1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Consiglio prima racchetta in base al mio strano stile di gioco

Discussione in 'Principianti' iniziata da evilid, 14 Lug 2021.

  1. evilid

    evilid Nuovo Utente

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Buonasera a tutti, mi sono iscritto da poco proprio per chiedere consigli agli esperti del forum.
    Sono un giocatore amatoriale che gioca da anni tra amici: ai tempi del liceo avevo il tavolo da ping pong a casa e ogni giorno giocavo per diverse ore, per anni. Da un po' di tempo ho ripreso a giocare con regolarità, sempre tra amici e senza mai partecipare a tornei, senza ovviamente alcuna competenza tecnica, ma comunque ho giocato davvero tanto e mi ritengo abbastanza bravo per essere un giocatore amatoriale. Finora ho sempre usato racchette economiche preassemblate commerciali, da 10-20 euro, e vorrei passare ad una racchetta superiore. Leggendo online sul forum sembrerebbe che la peggiore delle racchette "artigianali" sia comunque migliore della più costosa delle preassemblate commerciali, per cui vorrei un consiglio direttamente da voi. Ho ovviamente letto il topic sulla prima racchetta, ma mi rimangono parecchi dubbi, anche perchè ho uno stile di gioco troppo strano e vorrei una racchetta che mi faccia divertire potenziando le caratteristiche di questo stile.
    Innanzitutto il prezzo: essendo un giocatore amatoriale e giocando tra amici, dovrei spendere poco, tra 40-60 euro.
    Vi descrivo la mia modalità di gioco: impugno la racchetta all'orientale (stile giapponese), e gioco sempre di effetto con movimenti molto ampi e traiettorie lunghe. Ogni tanto schiaccio, se se ne presenta l'occasione, ma per la maggior parte del tempo gioco lontano dal tavolo e mando in campo la palla con traiettorie lunghe, dandogli effetti sempre diversi (back spin, top spin, tagli vari) che mettono l'avversario in difficoltà, spesso cercando di colpire i bordi del tavolo nell'effetto di rientro della pallina o sfiorando la rete nei tagli (l'effetto della pallina spesso la fa camminare quel poco che basta sulla rete da farla andare in campo avversario). Insomma, mi diverto con traiettorie strane e apparentemente innaturali, a dar fastidio agli avversari (che solitamente, bravi o meno, attaccanti o difensori, giocano tutti con impugnatura classica e pochi effetti, anche se alcuni riescono molto bene a rispondere ad ogni tipo di effetto senza troppi problemi). Faccio molte finte di polso quando sono vicino al tavolo o sotto rete, per mettere giù rapidamente la palla dalla parte opposta di quella che viene prevista (ho le braccia lunghe e solitamente arrivo bene anche sulle palle corte, anche quando sono lontano), ma a parte queste occasioni gioco solitamente con maggiore controllo e minore velocità.

    Ho pensato ad un telaio allround, al limite allround+, in quanto spesso difendo ma quando capita schiaccio senza problemi mandandola in campo o comunque attacco anche se con tiri ad effetto lenti.
    Pensavo ad un telaio Gewo Zoom Pro Balance o Gewo Velox Alpha Power, ma se avete buone esperienze con telai buoni sui 30-40 euro che si adattano meglio a questo gioco, accetto ogni consiglio. Non so ad esempio come si comportano i telai cinesi cloni di telai più famosi, se come rapporto qualità-prezzo siano migliori.
    Per le gomme ho visto che quelle con maggiore spin spesso hanno spessori di 2,2 mm e ho paura che siano troppo incontrollabili per essere una prima racchetta. Ad esempio avevo adocchiato la Gewo Neoflexx eFT45 (questa è 1,9 mm) che però è costosetta o le Galaxy Sun o Moon (che sono 2,2 mm), ma se ne potete consigliare di economiche con un ottimo spin, magari una più veloce ed una più lenta con ottimo controllo, è meglio.

    Anche se ce ne fossero usate in vendita sul mercatino, di adatte a questo gioco, sarei interessato.

    Grazie per l'attenzione ed i consigli :)
     
  2. demonxsd

    demonxsd Utente Noto


    Se l'intenzione sarebbe giocare così senza avvicinarti verso il tennistavolo.

    Andrebbe bene anche una gomma cinese da 3 Euro, e fai tutto o anzi forse anche meglio.

    L'ideale sarebbe che tu trovassi un centro/società in modo di avvicinarti alla pratica agonistica e così oltre imparare/migliorare la tecnica corretta.

    Troveresti persone con chi confrontarti, e anche chi ti consiglierebbe direttamente una racchetta, meglio ancora se sarà un allenatore.
     
    A off-ready piace questo elemento.
  3. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO

    ..se sarà un allenatore..

    Bella questa,ma...una volta imparata una tecnica "migliore",magari quella ortodossa, che non è detto lo possa ancora interessare,....
    a)siamo proprio sicuri che il nostro forumista abbia intenzione di partecipare e cimentarsi in Tornei e Campionato,ampliare le sue conoscenze pongistiche,quando già così si sente appagato,sorattutto quando mette in difficoltà i propri amici con i tagli e le rotazioni che gli sono congeniali,con il suo gioco personalissimo sperimentato da tanti e tanti anni?con cui ricava i risultati da lui ricercati,senza bisogno di cimentarsi in ulteriori prove e mettere a rischio quanto già sa,andando incontro a cocenti delusioni?
    b)il Tecnico di Società ha già un suo "Gioco" in mente,forse due?tre?Ad ogni modo proporrà quello tipico che serve ai suoi allievi o compagni di squadra di ottenere i migliori risultati singolarmente o per la Società per cui è attivo,o rappresenta. Cioè mette in atto tutte quel le misure per fare del buon Tennis tavolo e,attraverso i risultati conseguiti,caratterizzare e dare lustro al proprio modo di insegnare e di proporsi.Altro è fare il ping-pong,dove non si mira al conseguimento immediato,o talvolta angosciante,ma per certuni irrilevante,se non deprimente del risultato da conseguire prima di tutto.Sono altri i fattori che attirano moltissimi appassionati,ma poi si trovano davanti alla porta
    della Società pongistica,con le sue logiche,le sue mire,spesso distanti anni luce da ciò che uno cerca o può mettere in campo al momento,tempo,soldi,....voglia di apprendere,insomma investire se stesso nel nuovo sport."Che faccio,entro?"
    Potessimo allargare quella porta,quanti nuovi effettivi tesseramenti avremmo in più?
    ettore
     
    A shamisen piace questo elemento.
  4. demonxsd

    demonxsd Utente Noto


    Beh se non si ha intenzioni di avvicinarsi allo sport.

    Tanto vale continuare con quello che ha o al massimo come già detto una cinese da 3 Euro.
     
  5. Ozen

    Ozen Utente

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Se giochi a livello amatoriale con l' impugnatura alla giapponese l' unica cosa che ti consiglio è un telaio economico e non troppo veloce adatto a quel tipo di impugnatura. In quanto alla gomma secondo me meglio morbida e lenta tipo le donic slice 40, ma se non hai intenzione di spendere troppo le cinesi economiche vanno benissimo, le Corbor Reactor le vendono in coppia, sono molto economiche e danno un ottimo spin perchè sono appiccicose
     
  6. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Se giochi a livello amatoriale con l'impugnatura alla giapponese....
    Ci si chiede:"Ma quanti e quali giocatori di quelle isole giocano,o giocherebbero con la supposta impugnatura alla giapponese?E chi soprattutto,sia a livello maschile,che femminile?"Che non sia la famosa impugnatura a penna,solo che si differenzia da quella cinese per una diversa presa e posizione delle dita nel lato posteriore della racchetta?
    ettore
     
    A Ozen piace questo elemento.
  7. Ozen

    Ozen Utente

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Si oggigiorno non è molto diffusa la scuola con impugnatura alla giapponese (con le dita stese nella parte del rovescio e non chiuse a "ventaglio" come nell' impugnatura cinese). Ho visto solo Kazuo Matzumoto (Brasile) insegnare agli allievi con quell' impugnatura in questo periodo. Inoltre ci vogliono delle gran gambe per trarne reali benefici.
    Bisogna capire se l utente Evilid gioca effettivamente alla giapponese o alla cinese. A livello amatoriale ho visto impugnature molto creative :) però se il suo scopo è quello di divertirsi e migliorare leggermente giocando con gli amici può andare bene tutto
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  8. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Racchetta con impugnatura alla giapponese,ma anche....
    Inoltre ci vogliono delle gran gambe per trarne reali benefici (citato)
    Detto delle gambe che occorrono davvero e,se ben utilizzate,ritornano utili per tutti i tipi di colpi,forse è meglio non rimarcare già dall'inizio questo concetto con i neofiti,che potrebbero essere demotivati nel provare e migliorare il proprio gioco con queste impugnature a penna,ben consapevoli loro che il movimento dei piedi è ancora impacciato e impreciso,anche per mancanza di allenamento specifico.
    Ma,seppur ci è dato da vedere ancora ben pochi praticanti con tali impugnature a penna,che indubbiamente ci sono,andiamo a osservare il gioco in prospettiva tenendo conto delle differenze(potrebbero tornar utili anche per chi tiene la racchetta all'occidentale,o più comunemente all'europea),così ben spiegate nel post precedente,da cui traggo in sintesi:
    a) alla giapponese :con le dita stese nella parte del rovescio
    Ci saranno senza dubbio,qui, dei giocatori che adottano l'impugnatura alla giapponese,quella con le dita rivolte all'indietro,ben stese,inizialmente tenute semiaperte e morbide,credo, dietro la racchetta e potranno ben dire se ne traggono vantaggio per un gioco più aperto,fatto di continue anticipazioni,spinta colpo su colpo,cercando fin da subito la potenza e si sentono a proprio agio su campo aperto,con controtop risolutori o finali,come visto fare dai migliori interpreti(anche cinesi,ma che adottano in modo mirabile tale impugnatura detta "alla giapponese");
    b)alla cinese:chiuse a "ventaglio" come nell' impugnatura cinese
    Adesso vediamo i giocatori con impugnatura più propriamente "alla cinese",che potranno anche intervenire e suggerire.Quelli che,appunto tengono le dita più rattrappite e aggrovigliate attorno al manico,chiuse "a ventaglio"(è questo il senso,vero?)dapprima in modo più leggero,poi via via irrigidendosi per meglio guidare il colpo,potrebbero ben dirci se, così facendo e interpretando l'impugnatura,non trovano effettivo vantaggio nel promuovere un gioco fatto di grandi, continue e sempre diverse rotazioni ,effettuate in modo asfissiante fin dal primissimo top,ma sempre vicino al tavolo,che dominano da par loro e con l'inziativa del gioco sempre nelle loro mani.
    Ciò che accomuna i giocatori con le due differenti impugnature è la loro grande abilità nel camuffare le battute e ottenere vantaggio per il prosieguo del loro gioco.Anche se qui entrambi rilasciano le dita per avere più libertà di manovra e mobilità del polso.
    Ci sono poi quei giocatori,cosiddetti con impugnatura a penna,di altissimo profilo e abilità,che adottano entrambi gli stili,personalizzandoli per ottenere proficuo vantaggio sia nei pressi del tavolo,nel primissimo colpo,sia allontanandosi per avere più spazio entro cui muoversi e lanciare le loro deflagranti,quasi imprendibili, bordate.Penso a Xu Xin,uno famoso,che secondo me,a seconda dei casi cambia spesso impugnatura.Ce ne sono altri?
    ettore
     
    A Ozen piace questo elemento.
  9. Ozen

    Ozen Utente

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Condivido il messaggio in pieno Ettore. Da quel che so le impugnature cinesi hanno diverse varianti, una controparte delle nostre impugnature "di dritto" (con il piatto della racchetta angolato più in direzione del pollice) "di rovescio" (con il piatto angolato più in direzione del rovescio) e "neutrale". Non le conosco bene, avevo visto un video a riguardo tempo fa ma sarebbe interessante leggere qualche commento di giocatori o tecnici più esperti a riguardo. Sicuramente il gioco a penna aumenta la mobilità di polso, quindi, se usato bene, i servizi ne traggono vantaggio ( mi viene in mente Ma Lin ).
    Comunque hai capito perfettamente cosa intendevo con "dita a ventaglio" :approved:
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  10. zoro

    zoro Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Zoro Chan
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    ciao se vuoi continuare ad impugnare alla giapponese ho un telaio da togliere della hero sul forum le gomme te le regalo sono già montate
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 19 Lug 2021, Data originale: 19 Lug 2021 ---
    tornando al tuo post, io posso solo consigliarti di giocare con gomme dure, le cinesi vanno benissimo! Poi devi cercare di imparare la tecnica che con l'impugnatura a penna è molto diversa da quella usata sui nostri tavoli. giocherai molto da block con spinte e se riesci a capire la tecnica del dritto , puoi pure provare a fare qualche apertura. Io mi baserei su block e dritto, che di solito sono le armi che usano i cinesi per giocare o i giapponesi che amano tantissimo il taglio. Guarda su internet magari puoi trovare degli spunti, o degli allenatori che spiegano la tecnica.Cmq io andrei su gomme controllabili, medio dure-dure, perche se prendi un telaio a penna di solito sono spessi 2 cm . buon ping pong.

    ti linko il telaio in vendita:
    VENDO - Telaio Senza Marca YINHE HERO - Dritto - Condizioni: Nuovo
     

Condividi questa Pagina