1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Obbligo di certificato medico?

Discussione in 'Comunicazioni, News, Dubbi, Commenti e Lamentele' iniziata da GTT98, 27 Gen 2020.

  1. GTT98

    GTT98 Utente

    Squadra:
    Spin Club
    Grazie mille a tutti per le risposte
     
  2. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Come informazione aggiuntiva segnalo che ai campionati mondiali veterani di Bordeaux quest'anno parteciperanno 5700 persone, provenienti da 84 Paesi, che potranno giocare senza che nessuno gli chieda un certificato medico agonisitico o di buona salute. E' la dimostrazione che il concetto di responsabilità oggettiva del Presidente di una società (o di una Federazione) è legato solo alla legislazione vigente
     
    A dains98, Ric Grig e Tsunami! piace questo messaggio.
  3. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    avevo capito bene... questo non significa che siamo noi troppo esigenti, anzi, una volta tanto...
     
  4. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Per fortuna dei giocatori no, non sono io.
    La maturità di tanti pongisti, negli anni, ho visto che è pressoché inesistente e ciò che leggo anche qui, sul forum quotidianamente, non fa che avvalorare la mia tesi.
    Un presidente ha RESPONSABILITÀ PENALE se per caso qualcuno si fa male seriamente all’interno della struttura.
    Prima ancora di metterlo “al gabbio” però, le istituzioni cominciano, per non saper nè leggere nè scrivere (leggi “in via precauzionale”) a mettere i sigilli in palestra.
    Ovviamente, per colpa di 2 cazzoni quali pres e giocatore, poi pagano tutti.
    Senza contare che, se capita una situazione del genere, a rischio di lasciarci le penne...sfido chiunque a non farsela addosso dalla paura.
    A me è capitato, con un amico che per fortuna si è poi salvato e, credetemi, quei minuti lì passati assieme ad altri compagni di squadra, non li auguro a nessuno.
    Spero di averti fatto comprendere il perché del mio precedente post...perché come si dice “sono meglio le pillole di saggezza che le supposte di esperienza.”
     
    A dains98 e T__T-Rex piace questo messaggio.
  5. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    per come la so io
    Un presidente ha RESPONSABILITÀ PENALE se per caso qualcuno si fa male seriamente all’interno della struttura perchè ad es. gli cade un calcinaccio in testa a prescindere da qualsivoglia certificato
    Un presidente ha RESPONSABILITÀ PENALE se per caso qualcuno non tesserato si sente male all’interno della struttura mentre fa qualche scambio ed privo del certificato di idoneità non agonistica che lui avrebbe dovuto chiedere
    Un presidente ha RESPONSABILITÀ PENALE se per caso qualche suo tesserato si sente male durante un evento agonistico anche fuori della sua struttura ed è privo del certificato di idoneità agonistica che lui ha dichiarato esserci al momento del tesseramento
    dopo di che può anche essere, ma io non lo so, che un presidente abbia diritto di chiedere di più
     
    Ultima modifica: 29 Gen 2020
    A dains98, eta beta e off-ready piace questo messaggio.
  6. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Condivido totalmente, anche alla luce del mio motto "...è meglio avere il sedere gelato, che un gelato nel sedere..."
     
    A dains98 e tOppabuchi piace questo messaggio.
  7. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Credo che si fidino dei filtri delle federazioni nazionali degli 84 paesi, come del resto è giusto che sia...
     
  8. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    No, si tratta di un concetto tipico dei Paesi anglosassoni, ma non solo, che responsabilizzano il cittadino, lasciandolo libero di suicidarsi se non fa autonomamente i controlli necessari.
    Chi si iscrive ai campionati mondiali veterani (ma anche a qualsiasi torneo internazionale veterani) non deve presentare nessun certificato medico e nessuna tessera federale (infatti tra gli italiani iscritti a Bordeaux ci sono 6 non tesserati Fitet)
     
  9. ggg

    ggg Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Giovanni
    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Io gioco una volta ogni tanto, non capisco perchè non posso assumermi la responsabilità della mia scelta di giocare ma serve qualcuno che mi autorizzi. Se il presidente corre dei rischi lo libero da ogni conseguenza civile o penale assumendomene la responsabilità. Così ci tocca pagare ogni anno un certificato che non vale niente.
     
    A Mr Lamb piace questo elemento.
  10. ggreco

    ggreco Arrotatore di dritto, picchiatore di rovescio.

    Nome e Cognome:
    Giovanni Greco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    CUS Torino
    Interessante... quando sarò vedovo saprò come cercare di morir pugnando!
     
  11. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    E' il tipico scaricabarile italiano. Per non correre rischi penali e civili, il responsabile della società (legittimamente) si munisce del pezzo di carta che lo garantisce: la tua assunzione di responsabilità, anche se la scrivi su carta bollata davanti al notaio, non serve a niente.
    Come dimostrano numerosi casi di sportivi morti (anche di altissimo livello) dotati di regolare certificato, l'ECG serve solo per tacitare le coscienze e per alimentare una macchina burocratica costosa e spesso inefficiente.
    In questo articolo si spiega perchè l'Italia è uno dei pochi Paesi in cui c'è l'obbligo di certificato, nonostante i numerosi casi di falso positivo, che io provo ogni anno sulla mia pelle. Pur avendo fatto maratone per 10 anni ed essendo in perfette condizioni fisiche, ogni anno l'ECG evidenzia anomalie che mi costringono a costosi esami (che devo fare a pagamento a causa dei tempi biblici del servizio sanitario nazionale), i quali dimostrano che è tutto a posto; l'anno dopo però si ricomincia daccapo, perchè il nuovo medico sportivo pretende ulteriori esami, non capacitandosi che l'ECG possa sbagliare...
     
    A dains98 piace questo elemento.
  12. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    Schermata 2020-01-28 alle 21.38.14.png

    questo è il documento che firma l'atleta, il genitore dell'atleta se minorenne e il Presidente della Società e che serve per il tesseramento FITeT.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 29 Gen 2020, Data originale: 29 Gen 2020 ---
    Schermata 2020-01-28 alle 21.34.53.png
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 29 Gen 2020 ---
    questa è invece parte della Circolare inviata ad inizio anno agonistico dalla FITeT sul Tesseramento atleti.
     
  13. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Per sollevare il presidente da qualsiasi responsabilità basta tesserarsi come promozionale ed è sufficiente il certificato medico NON agonistico. Logicamente si possono praticare solo gare promozionali.

    Un tesserato agonista deve invece essere in possesso del certificato agonistico anche solo per allenarsi.

    Dico bene @musicalle ?
     
    A musicalle e lupo alberto piace questo messaggio.
  14. roberto28

    roberto28 Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Roberto
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    bar sotto casa
    Trovo che sia una cazzata il certificato. Io ho 60 anni e non sono responsabile? Si deve assumere la responsabilità il presidente che è un ragazzo? Ognuno di noi dovrebbe controllarsi per una questione di salute personale e non perché ti obbligano a fare un certificato che non serve a nulla. Io faccio di mio ecocuore e altre analisi più importanti perché ho a cuore la mia salute. Ma andare a spendere 50/60 euro per un certificato che non serve a nulla capita solo in Italia
     
    A lupo alberto piace questo elemento.
  15. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    non è proprio così.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 30 Gen 2020, Data originale: 30 Gen 2020 ---
    se non hai nessuna patologia sono controlli inutili se fatti tutti gli anni, che gravano sulla servizio sanitario nazionale e tolgono spazio e risorse a chi quei controlli li ha bisogno sul serio. diverso è se ti hanno trovato qualche anomalia cardiaca, ma se così fosse i controlli te li prescrivono.
    io faccio ecodoppler e holter cardiaco per la presenza di alcune extrasistole sotto sforzo (risultate poi benigne e non presenti a riposo); tutte le volte mi sentivo dire dal medico che me li faceva *ma lei è sano come un pesce, cosa viene qui a fare ?* al che ho richiesto al medico sportivo di poterli fare ad anni alterni invece che ogni anno.
     
  16. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Il guaio è che non sono tutti come te.
    Settembre 2019, un frequentatore della palestra dove io gioco non passa la visita medica.
    “Come mai?”
    “Ma no, niente di che...due pastiglie e vado a posto. Salto la prima di campionato e basta”.
    Ha continuato a venire a giocare tranquillo poi, durante le feste...infarto, due stent ed operazione d’urgenza.

    Fosse capitato in palestra?

    Lo ripeterò fino alla nausea: vuoi metterti in pantaloncini e tirare due colpi?
    Certificato medico.
    Altrimenti, c’è il bowling: affitti il tavolo un paio d’ore e giochi.
     
    A Ric Grig piace questo elemento.
  17. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    con il certificato di idoneità non agonistica, semprechè le sue condizioni ne avessero comunque permesso il rilascio, la responsabilità non sarebbe ricaduta su nessuno della società : al limite ne avrebbe risposto il medico (credo).
    comunque un certificato è d'obbligo per frequentare uno sport in una qualsiasi struttura pubblica o privata.
     
    A tOppabuchi piace questo elemento.
  18. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    esatto, ne avrebbe risposto il medico e solo se la patologia fosse stata individuabile anche con ecg a riposo.
    se ho solo l'idoneità non agonistica e non prendo tessere fitet/csi/acsi/uisp ecc, e non partecipo a campionati e tornei posso frequentare senza che nessuno della società abbia da preoccuparsi
    (oppure tessera fitet promozionale)
    questa è la normativa vigente.
    è giusta? non credo perchè come tutti noi sappiamo un allenamento è spesso più pesante di una gara, ma tant'è
    se quindi si vuole andare, per motivi suddetti etici, morali, scaramantici o cabalistici, oltre la normativa penso lo si possa fare, bello farlo, ma non dicendo:
    perchè non voglio guai

    io poi personalmente sarei per la liberatoria ma questa è solo una mia opinione, del resto tutti gli anni in estate raccattano qualcuno che è andato a correre sotto il sole
     
    A dains98 e tOppabuchi piace questo messaggio.
  19. Ric Grig

    Ric Grig Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Griggio best ranking 124
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    ASD MORTISE DUEMILA
    Più leggo questo thread e più mi convinco che la scelta giusta è quella della mia ASD.
    se vuoi frequentare la palestra: certificato medico agonistico.
    Altrimenti niente.
     
    A off-ready e tOppabuchi piace questo messaggio.
  20. tOppabuchi

    tOppabuchi misantro-pong

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Anche io la penso così.
    Tutti più tranquilli.
    Giusto o sbagliato che sia richiederlo.
     
    A Ric Grig piace questo elemento.

Condividi questa Pagina