1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

obbligo presenza tecnico, indennità preparazione e figura di amatore

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da Chicco, 14 Mag 2022.

  1. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    mi spiace contraddirti : sono oltre dieci anni che la FFTT promuove e ha sviluppato un percorso di avvinicinamento al TT per i bimbi da 4 a 7 anni con attività specifiche compresa tutto l'aspetto di sviluppo motorio generale ,anche se con esercizi mirati. Il gioco che intendo è il gioco e basta ,non è nel senso della partita... La figlia di XU l'ho vista scambiare che aveva 4 anni e appena vedeva la superficie di gioco....la motoria è fondamentale prima si sviluppa meglio è ,in tutti gli sport.
     
    A andras piace questo elemento.
  2. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Heil Ettore ! :hail: :king:

    Come parlare di pedagogia in casa di riposo. Dai! :LOL:
     
  3. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Scusami ma non capisco dove vedi le interpretazioni...il primo livello non è autonomo e non può allenare da solo come invece può fate l'allenatore ed il maestro federale.
    Poi se vogliamo dare interpretazioni perché non fa comodo questa cosa allora vale tutto come al solito
     
  4. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    "L’età ideale per iniziare si aggira attorno ai 4-5 anni, quel periodo in cui i bimbi, oltre che divertirsi, riescono anche ad avere l’adeguata coordinazione motoria.

    Detto questo, se il bambino è propenso a farlo, si può iniziare anche a 3 anni, ma in modo diverso.

    Sostanzialmente, con un bimbo di 4 o 5 anni si può iniziare a fare vera e propria scuola – ma sempre mantenendo un atteggiamento ludico e rendendo il tutto divertente – in quanto a questa età i bimbi iniziano a manifestare le attitudini di coordinamento motorio, quindi diventa possibile insegnare loro i movimenti precisi tipici delle tecniche sportive, nel nostro caso del TT.

    Naturalmente, in questa fase, l’insegnamento si baserà quasi esclusivamente sul principio di “imitazione”; i bimbi impareranno simulando i movimenti dell’istruttore ed è meglio solo dagli 8 anni introdurre concetti astratti e teorici, prima di allora è importante evitare di pretendere che i bimbi imparino le varie tecniche: le loro abilità di coordinazione non sono ancora del tutto sviluppate e la soglia di attenzione si aggira attorno ai 20 minuti di seguito.
    Iniziare solo con le lezioni private, invece, si potrebbe rivelare una soluzione un po’ stressante. Il bimbo, infatti, si dovrebbe relazionare solo con l’istruttore e non avrebbe la possibilità di divertirsi con i propri coetanei, perciò potrebbe sentirsi “costretto” a dover fare dei progressi."
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 18 Mag 2022, Data originale: 18 Mag 2022 ---
    appunto

    la mia esperienza personale poi si limita a quando per uno che poi sarebbe più volte diventato campione italiano si costruì una pedana per farlo stare più alto rispetto al tavolo
     
    Ultima modifica: 18 Mag 2022
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  5. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    … quindi uno che ha il tesserino di Tecnico di base da 10anni non può allenare se non c’è l’Allenatore che supervisiona??
     
  6. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    1)No,mi dispiace,neppure adesso hai colto l'autore vero di quella frase da me citata.Si tratta di Basaglia,ma lui aveva un compito più facile,doveva solo cambiare i nosocomi italiani e il trattamento delle persone laddentro convenute.
    2)Chicco ha visto bene.Iniziative del genere sono già,con successo, state adottate.Noi,semplicemente non siamo pronti,non ci pensiamo,non prepariamo i Tecnici ad affrontare ed interfacciarsi col mondo giovanile.Salvo poi presenziare alle Feste della racchetta,Roma o Torino vedi tu ed esclamare:"Oh come son belle queste Feste dello Sport,con tanti "mini"giocatori intenti a giocare con la racchetta".Peccato che il 90% tenga in mano quella del tennis,volano,paddle o altro,basta poco per farci lustrare gli occhi.Salvo poi lamentarsi,chiederci a cosa servono i Corsi abilitanti Fitet così concepiti,a chiederci se,dove,come si possa fare meglio, chissà quando...
    ettore
     
  7. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Sto parlando di regolamenti e tu ci vuoi girare intorno.....allora secondo te chi fa il carabiniere da 10 anni diventa in automatico maresciallo.....secondo te uno lo butti per anni nella farina e diventa pasticciere.....l'esperienza è molto importante ma le conoscenze lo sono altrettante e queste vengono certificate con i titoli.
    Vedi...è il mondo che funziona così non solo il tt
     
  8. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    ... cosa c'entra? uno fa il carabiniere ma fa il carabiniere, non è che passa il corso e poi gli dicono "finchè non passi brigadiere non puoi fare nulla".
    uno fa un corso da tecnico di base ma non può fare il tecnico di base.
    Se faccio il corso e dò l'esame mi aspetto di andare in società ed allenare.
    Quello che dici tu è il primo livello del Coni, col secondo(di 4!!) diventa autonomo.
    La Fitet ha unito il primo col secondo(di 3!!) senza dire quando uno può iniziare autonomamente.
     
  9. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Vabbe' girala come ti fa comodo, il tecnico di base può allenare in presenza dell'allenatore o del maestro federale, anche se trovassi dove è scritto più chiaro o intervenisse direttamente la federazione per chiarire non cambierebbe nulla.....non c'è più sordo di chi non vuol sentire....
     
  10. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    .... però non confondere il tennis tavolo con una stazione di carabinieri,daii...non è mica un tutt' uno,anche se in effetti...(n):approved: :D ma l'allenatore o il maestro federale,nel corso della sua carriera,può essere poi degradato?:nono: :LOL:
    ettore
     
  11. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    va bene, allora revochiamo TUTTI i tesserini di base laddove non ci siano Allenatori, hanno tutti sbagliato!! anni e anni di disastri tecnici... ma dai....
     
  12. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Forse nella parola "allenare" sta la chiave del problema : il tecnico di base può imbastire i fondamentali su un neofita e raccontargli le regole del tennistavolo.

    Allenare un giocatore e, meglio ancora un atleta, significa perfezionargli i colpi, seguire l'aspetto della preparazione fisica, l'alimentazione, le sessioni di allenamento con sparring partner, seguire la tattica in panchina e la gestione del match anche dal punto di vista emotivo-comportamentale ecc..

    Se le linee guida sono quelle del CONI richiamate da @enzopacileo e fatte proprie dalla Fitet, la federazione farebbe meglio a chiarire il ruolo che deve avere il tecnico di base dentro una società dal momento che la sua presenza diventa un obbligo.
     
  13. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Esattamente, il tecnico di base può allenare sotto la supervisione di allenatore o maestro federale perchè non ha ancora la preparazione necessaria per poterlo fare autonomamente, ovvero è in una sorta di praticantato che dura due anni prima di poter essere allenatore previo superamento del relativo esame.
    Le regole non le ho fatte io.....purtroppo la federazione ignora volutamente questo aspetto perchè fa comodo avere tanti tecnici che portano iscrizioni ai corsi e quote annuali.
    La cosa però che continua a dimostrare il livello del nostro tennistavolo è il continuare a sentirsi legittimati in un ruolo senza averne titolo e su questo la federazione è connivente perchè a lei fa comodo non dare dignità agli stessi.
     
    Ultima modifica: 18 Mag 2022
    A emilio68it e andras piace questo messaggio.
  14. ricsco

    ricsco Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Pierino Mazzetto C
    Non mi sento di entrare nel merito in tutti i dettagli di un’iniziativa del genere da parte della FITET. Capisco che alcune società, specialmente quelle più piccole potrebbero aver difficoltà ad identificare un tecnico al proprio interno; leggendo i vostri commenti vedo molti dubbi su questa iniziativa.

    Essendo tecnico da due anni e e non avendo ancora nessun retropensiero nei confronti della FITET volevo però mettere sul tavolo alcune considerazioni, fermo restando che ho massimo rispetto per tutti voi appassionati da lunga data che contribuite al forum, specialmente quelli che hanno più esperienza agonistica di me, siete presidenti o responsabili di società o giocate in categorie superiori alla mia.

    Il punto 4 della informativa riguarda proprio il tecnico, e la domanda in soldoni è: può servire un tecnico alla società e ai suoi iscritti, anche solo un tecnico di primo livello come modestamente sono io, oppure no?

    Per quel che riguarda la mia esperienza posso solo parlarne bene in quanto mi ha costretto a studiare argomenti non solo tecnici e mi ha aperto la mente ad un mondo ben più vasto di quello che credevo fosse.

    Cose importanti che ho imparato e che ho approfondito anche per conto mio con materiale extra fornito a parte:

    1) Avere accesso ad un’area riservata della FITET, con bacheca e informazioni fresche riguardanti iniziative, regolamenti, agevolazioni, ecc.. (in allegato un esempio della mia bacheca letta oggi)

    2) Avere dei riferimenti in federazione (nomi e cognomi, contatti telefonici, molto disponibili ad aiutare in caso di bisogno). Nel mio caso specifico la mia selezionatrice Rossella Scardigno mi ha fornito materiale specifico per l’insegnamento ai bambini. Oltre a presiedere l’esame pratico finale di abilitazione è sempre disponibile a dare consigli ai suoi allievi.

    3) Sapere come comportarsi con allievi con handicap fisici o psichici, come stare attenti a queste particolari esigenze. Apertura al mondo paralimpico.

    4) L’importanza crescente alle tecniche video per la ripresa e l’analisi del gioco. Ho filmato ad esempio un atleta di B2 e insieme al suo allenatore ci confrontiamo periodicamente sulle azioni migliorative da intraprendere.

    5) Imparare e saper applicare un metodo proficuo di allenamento. Certo, io personalmente non mi sentirei di andare oltre la serie D, tuttavia da incontri con atleti di categorie superiori, scaturiscono sempre utili discussioni con gli atleti stessi o con i loro allenatori.

    6) Allego le domande (non tutte) che durante il corso di primo livello sono state fatte a noi allievi così potete rendervi conto degli argomenti trattati nel corso così potrete giudicare da soli se sono utili allo scopo di insegnare il tennistavolo moderno oppure sono trascurabili.

    Le risposte si devono dare studiando il materiale delle lezioni tenute. Tutte le risposte vengono accuratamente controllate e corrette.

    Siete in grado di rispondere bene anche solo alla selezione di domande che ho condiviso? Siete sicuri che sono argomenti inutili? Basta sapere eseguire bene solo i colpi fondamentali o serve altro per insegnare? Siete capaci a fare un cesto a velocità variabile?

    Sapete disegnare uno schema tennistavolo su una lavagna e dettagliare il lavoro preciso richiesto? Sapete fare una scheda di allenamento della durata di un’ora esatta indicando con precisione tutto: dal riscaldamento agli schemi e dando obiettivi qualitativi e quantitativi? Sapete che cosa sono gli indicatori di riuscita? Sapete applicarli ad un caso concreto? Sapete gestire da soli in sicurezza una squadra di 20 bambini principianti su 5 tavoli contemporaneamente?

    Bene, se sapete fare tutto ciò e sapete tutte le risposte, non solo a quelle che vi ho condiviso, ma anche delle altre cinque lezioni che non vi ho messo e le sapete applicare allora siete dei tecnici di primo livello e potete insegnare il tennistavolo come si dovrebbe.

    Grazie per l’attenzione.
    P.S. No, l'importanza del manico inclinato non è materia di studio a questo livello
    P.P.S No, non vi interrogano sulle peculiarità precise delle infinite gomme e telai a questo livello, per quanto non si finisce mai di imparare.
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 18 Mag 2022
  15. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    Scusa Risco, una domanda: hai fatto il corso due anni fa? Hai quindi allenato in questi due anni senza la supervisione in palestra di un’Allenatore?
    Lo sapevi che non potevi farlo?
    Ora magari rischi il tesserino sai??

    occhio a scrivere queste cose…
     
  16. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Perdonami...solo una domanda....tu credi davvero che un corso di primo livello, due schemi e due consigli bastino ad allenare in palestra?
    Complimenti per la tua volontà e passione ma non bastano, altrimenti tra 6 mesi come dici tu vai ad allenare in bundesliga ...
     
  17. ricsco

    ricsco Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Squadra:
    Pierino Mazzetto C
    Tranquillo, ho fatto solo corsi ai bambini prima del covid e poco prima di diventare tecnico. Ci stavamo strutturando, ma il covid ha poi bloccato tutte le iniziative. Faccio delle lezioni sporadiche a chi me lo chiede in maniera per adesso informale e saltuaria ai nostri soci. Da settembre con racchette in classe cerchiamo di ripartire. Se pensi che mi puoi dare qualche utile consiglio o farmi delle utili osservazioni contattami in privato. Grazie
     
    Ultima modifica: 18 Mag 2022
  18. musicalle

    musicalle il maestro di Bertalex

    Nome e Cognome:
    Il Calle ;)
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Asd. TT Ossola 2000 Domodossola
    Ti ringrazio, ma penso che 24 anni da Tecnico di base e 1 da Allenatore mi siano più che sufficienti, anche se dopo oggi penso di aver dubbi su quei 22 che ho fatto clandestinamente…
     
  19. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Il logorroico spiritosone doveva finire il suo intervento con una battuta da par suo. Non esiste la "importanza del manico inclinato" , esiste, marginalmente il manico inclinato, e se l'atleta che ha vestito più di chiunque la maglia azzurra, il coach dell'anno ITTF Massimo Costantini lo ha usato un motivo ci deve essere.
     
  20. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    mah ....riflettiamo ... non tutti diventano degli insegnanti e dei bravi insegnanti ,nemmeno in ambito scolastico,non c'è dubbio.
    Sono anche convinto che ,per il livello del movimento che abbiamo in italia è meglio dare comunque una parvenza di professionalità che altrimenti sfocia nella classica combriccola dei quattro amici del bar. Nulla di offensivo ma è da questo mondo che arriviamo tutti noi vecchietti. E questo mondo deve venire cancellato da una visione diversa altrimenti è inutile continuare a lamentarci di quanto poco considerato sia questo sport "da oratorio o da spiaggia".
    se volete sapere vi dico che il patentino di primo livello da allenatore in francia sono sei mesi di corso sia in presenza sia online da fare in un arco di tempo di max due anni. con esami regolari e interrogazioni, non su come si tiene la racchetta o come si esegue un taglio, ma si impara psicologia ,motoria , fisioterapia e dinamica dei movimenti oltre ad analisi situazioni analisi video come compiti da fare a casa.... Certo, oltralpe diventa un vero mestiere e ben pagato quindi si può anche fare.... ma la professionalità non è solo un pezzo di carta... è come ci si atteggia anche nei confronti dei neofiti e senza voler strafare o montarsi la testa perchè c'è sempre solo da imparare e basta.
     
    A lupo alberto, emilio68it, enzopacileo e 1 altro utente piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina