1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Elezioni in vista...

Discussione in 'Comunicazioni, News, Dubbi, Commenti e Lamentele' iniziata da off-ready, 10 Set 2020.

  1. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    C'è un altro Tecnico italiano,che...?
    Forse la domanda non è rivolta espressamente a me,non ho nulla contro il precedente Direttore Tecnico azzurro,poi bisogna vedere
    come sarà composto il suo Staff,che dovrà portare avanti la sua linea programmatica.E qualcosa da rinnovare e cambiare pure lì appare tanto evidente,quanto urgente,se si vuol dare una scossa di rinnovamento, tentare altre strade,almeno provarci.Ma come si fa con i contratti e vitalizzi in essere,
    praticamente a vita e innamovibili?
    Quando il tennis tavolo internazionale gira vorticosamente,per conto suo,a velocità insostenibile,da cui noi,ancorati ai valori del passato, ci allontaniamo sempre più?
    Ora è vero che il nostro ex Direttore Tecnico è carico di titoli,come forse e senza forse, nessun altro qui da noi.
    Ma anche qui bisogna vedere,tenendo presente che il nostro Sport non è come il calcio,la cui pratica è molto diffusa lungo tutto lo Stivale,quindi anche
    la qualità del gioco espresso è sempre stata e lo è tuttora mediamente molto alta,se non eccellente anche a livello internazionale.E molto si può fare
    per pareggiare l'eventuale "gap tecnico" nei confronti di avversari sotto questo profilo più preparati e avanti a noi,facendo appunto ricorso
    ad un più attento gioco di
    squadra e ad una prestazione più fisica e "maschia",quando non
    esasperata e al limite di ciò che è permesso,prima del cartellino giallo.
    Pertanto un allenatore che fa bene nel nostro Campionato di calcio è già ritenuto pronto,spesso a ragione,per diventare un ottimo e competitivo
    Commissario tecnico per la Nazionale maggiore calciofila.
    O almeno così viene fatto di pensare,ma questo assunto vale anche per il Tennis tavolo? Vincere molto da noi comporta un automatica consacrazione per essere competitivi anche a livello internazionale?E non sempre viene un Yang Min,già forte di suo, in nostro soccorso.Forse se
    ci accontentiamo di "arabatterci" nei bassifondi dei Tornei e delle Competizioni cui partecipiamo...
    Dico ancora che di un Tecnico supervisore,di esperienza internazionale abbiamo bisogno in Italia,che sappia tessere il filo che lega le varie Nazionali giovanili, altresì per diventare competitivi a livello alto occorre un Direttore Tecnico che apporti idee nuove, all'avanguardia per tenere il passo
    lassù.
    Infine una cosa è la conoscenza e l'attuazione degli aspetti tecnici,un altra cosa che deve tenere presente chi ambisce a raccogliere i voti
    per diventare presidente della Fitet
    riguarda gli aspetti economici.Non meno importanti.Chi ha, o avrà la capacità di mantenere buoni e saldi rapporti politici sempre in ambito sportivo,al fine di ottenere i contributi necessari e mantenere l'attuale carrozzone?Da cui originano le fortune e i risultati,quelli che sono?
    ettore
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 14 Set 2020, Data originale: 13 Set 2020 ---
    Adoro chi cerca......
    meno chi ne trova......
    Lavorare con i giovani non è mai stato semplice,occorre pazienza,costanza,tanta dedizione e
    tempo,confidare che nel tempo lungo ogni sforzo,ogni fatica viene poi ripagata.Tempi lunghi,appunto in un mondo che va di fretta e mira subito al risultato immediato.
    Tentativi per fare propaganda e diffondere la conoscenza del nostro sport sono statie esperiti un po'
    ovunque,alcuni hanno attecchito,altri,molti e per diverse ragioni sono falliti.Chi ci ha provato e trova una ragione per farlo,ovvero cimentarsi affinché tale azione vada a buon fine e porti a qualche risultato positivo,credo abbia
    capito una cosa,ovvero con i giovani non s'improvvisa.Seguire tanti singolarmente,ovvero insistere con iniziative individuali,diventa improbo,con l'illusoria speranza di ricavare quei due tre più"portati" e motivati verso la nostra disciplina.
    Quindi si dovrà pensare ad altri modi, più redditizi e mirati per fare una buona propaganda al nostro sport.Penso anche che l'istituzione di un Team appositamente creato e formato possa diffondere in modo semplice e in certi periodi dell'anno la conoscenza e la pratica, oltreché il piacere al nostro sport.Anche
    all'aperto, comunque nelle immediate vicinanze di palestre dove il ping pong lo si pratica già, l'importante che queste iniziative abbiano un carattere di continuità,nel tempo.Rimane il quesito su chi dovrà istruire e come
    formare questi Team,che potrebbe
    diventare la miglior forma di propaganda per avviare i giovani
    al ping pong (?).
    Poi sì ,con quali mezzi,anche finanziari,dotare questo nuovo Team di "Motivati",ma a loro volta "Motivatori",che dovrà in certi periodi dell'anno uscire dalle comodità della palestra?Un piccolo contributo o facilitazioni di tasse annuali alle Società vicine o limitrofe che aderiscono con propri volontari e fanno "rete", potrebbe essere già incentivante in un primo tempo,considerando che i frutti del lavoro verranno poi raccolti dalle stesse.
    ettore
     
  2. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    Anche se in parte nessuno ha tutti i torti e nessuno ha la bacchetta magica credo che nessuno ancora abbia fatto proposte concrete e rivoluzionarie per quanto riguarda il settore giovanile . Solo la promessa di contributi alle società che prestano i propri atleti alla nazionale. Mi trova d'accordo ovviamente ma è tutto lì? non serve a granche , solo a qualcuno ... non al movimento....
     
  3. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Nel mio articolo propongo di raccogliere dalla base idee, progetti, per passare dalla protesta alla proposta...
     
  4. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Poi, però quell'immane sproporzione che premia le solite Società più grandi,con 40 voti,se ho capito bene,rispetto alle virgole delle altre va finire che ogni bel proposito
    che minaccia di togliere energie e finanziamento sempre alle stesse,
    viene cassato,semplicemente affossato.Se già così esse sopravvivono perché ricercare il meglio?Che un costo comunque ce l'ha ed è bene,secondo loro, non parcellizzarlo troppo?Ovvero dove
    dobbiamo mettere i soldi,sempre pochi si sa,per promuovere la qualità,favorire e accrescere il numero dei giovani,togliere
    insomma da qualche altra parte per rilanciare il tennis tavolo italiano?
    Non è questo ciò che serve davvero?
    ettore
     
  5. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    I contributi anche se meritocratici sono comunque di stampo pseudo assistenzialista. Si ferma tutto e ogni anno si ricomincia. Qualsiasi economista capisce che una economia cresce se i soldi (anche se pochi) girano... perchè invece di finire ai soliti si crea un circolo virtuoso che premia chi fa e stimola gli altri che in genere non fanno in quanto "il gioco non vale la candela"....
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  6. rico60

    rico60 gaula

    Nome e Cognome:
    federico bacci
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Acci acci, quanto scrivete!
    Voglio un gran bene a tutti voi ma...
    Ma scrivete troppo.
    Non voglio campioni da tirar su con mirabolanti progetti, o/e comunque non nei prossimi 5 o 6 anni anche perché non credo proprio sarebbe possibile.
    Voglio una base che abbia almeno i numeri della federazione "biglie e castelli di sabbia".
    Poi ci sarà tempo, con numeri e immagine almeno decenti rispetto ad altri paesi, per mirabolanti progetti tecnici.
    ... Non li farà la mia (nostra ? ) generazione, spero quella che ci segue.

    Ma adesso, come sempre, non si farà una beata fava... Almeno questo é ciò che prevedo.
    Si continuerà a parlare di gomme, telai e palline e tra 4 anni 4 amici al bar torneranno a parlottare di come andrebbe cambiato il mondo del tt
    Nottenotte
     
  7. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Con questo pessimismo cosmico non si va da nessuna parte. Se avessimo accettato lo status quo e non avessimo iniziato un'azione "dal basso", i taroccatori delle puntinate sarebbero ancora in giro a rubare partite...
     
  8. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    Il tentativo di @off-ready può sembrare fuori dai tempi (e molto probabilmente lo è) ma esprime la voglia di migliorare l'approccio alla soluzione dei problemi e quindi ben venga.
    La nostra casa è questo: meno di 170 società (su 600) che hanno aderito al progetto delle Accademie, solo il 25% dei tesserati nei settori giovanili, il 50% veterani. Allenatori italiani con esperienza europea pochissimi, quelli che si trovano a casa loro a livello internazionale ancora di meno. Su FB (ed in molti tornei) abbigliamento di canotte, magliette sbrindellate, fasce sulla fronte, giro pancia pronunciato.
    Quello che afferma @rico60 è brutale ma tanto, tanto reale.
    Siamo un ambiente di appassionati attempati (e non c'è niente di male) ma le vittorie internazionali che i DDTT hanno inseguito in questi anni appoggiandosi a (bei) programmi cartacei richiedono quello che ha indicato @rico60.
     
    A emilio68it, Tsunami! e off-ready piace questo messaggio.
  9. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Ogni nuovo Candidato.....ma poi?
    Ogni nuovo Candidato alla
    Presidenza della FITET farà un elenco più o meno dettagliato degli Obiettivi che vuol perseguire per il prossimo quadriennio olimpico.
    Sarà decisivo,e noi staremo attenti,
    il "Come"verranno perseguiti tali Obiettivi,ben sapendo che i fondi non sono illimitati,la spesa corrente
    fra stipendi e organizzazione logistica e' quella che e',gli spazi di manovra al solito sono pure limitati.E pertanto si va avanti per inerzia,sulla falsariga di ciò che la precedente Amministrazione ha sempre fatto.Senza individuare i punti nodali,crescita e qualità,che
    i praticanti e tutto il Movimento
    pongistico s'aspetta.Procedere nella
    "nebulosa",senza idee innovative,un elenco minimo ma chiaro di e su che cosa si andrà ad incidere,in un Quadro possibilistico e realistico di Priorità,poco o nulla cambierà.
    Poi sotto ad ogni nuovo e significativo Progetto c'è la scelta delle persone,che forti della loro competenza,potranno,se inserite al posto giusto, al meglio operare.
    "Al posto giusto",una parola soppesare meriti e qualità per
    poi far spazio ai collaboratori più motivati,in grado di dare una sterzata "al ristagno e alla piega",
    in cui s'e' trovata "impelagata" la
    nostra Federazione in questi ultimi decenni a questa parte.
    E poi a dire che stante le cose di più non si poteva fare.
    A noi inveterati e incalliti"forumisti" che altro ci resta da fare,come gli affezionati loggionisti del terzo anello del Teatro Verdi di Milano,se non fischiare e battersi contro i luoghi comuni,quando la musica è stonata?
    ettore
     
  10. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    "Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare" (Giovanni Falcone)
     
    A Chicco piace questo elemento.
  11. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    La Crescita è legata al cambiamento,non c'è nulla di permanente tranne il cambiamento. (ERACLITO)
     
    A VUAAZ, off-ready e Milocco Ettore piace questo messaggio.
  12. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Oltre che rimboccarsi le maniche
    occorre qualcosa di più...
    Serve anche che qualcuno indichi la strada,con un visione percettibile,
    realizzabile e convincente della meta che si vuol raggiungere,
    compresiva delle tappe e obiettivi
    intermedi di un percorso piuttosto lungo e non sempre agevole da perseguire.In mezzo alle difficoltà attuali,in cui tutti si dibattono,
    occorre un rinnovamento didattico,che tenga maggior conto del gioco migliore praticato a livello alto,da tradurre e replicare per il livello medio,di cui possano beneficiare sia i principianti nella fase d'avvio,sia i più esperti nella loro progressione e familiarizzazione dei colpi.Ma i giovanissimi che vengono in palestra hanno bisogno di qualcuno
    che li sappia coinvolgere con il gioco, adatto alla loro età
    evolutiva,creare il piacere di farli ritornare e giocare possibilmente con i pari età.Il nostro Sport offre ampia scelta in fatto di varietà delle proposte e abilità da conseguire,
    basta che poi non si faccia solo
    grammatica generalistica,scopiazzando
    o a traino di altre discipline sportive,peraltro ben o ancor meglio straconosciute dagli studenti degli ex Corsi ISEF,quando nei Giochi della Gioventù scolastici vanno a proporre il lancio della palla,o pallone elastico,che ben poco ha a che fare con la nostra pallina di ping pong e nel saperla muovere e accarezzare con l'agilità che gli è propria a quell'età.Dare
    continuità ai Progetti Gioco -Sport dovrà,a mio avviso diventare il pilastro,la chiave per una miglior
    aderenza al mondo e all'interesse prettamente giovanile.Occorre formare lì,Team qualificati e
    motivati,poi anche, un po',remunerati,se vogliamo dare nuova linfa al nostro sport.
    ettore
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 15 Set 2020, Data originale: 15 Set 2020 ---
    Oltre che rimboccarsi le maniche
    occorre qualcosa di più...
    Serve anche che qualcuno indichi la strada,con un visione percettibile,
    realizzabile e convincente della meta che si vuol raggiungere,
    compresiva delle tappe e obiettivi
    intermedi di un percorso piuttosto lungo e non sempre agevole da perseguire.In mezzo alle difficoltà attuali,in cui tutti si dibattono,
    occorre un rinnovamento didattico,che tenga maggior conto del gioco migliore praticato a livello alto,da tradurre e replicare per il livello medio,di cui possano beneficiare sia i principianti nella fase d'avvio,sia i più esperti nella loro progressione e familiarizzazione dei colpi.Ma i giovanissimi che vengono in palestra hanno bisogno di qualcuno
    che li sappia coinvolgere con il gioco, adatto alla loro età
    evolutiva,creare il piacere di farli ritornare e giocare possibilmente con i pari età.Il nostro Sport offre ampia scelta in fatto di varietà delle proposte e abilità da conseguire,
    basta che poi non si faccia solo
    grammatica generalistica,scopiazzando
    o a traino di altre discipline sportive,peraltro ben o ancor meglio straconosciute dagli studenti degli ex Corsi ISEF,quando nei Giochi della Gioventù scolastici vanno a proporre il lancio della palla,o pallone elastico,che ben poco ha a che fare con la nostra pallina di ping pong e nel saperla muovere e accarezzare con l'agilità che gli è propria a quell'età.Dare
    continuità ai Progetti Gioco -Sport dovrà,a mio avviso diventare il pilastro,la chiave per una miglior
    aderenza al mondo e all'interesse prettamente giovanile.Occorre formare lì,Team qualificati e
    motivati,poi anche, un po',remunerati,se vogliamo dare nuova linfa al nostro sport.
    ettore
     
  13. rico60

    rico60 gaula

    Nome e Cognome:
    federico bacci
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Cambiamento:
    Scianni e poi postino.
    Nulla di permanente?
    Crescita?
     
  14. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Un doppio clic non voluto ha prodotto il duplicato.Qualcuno
    può cancellarlo e provvedere?
    grazie
     
  15. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Nel mio articolo ho fatto qualche esempio di progetti e persone da proporre ai candidati, per cambiare l'attuale meccanismo verticistico. Sto raccogliendo altri esempi da "uomini di buona volontà" che mi hanno inviato le loro proposte, perchè se aspettiamo qualche "Unto dal Signore" che ci indichi la strada vuol dire che non abbiamo letto Eraclito...
     
  16. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Progetti e persone da proporre
    ai Candidati...
    Attendiamo ora di sapere come intendono muoversi i Candidati.Si vuol evitare che Progetti anche validi o persone molto motivate ad agire per il Bene comune finiscano
    in mano sbagliate o in pasto a
    "Menefreghisti" del tanto e comunque va già bene così.
    Dico questo nella piena consapevolezza che talvolta " il Meglio affrettato" spesso mandato giù in un sol boccone è nemico del "Bene",che abbisogna del suo tempo per essere assaporato e coltivato.
    Qui come in ogni campo del sapere umano e professionale in genere occorre studio e metodo,poi studio ancora.Oppure si continua andare a traino della moda o di chi la dice per primo.La parola adesso ai Candidati...
    ettore
     
  17. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    i programmi di tutti i partiti politici dicono sempre le stesse cose ... ma come li vogliono realizzare ,quello lo dicono solo in parte, non per non sbilanciarsi o per il rischio di inimicarsi la gente(anche), ma perchè hanno nessuna alternativa o visione ristretta. Cambiare veramente non è indolore e accontentare tutti è impossibile,è questo il covid19 della fitet
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Set 2020, Data originale: 16 Set 2020 ---
    io ritorno alla carica dopo anni anni anni....
    "LABEL" delle società FITeT
     
  18. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Mi pare che la tua proposta corrisponda al progetto "Scuole di tennistavolo", attualmente in corso, che classifica 4 diversi livelli
     
  19. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    si, come asd lo stiamo seguendo. Il problema è che sono pochissime le società interessate mentre lo dovrebbero essere tutte.... a qualsiasi livello. Forse è male interpretato o forse c'è poca voglia o possibilità. Il questionario di labelizzazione non serve solo alle asd ma anche alla federazione per avere la situazione completa in tempo reale di TUTTE quante le realtà sul territorio e agire di conseguenza. Sapere di avere trenta o quaranta "scuole" nei diversi livelli permette solo di conoscere quelle trenta o quaranta ma non l'evoluzione(o involuzione) di tutte le altre.
     
    A senigallia piace questo elemento.
  20. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Mi risulta che siano 172 le società che hanno aderito al progetto e tenendo conto che su circa 500 società affiliate alla Fitet l'80% sono a carattere "familiare" non mi sembra pochissimo.
    Più che male interpretato, il progetto è impegnativo, perchè richiede un impegno continuo per seguire le lezioni, cosa che le piccole società, in cui c'è un unico dirigente che segue l'attività, non possono fare
     

Condividi questa Pagina