1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Confronto Spinlord Keiler Gipfelsturm Orkan II

Discussione in 'Consigli & Test sui Materiali' iniziata da mauriziopong, 29 Mag 2019.

  1. gspix

    gspix Utente Noto

    Squadra:
    A.S.D. ASTRA
    Secondo me più che il telaio è la Orkan che non va bene, molto fastidiosa nel block e nello scambio piatto ma difficile da gestire, molto meglio la keiler che mantenendo caratteristiche simili è un pizzico più lineare.
     
  2. Arise

    Arise Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    la gomma perfetta non esiste, se va bene in una cosa va male in un'altra
    vuoi disturbo? sai in partenza che dovrai pagarlo con perdita di controllo e difficoltà di utilizzo
    la vuoi facile da usare e polivalente? il disturbo sarà basso e dovrai metterci tanto di tuo
    per farla rendere bene
     
    A silvio91 e ggreco piace questo messaggio.
  3. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Con la media tutte le palle diventano incerte per il tuo avversario, a patto di tenere la palla bassa.
    Una buona caratteristica della media è quella di poter prendere l'iniziativa con il flip più facilmente di altri materiali e con buona velocità e precisione, oppure quella di piazzare bene il palleggio e variarne e mascherarne l'effetto, con il risultato di far partire male o far sbagliare l'avversario.
    Solo l'esperienza Ti potrà far capire come usare lo strumento e quali soluzioni scegliere volta per volta ed avversario per avversario.

    Girare è un'ottima strategia, ma richiede un talento che non tutti hanno o riescono a costruire.
    Condurre il gioco con il rovescio controllato è un buon sistema di gioco, bisogna avere però pazienza nel costruire il punto. Personalmente credo si somigliare a questo tipo di gioco, salvo che l'iniziativa di solito la prendo io con il flip o con un palleggio piazzato.

    Assolutamente vero, vedi precedente commento.

    Se fai troppi errori perché il gioco ti si ritorce contro, probabilmente hai bisogno di qualcosa un po' più lineare, come la Keiler o la Gipfelsturm, oppure hai bisogno di lavorare su come colpisci di rovescio.
    Infine le palle "storte" che metti in gioco possono ritorcerti contro quando giochi con il diritto, perché costretto a giocare palle che non conosci: qui solo giocando delle gare finalizzate a capire come devi giocare e non al risultato puoi risolvere il problema.

    Lo strano è che ti sei trovato bene con la lunga che è più diversa dalla liscia di quanto non siano la media e la corta: ipotizzo che la lentezza della P4 ti perdona qualche carenza tecnica nel portare il colpo di rovescio.
    Rimangono due punti da tenere presente:
    1 - materiale diverso può implicare la necessità di adattare colpi sviluppati con il vecchio materiale: se il tuo scambio di rovescio è giocato con una componente di lift superiore il colpo va cambiato, senza necessariamente stravolgerlo, stesso discorso per il tempo sulla palla e la forza da imprimere nel colpo
    2 - la maniera ottimale di utilizzare una puntinata corta o media in attacco è colpire piatto attraverso la palla, senza liftare se non in condizioni particolari
    Infine, paradossalmente, per imparare bene ad usare una puntinata in attacco è meglio utilizzare una media, perché ti costringe a colpire bene attraverso la palla: questa abilità tornerà poi utile anche se si passa ad altro tipo di puntinata.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 7 Giu 2019, Data originale: 7 Giu 2019 ---
    Secondo me voleva dirti che giochi al di sopra dei tuoi mezzi, o forse ti augurava di finire in un'uragano di ruote con raggi dandoti l'appellativo di cinghiale...
    In entrambi i casi avresti dovuto riempirlo di mazzate :)
     
    Ultima modifica: 7 Giu 2019
    A eta beta piace questo elemento.
  4. mauriziopong

    mauriziopong Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Maurizio De Zuliani
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Astt Eureka Roma
    Ohhhhhhhhhhhhh, finalmente le risposte che aspettavo! Quindi mi confermate che è la Orkan ad essere un po' ostica! Poi in generale temo che un po' tutti confondano il "disturbo" con la capacità di "invertire". Personalmente trovo molto disturbante quello che non mi è chiaro piuttosto che la certezza di un comportamento. Preferisci una gomma che mi permetta con sfaccettature di movimento di cambiare in maniera sensibile o simulata gli effetti, piuttosto che invertire qualunque cosa. Invertire e basta può andare bene per qualche colpo, poi l'avversario è un minimo smaliziato riesce a trovare le contromisure e arrivederci.

    Questo per cercare di far capire in generale che il problema non è cambiare i movimenti, ma capire quale siano in maniera definita, cosa che questa gomma al momento non mi permette di fare. Ho giocato anche con la Rebellion dell Dermaterialspezialist, e un mesetto anche con la Metal Death....
     
    A VUAAZ piace questo elemento.
  5. VUAAZ

    VUAAZ Utente Attivo

    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Maurizio non mi permetto di darti consigli perché sei più di 1000 posizioni sopra di me, ti porto la mia esperienza con la dr. Evil.
    È una corta a legno che ti permette di spezzare il gioco, facile da usare, sente poco gli effetti, non inverte molto ma genera palle morte e strane, se choppi la palla arriva tagliata, se vuoi aprire di rovescio è molto facile, chiaramente attacco secco senza giro.
    Di contro è molto lenta, più della Keiler, e il block va fatto con il piatto un po' più aperto.
    La Keiler come traiettoria è più simile ad una liscia rispetto alla dr evil.
    Dieci euro per una prova li investirei
     
    A mauriziopong piace questo elemento.
  6. mauriziopong

    mauriziopong Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Maurizio De Zuliani
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Astt Eureka Roma
    Intanto se estendiamo il concetto di materiale oltre al telaio, e cioè consideriamo come strati dello stesso sandwich anche le gomme, cambiando le gomme cambia tanto il comportamento del complesso racchetta. Nel caso del combi ti faccio un esempio banale: prendiamo una parete di foratini, e sopra ci incolliamo uno strato di forex; dietro la parete invece incolliamo un materasso e poi il forex. Abbiamo simulato una specie di combi. Adesso giochiamo con un pallone da tutte e due i lati del nostro pseudo telaio, non mi venire a dire che abbiamo lo stesso comportamento, o che la differenza dei materiali incida poco...se per elasticità viene intesa solo la capacità di flettere del telaio è probabile che tu sia più vicino alla ragione, ma è indiscutibile che se come strati finali su un telaio incollo legni capaci di assorbire gran parte della quantità di moto che arriva dalla pallina, oppure di renderla quasi al 100% anche la flessione del telaio ne risentirà, e non così poco. Pensa alle anti trattate, capaci di assorbire con la spugna "upgrade" totalmente l'energia del colpo che arriva e che influisce in maniera totale sul telaio su cui viene montata.

    Mi sto beccando cazziate e consigli dall'inizio del post, ma immagino che molti dei ragazzi che scrivono hanno incontrato diversi problemi o sono fallosi anch'essi nonostante abbiano capito come usare il materiale, altrimenti sono seconda!
     
  7. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Gli strati esterni di un combi sono solitamente di pochissimi mm. , non puoi paragonarli ad un materasso, neanche se ci metti balsa da una parte e tanganika dall'altra.

    Io mi soffermavo sulla tua affermazione circa lo strato di carbonio spostato su un lato della racchetta.

    Pure Butterfly si è messa a produrre carbon inner layers dopo che da sempre ha prodotto outer , ma a parte differenze di tocco non ci sono differenze strutturali che modifichino il modulo di elasticità.
     
  8. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Non è molto diversa dalla Keiler.
    Continuo a pensare che Tu non abbia capito con che tempo e con che tipo di impatto giocare con la puntinata sul rovescio: con la lunga sai già che non puoi fare grandi cose, ed è lenta, quindi perdona le imprecisioni, con la media con gp tensionata come Orkan o Keiler il rovescio diventa veloce quindi devi essere più preciso, ma se impari a colpire bene piatto o mezzi piatto senza incertezze, ed a stoppare il colpo al momento giusto nel block, hai grandissimi margini di miglioramento.
    Infine la corta si comporta abbastanza come una liscia, ma non è necessariamente un vantaggio, perché non sei motivato a colpire piatto o mezzo piatto, perché riesci a metterla dentro anche quando strisci tanto la palla: in questo modo non sfrutti le potenzialità di una corta.
    Io adesso sto usando la racchetta con la Waran, avendo imparato prima con la Keiler e poi con la Orkan a colpire bene piatto adesso rendo bene (relativamente al mio livello...) anche con questa corta.
     
    A eta beta e Tsunami! piace questo messaggio.
  9. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Proprio ieri sera ho avuto un incontro ravvicinato con una famiglia di.. keiler :) IMG_20190607_003055.jpg IMG_20190607_003036.jpg
     
    A ggreco piace questo elemento.
  10. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    la orkan ha i puntini cilindrici come le p.l., mentre la keiler li ha conici per cui si comporta più come una liscia.
    da quello che scrivi nel post #44 ti aspetti dalla orkan quello che facevi col puntino lungo : ebbene non funziona proprio così; ha scritto bene ggreco nel suo post #48.
     
  11. luca.dalco

    luca.dalco utente scarso

    Nome e Cognome:
    Luca Dal Conte
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Sisport Torino
    mmmm, che non si possa fare grandi cose con la lunga non ci scommetterei una grande cifra.:LOL:.
    Come detto, il mio livello non è assoluto per cui non è una voce autorevole e, come diceva @mauriziopong, c'è da considerare quanto un giocatore sia falloso, ed io modestamente me la cavo in questo ambito:king:, ma si può fare veramente molto, anche tirare con una considerevole velocità.
    Per non parlare del mio gioco, ti posso fare l'esempio di Crosetti, che sicuramente conoscerai; siamo d'accordo che anche in questo caso non si tratta di un prima categoria, ma sicuramente non si può dire che faccia un gioco lento o difensivo:approved: ed usa la spike P2, una stretta parente della TSP P4
     
  12. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Vero. Io sono passato alla corta sul dritto solo per eliminare il cambio impugnatura che da rovescio a dritto mi dava qualche problema.

    Ora, tenendo il dritto più aperto ho già il rovescio chiuso (liscia) però tendo a fare l'apertura strisciando la palla e solo in chiusura colpisco piatto, non sfruttando appieno il puntino nelle aperture.

    Ho notato che sbaglio molto di più lo smash contro difesa alta. Forse devo anticipare di più anzichè colpire all'azimuth della parabola?
     
    Ultima modifica: 7 Giu 2019
  13. mauriziopong

    mauriziopong Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Maurizio De Zuliani
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Astt Eureka Roma
    Scambio più facilmente con una P1R che con la Orkan...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 7 Giu 2019, Data originale: 7 Giu 2019 ---
    L'esempio è un limite ma che serve solo a comprendere quanto può incidere un materiale rispetto ad un altro. Tutti i telai sono spessi qualche millemetro eppure siamo qua a discutere di parabole, rigidità e quant'altro. Evidentemente quei pochissimi millemetri racchiudono mille varianti possibili e mille potenziali giocatori diversi a cui potrebbero piacere oppure no. Ti assicuro che se inverto le gomme l'impatto a e la parabola che si ottengono sono diverse ed esattamente l'opposto di quello che cerco. Sono partito con la Ianus 1 serie proprio appena messo il puntino lungo. Poi per gusto e quel pizzico di piacere che amo nel dare un tocco di personalità alle mie cose, ho chiesto a Claudio Barbieri di apportare alcune piccolissime modiche che comprendevano le dimensioni del piatto e lo strato finale delle due facce, ed il telaio risultante è uscito notevolmente diverso dal precedente, al punto che è stato necessario trovare delle gomme diverse. E al millemetro non ci siamo nemmeno arrivati, ma solo qualche decimo
     
  14. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Allora parli con la persona giusta: la stagione 2017-2018 l'ho giocata con il P1R da 1.0 mm sul rovescio, e ti posso dire che effettivamente, con una tecnica simil topspin è più facile scambiare con quella (o con la Cloud&Fog III 1.0 mm) che con la Orkan II o la Keiler.
    Con queste ultime con lo scambio parti con la racchetta più alta rispetto a quando scambi con la liscia o con la lunga e vai avanti ATTRAVERSO la palla piuttosto che in avanti-alto strisciando in parte la palla, ed il momento giusto è al culmine della traiettoria o in fase ascendente ma al di sopra della rete.

    Con la P1R invece viene bene la spinta piatta a racchetta quasi verticale sul palleggio tagliato avversario, quello che vedi qui:

    Visualizza: https://youtu.be/vjMSGj8_4xI
    e che non viene con la media, a meno che non la usi ox, vedi qui, DMS Hellcat ox:

    Visualizza: https://youtu.be/sBHF7NT639Q


    Spero che queste mie note Ti siano utili...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 7 Giu 2019, Data originale: 7 Giu 2019 ---
    Secondo me sì, assolutamente.
     
    A mauriziopong e eta beta piace questo messaggio.
  15. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Leggi questo passaggio e dimmi cosa ne pensi :

    " La citazione è sul telaio COMBI che Xxxx Yyyyyy ha costruito secondo mie indicazioni. La mia idea era la seguente: di solito i telai combi (spesso quelli che si usano per murettare con puntinate lunghe o anti) hanno un legno più morbido sul rovescio e il carbonio dalla parte del dritto. Ho proposto un esperimento. Poichè il "materiale"...funziona meglio su un telaio rigido, ho chiesto un telaio che avesse il carbonio sul rovescio e che lo strato superiore fosse un legno più rigido, come il rosewood. Sul dritto volevo invece un tocco più soft, un paio di strati più elastici, per dare più parabola e rotazione al top ed evitare problemi come ad esempio con il Xxx, ottimo di rovescio, ma una pietra sul dritto. Il risultato è stato... quello che ho provato e sto usando attualmente. Il rovescio rigido mi consente un contatto secco e preciso che esalta le qualità del materiale, sia puntino lungo che anti, il controllo è ottimo grazie anche alla balsa 3,5 dello strato centrale; il dritto più morbido agisce come avevo previsto. Di conseguenza direi un combi di completa nuova concezione che soddisfa le mie esisgenze di giocatore al tavolo e che credo possa dare soddisfazioone a tutti quelli che fanno questo tipo di gioco"
     
  16. mauriziopong

    mauriziopong Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Maurizio De Zuliani
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Astt Eureka Roma
    Ok, che c'è di così allucinante che non riesci a digerire? Forse non ha usato termini fisicamente corretti ma non mi sembra assurdo quello che descrive. Parliamo del topspin: mi arriva una palla con una certa velocità e quindi con un vettore, impatta la mia racchetta durante l'esecuzione del top con un suo vettore e con un angolo diverso e possiamo calcolare una risultante; il vettore rimbalzo palla potrà essere da quasi lo stesso a quello che arriva (un poco di dispersione d'energia c'è anche col materiale più duro che esiste) o diminuito di quanto (a parità di gomma) il legno del telaio riuscirà "smaltirne" la forza in base alle proprie caratteristiche. E tanto più tratterà la mia pallina tanto più grande sarà il vettore top, con conseguente incremento di parabola. È abbastanza semplificato ma comprensibile. Adesso se il mio lato del dritto ha una serie di legni morbidi ma ben strutturati prima di sentire l'intervento del carbonio che è dall'altro lato ce ne vuole. Al contrario se colpiró di rovescio il legno rigido e compatto incollato al carbonio avrà un tempo di contatto molto ridotto e quindi manterrà più energia in arrivo dalla palla, e darà poca incisività alla mia azione in top, mantenendo parabola bassa e tesa
     
  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Non capisci che basta girare la racchetta per avere lato duro (non rigido) sul dritto o morbido (non elastico) sul rovescio , o viceversa?

    Questo scritto dovrebbe farti capire che siamo in presenza di suggestione.

    Riguardo la tua spiegazione, il telaio non è un muro vincolato da ambo le estremità, ma può essere considerato come una trave incastrata (nella mano) libera di vibrare, ecco perché si comporta come un unicum. Basta una gommapiuma di uno 0.5 più alta o più bassa e tutto ciò che può dare lo strato esterno di pochi decimi di mm. è bello che annullato.
     
    A Tsunami! piace questo elemento.
  18. mauriziopong

    mauriziopong Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Maurizio De Zuliani
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Astt Eureka Roma
    Noooooo, non ci avevo mai pensato...semplicemente Xxxxx Yyyyyy intendeva dire che di solito nel combi viene usato il carbonio per aumentare la potenza di chiusura del dritto, lasciando al rovescio il compito di gestire taglio apertura e scambio, gioco che era la ricetta base dei grandi campioni (salvo rarissime eccezioni) negli anni 90 e ancora nei primi anni del nuovo secolo. Lui ha girato semplicemente la racchetta e ha ottimizzato gli stati finali in funzione del materiale che avrebbe usato e della posizione sul tavolo che predilige, cioè rispettivamente puntino e attaccato al tavolo per un gioco decisamente più attuale. E cmq il complesso racchetta è molto più articolato di quello che vuoi far passare tu. Se fosse così come dici tu basterebbe montare gomme max e giocare con il racchettone da spiaggia tanto è uguale
     
  19. bum bum

    bum bum Utente

     
  20. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Non saprei, forse lo dice nel video...
     

Condividi questa Pagina