1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Migliorie e Desideri

Discussione in 'Chiacchiere sul Tennis Tavolo' iniziata da cunni, 10 Nov 2018.

  1. elius

    elius Utente Noto

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Perchè investire nel vivaio, quando si può "scippare" il talento giovanile trovato e coltivato dalle altre società? Della serie: se vuoi far parte della nazionale, devi tesserarti per.... . Sarebbe ora di riconoscere un premio alle società che tesserano per la prima volta un giovane che poi riesce ad entrare nella rosa della nazionale.
     
    A Chicco, VUAAZ, Milocco Ettore e 3 altri utenti piace questo messaggio.
  2. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Io invece sono per le società forti, mi spiego, che senso ha di esistere la mia società con 8 tesserati? Come può sviluppare un discorso con le istituzioni o cercare uno sponsor o dei ragazzini che inizino a giocare? Ma se venisse aiutata a svilupparsi una società come quella di San Salvatore Monferrato (per parlare della mia realtà) con la possibilità di avere maggiori ore di palestra a disposizione, allora tutte le piccole società della provincia potrebbero tranquillamente scomparire senza perdere troppi tesserati, e confluire in una società più organizzata e con alle spalle aiuti a fronte di progetti chiari di sviluppo "del territorio".
    Poi ha ragione @eta beta per carità....giocavo negli anni 90, e della federazione conoscevo i bollettini da pagare e nulla più. Una volta volevamo organizzare un torneo in una palestra scolastica per diffondere il movimento e anche, perchè no, per pagarci la stagione, ho ricevuto la visita dei tecnici federali che hanno proposto di coprire le pareti con sacchi neri della spazzatura per evitare il bianco (scuro) delle pareti..... Adesso che ho ricominciato la Federazione è sempre quella del "prima faccia il versamento poi ...."
     
  3. cucciolo

    cucciolo Utente Attivo

    Le prime due proposte non sono fattibili perché sotto la giurisdizione dell'ITTF . L'unica cosa che serve realmente è quello di ridurre i tempi almeno per le serie A1/A2 perché il pubblico,anche il più affezionato non regge alle 3/4 ore di un incontro e dopo un'ora e mezza si stufa e se ne va anche perché oltretutto bisogna stare in silenzio. Tutto il resto è secondario.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 14 Nov 2018, Data originale: 14 Nov 2018 ---
    ma ti rendi conto che un girone da 6 bisogna disputare 15 partite !!!!! Il tempo chi ve lo da ? Fu fatto anni fa nella gara Giovanile (mi sembra juniores e under 21) , ma smisero subito perché alla fine sia i giocatori che gli allenatori protestarono troppo stres e fatica.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 14 Nov 2018 ---
    Cosi vi dovete portare anche il lettino ,ma vi rendete conto quanto potrebbe durare un simile incontro !!!!!
     
  4. SilvaM95

    SilvaM95 Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Silvana Macedone
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    CSI Gozzano Lago d'Orta
    Io personalmente non sono molto d'accordo, perché in zone più periferiche e meno dense di giocatori, per qualcuno andare ad allenarsi in una società distante da casa può costituire un forte disagio in quanto magari difficile da raggiungere. Ad esempio nella provincia in cui vivo ci sino soltanto 2 società: cosa succede se anche una sola dovesse sparire perché non ha i fondi per continuare?
    E anche nella mia attuale società siamo pochissimi tesserati, ma facciamo molta più attività noi che certe altre squadre con molti più tesserati di noi in cui nessuno va ai tornei!
     
    A VUAAZ, Pollo006, tritticorenale e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Lo so! Ma con gli obblighi e la burocrazia in aumento non vedo un futuro roseo per le società piccole. Nel momento in cui dovrò caricare tutti i movimenti (incassi: le quote e spese: la palestra) sul database del sito del CONI, io mollerò come presidente.
     
    A SilvaM95 piace questo elemento.
  6. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Il pubbli co si stufa xche il TT così com'è adesso e inguardabile.... Il tempo non e un problema se lo spettacolo che offri e valido....tennis in Coppa Davis dura giorni e fa tutto esaurito...il golf quanto dura....ecc...ecc...il tennis tavolo non e seguito xche non fa spettacolo
     
    A tritticorenale piace questo elemento.
  7. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Il TT non è uno sport televisivo a meno di non avere 4 telecamere sui lati e una sopra ed una regia che sappia come utilizzare tutto questo ben di Dio. Anche la ricerca spasmodica sul rendere vendibile televisivamente un prodotto come il TT la vedo inutile e dannosa, tipica di chi ragiona per assunti senza conoscere bene il prodotto che tratta.
    Però come negare che dal vivo è uno sport affascinante? L'impegno dei giocatori, gli scambi lunghi, i colpi che chiudono il punto, i servizi arzigogolati.... Solo che in palestra nessuno viene a vederti :)
     
    A SilvaM95, tritticorenale e VUAAZ piace questo messaggio.
  8. SilvaM95

    SilvaM95 Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Silvana Macedone
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    CSI Gozzano Lago d'Orta
    Però se è così "inguardabile" come dici, allora come mai è comunque uno sport popolare nel mondo, tanto che in Cina è addirittura sport nazionale? Secondo me non è tanto un problema del tennistavolo in sé, che può piacere o no così come tutti gli altri sport, è del come viene proposto e trasmesso!
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 15 Nov 2018, Data originale: 15 Nov 2018 ---
    Appunto per i motivi che dici le società piccole andrebbero supportate di più... immagino quante mansioni già abbiate voi presidenti e l'impegno che ci mettete, se poi si aggiungono altri incarichi diventa davvero pesante :(
     
    A emilio68it e VUAAZ piace questo messaggio.
  9. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    il tennis tavolo non e seguito xche non fa spettacolo[/QUOTE]
    Bravo Emilio!Hai risposto e saputo valorizzare nel merito il nostro amato sport,d'altronde perchè noi continuiamo a seguirlo e praticarlo? Lo sappiamo già, vero? ma non è così scontato che gli altri lo sappiano apprezzare come facciamo noi.

    Solo che in palestra nessuno viene a vederti
    [/altra Quote]
    Allora, anche in questo caso dovremmo uscire dai nostri confini mentali e andare a vedere come si fa o come hanno fatto in altri Paesi, dove il pubblico affezionato ce l'hanno e come!, anzi riescono ad attirarne ancor di più. Con un po'di programmazione,
    vivaddio. Cercando di cambiare ciò che non va, togliere e provare ad integrare con qualche innovazione laddove si verificano manchevolezze, anche cambiare location, per le partite ufficiali della Nazionale. Scegliere una palestra dove si presume di poter aumentare il pubblico e farlo affezionare nel tempo, con adeguato contorno e "battages pubblicitario". Poi per le "amichevoli" va bene anche il paesino dislocato lassù, sui campi da sci o laggiù di fronte alla piscina, ma si sa il pubblico accorre numeroso quando la partita conta davvero qualcosa, quando s'avverte la "suspance", quel quid di sospensione e di brivido che fa spezzare l'equilibrio da una parte o dall'altra.
    "Battages pubblicitario"? Certo, come fa il circo per le strade, come fa ogni altra forma di spettacolo con presenza quotidiana in tutte le salse e forme di comunicazione per riempire tendoni, cinema o stadio. Con l'aiuto di qualche esperto del ramo, che altrimenti è fatica sprecata. Non nascondiamoci la strada è impervia, che la concorrenza è tanta e gli spazi , quelli comunicativi di un certo rilievo, pochi. Paesi con atleti più avanti in classifica dei nostri riescono saltuarmente a riempire i loro Palazzetti solo in presenza di una partita importante, di cartello, ancor meglio se decisiva per il passaggio di un turno, ad esempio di Coppa ETTU, laddove comunque, o almeno sulla carta, si dimostrino competitivi.Non certo dove la partita è già segnata.
    Eppure Paesi più o meno della stessa rilevanza pongistica simile alla nostra riescono a promuovere la nostra disciplina con passi accorti e lungimiranti.Penso alla Svizzera con il Torneo prossimo, riservato ai migliori pongisti mondiali sulla piazza. Occorre uno sponsor d'accompagnamento, verificare la disponibilità dei migliori atleti soprattutto calendarizzare l'evento in prossimità delle feste,che altrimenti risulta impossibile e lavorarci attorno
    tutto l'anno.Il "Grand Prix" dura pochi istanti, come Natale, ma l'acquolina alla bocca bisogna alimentarla sempre.
    Creare l'attesa.
    ettore
     
  10. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    non ricordo male quante atlete agoniste abbiamo in italia nel 2018 .....qualcosa tipo 600 + o - ? quanti atleti professionisti abbiamo?
    il tennistavolo è molto giocato ma se togliamo la Cina cosa rimane?
    A livello televisivo dove lo seguite?
    Ricordo che l'Adidas è entrata nel mondo del TT e poi ne è scappata via a gambe levate xchè il ritorno economico non era sufficiente l'Adidas uno dei marchi più importanti al mondo nell abbigliamento sportivo...........
     
    A tritticorenale piace questo elemento.
  11. Ragnolo

    Ragnolo Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Fino qua ci siamo... ed è certamente un bel punto di partenza... di cui la mia società può beneficiare...
    Per il resto... vado sull'assurdo... ma è una domanda ipotetica.. quindi i voli pindarici son ammessi.
    Iniziare a pensare, una volta per tutte, che il tennis tavolo non sia uno sport per tutti, ovvero uno sport di massa e che il renderlo più "facile" lo renda appetibile, in nome dell'aumento del numero dei praticanti sia il fine principale é una castroneria bella e buona.
    Per cui: mi basterebbe che non fosse "snaturato" artificiosamente più di quanto non sia stato ampiamente fatto, in nome di questa assurda voglia di renderlo "televisivo" con l'intento di attrarre soldi e pubblico, perché se qualcuno non se ne fosse accorto, non mi pare che la cosa abbia funzionato bene in termini di crescita del movimento.
    E mi pare che oggi chi lo guarda "en passant" non ci capisca un tubo ugualmente e chi lo pratica per sport o per diletto, a livelli soprattutto amatoriali (99,9999999999999%) lo trova maledettamente più monotono...
    Risultato... sotto gli occhi di tutti... i numeri non crescono, la gente s'incazza di più e i soldi che dovevano entrare restano dove sono.
    Fortuna che ci sono sempre i patiti di 40/50 anni e più che ancora non hanno deciso di appendere la racchetta al chiodo, perché altrimenti questo luogo, come tante palestre, potrebbe benissimo trasformarsi in circoli di "quadrigliati" e "tersilia".
     
    A luca.dalco, LO YETI, emilio68it e 1 altro utente piace questo messaggio.
  12. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Mi collego al tuo discorso anche se magari vado un po' OT - Come giustamente dici alla fine del tuo discorso, meno male che ci sono ancora i "vecchietti" come noi che con il loro lavoro VOLONTARIO tengono ancora in piedi la baracca, chi nella dirigenza delle società, chi arbitra, chi allena e non ultimo tutti insieme ci tassiamo, anzi ci tassano per partecipare ai vari tornei, veterani squadre etc etc
    Avevo già espresso il mio pensiero in altre discussioni, e cioè, invece che destinare la maggior parte dei soldi che entrano in fitet per mandare in giro per i mondo i "nostri" campioni :tsk: a fare figuracce, si potrebbe destinare qualcosa anche ai veterani che vanno a fare i tornei all'estero con ottimi risultati e non solo bearsi sul sito quando riportano gli ottimi risultati che sono sotto gli occhi di tutti, insomma una misura giusta ci vorrebbe…. E notate che negli altri stati Europei che contano i veterani non sono così bistrattati, vedi Francia, Germania , Svezia etc etc.….
    Pensatori della Fitet, se leggete, prendete appunti!!! :teach::teach::teach:
     
  13. rozzopicchiatore

    rozzopicchiatore Utente Attivo

    Mah, io penso che molto lo fanno i singoli appassionati che anche da soli e in piccolissime società possono coinvolgere anche tanti ragazzi e farli appassionare. Per far questo devono poterli anche far giocare agonisticamente e la d3 è un formidabile strumento per canalizzare questi giovani e fidelizzarli al tennistavolo.
    Chiaramente non bisogna uccidere le piccole società con eccessive richieste burocratiche e gestionali, paragonandole alle grandi società.
    Anche mettere qualche premio in più, anche in denaro, alimenterebbe il movimento, ma lí ci vogliono i dindi stanziati da qualcuno per il movimento (la vedo dura da questo punto di vista).
     
    A VUAAZ piace questo elemento.
  14. adygoro

    adygoro Utente Noto

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Adidas ha soltanto tentato di commercializzare qualche prodotto, cambiando semplicemente il marchio a gomme già presenti sul mercato, e per il semplice motivo che si chiamava Adidas costava anche di piu. Il mercato del TT tra l'altro è completamente diverso da quello degli sport piu praticati.
    Da dati pare ufficiale, pare che gli agonisti nel nostro sport siano 33 milioni sommando i tesserati di tutto il mondo, ma se ci vuoi entrare ex novo, devi avere un idea, o se vuoi un prezzo ... Piu' che andarsene via, non se li è ...... nessuno (penso i puntini si intendono)

    Marco, perdona, ma quali sono questi risultati dei nostri veterani? parli degli over 70 80 ??

    Nel nostro sport manca la volontà che secondo me deve essere soprattutto politica, di imporre ai media, una maggior distribuzione degli sport olimpici sui mezzi di comunicazione. Spero molto in quello che sta facendo il governo. Se si riuscisse a creare a monte un rapporto Scuola/Sport con investimenti adeguati, forse gli sport minori potrebbero avere una nuova vita. Rai Sport con i suoi canali, dovrebbe avere l'obbligo di occuparsi di tutti gli sport olimpici in maniera cadenzata.

    Poi servono i manager e nuovi format. Sprechiamo troppe settimane per vivere quasi "da soli" la maggiorparte dei nostri eventi, come ad esempio il campionato. Io gioco in D1 in Toscana, ho 56 anni e spesso sono il piu giovane in campo, e in teoria non la ritengo nemmeno per forza una disgrazia. Nel senso che il bello di questo sport sta proprio nel fatto che forse è l unico che puoi giocare Nel campionato in cui esprimi il tuo valore con la squadra, nella tua categoria per i tornei individuali, e a squadre e individuali per l età che hai.

    Vi faccio un esempio. Lo scorso anno ho organizzato gli Italiani Veterani. Gli operatori della mia zona, cominciando dal tour operator, passando per aziende di zone credevano nella manifestazione. Alla fine si sono complimentati tutti anche per la qualità del nostro movimento.

    Piu eventi, piu divertimento per chi giova e meno campionato giocato cosi .... se vogliamo migliorare ...
     
    A ttsermide, eta beta e LO YETI piace questo messaggio.
  15. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    I risultati dei nostri veterani, e non parlo degli over 70 - 80.....
    A parte che non potranno mai fare risultati continuativi visto che ci dobbiamo sempre pagare tutto oltre a prendere ferie e perdere giornate di lavoro; ricordo un torneo vinto 3-4 anni fa dal compianto Giontella in Turchia, ed altri due vinti o medaglia d'argento dai "ragazzi" di Novara in Svezia, Castagno e ……… (chiedere a @eta beta che li conosce bene…… Oltre a vari piazzamenti degli over 70-80 a Bosa ma non solo……
    Il titolo mondiale della Arisi? E il secondo posto di Cristina Semenza? Per te sono poco?
    Ti ripeto, se dalla federazione non arriva mai niente….. (Anzi, ancora più scandaloso, a forza di rompere le scatole si sono finalmente decisi a fornire le magliette della nazionale agli ultimi mondiali, prima era una vergogna…..)
     
    A elius piace questo elemento.
  16. cunni

    cunni Utente Noto

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Speriamo che le maglie arrivino anche per gli europei di Budapest 2019
     
  17. adygoro

    adygoro Utente Noto

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Le magliette sono state una bella conquista.

    Ma non credo sia logico dare i soldi ai veterani, al limite potrei capire un riconoscimento per chi ai mondiali o europei vada a medaglia ... questo si ....

    Per il resto le 2 manifestazioni sono ufficialmente riconosciute dall'Ittf, che ne da si visibilità, ma la titolarità dei mondiali è di una organizzazione terza, la Swaythling Club International, che è una sorta di Fondazione che si occupa di ex campioni mondiali e di un po di promozione. Gli Europei invece credo siano dell'Ettu, che pero' affida sempre alla Swaythling Club International gli aspetti organizzativi.

    Il livello non è quello massimo possibile, nel senso non è che partecipano la grande maggioranza dei migliori over 40 al mondo, e questo sicuramente dipende anche dal fatto che non ci sono premi in denaro, nonostante siano un grande business.
     
  18. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Osservazioni ricavate da sezione "Classifiche",ma che potrebbero benissimo offrire qui qualche spunto di riflessione

    Vuoi perché "quasi "tutti ne hanno pieni i Maroni, tra federazione assurda ,caccia alle streghe, crisi economica etc...non so cosa dire di più!
    [/Quote]......

    In questi casi c'è solo una cosa da fare,per dare una speranza
    a tutti coloro che non ci credono più e alle generazioni future
    che invece vorrebbero credere e pure impegnarsi.
    Cioè? stringere lo spazio a quelli che:
    a) si spacciano per sapientoni,ma poi peggio di star fermi,riportano di fatto il tennis tavolo indietro lustri, ai tempi che furono;
    b)che organizzano Tornei per tentativi, ma sempre sulla pelle e sul tempo (prezioso) degli altri?;
    c)che chiudono le porte ad ogni innovazione e preferiscono fare come s'è sempre fatto;
    d)che fanno giocare in Nazionale sempre gli stessi spesso con caratura di livello regionale, oppure quelli che ormai han già dato per diventare competitivi in un mondo profesionistico estremamente dinamico e innovativo;
    e)non si danno alcuna mossa per alimentare il movimento giovanile e anzi trascurano completamente la formazione dei ragazzo cui piacerebbe e molto il nostro sport, ma non c'è nessuno, o troppo pochi? che lo consideri o lo "prenda in cura" fin dalla prima età, partendo dai primi scambi. Dimenticando l'impegno, la sagacia e le manovre da campagna militare delle altre discipline sportive nel far conoscere e promuovere le loro attività nelle scuole, nei ricreatori e ovunque si ritrova la gioventù. Sperando che, fatta la scrematura degli altri sports più organizzati, qualcuno poi si affacci spontaneamente alle porte della nostra palestra.

    Per il resto, come immaginavo, c'e' solo da imparare.
    [/altra Quote]
    (dagli altri che lo fanno meglio..." i suppose")
    Più che lamentarsi servirà rimettersi a studiare per migliorare ciò che si sta facendo, ognuno nel suo campo. Come han fatto e fanno
    i nostri competitors stranieri, che premiano davvero chi fa qualità e avanza in carriera secondo merito.
    I plenipotenziari,cui è rivolta questa rubrica stan già prendendo appunti, vero? ma sono stati preventivamente avvisati di questa iniziativa?
    .....ci sarebbe ancora da dire, ma se poi non leggono.....
    ettore
     
  19. senigallia

    senigallia Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    ???
     
  20. Sman

    Sman Utente

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Semplificare al massimo regole e tornei, non si deve partecipare portandosi dietro l'avvocato (per regole e gomme) ed il ragioniere (per le classifiche). Io non ho mai partecipato (in quanto scarso novellino) ma leggendo il forum su quanto accade non sono certo invogliato più di tanto.
     
    A remy, ttsermide e cunni piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina