1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Non è "la polemica"

Discussione in 'Chiacchiere su tutto il resto!' iniziata da Francesko, 1 Feb 2020.

  1. Francesko

    Francesko Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Francesco
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    Trezzano
    Apro questo thread, perchè a differenza di uno simile in cui ho contribuito simpaticamente, ed anche polemicamente, cmq sempre sinceramente dicendo la mia e le mie... sento il bisogno di gestirne in primis l'apertura di uno piu' realisticamente polemico, non per finta, non per essere simpatici...

    ... quindi ...

    ... questo thread è solo ed esclusivamente per FARE polemica ...

    ... del resto se fossimo tutti d'accordo tra di noi, le partite finirebbero tutte in pareggio, o manco ci sarebbero campionati e tornei, ne società con diverso nome e diverse sedi, ma saremmo tutti appassionati di questo sport, in amicizia, in qualunque spazio ci sia modo per farlo, bastasse un tavolo, una retina, una pallina, e due racchette sgangherate, senza marca, e vecchie e logore.
     
  2. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Polemica per polemica…

    Allora considerando che i nostro Forum tennis Tavolo è ormai diventato un mercatino della racchetta, giusto così, alle leggi del mercato non si sfugge e il mercato comanda.Però,però…
    Il nostro è uno sport di confronto.Sul tavolo si devono mettere in bella mostra:

    A)le qualità del gioco, ben supportate da

    B)preparazione fisica e adeguato allenamento,quindi dal

    C)materiale più appropriato e adatto alla realizzazione della filosofia di gioco che si vuol attuare.

    Poi ognuno sceglie ciò che più gli conviene e in relazione al campo d’azione in cui si vuol confrontare.
    O c’è qualcuno più convinto che si possa invertire l’ordine d’importanza dei fattori che portano ai risultati ricercati e da perseguire?
    E più in alto si va più la qualità del gioco diventa rilevante.O altri ancora,potrebbe pensare che in campo internazionale siamo assenti ,perché
    non ci alleniamo a sufficienza o perché non abbiamo a disposizione le racchette ultimo grido?
    Non si va alla guerra acclamando “coram populi” la bontà e il numero cospicuo,8 milioni mi pare,di baionette.Oppure richiamando lo spirito guerriero, coraggio e tenacia compresi,dei valorosi soldati inviati in spedizione sul campo di battaglia.Dimenticando di dire dove la concorrenza è più dotata,più avanti di noi e quindi provare davvero a capire,perché:”Non c’è trippa per gatti”. Non a sufficienza,via.
    E si ritorna a casa,dopo aver fatto "bella esperienza".Ancora non ci basta?
    ettore
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  3. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    no : cambiamo la racchetta, sai mai che...
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  4. Francesko

    Francesko Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Francesco
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    Trezzano
    Alla fine c'è sempre chi prende delle decisioni sbagliate, e chi le subisce, o meglio, chi ne subisce le conseguenze...

    ... ma finchè qualcuno prende in primis le decisioni, patirne le conseguenze alla fine fa "parte del gioco", mentre quando vengono imposte da altri... la cosa da molto piu' fastidio... a quel punto puoi cmq decidere di stringere i denti... oppure di tirare tutto fuori dai denti.

    Dipende anche dal carattere di ognuno, ma almeno nel TT ho notato che chi sclera, esige, ed ha comportamenti sopra i toni, alla fine, spesso e volentieri ottiene...!

    Chi fa il bravo, l'accomodante, cerca di non essere sopra le righe... subisce sempre e cmq!

    Al di la di tutto questo, mi fa piacere notare che c'è ancora gente che in campionato gioca e vuole giocare prima di tutto tranquillamente ed in armonia, con compagni, avversari, ecc ecc, e solo dopo pensa anche all'aspetto... vincere gare, vincere giornate, vincere campionati, progredire, piacevole ma secondario!

    Altri invece, alcuni a livelli veramente pesanti, pensano solo ai risultati, se ne fregano del resto, e del contesto, vincono o vinceranno... ma chi si ricorderà di loro con piacere? Specialmente rispetto a quei tanti episodi in carriere piu' o meno lunghe, vissuti o raccontati da loro compagni, avversari, o semplici spettatori, dove è uscito fuori un po' del peggio di loro.

    Ultima cosa... sarebbe bello, regole base a parte, e tecniche di gioco base a parte, stilare un vademecum del ponghista... da far imparare a memoria a tutti i nuovi tesserati ed agonisti... delle regole base o cmq delle indicazioni base che possano aiutare neofiti giovanissimi o adulti o anziani, a non commettere errori grossolani, o per lo meno a far capire loro come ambientarsi nella giungla del TT agonistico.

    p.s.: non ho nominato il coronavirus... sorry :goccia:... oggi contro gli amici del Arese ci ho provato a dire loro prima del doppio che lo avevo... ma non ci hanno creduto?!... hanno giocato lo stesso a rischio e pericolo della loro vita... questo si è professionismo
     

Condividi questa Pagina