1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

semi play off negro squalificato !!

Discussione in 'Sezione Nazionale' iniziata da adygoro, 17 Mag 2015.

  1. cucciolo

    cucciolo Utente Attivo

    Oggi mi sono voluto aggiornare andando sul sito della federazione per rinfrescarmi i regolamenti attualmente in vigore per rendermi edotto e poter contrastare le tue idee molto personali in merito alle gomme ed alla racchetta ,ma principalmente sul fatto che l'arbitro (negli incontri a squadre che svolge anche i compiti del Giudice Arbitro) non possa fare nulla.
    Come si vede sempre l'arbitro prima dell'inizio della partita effettua un controllo sulla validità della gomma cioè se le gomme sono autorizzate dall'ITTF, quindi effettua un controllo sul posto se :
    art.4.4 del Regolamento tecnico di gioco = Il materiale di copertura deve estendersi per tutta la superficie
    del telaio ma non oltre i bordi,ad eccezione della parte più vicina al manico ed impugnata dalle dita,che può essere non ricoperta o coperta con qualsiasi materiale.
    art.4.5 = Il telaio ,qualsiasi strato all'interno del telaio e qualsiasi strato di materiale di copertura o adesivo sul lato per usato per colpire la pallina ,devono essere continui e di spessore uniforme.
    art.4.7 = La copertura della racchetta dev'essere utilizzata senza alcun trattamento fisico,chimico o di altra natura.
    Quindi effettua tutti questi controlli e se trova delle anomalia nei campionati a squadre l'arbitro è anche giudice arbitro e nell'attività individuale va dal giudice arbitro che visto il Regolamento per Competizioni Internazionali (che è approvato in tutto dalla Fitet) art. 3.1.2.10 = Il G.A. decide su ogni questione riguardante l'interpretazione delle Leggi o dei Regolamenti incluse la regolarità dell'abbigliamento ,delle attrezzature di gioco e delle condizioni di gioco.
    Logicamente se in sede di gara è presente il racchet control potrà delegare questo compito a questo ufficio fermo restando che eventuali provvedimenti disciplinari devono essere presi dal G.A.
    Io ho potuto comprendere come ti ho spiegato poi ad ognuno le sue idee però mi sembra strano che questi arbitri perdano del tempo nell'effettuare questi controlli da me descritti ben sapendo che non servono a nulla perché non possono intervenire .
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 9 Nov 2018, Data originale: 9 Nov 2018 ---
    Oggi mi sono voluto aggiornare andando sul sito della federazione per rinfrescarmi i regolamenti attualmente in vigore per rendermi edotto e poter contrastare le tue idee molto personali in merito alle gomme ed alla racchetta ,ma principalmente sul fatto che l'arbitro (negli incontri a squadre che svolge anche i compiti del Giudice Arbitro) non possa fare nulla.
    Come si vede sempre l'arbitro prima dell'inizio della partita effettua un controllo sulla validità della gomma cioè se le gomme sono autorizzate dall'ITTF, quindi effettua un controllo sul posto se :
    art.4.4 del Regolamento tecnico di gioco = Il materiale di copertura deve estendersi per tutta la superficie
    del telaio ma non oltre i bordi,ad eccezione della parte più vicina al manico ed impugnata dalle dita,che può essere non ricoperta o coperta con qualsiasi materiale.
    art.4.5 = Il telaio ,qualsiasi strato all'interno del telaio e qualsiasi strato di materiale di copertura o adesivo sul lato per usato per colpire la pallina ,devono essere continui e di spessore uniforme.
    art.4.7 = La copertura della racchetta dev'essere utilizzata senza alcun trattamento fisico,chimico o di altra natura.
    Quindi effettua tutti questi controlli e se trova delle anomalia nei campionati a squadre l'arbitro è anche giudice arbitro e nell'attività individuale va dal giudice arbitro che visto il Regolamento per Competizioni Internazionali (che è approvato in tutto dalla Fitet) art. 3.1.2.10 = Il G.A. decide su ogni questione riguardante l'interpretazione delle Leggi o dei Regolamenti incluse la regolarità dell'abbigliamento ,delle attrezzature di gioco e delle condizioni di gioco.
    Logicamente se in sede di gara è presente il racchet control potrà delegare questo compito a questo ufficio fermo restando che eventuali provvedimenti disciplinari devono essere presi dal G.A.
    Io ho potuto comprendere come ti ho spiegato poi ad ognuno le sue idee però mi sembra strano che questi arbitri perdano del tempo nell'effettuare questi controlli da me descritti ben sapendo che non servono a nulla perché non possono intervenire .
     
  2. Ragnolo

    Ragnolo Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Senza un regolamento preciso, con norme precise, inequivocabili, siamo al "sesso degli angeli"...
    Resta il fatto che nel gioco la discrezionalità arbitrale fa parte della regola in quanto copertura della fallibilità umana (come è giusto che sia), ma basare un giudizio su una norma non esistente, ma solo su una metodologia che neppure fa parte del regolamento e contro la quale non ho diritto di appello (non esistendo la norma a cosa mi attacco? ar ........?) la discrezionalità diventa pretestuosa e particolarmente fallace.
    Poi si può dire che "queste sono le regole" o che "il pallone è mio e si fa come dico io...!" e va bene... ma non è assodato che sia giusto, etico e sportivo.
    Io non dico che questo non debba avvenire nelle categorie amatoriali (basta pensare che non si vede un arbitro fino alla B/1 con regolarità.. così mi dicono...), ma a livello di serie A uno sport serio con una federazione da 4,5 milioni di euro in bilancio, certe cose diventano fondanti della credibilità di un intero movimento.
    Se nei regolamenti passati si normava (art. 5.3) del controllo e della procedure non avendo un laboratorio, allora si è sbagliato e peccato di millantato credito.
    Ma se ora non si norma (il 5.3 non esiste più) e si lascia alla "bravura" di un arbitro, che si traduce in "discrezionalità", di acqua sotto ai ponti ne deve ancora passare.
    Poi: mi stanno bene le squalifiche a vita per chi tarocca, per chi boostera, per chi ruba... e per tutto ciò che vi pare... anche la crocefissione mediatica o reale in sala mensa, ma resto sempre dell'opinione che (per me) non è questa la via per far crescere un movimento, pieno (a tutti i livelli in senso piramidale, nessuno escluso.. io compreso), di maldestri apprendisti.
    Ma si sa.. siamo uno sport minore.. e si gioisce per due atlete in TV mandate a far quel tanto o quel poco che sanno fare o mo' di personaggi in cerca di autore e non si spende una lira per dotarci di apparati che inequivocabilmente, almeno nei massimi campionati tolgano ogni ombra di dubbio sulla regolarità dei materiali (ex ante o ex post... basta che ci siano).
    Si spera che le due brave atlete siano state così convincenti da portare fieno in cascina, ma non si investe per evitare la fuga di tesserati che sono (anche) stanchi dei taroccatori (perché ci sono ed è innegabile), ma anche di vedersi additati della stessa nomea se il predestinato nobile caduto perde una partita inattesa con un puntinaro.
    E allora si assiste a siparietti della serie "tenete sotto controllo quello.. perché sembra che abbia una gomma impestata... visto che da un po' di tempo le vince tutte...": siamo al ridicolo!
    Questa è la pièce teatrale cui spesso si assiste... e si perde il senso dell'orientamento.
    Le regole già ci sono, non ci sarebbe neppure da scriverne di nuove, basterebbe farsele tradurre da chi sa tradurre (ogni riferimento all'uso di traduttori automatici è puramente voluto), acquistare o appoggiarsi a enti esterni dotati delle specifiche apparecchiature per valutare la regolarità dello strumento e "formare" personale che sappia cosa dice e cosa contesta. E non capisco il perché del fatto se quelle regole vanno bene per le manifestazioni assolute non debbano andare bene per le altre. Forse perché sono troppo complicate da mettere in pratica? Ah ecco.. allora viva la discrezionalità... la salvezza di un movimento in coma... costa zero e mette d'accordo tutti: massima resa con la minima spesa!
    Tutto il resto, come penso convintamente, è solo chiacchiera e distintivo.
     
    A andras, eta beta, nonlacacciodila e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Max

    Max Utente Noto

    Squadra:
    TT Aquile Azzurre - Milano
    Eppure ragazzi non sarebbe difficile secondo me. Prima ancora di ogni trattamento, taroccamento o boosterizzazione, sui quali mi sto zitto perché ci vogliono gli strumenti per provarli in modo incontrovertibile:
    • Se sulla gomma (liscia, puntinata o anti che sia) c'è le bolle, perfettamente visibili a meno che uno non sia cieco, te con quella gomma non ci giochi. Punto.
    • Se c'hai la puntinata arancione chiaro non me ne frega nulla di stabilire se è trattata: te non ci giochi. Punto.
    • Se sulla gomma (liscia, puntinata o anti che sia) c'hai le chiazze, perfettamente visibili a meno che uno non sia cieco, non me ne frega nulla di sapere perché ci sono: te non ci giochi. Punto.
     
    A ggreco, emilio68it, andras e 3 altri utenti piace questo messaggio.
  4. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Per fare bene il protagonista avrebbe potuto sospendere l'incontro: Negro squalificata racchetta per antitop non regolamentare, gli altri 5 perché avevano le gomme boosterate…. Sai che botta! Si che ne avrebbero parlato di questo "genio" di arbitro!!!
    Tanto ci metterei la mano sul fuoco al 99% che gli atri 5 avevano le gomme "con il turbo"......
     
    A Francesko, Matti_02, eta beta e 2 altri utenti piace questo messaggio.
  5. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    invece avrebbe dovuto farlo anzi non sarebbe male se gli arbitri una bella giornata di campionato si mettessero d'accordo e squalificassero tutte le squadre del campionato per gomme irregolari almeno si laza un bel polverone e magari qualcosa cambia.;)
     
    A YnneB e Ric Grig piace questo messaggio.
  6. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Mi spiace dover sempre fare polemica ma fino a che tutti i giocatori/attaccanti crederanno di essere nel giusto usando il booster questo non potrà mai succedere….. Oramai anche gli arbitri si sono uniformati a quel pensiero, i malfattori sono solo quelli che usano antitop e puntinate….. Anche a livello internazionale è cosi, anzi soprattutto a livello internazionale…… Poi, basta leggere qui sul forum, quante volte si è letto che le gomme per andare bene hanno bisogno di una…..due o più passate di booster…..senza nessun problema, senza pensare minimamente che è vietato…..così fan tutti……!!!!:grev::grev::grev::grev::grev::grev::grev::grev::grev::grev:
     
    A VUAAZ e Francesko piace questo messaggio.
  7. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    È la cultura dell'aiutino, nello sport vedi il ciclismo amatoriale o le maratone domenicali dove l'aiutino è la regola per quasi tutti. Del resto anche nella vita si aspetta sempre un aiutino magari per evitare la fila al semaforo oppure per essere promosso nel proprio ufficio. Direi che è un problema di mentalità. ;)
     
    A emilio68it, tOppabuchi, Max e 3 altri utenti piace questo messaggio.
  8. Jackcerry

    Jackcerry Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Giacomo Cerea
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    TT Como
    Sarebbe stato come sospendere il mr Olympia per doping :rotfl:
     
    A andras piace questo elemento.
  9. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Infatti il body building non sara mai sport olimpico.......il TT invece dicono lo sia e anche per questo motivo meriterebbe ben altri vertici.
     
  10. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Il problema del booster è che a quanto pare non lo becchi... con la colla c'erano i VOC, adesso o busterizzano male (sforano lo spessore) oppure coi controlli non li becchi. A questo punto capite che basta una piccola fetta di giocatori che si avvantaggiano col booster e questo obbliga praticamente tutti gli altri ad adeguarsi per mettersi sullo stesso livello...
    Con le antitop è lo stesso, non essendoci un minimo di attrito da far rispettare anche se uno lisciasse ulteriormente la superficie anche se ci fosse un bat tester vero non si potrebbe applicare... (in compenso però con un minimo di analisi di laboratorio calzanetto e prodotti simili li dovresti becccare facilmente, ma questo è il discorso "fuori dalla partita", a posteriori).

    Perciò, perchè un arbitro non si sognerebbe mai di dire che una gomma è busterizzata solo pressandola col dito e verificando che gli sembra più morbida dell'originale di pari spessore e affermando il suo "insindacabile giudizio" e invece con puntini e antitop ste cose sono successe?
     
    A ggreco, tritticorenale, eta beta e 1 altro utente piace questo messaggio.
  11. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Si finirà nel solito tira e molla .............ma a parte i professionisti dove effettivamente il booster serve davvero e dove i top player hanno gomme boosterate dalla casa quindi regolari (secondo il geniale regolamento ITTF) a Noi giocatori amatori a chi fa agonismo a livelli anche abbastanza alti il booster non serve le gomme off+ in commercio sono già troppo performanti senza nessuna spinta aggiuntiva.....il colpi non te li fà fare il booster....le gambe non te fà muovere il booster....ecc...ecc... ancora di più adesso che con le palline nuove il gioco (in teoria) si è avvicinato al tavolo e la pallina gira di meno e conta giocare più colpi in successione senza sbagliare avere un missile in mano a livelli normali è davvero controproducente.
    Fermo restando che a livello di regolamento è la stessa cosa:approved: dal lato pratico una gomma frictionless oltre i limiti di regolamento permette di fare un gioco che senza quell livello di inversione NON potresti fare....
     
    A Sartori Giovanni piace questo elemento.
  12. cunni

    cunni Utente Noto

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Sta cosa dell'INSINDACABILE GIUDIZIO non è scritta da nessuna parte:D
     
  13. tritticorenale

    tritticorenale Utente Noto

    Nome e Cognome:
    marco
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    pol.comunale Albano
    sempre il solito minestrone andras..., siccome a te piace il booster(che è irregolare), si puo' fare perche non è che una pippa se ne avvantaggi, scusa se te lo dico ma questo è il classico ragionamento all'italiana.
     
    A eta beta, tOppabuchi e LO YETI piace questo messaggio.
  14. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Ti sbagli... a parte che io da un anno manco gioco.....e il regolamento ittf che e fatto all' italiana mettendo regole e permettendo che si possa aggirarle ...per il booster intanto da qualche parte ho letto che la federazione giapponese si sta muvendo e il prossimo anno cambieranno le cose....in vista di Tokyo
     
  15. Semola

    Semola Tuttologo

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    G.S. Regaldi Novara, ora CUS Torino
    Se le gomme lisce escono di fabbrica boosterizzate, x definizione boosterizzarle non implica una modifica, anzi si modificano nel tempo usandole e paradossalmente se dopo 2 mesi boosterizzi ripristini l'originalità della gomma, che in pratica si è persa nel tempo.. Siccome le anti non escono di fabbrica col calzanetto sopra, paragonare le due cose è comunque sbagliato.. Fa ridere magari ma pensandoci è insindacabile
     
  16. cunni

    cunni Utente Noto

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Sbagliato!
    Le nuove anti del dr.neubauer e della Der material spezialist escono dalla casa belle unte. Quando le scarti sono a chiazze e se vuoi giocare senza vergognarti le devi pulire per bene
     
  17. Semola

    Semola Tuttologo

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    G.S. Regaldi Novara, ora CUS Torino
    Cosa vuoi che ti dica? A chiazze la gomma non la puoi usare.. Se mi unge la pallina che si fa?
    Come giudichi uno che prima di servire unge di sudore la palla sulla fronte? Qual è la differenza? La mia era una provocazione, seppur comicamente realistica, ma il fatto di usare un'anti non ti trasforma per definizione in una persona scorretta, ognuno di noi farà i conti con la propria coscienza, io dopo tanti anni di tt so bene chi merita il mio rispetto e chi no, a prescindere dai materiali..
     
    A eta beta, ggreco, Sartori Giovanni e 2 altri utenti piace questo messaggio.
  18. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Se per boosterate dalla fabbrica intendi le cosiddette "factory tuned" quello è solo un marketing add on che viene usato per gomme effetto colla fresca e nulla più. Sono poche le gomme che scarti e contengono emollienti di breve durata.
     
  19. Semola

    Semola Tuttologo

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    G.S. Regaldi Novara, ora CUS Torino
    Semplicemente tutte quelle esn di ultima generazione di tutte le marche avversarie di bty
     
  20. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Cio non toglie che se una gomma esce di fabbrica con il booster tipo le haifu per dirne una dopo 20 gg il booster evapora e la gomma ha cambiato le caratteristiche.... Il problema a monte di tutto è il regolanento poi e abbastanza umano cercare di trarre il massimo dai materiali che si usano anche se e palese che certe modifiche influiscono sui risultati piu di altre.
     

Condividi questa Pagina