1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

coronavirus

Discussione in 'Sezione Nazionale' iniziata da Tsunami!, 23 Feb 2020.

  1. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    Sospensione attività in tutta la Lombardia
    per il momento solo veneto e lombardia, mi aspetto tra qualche giorno il blocco in tutta italia non appena i nostri politici si svegliano.
     
  2. zoro

    zoro Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Zoro Chan
    Categoria Atleta:
    Promozionale
  3. Loffo

    Loffo Nuovo Utente

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Verranno annullati i campionati italiani del prossimo weekend?
     
  4. zoro

    zoro Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Zoro Chan
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Ma solo in Lombardia credo
     
  5. demonxsd

    demonxsd Utente Noto

    Tornando in discorso ping pong

    Gli Open internazionali sono in carenza di cinesi per questo motivo? XD
     
  6. roberto28

    roberto28 Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Roberto
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    bar sotto casa
    Bisogna dichiare lo stato di emergenza nazionale adesso che si è in tempo. Dopo sarà troppo tardi
     
  7. 001topspin

    001topspin Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Roberto Ermoli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT. VARESE
  8. cunni

    cunni Utente Noto

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
  9. 001topspin

    001topspin Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Roberto Ermoli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT. VARESE
    A dains98 piace questo elemento.
  10. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ragazzi, io sono un biologo e queste cose le ho anche studiate (non sono al livello di sua maestà Roberto Burioni) ma qualcosa capisco. Al momento non si può fare nulla più che arginare il focolaio, e seguire i punti rilasciati dal Ministero nella brochure. Il virus è sicuramente più forte della normale influenza ma sembrerebbe avere una letalità piu bassa. La letalità aumenta al di sopra degli 80 anni e in chi ha malattie croniche già presenti.
    Quindi niente panico e niente isterismi per favore, ovvio non andate a fiondarvi in luoghi super affollati ma non chiudetevi in casa e vivete le vs vite normalmente stando più attenti ovviamente.

    Infine affidatevi sempre a siti internet come quello del ministero dell'iss e di medical facts di burioni
     
    Ultima modifica: 23 Feb 2020
    A Chicco, dains98, cunni e 4 altri utenti piace questo messaggio.
  11. zoro

    zoro Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Zoro Chan
    Categoria Atleta:
    Promozionale
     

    Files Allegati:

  12. Kubala

    Kubala Utente

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    In Italia ogni anno prendono l'influenza tra 5 e 8 milioni di persone, e i decessi riconducibili a influenza sono 300-400 ... tasso di letalità 1 su 20.000 circa, lo 0,005%
    Il coronavirus al momento parrebbe aver colpito circa 80.000 persone nel mondo, con oltre 2.000 decessi ... tasso di letalità 1 su 40, il 2,5% circa.
    Non essendo la base statistica elevatissima, il dato va preso un po' con le molle. Inoltre, è possibile che i casi non siano tutti correttamente identificati, essendo i sintomi non dissimili da quelli dell'influenza "comune".


    Il tasso di letalità, seppur inferiore alla SARS o alla spagnola, sembra comunque drasticamente superiore all'influenza comune.

    Dopodiché, sono il primo a dire che alimentare gli allarmismi, o gridare all'untore, non serve a nulla (ed il secondo non è molto umano).
     
    A dains98 piace questo elemento.
  13. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    SmartSelect_20200223-192919_Facebook.jpg
     
  14. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Perché dici "mortalità più bassa" se la percentuale di forme acute è del 20% e la mortalità del 2% ?

    L'influenza 2019 ha avuto 5 mln di contagi, 1000 casi gravi e 400 decessi (pari allo 0.01 % dei contagiati).

    Sono esattamente sulla tua stessa linea.

    Questa statistica ci dice la ripartizione dei decessi in base all'età. Non ci dice nulla riguardo il numero di decessi rispetto al totale dei contagi.

    Io non sono impanicato ma non mi piace l'allarmismo incondizionato così come non mi piacciono le rassicurazioni consolatorie. Pretendo un'informazione corretta, poi saprò io come meglio muovermi.
     
  15. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    I dati li puoi trovare in qualsiasi articolo scientifico su pubmed e tutti concordano (compresa l'istituto superiore di sanità) che la mortalità è inferiore rispetto alle altre influenze che abbiamo già incontrato.
    La statistica sulla ripartizione d'età vi fa capire che oltre a essere infinitamente poco letale sotto una certa soglia (io sarei nello 0.2% come penso la maggior parte di voi) mentre sale vertiginosamente sopra gli 80 anni, questo vuol dire che i maggiormente a rischio sono gli anziani e chi ha patologie croniche.
    L'80% dei contagiati (fonte oms) ha la forma lieve e guarirà in men che non si dica, questo però non vuol dire che il 20% morirà. Cerchiamo di leggere bene i dati per favore.

    Avviso ai naviganti: io sono uno alla burioni non accetto idee al di fuori da chi non è un minimo competente, la scienza non è democratica, astenersi quindi se non si vuole litigare ;-)
     
    A Chicco, dains98 e demonxsd piace questo messaggio.
  16. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Dove ho scritto che il 20% morirà? I dati li so leggere.

    Ho scritto che le statistiche dicono che il 20% evolve in forma grave e la mortalità è del 2%.

    Mi puoi portare dati che che confermino che la normale influenza ha una letalità superiore o uguale?

    400 decessi su 5mln. di contagi che percentuale ha?

    Io sono uno alla Bertagna, non accetto lezioni da nessuno che non sappia portare prove a quello che dice, anche se ha una laurea.

    In ogni caso per tua conoscenza mi sto rapportando con la coppia dei miei cognati biologi (uno di loro ha grande esperienza, fu allievo e collaboratore di Dulbecco).
     
    Ultima modifica: 23 Feb 2020
  17. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Forse non mi sono spiegato bene...tu puoi essere Bertagna (e lo sei) puoi essere chi vuoi, ma un conto è confrontarmi con te un conto è confrontarmi e leggere quello che dice Burioni (da cui ho nel caso solo da imparare) e con chi hai preso contatto te (amico di dulbecco che tu saprai bene ha inventato il...?)

    https://tg24.sky.it/cronaca/2020/02/23/coronavirus-italia-virologo-pregliasco.html

    Blog | Coronavirus, non facciamoci del male da soli: il confronto con i dati dell'influenza "normale" - Il Fatto Quotidiano

    (Leggi bene tutto che ti dice come sarebbe se veramente il coronavirus arrivasse all'influenza)

    Per ora accontentati di questi, se i tuoi amici sono biologi così importanti puoi farti scaricare da pubmed gli articoli, io al momento non posso.

    Ah per inciso ho anche un dottorato e un master ma rispetto l'opinione di chi NEL MIO CAMPO ha più esperienza di me
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 23 Feb 2020, Data originale: 23 Feb 2020 ---
    Inoltre se vai a leggere il mio primo messaggio non dico che potete andare dove vi pare, perché un minimo di attenzione e di contromisure ci vogliono, ma da qui ad andare a svaligiare ed assalire i supermercati e andare in giro con le mascherine (che per inciso non servono a nulla se non le avete con il filtro apposito) ce ne vuole...e che stiamo parlando di uno molto simile alla normale influenza pensa se tornasse la peste
     
    A Chicco, dains98 e demonxsd piace questo messaggio.
  18. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    E non mi hai portato dati.

    I dati portati da @Kubala coincidono con quelli che ho io.

    2% vs. 0.01 %

    Ora Burioni è live da Fazio. Non ha ancora detto che l'epidemia di coronavirus sia come una normale influenza.

    Ma ti pare che per la normale influenza si sia messa in moto una tale macchina (Decreti legge, ordinanze regionali, scuole chiuse, teatri e cinema chiusi, coprifuoco nei pub ecc.. ).

    Burioni dice che giustamente le scuole vanno chiuse perché i bambini la prendono in forma meno grave ma se contagiati diventano contagiosi come qualsiasi adulto per chi vive loro accanto (genitori e nonni).
     
  19. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Eugenio, allora, da altre discussioni in cui ti ho seguito mi sembri una persona intelligente e comunque sopra la media, ora non credo che tu abbia avuto difficoltà ad aprire il due link, ma non importa, ti copio e incollo quello che c'è scritto tra cui anche i dati:

    "Secondo le stime del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italia ogni anno circa il 9% della popolazione è colpito dall’influenza, con un numero di morti diretti che oscilla tra i 300 e i 400 e con un numero di decessi che oscilla tra i 4 mila e i 10 mila per chi sviluppa complicanze gravi a causa dei virus influenzali.
    Il tasso di letalità (ossia il rapporto tra morti e contagiati) si attesta quindi intorno allo 0,1%. Il tasso di letalità del coronavirus – al di fuori della provincia di Hubei, persino nel resto della Cina – è ritenuto inferiore allo 0,5%. Quindi in pratica, allo stato attuale delle conoscenze, potremmo dire che il coronavirus è letale per le persone contagiate 5 volte più della normale influenza. *
    Con una differenza sostanziale: che i colpiti dal coronavirus in Italia sono, per ora, nell’ordine delle decine (anche se è ragionevole immaginare che possano crescere ancora), mentre quelli colpiti dalla normale influenza sono, in Italia, oltre 5 milioni (nelle stagioni 2017/18 e 2018/19 superarono addirittura gli 8 milioni).
    In pratica ognuno di noi, in Italia, ha una probabilità di morire per la normale influenza pari a 1 su 10.000 mentre una probabilità di morire per il coronavirus -al netto delle differenze significative tra le varie fasce d’eta – stimabile per i dati attuali di diffusione, con 50 contagiati circa – in 1 su 240 milioni (240.000.000).
    Il rischio reale di morire per il coronavirus raggiungerebbe quello di morire per influenza (e speriamo davvero che questo non accada!) solo qualora i contagiati dovessero passare dagli attuali 50 casi a 1 milione (1.000.000).
    La cosa appare piuttosto improbabile dal momento che ad oggi i contagiati sono meno di 80.000 in tutto il mondo, Cina compresa. Per cui, oltre a seguire tutte le indicazioni del Ministero della Salute, cerchiamo anche di non cedere all’isteria, che non porterebbe di certo alcun beneficio sul piano sanitario ma avrebbe invece la capacità -in negativo- di portare maggiori danni sui piani dell’economia, dell’occupazione, della libertà e dei diritti. A livello globale, ma anche nostri.
    * Per intenderci ebola aveva una mortalità del 50%, quindi 500 volte più alta dell’influenza! E 100 volte più del Corona-virus"

    "La letalità di questa malattia è bassissima. È confrontabile, anzi inferiore, a quella dell'influenza". Lo ha detto a Sky TG24, a proposito del coronavirus, Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore all'università Statale di Milano. "È una malattia che rientra nelle cosiddette infezioni respiratorie acute che fanno da corollario all'influenza in ogni inverno"

    Ora purtroppo e con molto rammarico non posso vedere sua maestà Burioni.
    Piccolo appunto i dati portati da Kubala, possono essere giusti ma su cosa si basano? Nel senso, nella sola Italia, nel Mondo?
    Inoltre i guariti sono sempre di più questo vuol dire che il nostro corpo sta prendendo le contromisure soprattutto quando le persone hanno un forte sistema immunitario.

    Altra cosa, i decreti legge ecc sono stati fatti perchè è altamente contagioso (più della normale influenza) non perchè è altamente letale
     
    A dains98 piace questo elemento.
  20. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Edit :

    Lo stesso link che tu porti (FQ blog) conferma che il 9% della popolazione italiana è stata colpita dal virus influenzale e i decessi diretti sono circa 400, quindi lo 0.01 %.

    Se analizziamo i decessi per complicanze correlate il numero decuplica fino ad arrivare a 4000 (0.1 %).

    Ora, FQ blog dice che la mortalità da coronovirus aldifuori della provincia di Hubei, (di cui Wuhan è capoluogo) è dello 0.5 % ma non ci dice qual'è la percentuale di Wuhan.
    Perché escludere il focolaio più numeroso ? Sappiamo che la mortalità è al 2% dei contagi.

    Fai tu i conti.

    Il resto dei numeri non ha alcuna rilevanza statistica.
    Stando ad una statistica rozza (il campione non è rappresentativo) 3 morti su 150 contagi è il 2% .

    Statistica rozza in mancanza di un campione statistico rappresentativo ma non ha alcun senso rapportare i 3 morti col totale dei contagiati della normale influenza. È come mescolare pere con mele!

    Rileggi questo passo: (è una cagata totale)

    "
    Con una differenza sostanziale: che i colpiti dal coronavirus in Italia sono, per ora, nell’ordine delle decine (anche se è ragionevole immaginare che possano crescere ancora), mentre quelli colpiti dalla normale influenza sono, in Italia, oltre 5 milioni (nelle stagioni 2017/18 e 2018/19 superarono addirittura gli 8 milioni).
    In pratica ognuno di noi, in Italia, ha una probabilità di morire per la normale influenza pari a 1 su 10.000 mentre una probabilità di morire per il coronavirus -al netto delle differenze significative tra le varie fasce d’eta – stimabile per i dati attuali di diffusione, con 50 contagiati circa – in 1 su 240 milioni
     
    Ultima modifica: 23 Feb 2020

Condividi questa Pagina