1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Risultati e Commenti Perfect 2016 World Team Table Tennis Championships,28 Feb 2016 - 06 Mar 2016, Kuala Lumpur, MAS

Discussione in 'Sezione Internazionale' iniziata da Manuel96, 4 Feb 2016.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. monegasco24

    monegasco24 Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    gabriele lojacono
    Categoria Atleta:
    2a Cat.
    Squadra:
    ctm acoroma
    Certo l'articolo è davvero duro, pero' il guaio e' che ha proprio ragione. Una cosa che non si è detto e' che il tennistavolo ora come ora e' poco appetibile televisivamente parlando, quindi come sappiamo..tutti gli sport che non sono graditi al piccolo schermo non hanno vita lunga, non arrivano sponsor nn ci sono diritti televisivi, di conseguenza le aziende non investono e i giovani scelgono sport dove possono imitare le gesta del campione...visto ovviamente alla tv!! Il ns fratello maggiore il tennis sara' anche piu' bello ecc. (non per me) ma deve la sua fortuna al fatto che' sembra nato per stare in tv! scambi lunghi e facili da capire anche per il piu' incompetente dei telespettatori. Il tennistavolo? come puo' diventare sport televisivo se gli scambi durano 1 secondo e mezzo di media...si tira a 200 all'ora una pallina che solo noi del mestiere possiamo seguire... persino il biliardo e il poker sono diventati grandi grazie alla tv e noi che facciamo? creiamo regole per un gioco sempre piu' basato sulla potenza e velocita'..abiamo giustamente eliminato la colla fresca ma gomme boosterizzate e materiali innovativi hanno fatto ritornare le prestazioni come prima se non peggio ....le uniche patite spettacolari perché con un minimo di scambi..sono quelle tra un attaccante ed un difensore! che piaccia o no questa e' la realta'! noi del mestiere possiamo prediligere due attaccanti che si prendono a pallate ma non lo spettatore televisivo medio che poi' e' l'obbiettivo finale dei palinsesti televisivi.
    Come detto nell'articolo di ping pong italia, anche eurosport sta abbandonando il ns sport...e se l'ittf non capisce che senza tv no c'è futuro, il tennistavolo tornera' ad essere considerato equivalente al passatempo da spiaggia!
     
    A eta beta, andras e sacramen piace questo messaggio.
  2. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Nella pallavolo, per renderla più televisiva, hanno eliminato il cambiopalla che allungava enormemente gli incontri (ricordo partite fatte contro avversari di pari livello iniziate alle 20:00 e terminate alle 23:20) ma non hanno cercato di rallentare il gioco.
    Anche perchè alla fine possono mettere tutti i freni che vogliono ma se uno sport si basa sulla velocità sempre quella sarà la discriminante per la vittoria. Hanno ingrandito la palla per rallentarla ma la velocità non è affatto scesa anzi, è rimasta tale e quale ma rendendo il gioco più difficile da padroneggiare. E questo ha creato i disastri che vediamo oggi, nessun ricambio generazionale e gli unici che hanno intrapreso la strada giusta vincono giocando senza tanti sforzi

    Per rendere televisivo il TT non serve rallentarlo, basta eliminare i tempi morti. Se gli scambi durano 5 secondi e ne perdi 20 per ripartire, forse il problema sta nel recupero della palla.
    Fosse per me sperimenterei un tempo limite di 15 secondi al massimo fra un punto e l'altro, con più palle a disposizione con un cesto posto sotto il tavolo a fianco, chi sfora i 15 secondi un primo avvertimento e al secondo un punto perso.

    Ovviamente la spettacolarità viene fuori diversificando il gioco e con queste palline semplicemente non lo fai...
     
    A monegasco24 piace questo elemento.
  3. TennisCavolo

    TennisCavolo Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Salvo Corrao
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Il tennistavolo da guardare è spesso noioso anche per gli appassionati. Lo dico io che starei 10 ore ogni giorno a giocare. Il tennistavolo deve essere proposto in differita, inquadrature scelte da un regista bravo, telecronaca intelligente. Così evitiamo di vedere i giocatori asciugarsi le mani sul tavolo ogni 3 secondi che sembrano scemi a me pensate a uno spettatore non giocante.
     
    A eta beta, rommel, andras e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    è un po' una mia fissa ma il sistema di conteggio dei punti è il peggiore possibile per questo sport dato che concorre ad aumentare lo "spezzettamneto" del gioco....
     
  5. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    Visto che parla di me gli rispondo anche qui :

    Stamane sono stato informato da un’amica che sul sito di Massimo Costantini è finalmente apparso il resoconto dei Mondiali di Kuala Lumpur con il solito pseudonimo a firmarlo e che addirittura si faceva riferimento al sottoscritto nella parte iniziale.
    Devo dire che sono lusingato ma anche molto stupito (..con la T) di tanta attenzione nei mie confronti e su quanto io scriva sul blog dell’amico Giorno. La scelta, per me incomprensibile, è di come si possa scrivere nello stesso articolo di Bruno Di Folco e della Nazionale Italiana e relegare questa nelle ultime 20 righe, ma tant’è.
    Ovviamente il giornalista parla di me in termini negativi e non è una novità visto che non è nuovo a questo tipo di giudizi sul sottoscritto, ma quello che mi lascia perplesso è come possa travisare così palesemente quanto ho scritto.
    Addirittura riesce a fare dietrologia sui miei pensieri e su quello che NON ho scritto, oltre ad attribuirmi posizionamenti politici in quella o questa cordata per le prossime elezioni. Forse è più informato di me in merito.
    Meravigliosa la sua fantasia.
    Mi accusa di non aver scritto nulla a proposito di Massimo Costantini in una discussione che si intitolava “Piacentini e Mondello perchè hanno smesso?” nulla eh? né di positivo né di negativo, eppure mi accusa.
    Siccome un altro utente menzionava anche Costantini io mi sarei dovuto esprimere anche sul ritorno di Massimo in Federazione! Mah!!
    Il mio silenzio, secondo lui, è stato sintomatico di come la pensassi.
    Strano poi che ora interessi a qualcuno il mio parere, visto che mi sono dimesso dalla Federazione proprio denunciando il fatto che i Consiglieri federali contassero poco e niente!! Ora invece, per il giornalista, sarebbe stato importante dire la mia sulla posizione di Massimo Costantini in Federazione, ora che faccio il Presidente di Società. Meraviglioso.
    Comunque, per quello che vale il mio parere lo accontento subito.
    Mentre Piacentini e Mondello sono usciti da poco dalla loro fase di Atleti e stanno intraprendendo la carriera di Allenatori facendolo peraltro entrambi molto bene, Massimo Costantini è certamente già un Tecnico di alto livello, apprezzato non solo in Italia ma anche in gran parte del mondo.
    Il suo lavoro in questi anni è da tutti conosciuto e non pensare a lui per un eventuale impiego in Federazione sarebbe delittuoso. Il suo ruolo però potrebbe non essere quello di semplice Allenatore di una Nazionale, potrebbe rivestire la carica di Direttore Tecnico delle Nazionali Assolute oppure delle Nazionali Giovanili.
    Importante comunque sarebbe verificare anche le pretese economiche di Massimo che sicuramente “viaggierà” su cifre difficilmente raggiungibili per la FITeT (questo lo ammetto, lo scrivo per sentito dire). Però magari la voglia di tornare in Italia e la voglia di lavorare per quella Federazione per cui Massimo ha dato tanto e avuto tante gioie sportive, potranno essere decisive. A pensarci bene sono le stesse “molle” che hanno spinto alla scelta attuale con Deniso e direi che non sono bastate.
    Comunque, da quello che ho appena scritto, a farlo diventare il nuovo DT delle Nazionali, ce ne corre.
    Nella futura Federazione sarà bene che le decisioni vengano prese da un gruppo di Dirigenti e non, come ora, solo dal presidente, soprattutto se sarà ancora quello attuale.
    Tra l’altro rileggendo quanto da me scritto in quel blog su Massimiliano Mondello era solamente un auspicio per lui e non certo come ha scritto il Drago Rosso una certezza.
    Io scrissi di Mondy “a mio avviso merita una chance con la nazionale perché è un patrimonio di esperienza, di talento e di entusiasmo” e lui mi attribuisce invece un ben diverso “per Mondello sicuramente ci sarà un futuro nei ruoli tecnici della Nazionale”.
    Io scriverò in una maniera pessima, e lo ammetto, ma il Drago legge quello che gli pare e interpreta addirittura ciò che NON scrivo. Fenomeno vero!!
    Evito di entrare in polemica su quello che ha scritto sul mio passato in Consiglio Federale per i 5 anni e mezzo di mia presenza e sul relativo nomignolo che il Drago mi affibbia.
    Chi era in Consiglio federale in quegli anni sa perfettamente cosa facevo e cosa dicevo prima, durante e dopo le riunioni di Consiglio.
    Lui però dovrebbe almeno conoscere bene le norme del CONI che hanno dato maggiori poteri ai presidenti federali negli ultimi anni per comprendere il differente modo di interpretare il ruolo.
    Chiudo facendo i miei complimenti al Drago per l’articolo scritto sui Mondiali che a parte la parte che mi riguarda, un paio di paroline fuori luogo e la sua idiosincrasia per la Bongelli, mi è piaciuto moltissimo, come quasi sempre.
    Un ultimo consiglio. Forse è arrivato il momento di mandare in pensione anche il Drago Rosso e presentarsi in una nuova veste ai suoi lettori, scelga lui il nuovo nick, Araba Fenice o Drago Gennaro mi sembrano carini, ma, vista l’inventiva dimostrata con me, non ho dubbi che ne inventerà lui uno ancora più carino.
    Bruno Di Folco
    ps: ovviamente la cosa migliore sarebbe firmarsi con il proprio nome e cognome, soprattutto quando ci si lancia in accuse e/o insulti, ma questo presupporrebbe una dotazione di attributi che evidentemente scarseggiano.
     
    A eta beta piace questo elemento.
  6. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Vero! Ora è un pensionato (beato lui). Quindi giù la maschera, ora non ha più scuse. ;) :approved:

    P.S. @rommel : nel caso tu non lo avessi capito.. en passant.. ti sto leccando il culo. :rotfl: :LOL: :D

    Firmato: Don Chisciotte della Minchia. :D
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Mar 2016 ---
    "Bell'addormentato nel bosco", nel "lessico" draghesco è un complimento! :LOL: Beato te! :D
     
    Ultima modifica: 16 Mar 2016
    A rommel piace questo elemento.
  7. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    A proposito di volley, hanno tolto pure il net su servizio.

    Qualcuno, compreso il Drago Rosso, è convinto che sarebbe una buona modifica anche per il tt.

    Io sono convinto del contrario e dopo aver visto cosa fa Liu Guoliang, vecchia scuola cinese, resto ancora più convinto che i cinesi più bravi saprebbero allenarsi a colpire il nastro apposta.
     
    A silvio91 piace questo elemento.
  8. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    la questione è che la pallavolo ha fatto la modifica perchè gli è stato chiesto dai palinsesti televisivi............che il gioco sia migliorato non mi pare io preferivo prima ma sicuramente in tv è molto gettonata e quindi la modifica ha avuto successo e ha dato il risultato sperato...........il tt ha cmabiato per quale motivo? con quale vantaggio?
     
    A Lord_Destroyer piace questo elemento.
  9. Lord_Destroyer

    Lord_Destroyer Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    Mk Ultra
    Io non capisco una cosa:bash: ma uno sport deve cambiare le regole per essere televisivo?
    Lo sport in generale esiste da migliaia di anni e la televisione non esisteva eppure si è sempre campati bene! Lo sport deve essere piacevole per chi lo pratica non per forza anche per chi lo guarda...
    :teach:Capisco che la televisione è la cassa di risonanza mediatica per uno sport ma non per questo bisogna inginocchiarsi e stravolgere le regole per andare in televisione...che poi tanto possono cambiare le regole quanto gli pare ma non credo che inizieranno a trasmettere il Tennistavolo al posto del tennis!
    Il TENNISTAVOLO subisce tantissimi cambi di regolamento o per renderlo televisivo o per cercare di spodestare i cinesi...

    Un altra cosa che non capisco è PERCHÈ bisogna mettere i bastoni tra le ruote ai cinesi....se sono i più forti meritano di essere i più forti basta...non è che alle olimpiadi agli americani gli mettono i pesi alle caviglie per farli saltare di meno:rotfl:

    Quindi mettessero l'anima in pace e ci facessero giocare così come è stato creato questo sport altrimenti giochiamo con palline infiammate e a fine partita si fa a botte sopra al tavolo così vedi come si impennano gli ascolti:azz:
     
    A Bull Hurley e andras piace questo messaggio.
  10. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    Caro Drago io rispondo a tutti da dieci anni sul Forum, figurati se non rispondevo a te, il famoso fuso della favola c’entra davvero poco, così come c’entra poco essere “punto sul vivo”.
    Difficilmente non rispondo a qualcuno, quindi stai sereno.
    Non scrivo sul sito di Costantini perché avete permesso che diventasse uno sfogatoio e un posto dove insultare restando anonimi, un posto dove la vigliaccheria viene premiata e dove intervenire significa essere esposti alle vostre paturnie del momento, tue e di utenti anonimi come Lele Sguizzero.
    Ognuno scrive dove vuole e legge quello che vuole, è la “rete” che lo permette. L’educazione differenzia le persone ed io cerco di essere rispettoso ed educato con tutti pur non condividendo spesso le idee degli altri.
    Il “politichese” che mi attribuisci è solo questo. Io parlo e scrivo male ma il significato ritengo sia sempre sufficientemente chiaro.
    Io non ti contesto proprio un bel niente, come scrivi, mi hai chiamato in causa tu nell’articolo dedicato ai Mondiali e ti rispondo come e dove voglio. La tua alternativa è non leggermi ma se mi continui a chiamare in causa nei tuoi articoli io continerò a risponderti con educazione e rispetto come cerco di fare del resto con tutti.
    Non ho affatto scritto, come invece lasci intendere io abbia scritto, che Massimo Costantini non lavora per la Federazione perché le sue pretese economiche sono ritenute alte. Sono entrato in Federazione molto dopo che Massimo ne era uscito e mai è stato contattato per un incarico tecnico (che io sappia) e mai quindi sono state prese in considerazione le sue pretese economiche. Da Statuto CONI e FITeT questi sono aspetti che sono prerogativa del Presidente federale e proprio la non condivisione di queste scelte è stata una dei tanti motivi delle mie dimissioni. Scrivere “che mi paro il culo” per non aver scritto la fonte dell’attuale stipendio di Massimo è ridicolo.
    Ho fatto un auspicio sul futuro di Massimo che è una cosa ben diversa ed ho espresso una mia sensazione in merito alle informazioni ricevute da un giocatore di alto livello che ha frequentato gli Stati Uniti. Se il prossimo Presidente federale avrà un colloquio in merito con Costantini, immagino che la questione economica seguirà quella tecnica come penso sia normale.
    Se vuoi capire, bene, altrimenti è lo stesso, continua pure con le tue elucubrazioni in merito.
    Volevo solo tranquillizzarti sul fatto che non contavo nulla prima che ero in Federazione figurati se conto qualcosa ora che ne sono uscito da quasi 2 anni.
    L’ambiente sarà anche “di *****”, come scrivi, ma non credo che l’ambiente del tuo lavoro o del mio lavoro sia tanto migliore di questo. Ognuno cerca di migliorarlo facendo del proprio meglio.
     
    A eta beta piace questo elemento.
  11. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Io a pallavolo ci ho giocato e se c'era una cosa che non sopportavo era proprio il cambio palla che allungava a dismisura i tempi di gioco delle partite. Se trovavi 2 squadre di pari livello rischiavi partite di 3 ore...
    Senza il cambio palla il gioco è diventato meno spezzettato e tattico e più votato all'azione perchè ogni punto fatto è determinante. Oltre che averne giovato in fatto di visibilità in tv.

    Il TT è stato modificato per rallentare il gioco e renderlo più appetibile ai neofiti e magari dare più possibilità ai non-cinesi (cosa che però prima non era). Ma in un modo che in realtà ha creato ancora più difficoltà per i neofiti:
    - La palla è sì più lenta ma anche più difficile da tirare e questo richiede una preparazione maggiore iniziale;
    - Gli effetti sono più pesanti e chi non ha la giusta tecnica rischia anche di farsi male nel voler strafare;
    - I set all'11 hanno creato un'ulteriore difficoltà perchè premia chi sbaglia meno senza raggiungere l'obiettivo di rendere gli incontri più corti;
    - Il servizio ogni 2 punti è figlio dei set all'11, cosa che ha tolto "peso" al servizio stesso diventando meno determinante.

    Alla fine a guadagnarci sono stati quelli che hanno puntato tutto sulla tecnica e la preparazione fisica unita ad una struttura sportiva "statale" (passatemi il termine) che puntasse al lungo periodo facendo crescere i futuri nazionali sin dalle prime armi...

    Di fatto l'unica vera modifica UTILE è stata l'abolizione dei servizi nascosti, il resto ha solo peggiorato una situazione tutto sommato bilanciata nelle prestazioni mondiali.
     
    A andras piace questo elemento.
  12. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    La ratio del cambio palla era che il punto si faceva partendo dalla difesa e contrattaccando, dimostrando di essere più forti.
    Senza il cambio le partite sono naturalmente più corte e più livellate perchè il punto in attacco e quasi matematico.

    Non ho mai giocato con le palline da 38 ma ho sempre sentito dire che giravano di più.
    Perchè allora sono più pesanti gli effetti della 40? :mumble:
    Quanto al servizio se è meno determinante mi pare un effetto positivo dal punto di vista del gioco.

    Concordo.
     
  13. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Oddio, non so quanto siano diventate più livellate... Magari è il mio punto di vista ma secondo me ha reso più importante il concetto di "squadra".

    Col cambio palla avevi la "sicurezza" che il punto subìto mentre parti col servizio non era un punto perso, di conseguenza c'era una sorta di "comfort zone" sulla quale si poteva gestire l'incontro anche a livello atletico e perdonava qualche incomprensione fra difesa e attacco.
    Adesso invece sai in partenza che il punto subìto E' un punto perso, infatti la grossa differenza la fa il muro e le finte avversarie in fase d'attacco con la partenza simultanea di più zone. E di conseguenza diventa fondamentale la ricezione del servizio in modo da agevolare il più possibile il palleggiatore nascondendo lo schema d'attacco per puntare alle veloci...

    La pallina da 38 mm era più "semplice" da far girare a causa della sua inerzia più bassa.
    Maggiore è l'inerzia e più "pesante" è lo spin in arrivo.
    Con la 38 mm se ti arrivava un topspin potevi schiacciarlo agevolmente anche da lontano ma con la 40 mm devi per forza andare in controtop perchè le gomme non hanno abbastanza forza per invertire l'effetto e vanno lunghe...

    Occhio, non voglio dire che con la 38 mm potevano vincere tutti. Il fatto è che permetteva visioni di gioco differenti: i cinesi erano terzapallisti potenti ma non stravincevano come adesso perchè c'era sempre qualcuno che poteva inserirsi.
    Il gioco era più "speed-oriented", lo spin non era un problema quindi si puntava alla velocità pura degli scambi e la differenza la faceva la velocità di posizionamento perchè tanto la palla la buttavi di là comunque.
    Adesso invece è più "spin-oriented", ma se la velocità non è mai stata un problema grazie ai materiali, adesso il problema è diventato lo spin. Quindi oltre alla velocità di posizionamento è necessario curare anche il caricamento e la precisione nel colpo perchè lo spin non lo fai più con la sola gomma ma con i movimenti. Ed è questo il problema perchè curare i piccoli movimenti nei grandi spostamenti è una cosa enorme, tant'è che il grosso degli errori vengono per caricamenti non corretti o movimenti in fase di colpo portati un pò alla sperindio perchè fuori tempo...

    E se guardi bene è la stessa cosa che è successa nella pallavolo eliminando i cambipalla, dove la modifica regolamentare ha richiesto una estremizzazione di ogni fase di gioco per essere competitivi.
    Solo che nel TT questa estremizzazione è stata troppo pesante, troppo selettiva, e di fatto sta ammazzando questo sport...
     
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina