1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Telai SanWei Two Face

Discussione in 'Consigli & Test sui Materiali' iniziata da B-Rain, 19 Gen 2023.

  1. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Sarebbe interessante effettuare le misure fissando la racchetta per il manico e lasciando libero il piatto (come nel reale utilizzo) al fine di tenere conto anche dell'effettiva elasticità/rigidità del telaio.
    Un po' come ha fatto il tipo nel filmato (che nessuno ha guardato :) )
     
    A Sartori Giovanni piace questo elemento.
  2. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Poggiando il piano non permetti la flessione del telaio.

    Però meglio così perché in questo modo testi solo la rigidità dello strato esterno e il conseguente rimbalzo.

    Nel gioco entra anche il fattore flessione che non cambia da un lato all'altro.

    Però la racchetta flette, quindi credo che il rimbalzo sulla racchetta in flessione sarebbe più simile tra le due facce.
     
  3. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    il test quasi perfetto si potrebbe fare molto semplicemente rispondendo a un robot, cmq, tiro a indovinare, il lato lento tende ad essere un pò "paraboloso"?
     
  4. Fulvio Cenci

    Fulvio Cenci Utente

    Nome e Cognome:
    Fulvio Cenci
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TTS Salsomaggiore
    Vero, ma nell'equazione della flessione dinamica entra anche il peso delle gomme che di poco modificano "l'armonica". E qui si parla di un tipo solo di contatto racchetta pallina. L'azione di blocco, non dinamica, avrà delle componenti ancora diverse.
    A mio avviso l'unico test ripetibile e con un senso sul gioco sarebbe quello statico sul blocco. Robot che lancia n palline, morsetto gommato o spugnato tutta lunghezza che blocca la racchetta simulando la mano il più possibile per consistenza e rigidità, misura delle distanze di rimbalzo.

    E sicuramente tralascio qualche dettaglio.
     
    A lupo alberto e Tsunami! piace questo messaggio.
  5. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    certamente, ma a me anche morsetti gommati & c. sembrano una inutile complicazione, saremo pure in grado di impugnare, ferma, una racchetta, o no?
    forse sarà perchè io sono curioso di vedere evidenti differenze di parabola e di rimbalzo, in termini di parecchi cm, non di un paio di mm per cui non sento la necessità di particolari attrezzature
     
    Ultima modifica: 25 Gen 2023
  6. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    si, se ti bastano misure alla carlona :D
     
  7. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    diciamo che mi fido della mia sensibilità e colpo d'occhio, anche perchè alla fine le reazioni di un telaio e/o di una gomma dipendono anche da come le maneggio io, certamente più elastico di una morsa
    comunque si, mi bastano misure alla carlona
     
    A vg. e eta beta piace questo messaggio.
  8. vg.

    vg. Utente Noto

    Screen Shot 01-25-23 at 02.28 PM.PNG

    Impugnatura corretta, flessione zero.
     
    A atmoet, Albatross TT e Fulvio Cenci piace questo messaggio.
  9. Fulvio Cenci

    Fulvio Cenci Utente

    Nome e Cognome:
    Fulvio Cenci
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TTS Salsomaggiore
    non si tratta di carlona o non carlona ma solo di ripetibilità della misura.
    ho citato il morsetto gommato ma basterebbe una pinza per fogli da cartoleria con della gommapiuma intorno per simulare ossa e carne che assorbono in modo diverso le vibrazioni rispetto a un blocco meccanico duro.
    Ma è solo per pensarci su... la realtà è quella che alla fine si descrive come percezione personale durante il gesto atletico; ognuno ha una sua percezione tattile, movimento e tecnica del colpo che vanificano questi ragionamenti troppo da laboratorio.
     
    A vg. piace questo elemento.
  10. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    dipende appunto da cosa si cerca : se si vuole avere un riscontro oggettivo la prova deve essere fatta con un minimo di coerenza, altrimenti se basta la soggettività basta prendere il telaio, palleggiarci 3 volte su un lato e 3 sull'altro e concludere che mmhhh... si forse c'è qualche differenza
    quindi le conclusioni erano già state tratte
     
  11. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    perchè simulare ossa e carne quando la mia mano è ossa e carne e per di più è in grado di mandare segnali al mio cervello?

    tu passi da un estremo all'altro, io per un buon test monterei la mia lp su un lato e mi farei sparare un centinaio di palle dal robot, ma anche da un amico di buona classifica per poi ripetere la cosa sull'altro lato
    e poi ripeterei il tutto per saggiare la risposta (spinta e/o apertura) a palle tagliate
     
    A eta beta piace questo elemento.
  12. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    non cambia nulla, è sempre un test personalissimo e soggettivo.
    Se ti serve per valutare il nuovo telaio per capire se lo potrai usare in campionato o nei tornei, è senza dubbio la soluzione migliore: chi meglio di te lo può dire ? nessuno.
    Se il test serve invece per capire quanto la differenza tra le due facce sia effettiva o figlia del marketing allora serve qualcosa di oggettivo, di ripetibile, di verificabile.
    Non so più come spiegarmi :).
    chiederò aiuto ad Ettore o a chatgpt
     
    A atmoet e Sartori Giovanni piace questo messaggio.
  13. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    e tu non spiegare più, tranquillo, io ho capito benissimo fin da prima di subito.
     
  14. B-Rain

    B-Rain Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASD Libertas Capua
    Si è così
     
  15. B-Rain

    B-Rain Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASD Libertas Capua
    Scusate ma a questo punto ho il dubbio che qualsiasi prova venga effettuata è confutabile.
    Ok mi attrezzerò creando un rilasciatore di pallina meccanica che lascia cadere la pallina senza che ci possa essere interazione manuale.
    Ma il punto non mi pare questo.
    Ho anche ripetuto il test mettendo la racchetta su un contenitore di plastica (ed ho ottenuto lo stesso risultato) per cui tutti i tecnicismi che citate mi sembrano un po'eccessivi.

    Per quanto non ho un controllore di velocità la misura in altezza di rilascio ho avuto l'accortenza di segnarla. oltre a far rilasciare la pallina da un terzo soggetto mentre io avevo la visione il più frontale possibile. Insomma alla fine cm + cm - la differenza c'è ed era assolutamente visibile.
    Per cui questo telaio e credo in generale i telai combo ben fatti, hanno la differenza tra lati.
    Aggiungo che a mio personalissimo parere la cosa in un certo qual modo ha una sua logica.
    Io credo che l'impatto della pallina possa influenzare/incurvare/deformare solo una parte del telaio in quanto il peso della pallina non ha la capacità di interferire a fondo nel legno.

    Considerato anche che i Test di Morbidezza/durezza dei legni vengono effettuati utilizzando una sfera metallica con diametro di circa 1 centimetro che viene appoggiata sulla superficie della tavola e su cui viene esercitata una forza pari a 50 chilogrammi per un tempo prefissato.[​IMG]
     
    A atmoet piace questo elemento.
  16. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Non dico di usare attrezzature sofisticate, per fissare la racchetta bastano anche delle comuni pinze come detto sopra. Poggiare il piatto del telaio su un tavolo per valutare il rimbalzo della pallina ad esempio non ha senso.
     
  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    "Influenzare" è molto vago.

    "Deformare, incurvare" è molto sbagliato.

    Chiaro che la durezza di un legno influenzi il rimbalzo. Con una deformazione elastica sul piatto appoggiato il legno più morbido assorbirà più energia mentre quello più duro ne rilascerà di più. Una deformazione plastica è fuori discussione.

    Ma quanto a incurvarsi (flettere) il corpo è unico e solidale quindi si incurva allo stesso modo da un lato e dall'altro.

    La classificazione di telaio flessibile, quasi rigido, rigido dipende essenzialmente dalla sua capacità di flettere molto o poco oppure di opporsi alla flessione molto o poco.

    La durezza degli strati superficiali incide in misura minima in questa classificazione.
     
    Ultima modifica: 25 Gen 2023
  18. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    @eta beta potrebbe non essere così, se i due lati sono diversi magari il momento flettente varia a causa delle diverse reazioni vincolari, che vanno misurate dinamicamente e non staticamente.
     
    A AndreaTT e Fulvio Cenci piace questo messaggio.
  19. Fulvio Cenci

    Fulvio Cenci Utente

    Nome e Cognome:
    Fulvio Cenci
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TTS Salsomaggiore
    il mio presidente mi ha fatto vedere un robot derivato da una macchina utensile che hanno sviluppato in ditta... portato in fiera riesce a palleggiare e giocare in modo molto interessante. non fossero i milioni euro che costa sarebbe la macchina perfetta per i test :rotfl::rotfl::rotfl:
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 26 Gen 2023, Data originale: 26 Gen 2023 ---
    Dal mio punto di vista la ricerca dei riscontri oggettivi è fondamentale per i miei interessi e per questo ipotizzo possibili sistemi di confronto con protocolli ripetibili.
    In questi primi mesi di gioco e di costruzione/studio della materia ho arricchito il mio punto di vista di numerose variabili. Sui telai che ho costruito per sfizio ho notato diversità di comportamento per fattori che sottovalutavo come il materiale dell'impugnatura, l'invecchiamento delle colle e delle resine, la geometria dell'incollatura della racchetta in funzione del peso della stessa, la velocità di esecuzione del colpo e altre che non mi sovvengono ora. Troppe variabili e ancora poche rispetto ai fattori umani.
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  20. B-Rain

    B-Rain Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASD Libertas Capua
    Temo che la conversazione abbia preso una piega un po' troppo tecnicistica a mio parere, rispetto a quello che poteva essere il Topic.

    Testare un telaio, una gomma, una pallina o un tavolo da tennistavolo è assolutamente una cosa interessante per noi che siamo appassionati di questo gioco e che cerchiamo di capire quali materiali sono più adatti a noi.
    Ma non siamo tecnici del settore materiali (e mi auguro di essere smentito da un tecnico) per cui quello che interessa del materiale che testiamo, è la bontà e/ma soprattutto quanto possa essere affine a quanto a noi serve.
    Ora, per esempio, se questo telaio facendo le prove che suggerite voi, il rimbalzo della pallina venga in parte influenzato o no dalle due facce del piatto di un eventuale micron in meno o in più, lascia davvero il tempo che trova.
    Era piuttosto interessante, ed ero pronto a rispondere con gioia una volta assodato che centimetro più centimetro meno influenzato o meno la differenza tra i due lati c'è, come questo telaio abbia influito sul gioco, quali sensazioni dia durante il gioco, perchè uso quelle gomme su questo telaio ecc. ecc.
    Ma non ho fatto i conti con la natura umana nel voler essere pignoli.
    Perchè se nella prova di rimbalzo la pallina non fa 35 centimetri ma 35,0000276 è importante.
    Perchè no! I materiali innovativi o diversi da quelli che uso io non sono giusti.
    Personalmente io amo, collaudare le cose e sono innamorato delle novità, ma rimanendo nell'ambito oggettivo dell'utilizzo.
    I tecnicismi li lascio ai tecnici e forse proprio perchè sono, in altri ambiti un tecnico.
     
    A atmoet, vg. e AndreaTT piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina