1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Certificato RETURN TO PLAY

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da romanob, 16 Feb 2022.

  1. romanob

    romanob Utente

    Nome e Cognome:
    Benedetto Romano
    Squadra:
    Galleria Auchan Mugnano (NA)
    Salve,
    volevo sapere se queste raccomandazioni della FITET riguardo il return to play sono una REGOLA oppure sono solo delle raccomandazioni mediche.
    Se qualcuno della nostra societa' ha avuto il covid ed è guarito puo' giocare in campionato e fare i tornei regionali SENZA dover per forza avere questo certificato di return to play oppure potrebbe essere oggetto di ricorso delle altre squadre o essere non ammesso ai tornei?
    La regola rimane sempre quella di dover avere il certificato di idoneità sportiva in corso di validità, giusto?
    Che ne pensate voi?
    Perchè in palestra si sta alzando un polverone per questa cosa visto che molti sono guariti dal covid e non sapevano di questa cosa. Qualche squadra sta approfittando della cosa per fare ricorso...ma sono fondati?
     
  2. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Il "Return to play" è una regola, che come sempre viene aggirata dai furbi. Se chi ha fatto il Covid non ha detto niente a nessuno potrà giocare tranquillamente, perchè il certificato di idoneità viene sospeso solo se viene informata la Fitet.

    Una squadra potrebbe fare ricorso se avesse la prova della positività di un avversario, ma sarei curioso di vedere come si svilupperebbe il contenzioso che ne scaturirebbe
     
  3. romanob

    romanob Utente

    Nome e Cognome:
    Benedetto Romano
    Squadra:
    Galleria Auchan Mugnano (NA)
    Però che scritto bello grande RACCOMANDAZIONI, anche sul quello emanato dal ministero della salute.
    https://www.sport.governo.it/media/2422/circolare-idoneita-sportiva-np-covid-13-1-20.pdf


     
  4. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Le "raccomandazioni" riguardano le differenti modalità di esame, a seconda della gravità del contagio e dell'età, che non possono essere obbligatorie, perchè sono i medici a decidere gli esami da fare.

    Il "return to play" è sempre obbligatorio, come si vede in questo file con le procedure Fitet. Come si può notare "...il presidente della ASD/società sportiva è tenuto a comunicare alla FITET ogni situazione di positività che riguarda i propri “tesserati atleti agonisti” (indipendentemente dal fatto che sia prevista una loro partecipazione a breve alle attività agonistiche federali) assumendosi, nel caso in cui ciò non avvenga, la responsabilità in relazione al rischio di contagio all’interno della struttura sportiva ed alla eventuale pratica di attività sportive agonistiche.
     

    Files Allegati:

    A neutro piace questo elemento.
  5. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    L'esito dei tamponi è registrato, bisogna appunto vedere quanto è in grado/vuole fare la federazione in questi casi. L'eventuale positività di un atleta non è difficile da verificare, dipende appunto da quanto si vuole e si può fare.
     
  6. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Ma non la puoi verificare tu come presidente
     
  7. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Non è così semplice: il database ATS non si incrocia con quello delle federazioni, per i soliti motivi di privacy, per cui è la società che deve segnalare il positivo (ammesso che il positivo lo segnali alla società)
     
  8. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Quindi il Return to Play non è una norma ma uno scaricabarile come tutto quanto visto durante il periodo Covid.
     
  9. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Non vedo differenze rispetto al principio, in vigore da anni, che prevede la responsabilità delle società per il controllo delle certificazioni mediche agonistiche dei suoi atleti
     
  10. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    E che controllo puoi fare? se la ottiene (del tipo corretto) verifichi la scadenza e lo tesseri.
     
  11. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Appunto, la società da sempre ha solo il ruolo di "notaio" sui certificati medici dei suoi atleti, un impegno che in passato, quando non c'era l'obbligo di inserire la data di scadenza in fase di tesseramento, veniva assolto abbastanza "allegramente"
     

Condividi questa Pagina