1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Temperatura Minima per Giocare...

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da spazialex, 20 Dic 2021.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. spazialex

    spazialex Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Alessandro Matteoli
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    TT Pulcini Cascina
    qualcuno mi ha detto che una volta c'era una temperatura minima per giocare,
    non mi pare che il regolamento oggi preveda minimo o massimo,
    ma dei tecnici mi dicono che la temperatura minima non dovrebbe scendere sotto i 18°, altrimenti sia la pallina che le gomme hanno comportamenti diversi, ora io da ultimo della classe constato che in alcune palestre di questi tempi si sfiorano gli zero gradi, ma veramente siamo così poveri da non permetterci 2 funghi? io posso mettermi una maglia termica.... ma la pallina no :) , potrebbe essere un idea scaldare le gomme come in Formula 1 :) , se brevettano la termofodera voglio il copyright :)
     
  2. curl t.

    curl t. Utente Noto

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    tt lugo
    io ieri nella mia palestra ho preteso che l'impianto di riscaldamento rimanesse acceso per tutta la durata dell'incontro...non riesco a giocare con 16-17 gradi e non voglio ammalarmi...

    questione gomme: in primavera/estate si gioca bene perchè le gomme con il calore si vulcanizzano, in inverno il freddo le irrigidisce.
    lo stesso ovtcharov ammette che in inverno usa gomme più morbide/dure a seconda della temperatura ed anche della grandezza del palazzetto in cui gioca, se piccolo e basso o grande e dispersivo.
    è comunque innegabile che anche noi scarsoni sentiamo la differenza sulla racchetta (anche se influisce poco sul risultato finale) a seconda del tavolo, pallina, temperatura, fondo di gioco...io ad esempio mi trovo malissimo sul parquet e con i tavoli joola...ma sto andando off topic
     
    Ultima modifica: 20 Dic 2021
  3. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    per le gomme suggerisco un fhone in borsa, qualora in bagno non ci fosse già qualcosa del genere per asciugarsi le mani
    anche se a termini di regolamento potrebbe configurarsi come una specie di trattamento, vado a memoria "alterazione chimica e/o fisica"
     
    Ultima modifica: 20 Dic 2021
  4. elius

    elius Utente Noto

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Quando in palestra fa freddo, ho l'abitudine, prima di giocare, di tenere la racchetta sulla pancia, sotto la tuta. Ho copiato il sistema da altri e funziona. Qualche volta in palestre fredde, ho trovato arbitri "elastici" che mi hanno permesso di giocare con i pantaloni della tuta.
     
  5. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Purtroppo il regolamento impianti dice addirittura 12ºC temperatura minima. Chiaro che in inverno al freddo si aggiunga l'umidità e giocare a 12 gradi è veramente impossibile.

    Screenshot_20211220-174533~2.png
     
  6. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    ops...

    palestre fredde ... si talvolta
    arbitri che fanno obiezione su pantalone tuta mai
    piccola digressione: credo l'umidità influenzi il comportamento di gomma e pallina più del freddo
     
    Ultima modifica: 20 Dic 2021
  7. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Proprio ieri ho misurato la temperatura della nostra palestra, non riscaldata: siamo a 13°C e fisicamente non ci sono problemi, se non ci si ferma.

    Le gomme però risentono della temperatura bassa: si perde un 10-20% di grip
     
  8. utut

    utut Never Give Up

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    potrebbe essere un idea scaldare le gomme come in Formula 1 :) , se brevettano la termofodera voglio il copyright

    Esiste già: nel catalogo Donic esiste una specie di pressa con accumulatore a batterie per la bisogna
     
  9. ricsco

    ricsco Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Pierino Mazzetto C
    @off-ready , questo numero lo hai capito tu, lo hai stimato, lo hai letto da qualche parte?
    Se non si sono misurati, o letti dichiarati per quella gomma specifica, meglio non darli (i numeri).

    Ragazzi, questo è un argomento che non ho mai affrontato in una discussione da tecnico FITET, né durante il mio corso, però dato che un po' di chimica e fisica l'ho studiata a suo tempo, mi sembra sia meglio occuparsi del proprio stato corporale/fisico, piuttosto dell'alterazione (insignificante al nostro scarso livello) delle gomme della racchetta. Parlo ovviamente per me che alleno anche i giovanissimi al parco d'inverno su tavoli di pietra/cemento e che non noto differenze significative sulle mie gomme lisce, mentre molto di più risento della mia mano fredda che rimane più rigida e questo no, non va bene.

    Per gli inarrivabili supercampioni, la questione è diversa perchè loro vivono e giocano sempre al limite.

    Se si accetta di giocare (entrambe le squadre), l'incontro è valido, indipendentemente dalla temperatura. Se uno dei capitani si rifiuta e lo motiva nella scheda di report, allora sono cavoli amari per lui, se vuole coprirsi di ridicolo faccia pure...

    Per la cronaca quest'anno il 6 dicembre al Cus Torino una sera di campionato avevano il riscaldamento rotto e faceva un freddo cane.
    Li abbiamo castagnati senza pietà 5 a 4, anche per il freddo che ci hanno fatto patire (siamo dei vecchietti noi, loro giovanissimi, beati loro...).
    R.
     
  10. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    E' una valutazione personale, condivisa dai miei compagni, che nasce dall'esperienza di gioco in ambienti freddi
     
  11. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Fa ridere anche solo il pensiero che in un corso da tecnico di primo livello si possa trattare il tema del comportamento dei materiali di gioco in funzione del clima. Ma neanche nel corso da allenatore.
    :D :rotfl: :LOL:

    @spazialex , ti ho risposto riguardo il regolamento.
     
  12. ricsco

    ricsco Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Pierino Mazzetto C
    E io la rispetto e ne tengo conto, e ci starò attento tutte le volte che mi capiterà, grazie @off-ready per il tuo contributo a questa discussione .
    Ma se non mi citi una misura valida fatta: variazione modulo di young, coefficienti di dilatazione termica, variazione della frequenza di risposta del materiale, ecc... (indicare misure, unità di misura, deviazione standard dell'errore, per ottenere un valore valido occorrono diverse misure dei parametri ripetute non una sola) le vostre pur rispettabilissime sensazioni valgono come sensazioni appunto, non roba oggettivabile.

    I numeri sono roba seria e bisogna maneggiarli e citarli con convinzione di causa, altrimenti basta dire: "secondo la mia valutazione personale, che nasce dall'esperienza di gioco in ambienti freddi (indicare i gradi centigradi, se no non vale) a nostro avviso i colpi (indicare quali) ne risentono in misura significativa in funzione dei diversi tipi di gomme (indicare quali).
    Lo so, a volte sono pedante, ma se mi sfidate nelle mie materie, per voi è durissima...
    A ping pong non c'è storia @off-ready , tu mi batti sempre, sia al freddo che al caldo, l'ho capito subito.
    R.
     
  13. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Non pensavo che il forum servisse a fare sfide virtuali: chi ci ha provato, in passato, in genere voleva solo dimostrare di avercelo più lungo;)

    In realtà in mancanza di studi scientifici facciamo tutti valutazioni soggettive, che ci scambiamo come esperienze personali, anche se qualcuno tenta di farle passare come verità assolute: ne è un esempio il caso della minor rotazione impressa dalle gomme alle palline di plastica rispetto a quelle di celluloide, che nessuno misura, ma tutti percepiscono con valori che variano dal 10 al 50% (a secondo del grado di vittimismo...).

    In un lontano passato si usava spesso far precedere le proprie affermazioni con l'acronimo IMHO, cioè In My Humble Opinion (a mio modesto avviso). L'abitudine è scomparsa, ma mi piace credere che lo si dia per scontato
     
    A paolom piace questo elemento.
  14. ricsco

    ricsco Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Pierino Mazzetto C
    Caro @off-ready , come sai io sono un appassionato di tecnica e quindi... Lo confesso, ce l'ho piccolo!:p Ehi, si parla di ping pong, a cosa avete pensato?

    Per me è scontato l'acronimo IMHO, a parte che odio gli acronimi perchè così si taglia fuori chi è meno esperto, e questo è certe volte discriminante. Cerco di usarne meno possibile.

    Se mi leggi bene, io ho grande rispetto per le sensazioni, le cose più importanti della vita non si possono misurare con i numeri, ma si esprimono meglio con le sensazioni.
    Semplicemente e umilmente ripeto: se non siete sicuri di un valore oggettivo (numero, unità di misura, ed incertezza) è meglio non appiccicarcelo ad un'affermazione, che peraltro a me risulta valida anche così (riabilitiamo allo scopo le espressioni vaghe come poco, tanto, abbastanza, pochino, tantino, molto, moltissimo, ecc...)

    Ci rifletterò sopra un giorno o l'altro sulla variazione dei colpi in funzione della temperatura delle gomme e cercherò magari degli studi fatti da giapponesi (si proprio loro, quando cercate qualcosa, i giapponesi sono quasi sempre loro i primi ad averla studiata, come disse una volta il mio prof. di Istituzioni di Fisica Teorica all'Università).
    Cordialità,
    R.
     
    Ultima modifica: 21 Dic 2021
  15. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    io però un
    "secondo me" (se non piace IMHO)
    un
    "potreste andare" piuttosto che "andate"
    ecco, io li consiglio consiglierei

    giusto per non apparire quello che magari (speriamo) non siamo
     
    Ultima modifica: 21 Dic 2021
  16. roberto28

    roberto28 Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Roberto
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    bar sotto casa
    Secondo me con il freddo il rendimento è minore. Vuoi perché non si fa un buon riscaldamento, vuoi per le gomme che sono meno grippanti o semplicemente perché noi riteniamo che siano meno grippanti. Comunque in palestre fredde il gioco ne risente.
     
  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Infatti, non c'è bisogno di sofisticati strumenti e metodi di misura per riconoscere che col freddo si condensa (su racchette, tavoli e palline) il vapore acqueo che produciamo col nostro respiro e questo sottile velo d'acqua si frappone tra pallina e gomma, provocando una diminuzione d'attrito X (-grip).

    Anche il freddo secco diminuisce le performances di una gomma da tennistavolo che, come ben sappiamo, si indurisce sulla superficie, mentre il calore la rende più morbida e gripposa.

    Quanto ? Poco o tanto, dipende da molti fattori : dal grado di umidità relativa presente nell'ambiente, dalla temperatura del locale, dalle caratteristiche dei rivestimenti di racchetta, tavolo.. e dalla composizione della pallina ecc... ecc..
     
    Ultima modifica: 21 Dic 2021
    A Milocco Ettore, Jackcerry e roberto28 piace questo messaggio.
  18. spazialex

    spazialex Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Alessandro Matteoli
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    TT Pulcini Cascina
    ringrazio chi ha alimentato e argomentato questo topic, in particolare @eta beta , ora ho le idee più chiare, mi hanno raccontato di una situazione nel nord toscana da orsi polari... e perché non riaccada.... ma prima occorre, capire, documentarsi e non puntare dita. :)
     
  19. utut

    utut Never Give Up

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Lo scaldagomme Donic elettrico con accumulatore di cui parlavo

    Donic Warmer.png
     
    A off-ready e Jackcerry piace questo messaggio.
  20. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Per quanto riguarda freddo e umidità, prima delle gomme ne risentono ossa e articolazioni... non so cosa facciano esattamente le mie (ossa e gomme), ma cambia poco dato il generale calo di prestazioni. Comunque proteggere ossa e gomme con qualcosa di caldo, aiuta.
    Per quanto riguarda il giocare in tuta (o comunque più coperti), l'ultimo arbitro che ha avuto da dire è stato messo in mutande e legato a un lampione nel parcheggio.
    Per quanto riguarda le valutazioni, le percentuali e i numeri... dal momento che questo non è un forum "scientifico", perdonare una certa approssimazione è d'obbligo (fino al 20% credo sia ragionevole, ma non saprei a partire da dove); forse è abbastanza inutile stare ogni volta a sottolineare e fare "quelli che ne sanno troppissimo di più", come non sarebbe sbagliata una certa prudenza nel fare certe affermazioni.
     
    A VUAAZ, AndreaTT e lupo alberto piace questo messaggio.
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina