1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Libri - Domande e Risposte

Discussione in 'Chiacchiere su tutto il resto!' iniziata da John Locke QDL, 20 Mar 2017.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. Sartori Giovanni

    Sartori Giovanni seguace gruppo rinco

    Nome e Cognome:
    Giovanni Sartori
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Leoniana Vicenza
    Quale è l'ultimo libro che avete letto? fattacci di Vincenzo Cerami
    Quando? la scorsa settimana
    State leggendo qualcosa ora (se si cosa)? sto rileggendo L'estate fredda di Carofiglio
    Quale è il vostro autore preferito? S. Benni/Erri De Luca/Fred Vargas/Lansdale/A. Camilleri/Malvaldi e almeno un altra decina
    Il libro preferito? tanti,ma se devo scegliere cent'anni di solitudine di Marquez
    C'è un libro che vi ha "cambiato la vita"? Cent'anni di solitudine
    che rapporto avete con i libri? ne ho in libreria circa 300,cosa posso chiedere di più??
     
  2. John Locke QDL

    John Locke QDL Fondatore Gruppo Rinco

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Proprio vero che questo libro o lo si ama o lo si "odia"
    A meno di cento pagine dalla fine l'ho abbandonato, non ce l'ho fatta...

    Avevo dato per persa la possibilità di seguire il filo dei personaggi (causa i loro nomi tutti uguali attraverso le varie generazioni) ma anche la storia a un certo punto mi è sembrata troppo ridondante...
    Sicuramente è un problema mio che non ho le basi adatte per seguire e comprendere questo stile narrativo
     
  3. John Locke QDL

    John Locke QDL Fondatore Gruppo Rinco

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Letto a fatica anche "Cronaca di una morte annunciata" sono arrivato alla conclusione che non è questione di basi, è proprio che Marquez non mi piace.
    Ciaone Marquez!! :meschino:

    P.S.
    Sto per finire "Demian" di Hesse.. Sublime!!
     
  4. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    quoto, molto meglio come pilota che come scrittore
     
    A Max, emilio68it e John Locke QDL piace questo messaggio.
  5. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Sempre più mi convinco che ci sia bisogno di un nuovo Umanesimo.

    Lo si vede guardandosi attorno ogni giorno.

    La lettura di G.G.Marquez è il viatico migliore per guardare ad una nuova era che metta al centro l'Uomo.
     
    A Max piace questo elemento.
  6. John Locke QDL

    John Locke QDL Fondatore Gruppo Rinco

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Aiutami a gustare ed apprezzare "Cent'anni di solitudine" te ne sarò grato :hail:
     
  7. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Le prime pagine son state un'illuminazione. Lo zingaro Melquiades, ciarlatano e al tempo stesso "onesto".

    La grande umanità della prostituta Pilar Ternera... ma ne potrei citare mille altri.

    Marquez ha una grande indulgenza per tutti. Ogni personaggio esprime una umanità che si dispiega per tutto il libro.

    Anche questo è il motivo per il quale le omonimie diventano un mantra.. si susseguono all'infinito: si chiamano tutti Aureliano Buendìa o Arcadio Buendìa.. perché ogni uomo è tutto e il contrario di tutto.

    Poi ci sono le invenzioni letterarie, ci sono passaggi veramente mirabili dal punto di vista della scrittura.

    Poi sarà il fascino di un mondo esotico, molto latino, con tutte le contraddizioni che ben conosciamo anche noi italiani, non molto dissimili.

    Certo, va letto con molta calma e tanto tempo.. non è un libro da bruciare in fretta... anzi proprio la fretta è l'antitesi di una storia che attraversa il tempo come un fiume che entra in un altro fiume più grande, perdendosi e fondendosi, per poi confluire nel grande mare del Tempo.. dove l'Uomo è come fosse Uno solo e l'Umanità un corpo unico con miliardi di anime.

    Rileggilo con questo spirito. Soffermati sulla descrizione delle azioni che ogni personaggio compie, sull'indulgenza con cui Marquez descrive quelle azioni anche sciagurate. Ti piacerà. ;)

    P.s. : sai che ti dico? Me lo rileggo, mi hai fatto tornare la voglia. Poi se trovo dei passaggi che io sottolineerei li riporto. :approved:
     
    A MATADOR, Scarsone e emilio68it piace questo messaggio.
  8. John Locke QDL

    John Locke QDL Fondatore Gruppo Rinco

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Davvero grazie
     
    A eta beta piace questo elemento.
  9. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    A me è piaciuto molto L'Autunno del Patriarca. Terribile la descrizione dell'anziano protagonista e la forza simbolica del suo testicolo ernioso. Ma anche qui con una umanità incredibile nel dispiegare il racconto, con le sue grandezze e le sue bassezze.. ma senza mai giudicarlo.

    Più che la "Cronaca di una morte annunciata" mi è piaciuto anche "La incredibile etriste storia della Candida Erendira e della sua nonna snaturata.." e "L'amore ai tempi del colera" (sentimentale ma profondo).

    Direi che si inseriscono nello stesso "Tempo senza tempo" di Cent'Anni.
     
    A gspix e Sartori Giovanni piace questo messaggio.
  10. Max

    Max Utente Noto

    Squadra:
    TT Aquile Azzurre - Milano
    Cambiando un po' genere, ho appena finito "L' umano sistema fognario" di Cosimo Argentina, scrittore noir tarantino che conosco di persona e seguo dai suoi esordi. Qui la vicenda è decisamente più pulp che noir; il protagonista è un ventottenne bruttarello e sfigato, cresciuto dalla sola madre, a cui la madre, un attimo prima di morire, rivela il nome dell' uomo che la mise incinta di lui e la abbandonò dopo una settimana, e lui decide di vendicarsi. Ma ciò che rende il tutto interessante é il contesto in cui la vicenda è incastonata, che descrive fedelmente l' Italia di oggi e rende gli avvenimenti grotteschi, quasi umoristici nella loro tragedia.

    Se riuscite a recuperarlo secondo me merita.
     
  11. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ormai che me lo hai raccontato... :D
     
  12. gspix

    gspix Utente Noto

    Squadra:
    A.S.D. ASTRA
    Anche a me è piaciuto tanto.... mi viene sempre da pensarci ogni volta che sento parlare di quel simpatico dittatore della nord corea:(:)
     
  13. Scarsone

    Scarsone Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Enzo Binetti
    Squadra:
    Bunga Club :-)
    Se può essere utile allego uno specchietto, nascosto in parte per non "svelare" il finale.
    L'ho fatto la seconda volta che l'ho letto, dopo aver usato lo stesso metodo per "Vita e destino" di Vasilij Grossman.

    Quanto alle "basi" di cui parli, non ricordo chi ha detto (probabilmente in tanti) che "L'arte non va compresa; va fruita!".
    Probabilmente sbaglio ma, quando inizio un libro, se dopo una cinquantina di pagine non mi piace, lo lascio stare. Ce ne sono così tanti belli, che non è "utile", "perder tempo" con qualcosa che non piace.
     

    Files Allegati:

    • albero.JPG
      albero.JPG
      Dimensione del file:
      130,8 KB
      Visite:
      7
  14. John Locke QDL

    John Locke QDL Fondatore Gruppo Rinco

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Ma che gentili che siete!!
    Grazie mille!
    Sono sicuro che quando mi cimenterò di nuovo con la lettura di "cent'anni di solitudine" il tuo specchietto mi aiuterà.
    Ora, dopo aver finito "Demian", (che ho trovato meraviglioso) ho iniziato "Orgoglio e pregiudizio"

    Sono pienamente daccordo!
    Altro mattone per me assolutamente indigesto è Moby Dick!
    Dopo un inizio gradevolissimo entriamo in un biblico trattato sulle balene da enciclopedia che mi ha fatto abbandonare il libro per ben 2 volte (dopo un paio di mesi dalla prima ho dato una seconda, breve, opportunità)
    Non lo toccherò mai più, lo detesto!!
     
  15. Mr. Hero

    Mr. Hero Retinologo

    Nome e Cognome:
    ジョン
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    hell's tt
    Ho letto "il silenzio del testimone" (R.N. Patterson), 2 settimane fa.
    Sto leggendo "Musica dura" (Michael Connelly).
    Mi piace la narrativa russa dell'800.
    Non può esistere un libro preferito ..
    La lettura di Moravia non lascia "indifferenti" .. veramente.
    Odio la polvere.

    :approved:
     
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina