1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Caratteristiche Nittaku shake off

Discussione in 'Consigli & Test sui Materiali' iniziata da mariofordi, 29 Dic 2017.

  1. mariofordi

    mariofordi Utente Attivo

    QUalcuno mi sa Dire le caratteristiche di questo telaio rispetto a quelli moderni? E’ ancora veloce? Elastico? Grazie
     
  2. caph

    caph Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    andrea|trabucchi
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    TT ACLI Lugo
    Io ce l'ho e effettivamente è un po' lento per le sue caratteristiche originarie, però non è così scarso eh, con le gomme giusta ha ancora il suo perché. Ho letto da qualche parte che non è stato uno dei migliori telai della nittaku, non quello riuscito meglio. Insomma con il new all (ho anche quello) non c'è paragone. Ribadisco comunque che le tue soddisfazioni puoi prenderle lo stesso, poi dipende sempre come giochi. Credo che oltre un certo livello diventi troppo lento rispetto ai materiali di oggi.
     
  3. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Telaio storico oggi con le palline nuove e senza la colla fresca e considerato un po lento altra particolarità l impugnatura piccola tipica di alcuni nittaku.
     
  4. caph

    caph Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    andrea|trabucchi
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    TT ACLI Lugo
    quoto, difatti qualcuno lo allargava in fondo con il nastro dei manici delle racchette da tennis; devi dire però che usandolo ti ci abitui
     
  5. ggg

    ggg Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Giovanni
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Io ho due shake offence residui, sono arrivato a quattro ma gli altri due li ho venduti. Penso che sia un grande telaio, la pallina si sente benissimo, l'impugnatura però è pessima.
     
  6. skevros

    skevros Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    ASD TT Campomaggiore Terni.
    elastico o semirigido ?
     
  7. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    l'ho provato, un normalissimo telaio elastico molto simile per caratteristiche e velocità al tibhar samsonov premium; confermo il manico piccolo.
    come qualche altro telaio *storico*, inspiegabilmente sopravvalutato (economicamente intendo) vedi Jonyer, Primorac ma soprattutto *mattonella* Mizunov
     
  8. skevros

    skevros Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    ASD TT Campomaggiore Terni.
    non ho provato sia lo shake che il samsonov, però da quello che ho letto in giro, mi pare di capire che il samsonov sia più rigido...
     
  9. tigrepong62

    tigrepong62 Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Squadra:
    battitore libero
    Mi permetto di intervenire perchè ho usato il Nittaku qualche lustro fa, e posso dire di
    averlo trovato davvero troppo elastico per i miei gusti ,tanto da sparare fuori la mia
    (allora) potentissima schiacciata a causa del suo flettersi.Discorso diverso per il top,
    nel quale era quasi insuperabile per rotazione e precisione.Il tutto ovviamente
    condito da ottima ed abbondante colla fresca.Vorrei chiedere a Tsunami in cosa trova
    sopravvalutato il Mazunov, visto che è davvero un gran telaio e non costa una fortuna.
    Tra l'altro ,se è rimasto praticamente immutato ed sempre in listino per tanti anni,
    deve avere ancora tanti fans.Con le Calibra forma una splendida accoppiata, ed ha
    molto controllo per essere così veloce. Approfitto dell'occasione per inviare i miei
    più entusiastici auguri di Felice Anno Nuovo a tutti gli utenti del Forum. Saluti
     
  10. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    Il Nittaku è un telaio che fa innamorare alla follia i suoi estimatori (molti) e che lascia gli altri indifferenti (altrettanti). Come telaio per il gioco attuale è un po' lento ed molti dei suoi estimatori più irriducibili si sono dovuti convertire ad altri legni.
     
    A Alexander e tOppabuchi piace questo messaggio.
  11. skevros

    skevros Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    ASD TT Campomaggiore Terni.
    quello che mi lascia perplesso è l'elasticità di un telaio in relazione alle nuove palline, secondo me ci vuole qualcosa di più rigido.
     
    A andras piace questo elemento.
  12. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    L'elasticità ora come ora serve per cercare di dare più rotazione possibile a queste palline che viaggiano costantemente "piatte".
    Però servono telai più veloci perché la velocità media degli scambi si è alzata rispetto a prima.
     
    A tOppabuchi, skevros, Sartori Giovanni e 1 altro utente piace questo messaggio.
  13. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Ne ho ben due....usati molti anni fa con colla fresca e pallina da 38, livello 4a categoria medio-alta.
    Per l’epoca era una bomba, adesso è superato....lo equiparerei ad un buon allround nemmeno troppo veloce.
    Tocco sopraffino ( se hai un po’ di mano la pallina va davvero dove tu vuoi ), un’ ottima rotazione e se picchiavi secco, la pallina viaggiava forte.
    Molto leggero e bilanciato, con un sottile strato di carbonio che gli dava la giusta flessibilità per il gioco di allora e gli strati esterni....di quella meravigliosa essenza chiamata hinoki della quale quasi tutti i giocatori anche oggi si innamorano per le sue qualità.
    Il manico: o lo odi o lo ami....ed io l’ho amato seppur modificandolo con carta vetrata per adattarlo alle mie mani non molto grandi.
    L’ho pensionato, a malincuore, a causa di problemi tendinei all’ articolazione della spalla: finivo gli allenamenti o le partite e dovevo forzare molto (con le nuove palline da 40mm e il divieto di utilizzo con la colla fresca) e ciò mi procurava dei forti dolori.....passando a dei legni che mi dessero gli stessi risultati perlomeno in velocità e controllo.


    Però devo per correttezza confessarvi che, nel secondo alloggiamento della mia custodia doppia....è sempre pronto ad intervenire in casi di emergenza con su montate due Donic jp01 nuove fiammanti....
     
    Ultima modifica: 1 Gen 2018
    A E.Manu e skevros piace questo messaggio.
  14. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ne ho provato uno qualche anno fa, pesante e rigidissimo; ovviamente per chi ama questo tipo di telaio è ok, ma per me era ingiocabile.
    se non sbaglio ne ho visto passare uno sul mercatino ad oltre 100 euro, per me (come per tutti i telai farfallina nera) si sono creati dei falsi miti, manco fosse la farfallina di belen.
    buoni/ottimi telai, ma come ce ne sono a decine non griffati ed a prezzi notevolmente inferiori.
    p.s. ho 2 jonyer ed un primorac farfallina nera, mi aspetto sempre di vedere belen davanti a me (mi accontento anche della sorella) ma niente...
     
  15. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    Per i telai butterfly (così come credo per le altre marche) non è la farfallina che fa la differenza tra un buon telaio o una ciofeca. La differenza la fa se è un telaio di prima scelta o no!
    Ci sono telai che sembrano giocare da soli e altri che sembra di avere in mano una padella antiaderente e questo che abbiano farfalline nere, argentate o tatuate sull'inguine.
    Purtroppo non c'è modo se non provandoli, di riconoscere i telai buoni da quelli meno buoni.
     
  16. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    la farfallina fa la differenza sul prezzo, non capisco invece cosa voglia dire * di prima scelta*.
    ci sono telai che sono prodotti da decine d'anni, economicissimi, che vanno molto bene.
     
  17. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    Chiunque abbia familiarita con i processi di produzione ti potrà confermare che un prodotto di qualsiari tipo non uscirà mai dalla fabbrica uguale in tutto e per tutto ad un altro.
    Ci saranno sempre differenze tra due prodotti uguali, che siano impercettibili oppure macroscopiche.
    Da questaz regola non scappano nemmeno i materiali da TT.
    Per lo più i telai avendo a che fare con il legno, è ovvio che non possono uscire tutti identici, nemmeno se fatti allo stesso modo.
    Da qui poi il controllo qualità decide quali prodotti sono di prima scelta, quali di seconda, ecc...
    E a giudicare dalla qualità che ho visto nei telai Butterfly negli ultimi 2/3 anni, secondo me loro hanno anche la 5° di scelta :cauto:
     
  18. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    ok ma sono ben pochi ad avere la sensibilità necessaria a percepire tali differenze, senza contare che più alto sei di categoria ed è più facile trovare materiale selezionato.
     
  19. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    Verissimo!! su questo non ci piove.
    Penso però che quando facevano i telai con la farfallina la qualità e i controlli dei telai butterfly fossero ad un livello nettamente superiore, perciò un telaio con la farfallina nera ha una probabilità nettamente superiore rispetto ad uno odierno di essere di buona qualità.
    Credo che la leggenda sulle farfalline nere nasca da questo.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 2 Gen 2018, Data originale: 2 Gen 2018 ---
    Vero anche questo, però io non parlo di differenze minime, ci sono differenze percettibili anche da chi ha un braccio di marmo. Oltre ovviamente alle differenze e ai difetti estetici che sono percepibili da chiunque solo guardando.
     
  20. Tuot

    Tuot Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Andrea Cherubini
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Qualcuno mi potrebbe dire la composizione dei legni dello shake off?
     

Condividi questa Pagina