1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Defibrillatori: a ottobre o a gennaio?

Discussione in 'Chiacchiere su tutto il resto!' iniziata da senigallia, 30 Giu 2015.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. ittenico

    ittenico Utente Attivo

    Squadra:
    ssd ciatt firenze
    Sono infatti miope, ma , corretto, vedo BENISSIMO. ;)
    I defibrillatori sono un affare, punto.
    Altrimenti non capisco,miopemente, le decine e decine di email promozionali che mi arrivano.
    Questo il senso, che volevo, penso democraticamente, esternare.
    Peraltro è ancora di natura SCONOSCIUTA la responsabilità derivata dall'uso di una strumentazione MEDICA che, a parere del miope dovrebbe essere usata DA UN MEDICO. RIPUNTO.
    Sulla non condivisione, anche questo, EVIDENTEMENTE , rientra nei "bug" di questa legge che "vorrebbe " tutelare i cittadini che fanno sport.
    Ivi compresi, altrettanto EVIDENTEMENTE , i loro figli.
    Parlo per il MIO di comune, non conosco ne posso correttamente conoscere le azioni degli altri.
    Noi operiamo in una palestra scolastica che, COME TUTTE le altre cittadine , sarà dotata , DAL COMUNE,di un defibrillatore che sarà CONDIVISO, dalla scuola nei suoi orari assieme alle società sportive che operano in quelli extascolastici.
    Se lo dico è perchè SONO SICURO POICHE' DOCUMENTATO.
     
  2. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ok
    prova a documentarti per qualche giorno sui siti che vendono stufe a pellets, poi se ti arrivano mail anche su quelle forse c'e' qualcosa che ancora non hai capito nella navigazione in internet.
     
    A paolom piace questo elemento.
  3. ittenico

    ittenico Utente Attivo

    Squadra:
    ssd ciatt firenze
    un altro fenomeno.
    un po' peggiorato questo forum.
    fatevelo dire.
     
  4. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    E se da un motivo più che valido si fosse trovato il modo di farne un affare?
    Sarebbe così difficile da credere?
    Ritengo sacrosanta la necessità di dotare le strutture di possibili strumenti salvavita ma pensare che ogni società debba possederne uno avrebbe il sapore di una classica furbata italiana.
    Sarà già tanto trovare chi fa il corso e poi si renda disponibile a passare la vita in palestra sperando che non succeda mai nulla.
     
  5. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Continui a non capire.
    Non prendertela.
    Riguardo al defibrillatore, fai il corso e poi capirai molte cose.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 17 Lug 2015 ---
    più' che furbata parlerei di idiozia da parte di chi gestisce la questione. Anche al mio paese si era paventata una cosa simile, fortunatamente un briciolo di raziocinio ha permesso di rivedere la cosa e alla fine si è dotata ogni struttura di un solo apparecchio.
     
    Ultima modifica: 17 Lug 2015
  6. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    :approved:
    Quando leggo certe notizie quasi mi commuovo. :)
     
  7. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    visto che siamo in italia, e deve essere presente anche in tutti i luoghi pubblici, puo' anche essere.
    ma credo che all'estero, dove sono anni luce piu' avanti di noi , queste pratiche siano gia' in vigore da tempo.
    La Legge e I Defibrillatori nei Luoghi Pubblici
    le singole societa' si possono *associare*, leggi la legge :D
    beh qui sta al livello di responsabilita' di ognuno, nella mia societa' non c'e' stata alcuna difficolta' in questo senso.
     
  8. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    Quali pratiche? Salute e affari? :)

    Troppo caaaaaldo... mi fido.
    Ma non capisco cmq. il coinvolgimento delle società quando a parere mio è la struttura che deve esserne dotata.
    Questo forse il motivo per cui "la cosa emette qualche odorino".

    C'è ancora qualche casa libera nella tua zona (non a prezzi da killerspin) ed in società c'è spazio per altri tesserati? ;)

    A proposito di case: a quando l'obbligo di dotarle tutte di questi strumenti salvavita?
    Non credo che siano utili solo dove si fa sport.
     
  9. senigallia

    senigallia Domenico Ubaldi

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    Tennistavolo Senigallia
    Ragionamento condivisibile! Come per l'antincendio o l'impianto elettrico.
     
  10. Zakaris

    Zakaris Nuovo Utente

    Salve a tutti.
    Sono Antonello da Roma.
    Mi sembra di capire che chiunque faccia attività sportiva debba comunque (dopo ovviamente aver acquistato un defibrillatore) seguire un corso.
    Presso la C.R.I. che voi sappiate, ne fanno?
    Grazie per chi vorrà rispondermi.

    Antonello
     
  11. bvzm71

    bvzm71 Difensore Moderno o Attaccante Antico ;-)

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT... Mah! valuto alternative perchè non cambia mai nulla..
    Si fanno corsi ma solitamente x il DAE li tengono x chi è già in CRI
     
  12. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Beato te allora Tsunami!!!
    Concettualmente l'associazione per l'acquisto avrebbe senso... ma con le società che cambiano spesso palestra, come la si mette? Chi ha pensato questa legge, con il modo stupido in cui l'ha pensata, ha creato solo casino. Io e la pallavolo compriamo insieme il defibrillatore, tanto per dire. La pallavolo prox anno va via. Lo strumento a chi va? uno dei due rimborsa all'altro la propria parte, dove sta il vantaggio dell'assciarsi? Va bene solo se le società non cambiano mai struttura... Situazione solo di esempio, ma molto comune. Si è messa insieme, alla rinfusa, una legge malfatta che poteva essere pensata molto molto meglio. Per fare qualcosa di fatto bene, sarebbe stato sufficiente pensarci un po' su, invece di approvare una legge basata sul buon senso e la collaborazione, dandole per scontate in ogni società sportiva. Per esempio, per non voler far pagare interamente allo stato (inteso come scuole e strutture pubbliche utilizzate da noi società) il defibrillatore delle strutture concesse in uso, sarebbe stato opportuno introdurre una tassa una-tantum per ogni società sportiva (tanto già la paghiamo grazie all'amico fenomeno Monti, che ci fa ciucciare 100 euro tutti gli anni, così. tanto perchè voleva tassare anche noi!), per esempio 100-150 euro, per l'acquisto dei defibrillatori da parte dello stato, che a sua volta poteva poi delegare gli enti locali. Già così toglievi un obbligo alle società, facendole però partecipare alla spesa, come giusto; poi, dotando tutte le strutture di questo strumento, il problema dell'acquisto condiviso non sarebbe più esistito. Per me sarebbe potuta essere una soluzione reale: costi uguali per tutti, strutture tutte dotate del defibrillatore. Poi, per la manutenzione, una tassa di €10-20 annui sarebbe ampiamente sufficiente allo scopo, non graverebbe su nessuno in modo pesante, permettendo a tutti di avere uno strumento salvavita a disposizione. A queste condizioni, credo che tutti i presidenti di società sarebbero stati contenti di partecipare alle spese. Allo stato attuale, parlando per me: se già ci sono sempre casini per dividersi le ore della palestra, con pallavolo, pallacanestro, zumba ed altro che vogliono tutte le ore di questo mondo, e già è difficile, a volte, trovare l'accordo per far contenti tutti... come si può realisticamente pensare di condividere uno strumento (ed una conseguente spesa non indifferente) con società con cui a malapena convivi? sono cose che mi fanno solo incazzare. Alla fine, credo che buona parte delle società che non hanno la fortuna di avere un Comune che paga se lo compreranno per i fatti loro, e faranno solo bene, così saranno indipendenti dagli altri, evitando poi casini successivi per la gestione dello stesso. Io ho proposto alla scuola dove giochiamo di comprarlo insieme: mi hanno risposto "L'ufficio prevenzione e protezione è un ente esterno alla scuola, non ci risulta l'obbligo di acquisto per noi, ed anche se ci fosse lo acquisteremmo senza metterlo a disposizione di voi società sportive". No comment. Questa è la reale situazione, e chi non vede problemi o la vede semplice abita in un'isola felice... beato lui!
    Scusate lo sfogo, ma questa legge, così come ci è stata appioppata, non la vedo come un provvedimento salva vita, ma solo come uno scarico di responsabilità e costi sulle società sportive, che già fanno fatica a finire le stagioni sportive.

    Per i corsi... perchè non c'è un elenco delle strutture abilitate, a livello italiano? Non sarebbe mica così difficile pensarci! invece no, devi ancora sbatterti a cercare. A Vercelli, per dire, non ho trovato strutture, onlus od altro abilitati per rilasciare il patentino BLSD!! ridicolo!!!!
     
    A senigallia e rico60 piace questo messaggio.
  13. rico60

    rico60 gaula

    Nome e Cognome:
    federico bacci
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    perchè non un "comodato d'uso"?
    Un comodato d'uso, eventualmente condiviso ... se si condivide la struttura.
    O no ?
     
    A Casta piace questo elemento.
  14. bvzm71

    bvzm71 Difensore Moderno o Attaccante Antico ;-)

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT... Mah! valuto alternative perchè non cambia mai nulla..
    Alla fine ottobre o gennaio?
     
  15. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Da quel che so, tra gazzette, rinvii e varie, la data ultima è il 20 Gennaio 2016.
    Se cerchi trovi per lo più quel riferimento come data ultima...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 18 Ago 2015 ---
    Una quota annuale "una tantum" sarebbe una buona cosa... ma per chi, come noi, utilizza una struttura scolastica, è davvero difficile ottenere qualcosa di questo tipo...
    Purtroppo, come ho detto, chi ha pensato la legge non ha evidentemente mai fatto sport come noi, a livello locale... pensa a chi utilizza più palestre... deve comprare più defibrillatori???
     
  16. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Gennaio. La norma è (forse?) scritta coi piedi: il principio di partenza era dotare gli impianti dove si fa sport e non le singole società; come dire che gli estintori nelle palestre devono essere di proprietà delle società che le utilizzano.
     
    A Casta piace questo elemento.
  17. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Esatto, hai colto nel segno. La legge ha voluto far vedere che il governo di allora ci teneva alla salute di chi fa sport... senza però tirar fuori il becco di un euro! E proponendo una legge giusta di principio, ma pensata da chi, a differenza nostra, la palestra non l'ha mai vista nemmeno con il binocolo. Balduzzi e il suo team hanno ignorato le richieste e le segnalazioni di Petrucci, ai tempi presidente Coni, che chiedeva "equilibrio" in questa norma, proprio con un occhio alle ASD. Invito totalmente non ascoltato. Diciamo che, considerato il governo nel quale ha operato, non abbiamo di che stupirci se abbia studiato una legge con i piedi... credo che chiunque di noi persone di sport avrebbe pensato questa legge in modo più intelligente...
     
  18. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Io continuo a pensare che la scrittura fatta coi piedi servisse proprio a far credere che si dovesse procedere all'acquisto, mentre il vero impegno è quello di avere persone abilitate all'uso, dato che gli enti proprietari degli impianti hanno avuto risorse per finanziare gli acquisti. Il problema sarebbe quindi circoscritto a poche realtà che hanno in uso esclusivo/proprietà gli impianti e neanche sempre. Di fatto tutti a preoccuparsi solo di quanto sarebbe costato l'aggeggio, pochi a leggere il decreto e ancora meno a informarsi presso gli enti proprietari, finanziati per altre vie.
    Ad ogni modo c'era dietro un programma di ampio respiro che prevedeva che ci fosse una vera e propria rete di defibrillatori, teoricamente a disposizione della cittadinanza (e non come forse si pensa per i soli praticanti sportivi).
     
  19. Casta

    Casta L'ex presidente!!

    Nome e Cognome:
    Maurizio Castagno
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD - G.S. G.Regaldi Novara
    Fatto sta che il problema, oltre a trovare chi ti fa il corso CERTIFICATO (perchè per fare il corso senza certificato è più semplice...), è che devi avercelo sto defibrillatore. Quali risorse dici che hanno avuto gli impianti? nessuna... e le palestre comunali, che sono impianti da noi molto usati, non hanno alcun obbligo di acquisto. Se la scuola non è obbligata... non spende! così tocca a noi spendere... Troppe sfaccettature non calcolate, troppe situazioni comuni non calcolate... come sempre, una legge giusta di principio ma pensata con i piedi. E siamo dovuti andare a prendere un membro del CSM per pensarla...
    Fatto sta che, conti alla mano, a noi che siamo circa 25 tesserati, ecco quel che costa:

    - Acquisto defibrilatore: €1000 (stimato, spero qualcosa meno...)
    - Corso BLSD: €550 - 11 persone

    Deve sempre esserci qualcuno in palestra con il patentino... ecco perchè il corso lo faremo in tanti. Comunque, 1550€ euro stimati. Non male per una legge che doveva avere un occhio alle ASD!!!! E vai a far guadagnare le case produttrici!
     
  20. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ma siete solo voi gli utilizzatori della palestra o ci sono altre societa' ?
     
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina