1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it
  3. Ricevi 40€ di bonus aprendo un conto BuddyBank a costo ZERO scaricando l’app e inserendo il codice C3B553

    App per Android:QUI
    App per iPhone:QUI

    Per mantenere il conto a 0€ scegliete “non adesso” quando vi propone il conto LOVE

inizio campionati dopo covid....no durante covid

Discussione in 'Sezione Nazionale' iniziata da Chicco, 15 Lug 2020.

  1. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Purtroppo il mio comune ancora ha in sospeso il modulo di richiesta autorizzazione, probabilmente aspetta di sapere se la scuola utilizzerà o meno la palestra per le lezioni.
     
  2. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    anche il nostro non ha confermato nulla, ma intanto ha cominciato a chiedere
     
  3. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    è già qualcosa...
     
  4. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    per questo dico pensiamo prima a far partire l'attività interna ad ogni società per il resto si aspetta a costo di perdere qualche decina di ultra quarantenni che mai si allenano ma "pretendono" solo di fare il "campionato"...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 4 Ago 2020, Data originale: 4 Ago 2020 ---
    SPORT DILETTANTISTICI AGONISTICI (SETTORE GIOVANILE), IN PARTICOLARE DISCIPLINE DI SQUADRA – ATTIVITA’ 2020 / 2021 – INCERTEZZA - TENTATIVO DI “BUSSOLA” ALLA LUCE DEL DECRETO LEGGE N. 83 DEL 30 LUGLIO 2020 CHE PROROGA DAL 31 LUGLIO AL 15 OTTOBRE 2020, PER QUANTO QUI DI INTERESSE, L’USO DI PROTEZIONI DELLE VIE RESPIRATORIE E LA DISTANZA DI SICUREZZA INTERPERSONALE, RIMANDANDO AI PROTOCOLLI CTS PER MATERIA SPECIFICHE (QUALI PER ESEMPIO LE ATTIVITA’ SPORTIVE) – SCONGIURARE IL RISCHIO PER GLI ADOLESCENTI (13-17 ANNI) DELLE CONSEGUENZE NEGATIVE DI UNA POSSIBILE REAZIONE DA PARTE DEI CLUB: NO AGONISMO 2020/2021? NO ATTIVITA’ SPORTIVA!



    (BiellaSud, Ago2,2020) – Le attività sportive agonistiche 2020 / 2021 a livello giovanile cominceranno? Ed in caso affermativo, quando?

    I dirigenti degli sport, in particolare quelli di squadra, di gruppo, se lo stanno domandando e lo stanno domandando alle rispettive federazioni.




    1. TENTATIVO DI BUSSOLA



    Premesso:


    - che il legislatore nel suo operare tiene conto della numericità dei contagi;


    - che la numericità dei contagi sembra essere priva di una soglia (minima) spartiacque fra ordinarietà e straordinarietà (legislativa);


    - che fra le premesse del Decreto Legge 30 Luglio 2020, n. 83 si legge “… che persiste una diffusione del virus che provoca focolai anche di dimensioni rilevanti …”,


    - che sulla base di cui al punto precedente, per ciò che riguarda la nostra materia, rimangono vigenti sul territorio italiano fino al prossimo 15 Ottobre le due misure del Ministero della Salute (protezioni delle vie respiratorie e distanza interpersonale) ed i protocolli del CTS per le singole materie specifiche (come lo sport),


    tutto ciò premesso, cerchiamo di inventariare il panorama legislativo di riferimento per una federazione sportiva (sport di squadra) che desidera affrontare il tema dell’attività agonistica 2020 / 2021 per le categorie di atleti minorenni.




    2. SCENARIO LEGISLATIVO DI RIFERIMENTO PER UNA FEDERAZIONE SPORTIVA



    - DECRETO PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL PIEMONTE N. 82 DEL 17 LUGLIO 2020 (prima della emanazione del Decreto Legge n. 83 del 30 Luglio 2020): semaforo verde anche per gli “sport di contatto” nel rispetto delle linee guida della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome (che a loro volta dovrebbero richiamare i protocolli CTS).



    - Decreto Legge 30 Luglio 2020, n. 83 (su G.U. n. 190 del 30/7/2020): proroga dal 31 Luglio al 15 Ottobre 2020, per ciò che interessa la materia del presente scritto, delle misure contenute nel Decreto Ministero della Salute del 30 Luglio 2020 (su G.U. n. 190 del 30/7/2020) e dei protocolli in materia sportiva avallati dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) presso la sede della Protezione Civile Nazionale in Roma.


    - Decreto Ministero della Salute del 30 Luglio 2020 (su G.U. n. 190 del 30/7/2020): protezioni delle vie respiratorie e distanza interpersonale su tutto il territorio nazionale, con rimando ai protocolli CTS per determinate materie.


    - PROTOCOLLI CTS ATTIVITA’ AGONISTICA FRONTE PUBBLICO: assenza di pubblico, tranne diverse disposizioni da parte delle autorità locali.


    - PROTOCOLLI CTS ATTIVITA’ AGONISTICA (SPORT DI SQUADRA) 2019 / 2020: poiché lo sport del calcio ha proseguito l’attività agonistica 2019/2020, è stato elaborato fra FIGC e CTS il Protocollo per l’Attività Agonistica che prevedeva (e prevede) per tutti coloro che partecipano, in via diretta od indiretta, alla attività agonistica, tra le altre prescrizioni, quella della pratica dei tamponi ogni 4 (quattro) giorni.


    I club professionistici di serie A e di serie B sono stati in grado di sostenere gli adempimenti del suddetto Protocollo, quelli professionistici di serie C solo in parte, mentre i club dilettantistici non sono stati in grado, così come tutta l’attività calcistica agonistica giovanile (sia campionati professionistici che dilettantistici).





    3. PROTOCOLLI CTS ATTIVITA’ AGONISTICA (SPORT DI SQUADRA) 2020 / 2021 – STATO DELL’ARTE (NON INCONTROVERTIBILE)



    Oggi domenica 2 Agosto 2020 le Federazioni Sportive degli sport di squadra si trovano innanzi allo scenario legislativo di cui sopra, innanzi al quale, a conoscenza di chi scrive, risulterebbe (il condizionale è d’obbligo) il seguente stato dell’arte non incontrovertibile:


    A > Federazione Italiana Giuoco Calcio / Leghe Professionistiche (A, B e C)


    Alla conoscenza di chi scrive la FIGC (la cui attività agonistica professionistica di serie A, B e C dovrebbe cominciare tra il 12 ed il 26 Settembre prossimi, quindi all’interno del termine del 15 Ottobre di cui al Decreto Legge n. 83/2020) sta elaborando per il CTS un nuovo Protocollo tendente a rendere “meno impegnativi” gli adempimenti (a partire dai tamponi ogni 4 giorni).


    B > Federazione Italiana Giuoco Calcio / Lega Dilettanti ed altre Federazioni Sport di squadra (hockey su ghiaccio, pallacanestro, pallanuoto, pallavolo, rugby …).


    Alla conoscenza di chi scrive non risulta che vi siano Protocolli per la pratica agonistica ufficialmente avallati CTS, né per i Campionati delle massime divisioni nazionali, né per quelli locali e relativi ai settori giovanili.


    ATTENZIONE:

    Quanto sopra vale anche per i Comitati Provinciali di alcuni Enti di Promozione Sportiva che organizzano campionati amatoriali agonistici in alcune discipline sportive.

    E’ il caso del Centro Sportivo Italiano (CSI) che in diversi capoluoghi di provincia in tutta Italia, da fine Giugno, sta raccogliendo adesioni di club amatoriali per l’organizzazione di attività agonistica.


    4. DOPO LA DIAGNOSI, DOMANDE E POSSIBILE PROFILASSI



    Partiamo da un dato dell’unico Protocollo CTS Attività Agonistica 2019 / 2020:

    > per tutti coloro che partecipano, in via diretta od indiretta, alla attività agonistica tra le altre prescrizioni vi è quella della pratica dei tamponi ogni 4 (quattro) giorni.


    DOMANDE SPONTANEE:


    1) è stato dato il via libera dal 18 Luglio 2020 alla pratica degli “sport di contatto” anche in Piemonte, ma non è stato posto l’obbligo di tamponi ogni 4 giorni. C’è qualcosa che non collima?

    R: si tratta di un semaforo verde anche alle “partitelle”, nel rispetto di certe prescrizioni (p.es. non uso degli spogliatoi), fra “persone di comunità identificate ed identificabili” (allenamento);


    2) tuttavia sui campi di calcio a 5 e di calcio a 7 da alcuni giorni vengono disputate delle partitelle fra persone diciamo avventizie (es. gruppo di dopolavoristi, di amici …)?

    R: quella attività è al di fuori di una istituzionalità sportiva; ad essa partecipa il cittadino a livello personale, per la cui salute risponde lo stesso a se stesso, e non risponde un terzo (il rappresentante legale di un club sportivo nei casi dell’allenamento e dell’evento agonistico).


    PROFILASSI


    I > Tamponi


    Se per tutta l’attività sportiva agonistica di gruppo fosse (di fatto) vigente la prescrizione dei tamponi ogni 4 giorni prevista per lo sport del Calcio (non si comprende perché non dovrebbe essere così), non rimarrebbe che attendere il prossimo tavolo fra FIGC e CTS, sperando nell’esito di azzeramento della pratica dei tamponi.


    A quel punto quel Protocollo potrebbe “fare legge” anche per gli altri Sport di squadra.


    II > Utilizzo spogliatoi (distanza interpersonale – areazione)


    Questo è l’altro argomento molto delicato.

    Quali “adeguamenti fisici” hanno subito gli spogliatoi degli stadi del calcio italiani interessati dall’attività agonistica di Giugno, Luglio ed Agosto (serie A, B e parte C) e con “quali modalità” sono stati utilizzati dai club calcistici non è dato a sapere a chi scrive.


    Una cosa è certa: ammesso che venga avviata l’attività agonistica 2020 / 2021 a livello giovanile, un conto è spostare un atleta giovanissimo a fine partita dal campo di Ponderano alla doccia in casa in Sandigliano, ed un conto è spostare lo stesso ragazzo a fine partita dal campo di Verbania o di Imperia alla doccia in casa in Sandigliano (vedi argomento “agonismo a km Zero”).


    5. NO AGONISMO 2020/2021? NO ATTIVITA’ SPORTIVA!


    Serpeggia in certi ambienti dirigenziali, sotto traccia, quale possibile reazione ad un procrastinarsi dell’avvio dell’attività agonistica giovanile 2020/2021. In parte fondata per via degli oneri accessori di cui i club si dovrebbero caricare per rispettare gli attuali protocolli FSN / CTS in ordine all’attività di training.


    Prima di giungere al passo diciamo di una sorta di “serrata” pensiamo alla Carta Statutaria del club, al passo in cui è citata la “missione” della pratica motoria (innanzitutto) e pensiamo soprattutto agli adolescenti tesserati dei club:


    Ø che hanno bisogno di paticare attività fisica (sportiva) per tutta una serie di motivi;

    Ø che forse desiderano svolgere attività fisica come momento di ritrovo in compagnìa di compagni ed amici, piuttosto che come trampolino verso un successo che premia solo “uno su …”;

    Ø che forse non praticheranno attività fisica in ambiente scolastico nell’anno 2020 / 2021;

    Ø che forse sono attratti anche dal misurarsi su attività ed esercizi nuovi, “informali”, magari all’aria aperta;

    Ø che forse cercano una sorta di “flessibilità” almeno nello sport in presenza di una serie di adempimenti che potrebbe scombussolare la loro prima occupazione, la scuola (nuovi spazi fisici, orari rigidi alternati di frequenza …);

    Ø che forse sono smarriti o non si sentono rappresentati di fronte al alcuni eventi straordinari (cambiamenti climatici, esperienza delicata in corso …);

    Ø che forse non hanno molta paura di infettarsi con il virus tra di essi, ma che forse hanno paura di infettare altre persone (genitori, anziani, nonni, …).
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 4 Ago 2020 ---
    siamo ancora in alto mare....
     
    A emilio68it piace questo elemento.
  5. pupone

    pupone Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Sono tutte discussioni condivisibili le vostre ma la mia idea è che i campionati nazionali devono partire e si deve avere qualche certezza da parte della federazione. Come è possibile che gli sport di squadra abbiano già deciso regolamenti e calendari mentre noi non sappiamo ancora nulla?
    A beach volley si può giocare, a calcetto si può giocare, a tennis si può giocare... perchè noi non possiamo giocare?
    Io non credo che la pallavolo stia aspettando di capire se le società di serie B abbiano la palestra oppure no... chi ce l'ha si iscrive, chi non ha la palestra per quest'anno non giocherà e si cercherà di trovare qualche modo per non fargli perdere il diritto di partecipare allo stesso campionato l'anno dopo.
    Mi sembra assurdo tenere tutto fermo perchè delle società non hanno la palestra.

    Ribadisco, attività nazionale e attività giovanile devono ripartire al più presto con date e regole certe, poi se ci sarà un nuovo stop si vedrà cosa fare.
     
  6. engnerucc

    engnerucc Utente

    Nome e Cognome:
    enrico gnerucci
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    asd tt arezzo
    Io do per scontato che i campionati e attività giovanile ripartano con date certe....ci mancherebbe....il contrario mi farebbe rabbrividire...
    ma secondo me deve ripartire anche l'attività regionale, per tutte le categorie
    perchè far ripartire senza questa sarebbe come dire che a tennistavolo giocano 100 atleti, di cui 80 stranieri....
    però il tt, non ci giriamo intorno, gestito come è gestito oggi, dalla nostra federazione attuale e da quelle precedenti...è uno sport vecchio...praticato da tanti vecchi , con qualche timida eccezione, rappresentata da pochi ragazzi 9 su 10 dei quali destinati a smettere.....
    vogliamo stare fermi ad aspettare che tutte le palestre siano riaperte????
    OK!!! meglio fare festa e andare tutti a giocare a tennis........
    inviterei il signore che ha scritto che nelle palestre date ad uso esclusivo al tennistavolo a fare un salto nella nostra ad arezzo... dove erano 9 tavoli ce ne sono 4, con ingressi contingentati, registri aggiornati, norme igieniche rispettate, bagni e docce chiusi a chiave, tavoli igienizzati alla fine di ogni turno, doppi vietati. certo....ci alleniamo la metà del tempo rispetto a prima ed in maniera meno easy ma rispettiamo il 100% delle regole!!!! Poi è vero.......che in certe regioni d'Italia le norme non vengono rispettate lo si vede....basta accendere la tv...o leggere i vari bollettini....
     
    A senigallia piace questo elemento.
  7. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    Stai facendo un discorso con due pesi e due misure. I paragoni con tennis calcetto(che spesso ha strutture ad hoc) beach volley :)rolleyes:chissà quante scuole hanno questi impianti ) e altri che sono "partiti", non stanno in piedi. E ti contraddici pure : certo che si può giocare a tt con le norme del caso ,quindi come quasi tutti gli altri .(il rugby io lo vedo ancora fermo nonostante utilizzi strutture proprie) .Puoi far partire tutta l'attività che vuoi e quando vuoi discriminando così chi non non ha una sede assegnata. E per continuare col volley un buon 50% delle società che non ha in gestione gli impianti ,è nella stessa situazione di mancanza palestre scolastiche (nelle quali si svolge la maggior parte dello sport ) . per ora che fa bello monti una rete fuori e giochi a pallavolo ma att non ti alleni all'esterno nè tanto meno fai campionati.
     
    A emilio68it e lolloping piace questo messaggio.
  8. demonxsd

    demonxsd Utente Noto


    Mah credo che molte squadre di B2/C1 quindi serie nazionali siano anche società " piccole" quindi non avranno la palestra..

    Attività giovanile cosa intendi?
    L'attività individuale si sa sarà ferma fino al 2021.
     
    A emilio68it piace questo elemento.
  9. Faber

    Faber Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Ssd tt Bonacossa Milano
    Scusate forse non è il thread giusto, o forse lo è ma non ho trovato la risposta secca.

    Alla domanda QUANDO cominciano i campionati 2020/2021 la risposta è?
    NON SI SA? c'è una data programmata sul calendario dalla quale si saprà qualcosa?

    il tutto è anche legato a: Che la faccio a fare la visita medico sportiva AGONISTICA ? che non si sa manco se si FA questo campionato , parlo di una c2 (quando nel mio caso posso avere il certificato NON AGONISTICO gratis)
     
    A lolloping piace questo elemento.
  10. lolloping

    lolloping Utente Attivo

    La visita medico sportiva serve comunque...se è scaduta non ti puoi neanche allenare in una società sportiva
     
    A Chicco piace questo elemento.
  11. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Senza visita non puoi tesserarti che ti precluderebbe la stagione a prescindere dalla data di inizio.
     
    A lolloping piace questo elemento.
  12. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    I campionati nazionali inizieranno a novembre, per cui immagino che anche quelli regionali partiranno nello stesso periodo
     
  13. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    ... siamo sicuri?? l'accendiamo?? :D:p
     
    A elius e Tsunami! piace questo messaggio.
  14. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Anche a me suona abbastanza difficile, ok per la massima serie, ma i campionati regionali sono nel caos. Che modalità scegliere? Quante società avranno la palestra a disposizione? Ancora non si sa nulla.
     
    A lolloping piace questo elemento.
  15. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Se vogliono cominciare devono farlo, palestre o meno a disposizione: non si può comunque penalizzare chi la palestra ce l'ha. Faranno la metà dei gironi e congeleranno per il prossimo anno i diritti acquisiti delle società che ora per forza di cose devono rinunciare.
     
    A engnerucc, luca.dalco, off-ready e 1 altro utente piace questo messaggio.
  16. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    Caro @Ettore, la visita medica non è una autorizzazione amministrativa (come la patente il cui rinnovo è stato prorogato) ma una certificazione sanitaria che non può essere spostata perché non si è giocato...
     
    A off-ready, eta beta, lolloping e 3 altri utenti piace questo messaggio.
  17. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Inutile fasciarsi la testa prima di essersela rotta: per ora non mi risulta che nessuna scuola abbia rifiutato di concedere la palestra. I presidi stanno prendendo tempo, avendo ovviamente altre priorità.
    L'inizio dei campionati a novembre consente di valutare con calma quante società avranno eventualmente problemi, ma intanto i Comitati regionali devono preparare i calendari sulla base delle iscrizioni, che in Lombardia ad esempio scadono il 15/9
     
    A emilio68it piace questo elemento.
  18. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    il problema è sempre il solito, come iscriversi senza sapere la disponibilità della palestra e le modalità dei campionati? e inoltre, potremmo far giocare in contemporanea le squadre? su due tavoli?
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  19. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Tutte le squadre sono sempre state iscritte senza avere la conferma formale della disponibilità delle palestre (prima del Covid il termine era a luglio, quando le scuole erano chiuse), per cui se stavolta ci si iscrivesse e poi la palestra non ci fosse non ci saranno conseguenze.
    In Lombardia le preiscrizioni scadono il 15/9, mentre la conferma è il 10/10, per cui c'è tempo per avere le risposte dalle scuole.
    Per quanto riguarda le modalità di gioco, il nuovo protocollo Fitet specifica le condizioni di sicurezza e le distanze necessarie per la disposizione dei tavoli
     
  20. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Il protocollo l'ho letto, ma non mi pare che le condizioni siano specificate. A meno di non tenere valide quelle degli allenamenti.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 4 Set 2020, Data originale: 4 Set 2020 ---
    E solitamente iniziavamo ad allenarci all'inizio di settembre
     

Condividi questa Pagina