1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Dubbio riguardo una mia brutta abitudine

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da dlcgold, 20 Dic 2018.

  1. dlcgold

    dlcgold Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Buongiorno,
    dopo aver cercato, in maniera evidentemente non approfondita, nel regolamento mi rivolgo ai vari esperti di regolamento riguardo una mia pessima abitudine mentre gioco. Il regolamento dice qualcosa riguardo il "pestare il piede" durante un incontro (posso immaginare la risposta infatti mi sto sforzando di evitare di farlo)?
    Grazie mille e buona giornata
     
  2. neox3

    neox3 bloccatore pazzo!

    Nome e Cognome:
    Luca
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT MONTESILVANO
    Ciao, in battuta io pesto spesso.....non lo faccio apposta, mi viene spontaneo sopratutto se faccio il barcone....vedo che lo fanno spesso comunque anche ad alti livelli e non ho mai visto arbitri comminare sanzioni....
     
  3. dlcgold

    dlcgold Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Sisi anche a me non hanno mai detto niente (lo faccio sia in battuta che durante lo scambio). Mi rendo conto del resto che potrebbe non essere permesso, nonostante non lo faccia in cattiva fede o per chissà quale piano oscuro (anche perché gioco comunque a livelli bassi)...per questo ero curioso (nel regolamento che ho trovato sul fitet non era specificato nulla...ma temo di aver trovato un riassunto essendo lungo tipo 7 pagine)
     
  4. ggreco

    ggreco ...in the Dark Side of the Force...

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Più che altro è un'abitudine dannosa per la salute di piedi, ginocchia e schiena...
     
    A luca.dalco e eta beta piace questo messaggio.
  5. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Chissà perché abbiamo la tendenza a scimiottare soprattutto le brutte abitudini. :nerd:


    Se sul sito Fitet hai trovato un regolamento tecnico di 7 pagine non era un riassunto ma bensì l'intero tomo di esegesi+tesi+antitesi+conclusioni. :D
     
  6. dlcgold

    dlcgold Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ah... Andiamo bene
     
    A eta beta piace questo elemento.
  7. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Un buon arbitro dovrebbe vedere se lo fai inconsciamente oppure per dare fastidio all'avversario, ovviamente se riterrà che lo fai apposta per disturbare ti inviterà a smettere, se capita inconsciamente non ti dirà niente.
    Comunque sui regolamenti non esiste niente se non appunto quello di non poter infastidire l'avversario con quello o con altre azioni…. Buona serata!
     
  8. dlcgold

    dlcgold Nuovo Utente

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    G
    Grazie mille, buona serata anche a te
     
  9. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    A fasi alterne il "battipiede" è stato sdoganato, poi perseguito, poi nuovamente sdoganato.

    Essendo inutile dal punto di vista funzionale è chiaramente un espediente per coprire il rumore dell'impatto della pallina sulla racchetta..

    .. e come tale dovrebbe costituire "pratica antisportiva".

    Imho.
     
    A paolom piace questo elemento.
  10. Ragnolo

    Ragnolo Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Tranquillo... su Facebook ora si trovano anche filmati con ragazzi di 16 anni che esultano come Tomokazu... potenza dell’emulazione...
    Non sono certo una verginella... ai miei tempi accadeva forse di peggio... ma so riconoscere quando un qualcosa è spontaneo da quando è un semplice scimmiottare... e questa è la cosa più triste... non imitare il gioco, ma l’esultanza...
     
    A VUAAZ e eta beta piace questo messaggio.
  11. genioboy

    genioboy Mille e 1 notte...insonne

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Il rumore fatto inconsciamente non disturba meno di quello fatto volontariamente...
     
    A elius piace questo elemento.
  12. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Ho sempre pensato che mentre si colpisce la palla il rumore si possa fare (battere il piede, versetti in stile Primorac/Ovtcharov...), mentre non si può fare quando è l'avversario a dover colpire la palla.
    Infatti ricordo bene una serie di partite (anche delle massime serie) in cui c'erano state lamentele perchè l'avversario batteva il piede quando il giocatore doveva colpire/stava colpendo. Viceversa battere il piede al servizio mi sembra una pratica del tutto sdoganata.
     
  13. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Nel gesto atletico ci dovrebbe essere solo ciò che è funzionale alla nostra azione. Niente di ciò che è ostruttivo all'azione altrui.

    Per questo esiste il "fallo".

    È fallosa ogni azione vólta (intenzionalmente o meno) a disturbare l'azione dell'avversario in modo non oppositivo ma ostruttivo, perlappunto.
     
    Ultima modifica: 21 Dic 2018
    A LO YETI piace questo elemento.
  14. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Secondo te come dovrebbe comportarsi un arbitro, constatato che il battere il piede oppure l'emissione di "gemiti" vari, è di disturbo? Avvertire la prima volta e poi passare alla punizione vera e propria dando punto perso? Oppure subito la punizione?
     
  15. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Sono perplesso, ma forse non ho capito.
    Secondo me coprire il rumore per non far capire l'effetto non è ostruttivo del movimento altrui, ma solo della percezione altrui. E' come fare una finta nel movimento del servizio, oppure fare un dribbling nel calcio... tutti questi gesti sono identici nel fine: mascherare un movimento in modo da trarre in inganno l'avversario. Secondo il tuo ragionamento, mi pare, qualsiasi tipo di finta sarebbe ostruttiva, perchè non funzionale alla nostra azione (come qualità dell'azione) ma solo rivolta a non far capire all'avversario cosa stiamo facendo.

    Prendiamo ad esempio il servizio coperto: coprire il servizio non era mica "moralmente" scorretto, rendeva solo molto più efficace il colpo e provocava molti più errori. Infatti il fatto che non si possa coprire la palla col corpo nel servizio è una regola eccezionale... nulla mi vieta di coprire l'impatto col corpo durante lo scambio, è solo difficilissimo da fare :LOL:

    Altra cosa è se mentre stai colpendo faccio un suono per distrarti e farti sbagliare l'esecuzione del movimento. A quel punto allora sì, è come toccarti mentre prepari o esegui il colpo, perchè agisco direttamente sul tuo movimento. Ma il fatto che tu imposti un top su palla tagliata mentre la palla è liscia perchè io sono riuscito a fintare l'effetto (anche coprendo il rumore, o persino coprendo la visuale, se non era il mio servizio) mi sembra completamente parte del gioco.
     
  16. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Pestare il piede non ha più senso oggigiorno.
    Andava bene finché si poteva giocare con due gomme dello stesso colore: copriva il rumore della pallina sulla gomma.
    Se chi serve ha una liscia ed un’anti dello stesso colore possono essere guai.
    Ma cascarci col colore diverso...dai.

    Peraltro se si chiedesse ad un giocatore il perché dà il pestone....la quasi totalità delle risposte sarebbero “boh” “non so” o “mi hanno insegnato così ma non so perché e lo faccio.
     
    A eta beta e VUAAZ piace questo messaggio.
  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Non ho detto "movimento". Ho scritto "azione". Preferisci "percezione" ? Ok, vada per percezione.

    Una "finta" è abilità. Pestare forte il piede è solo disturbo deliberato, non aggiunge nulla al gesto atletico in termini funzionali al gioco.

    Vedi, le cose possono essere moralmente accettabili finchè non vengono vietate. Quando vengono vietate diventa immorale eseguirle.

    Se il servizio coperto è stato eliminato evidentemente si è pensato contenesse in sè una motivazione antisportiva (laddove sportiva è una tenzone leale tra gentiluomini).

    Lo stesso dicasi per il piede battuto a terra, ancora oggi, da ragazzi che non hanno mai giocato con due gomme uguali.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 21 Dic 2018, Data originale: 21 Dic 2018 ---
    Avvertimento per punto disturbato, poi penalty point se ripetuto.
     
    A ggreco e LO YETI piace questo messaggio.
  18. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Premessa: finalmente una discussione un po' interessante sul forum, mi mancava :D:book:

    Certo, fare una cosa vietata dal regolamento è di per sé sportivamente immorale, su questo non ci sono dubbi (anche solo per il semplice fatto che se è vietata vuol dire che l'avversario non lo può fare, perciò farlo mi avvantaggia ingiustamente, perchè sfrutto una possibilità aggiuntiva che l'avversario non ha).

    Diverso però è chiedersi il perchè dell'introduzione del divieto. I motivi possono essere diversi... rendere un gioco più bello/appetibile esteticamente, più veloce o più lento... più o meno televisivo.
    Nel caso del servizio credo sia stato fatto per allungare lo scambio, rendere il gioco più semplice e godibile... ma su questo ovviamente si può discutere ;)
    Prendi ad esempio, non so, la possibilità di fare due tocchi di fila sulla palla (non la "doppia" come ora consentita, dico proprio due tocchi pieni), sarebbe immorale farlo? Non penso, semplicemente se fosse consentito il gioco sarebbe molto meno divertente (immagino :rolleyes:) e quindi è vietato...

    Quello che intendo è: se domani vietassero di far girare la pallina, dopo sarebbe vietato, e quindi "immorale" (nel senso di prima, relativamente al rispetto delle regole, qualunque esse siano), far girare la pallina... questo non vuol dire che fare girare la pallina fosse un colpo immorale di per sè prima in senso assoluto, no? ;)

    Comunque il servizio coperto era solo un esempio, per capirci tornerei al punto vero della discussione


    Analizzo i due periodi separatamente, perchè mi sembra portino due considerazioni diverse:
    "Una finta è un'abilità" - Mi sembra che sia un giudizio sulla difficoltà nell'eseguire la finta piuttosto che il pestone. Siccome a fintare bisogna imparare va bene, pestare i piedi invece sarebbe automatico. Beh io finto discretamente, eppure non batto mai i piedi, perchè mi scoordinerebbe i movimenti (in particolare il braccio e il polso)... certo, potrei imparare allenandomi, ma in ogni caso sarebbe la stessa cosa che ho fatto per imparare a fintare, quindi da questo punto di vista non vedo la differenza.
    "Pestare forte il piede...." - Qui parli di aggiungere qualcosa al gesto atletico in termini "funzionali" di gioco. Ecco non capisco cosa intendi come "funzionali"... Certo, se una cosa per essere funzionale deve cambiare la qualità della pallina prodotta (in termini di rotazione, velocità, direzione...) allora però ripeto anche le finte non vanno bene :mumble:

    Eh ma penso sia importante distinguere fra azione e percezione; mi sembrano due cose diverse.
    E' diverso disturbare l'azione dell'avversario (frapponendosi col proprio corpo o magari urlandogli addosso per spaventarlo prima che colpisca, in modo che non possa muoversi come vorrebbe...) e disturbare invece la sua percezione e quindi la sua decisione su un colpo che poi può fare in piena autonomia e consapevolezza (ad esempio appunto fintando per ingannarlo sullo spin o la direzione della palla...)
    Lo dico perchè secondo me se affermiamo che qualsiasi gesto che disturbi la percezione dell'avversario (su uno qualsiasi dei 5 sensi) è falloso allora ci ricade dentro un bel po' di roba:
    - Se prendo la palla da sotto il tavolo l'altro non vede cosa faccio
    - Se prendo la palla dietro al corpo (non nel servizio) l'altro non vede cosa faccio
    - Se faccio uno sky lob verso la luce l'altro si acceca e non vede più la palla
    - Se faccio un movimento storto/volutamente complicato l'altro non vede bene l'impatto


    Oh beninteso, non è che sto dicendo che allora sicuramente pestare il piede va bene ;)
    Dico che non mi convince questo tipo di argomentazione ;)
     
  19. cucciolo

    cucciolo Utente Attivo

    prima del penalty point l'arbitro deve mostrare il cartellino giallo all'atleta ed ad un'altra infrazione levare un punto mostrando il cartellino giallo insieme ad uno rosso
     
    A eta beta piace questo elemento.
  20. Ragnolo

    Ragnolo Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Non è vietato... ma questo non vuol dire che sia “sportivo”...
    Perché?
    Semplice... da anni, anche prima che il grande Max (Costantini) lo riportasse fuori dal dimenticatoio, si professa (a ragione) che il tennis tavolo, nella sua meccanica di gioco, sia uno degli sport dove la propagazione del suono abbia un’importanza non secondaria circa la conoscenza da parte dell’avversario del tipo di “colpo” impresso dall’atleta “battitore”... e non solo durante il servizio... quante volte vi sarà capitato di vedere difensori che durante i tagli da lontano battono il piede per cercare di confondere “taglio/non taglio”...
    Poi il tutto si può trasformare in “vizio” in emulazione in quel che vi pare... ma l’esegenesi del piede che batte aveva un senso sopratutto quando “giravano le palle”... oggi lo ha per “far girare le palle”...
    è permesso... e fa parte di tutte quelle “astuzie” border line che si utilizzano per arrivare a raccattare il punticino che ti porta a 11 prima dell’avversario.
    Che poi sia sportivo... altro discorso... e va annoverato tra i tanti comportamenti spesso “non sportivi” che si trovano in giro per palestre e palazzetti... forse uno dei meno peggio...
     
    A eta beta, paolom e Milocco Ettore piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina