1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Epicondilite come fare?

Discussione in 'Chiacchiere su tutto il resto!' iniziata da calvario, 21 Nov 2022.

  1. calvario

    calvario Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Da circa un mese o poco meno mi si è presentata una forte epicondilite che non mi consente più di giocare, ho male soprattutto mentre gioco nel piegare il braccio e torcere il polso.....qualche suggerimento o consiglio per cure efficaci?
    Grazie mille..
     
  2. T__T-Rex

    T__T-Rex Mestolo, hoola-hop e pedalare!

    Nome e Cognome:
    Mario Capaldo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASD Polisportiva La Potentina
    Primo consiglio: non la sottovalutare e concediti riposo. Attenzione agli anti-infiammatori che potrebbero andarti a creare criticità nella formazione, già lenta di suo, del collagene.
    Esistono dei "tutori" specifici ma nulla è efficace come il riposo.
    Lo dico per esperienza, negativa: l'averla sottovalutata mi è costato il tendine del bicipite brachiale.
     
  3. calvario

    calvario Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Grazie, il tutore lo sto portando da subito ma a volte mi accentua il dolore.. mi hanno parlato di magnetoterapia sai se fa qualcosa? .. ovvio il riposo ma purtroppo mi accorgo che ogni movimento quotidiano influenza i tendini che dalle ditta arrivano al gomito anche sono mangiare stringendo le posate.. un bel problema
     
  4. T__T-Rex

    T__T-Rex Mestolo, hoola-hop e pedalare!

    Nome e Cognome:
    Mario Capaldo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASD Polisportiva La Potentina
    Non saprei dirti ma ti consiglierei una visita specialistica. L'aver sottovalutato la cosa è il mio più grande rimorso...
     
    A Tsunami! e vg. piace questo messaggio.
  5. calvario

    calvario Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ok grazie
     
  6. vg.

    vg. Utente Noto

    Hallo. Mi permetto di inserirmi nella discussione dall'alto dei miei 4 kili di radiografie ed ecografie.
    Nello specifico l'epicondilite l'ho avuta e curata 4/5 volte; escludendo danni fisici al gomito e rimanendo all'epicondilite :
    - Magnetoterapia non mi è servita a niente.
    - Tutore piu di impaccio che di aiuto.

    Le mie epicondiliti erano tutte importanti dovute a ipercarichi da palestra (panca inclinata da 100kg - distensioni tricipiti da 40 kg - manubri bicipiti da 20 kg. ect ect.) ; ovviamente in questo contesto l'incidenza del fattore del movimento del tennistavolo nella mia epicondilite era minimale.

    Ad ogni buon conto ci sono in merito diverse linee di pensiero.
    Io ho seguito la linea che prevede di continuare l'allenamento scaricando il 95% dei pesi pur continuando a fare tennistavolo.
    - alla fine di ogni allenamento (pesistica o tennistavolo) applicazione R.I.C.E. Rest (riposo), Ice (ghiaccio), Compression (compressione) ed Elevation (elevazione)
    - Tens 4 sedute da 20 minuti ogni giorn per 7 giorni
    - 1 Omeoprazolo 20 mg + 1 Aceclofenac 100 mg. ogni giorno per 7 giorni

    Fine dell'epicondilite.

    Nota : Omeoprazolo e Aceclofenac NON sono di libero acquisto e occorre ricetta medica.

    Nota2 : Dopo 45 anni di spost agonistico ad alto impatto conosco ogni singola fibra muscolare e tendinea del mio corpo, le loro lesioni, le loro guarigioni, il loro sviluppo. Non posso parlare per.....altri
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 21 Nov 2022, Data originale: 21 Nov 2022 ---
    Una postilla. L'infiammazione di un tendine o un muscolo, qualsiasi infiammazione, e' l'indicazione che è in atto uno stato patologico delle fibre (tendinee o muscolari).
    In un esercizio muscoli e tendini di "consumano" sempre e sempre si "rigenerano".
    Quando questo interscambio non procede ....quando si rompono piu fibre di quelle che si rigenerano, allora cè un problema che puo' portare anche alla rottura parziale o totale del muscolo o del tendine.
    Come diceva il carissimo T_T Rex. Prima di tutto occorre stabilire il grado dell'infortunio.
    Visita medica, ecodopler, ect ect.
     
    A T__T-Rex, enzopacileo e calvario piace questo messaggio.
  7. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ci sono dentro anche io, ho smesso di giocare 15 giorni dopo l'inizio dei sintomi visto l'accentuarsi del dolore. Ho fatto ghiaccio 2x15' al giorno ed usato dei cerotti antinfiammatori che mi hanno fatto passare quasi completamente il dolore, ma al primo allenamento ero punto e daccapo quindi sono andato dal mio fisiatra che mi ha praticato un'infiltrazione; passati 10 giorni domani ho il controllo, ho ancora un pò di fastidio tastando l'osso per cui credo che mi farà una seconda infiltrazione.
    Ho deciso comunque di stare fermo fino alla ripresa a gennaio, voglio farmela passare completamente.
    l'unico consiglio è di andare a farti vedere da uno specialista, meglio se in ambito sportivo; i consigli che ti si possono dare possono essere tanto validi quanto dannosi, poichè ogni caso fa storia a sè: a mia moglie ad esempio 3 o 4 anni fa per un problema identico lo stesso medico ha prescritto onde d'urto, dipende dall'entità dell'infiammazione.
    io vado dal medico della nazionale italiana di triathlon che frequento da quasi 30 anni, quando correvo a piedi.
     
    Ultima modifica: 21 Nov 2022
    A andras piace questo elemento.
  8. calvario

    calvario Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Grazie Pier solo oer curiosità sai se utilizza il cortisone nelle infiltrazioni?
     
  9. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    domani chiedo
     
    A calvario piace questo elemento.
  10. pietroa66

    pietroa66 Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    pietro amodei
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    asd tt Ribera
    Io qualche hanno fa ho fatto le onde d'urto,ho risolto così. Siccome sto giocando pochissimo dal covid in poi,(non so è per questo motivo) non ho più avuto problemi.
     
    A Più scuro piace questo elemento.
  11. Più scuro

    Più scuro Utente Attivo

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    SS LAZIO TENNISTAVOLO ASD
    Ciao Calvario,
    ho avuto l'epicondilite e l'ho curata con successo.
    Il consiglio che mi sento di darti è di rivolgerti ad un fisiatra, il quale Ti consiglierà come curarla.
     
  12. at185yx

    at185yx Nuovo Utente

    Il mio consiglio, avendola avuta, è di fermarsi completamente, probabilmente servirà della tecarterapia, assolutamente farsi applicare dei kinesiotape. A dolore scomparso: stretching pre allenamento e sempre, sempre, usare il tutore.
     
  13. Jackcerry

    Jackcerry Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Giacomo Cerea
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    Usd Villa Romanó
    A me questa l’ha fatta passare
     

    Files Allegati:

  14. gohan

    gohan Utente Attivo

    Salve io dopo tanti tentativi o poi risolto con le onde d'urto, pochi antinfiammatori ed allenamenti leggeri.
    Comunque il consulto di uno specialista è sempre consigliabile.
     
    A Tsunami! e andras piace questo messaggio.
  15. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Seduta mattutina dal fisiatra, la situazione è molto migliorata rispetto a 2 settimane fa; mi ha fatto un trattamento con onde d'urto sul muscolo interessato, e mi ha confermato che l' infiltrazione scorsa era di cortisone. Le Tecar mi ha detto che in questi casi non servono a nulla e la ripresa dell'attività, se tutto procede bene, sarà nel nuovo anno
     
    A T__T-Rex piace questo elemento.
  16. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Come prevenzione ...
    Consigli postumi da dare non ne ho...
    Penso,invece,a coloro che ancora non ne sono ancora afflitti da questo per nulla simpatico e doloroso inconveniente.Dico loro,semplicemente,vale per il tennis e per tutti gli altri Sports, che è meglio utilizzare tutti i segmenti corporei,quindi tutto il corpo concorrerà e dovrà sostenere lo sforzo gestuale specifico nell'esecuzione dei vari colpi,al fine di distribuire meglio e in modo più funzionale i carichi..ed evitare così una precoce usura derivante.Quindi è preferibile,ma necessario allo stesso tempo sostenere lo svolgersi dell'azione piegandosi,
    abbassandosi,girandosi,con maggior intervento di busto e gambe,
    compensando lo sforzo eccessivo con azione bilaterale dell'altro braccio,spalle comprese,per alleviare il peso su un arto o su una cerniera sola.
    Anche grazie agli ottimi suggerimenti di chi ha già esprimentato tale per nulla semplice e doloroso inconveniente,da cui senz'altro ci si può risollevare,
    auguriamo al nostro forumista una pronta e definitiva riabilitazione.
    ettore
     
  17. Più scuro

    Più scuro Utente Attivo

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    SS LAZIO TENNISTAVOLO ASD
    Fisiatra o fisioterapista?
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  18. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
  19. calvario

    calvario Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Grazie
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  20. Fulvio Cenci

    Fulvio Cenci Utente

    Nome e Cognome:
    Fulvio Cenci
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TTS Salsomaggiore
    Entrato in epicondilite bilaterale nei primi giorni del lockdown, tanto dolorosa da non riuscivo a prendere una tazza dalla mensola ad altezza occhi.
    Provati da subito (grazie ad una clinica sotto il mio ufficio gestita da un'Amica)
    Laser
    massaggi
    antinfiammatori locali
    tutori vari
    onde d'urto
    tens

    Risultati ondivaghi di lieve miglioramento, la tens ha dato quelli migliori ma il problema continuava a presentarsi. Purtroppo non potevo eseguire la terapia più funzionale, il blocco della mobilita con una stecca da medio anulare a polso.

    Premetto: la soluzione che ho trovato non è medica ne praticabile è solo un'esperienza.

    2 mesi fa nonostante il dolore decido di partecipare a un seminario di arti marziali indonesiane (mia attività primaria di pratica e interesse extra lavorativo) e dopo un'accesa discussione sulla possibilità o meno di riuscire a sopportare il primo esercizio con questo handicap l'istruttore (straniero) ha deciso di provare il mio limite di sopportazione del dolore con 6 frustate a mani aperte sugli avambracci tanto forti da alzare la pelle.
    Nessun problema di sopportazione, finisco lo stage 5 ore dopo tra lividi ed escoriazioni.
    La mattina successiva non ho più nessun problema con la mobilità e la presa delle mani.
    Sono passati quasi 90 giorni e ancora non ho avuto nessuna ricaduta.
     

Condividi questa Pagina