco aggiornate.
    Definitivamente.
    stima ettore
     
  20. SImone.MTT

    SImone.MTT Utente

    Nome e Cognome:
    Simone Bova
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    ASD Isola del bosco
    È esattamente quello che penso io... però andare a farlo nn è comunque facile
     

Condividi questa Pagina