1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Il solito.. immarcescibile sito Fitet.org !

Discussione in 'Chiacchiere sul Tennis Tavolo' iniziata da eta beta, 14 Giu 2015.

  1. emilio68it

    emilio68it Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Emilio Arbasino
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    A.S.D. T.T. Derthona
    Siamo il paese dove si rimpiange la pallina a 38mm e la colla fresca e gli effetti di 30 anni fa...cosa ti aspettavi?
     
  2. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    è uno sport per vecchi
     
    A emilio68it piace questo elemento.
  3. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    A livello amatoriale ci sta che si rimanga indietro, se fai conto ad esempio di cucinare in casa per passione ovvio che non si cucini con tecniche all'avanguardia ma se vai in quello che dovrebbe essere il migliore ristorante d'Italia con gli chef selezionati al top li non puoi accettarlo parchè paghi tanto.
    Noi paghiamo tanto per vedere certe cose orribili e stantie che continuano a propinare a ragazzi che hanno TALENTO e che non sono affatto dei brocchi come li si vuole far passare, questi giovani ci mettono l'anima per raggiungere il risultato non riuscendo mai a capire il perchè di certi insuccessi.
    Il nostro tt è vecchio soprattutto nel piazzamento della pallina con la causa di portare i giocatori a correre da un lato all'altro del tavolo con un cattivo impiego di risorse fisiche e mentali nonchè di conseguenza una insufficiente qualità del colpo.
    Eppure girano il mondo certi saccenti ma non imparano mai....come è vero quando si dice che non c'è più sordo di chi non vuol sentire!
     
    A Ragnolo, Milocco Ettore, LO YETI e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. cucciolo

    cucciolo Utente Attivo

    Purtroppo , visto che tutti dormono o si sono rassegnati stufati di combattere contro i mulini a vento,ve li dovete sorbire per un altro quadriennio Olimpico.
     
  5. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    La speranza è l'ultima a morire anche se non mi sembra stia molto bene...:(
     
  6. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    Basta vedere cosa ha fatto la Svezia ai mondiali .....Il ragazzo che è arrivato in finale non dico che era uno sconosciuto ma sicuramente uno che non aveva ottenuto chissa' quali risultati fino li',
    ma in Svezia si aggiornano, non credo stiamo seduti per 30-40 anni su una sedia come succede da noi.....
     
    A enzopacileo piace questo elemento.
  7. Diego Armando

    Diego Armando Utente Attivo

    Ti ricordo che Mattias Falck pochi mesi fa era Mattias Karlsson, da sempre tra i più forti d'Europa
     
    A LO YETI piace questo elemento.
  8. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Due podi agli europei in doppio e doppio misto non mi sembrano una cosa enorme. Tantopiù che la carriera internazionale da senior è iniziata nel 2016 (Wikipedia).
     
    A Diego Armando, ttsermide e LO YETI piace questo messaggio.
  9. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Credo che dobbiamo evolvere tutti,non basta invocare il buon Deniso per la scelta dei giocatori,
    così univoca e obbligata come appare adesso.Dovrebbe essere ben lieto e contento l'intero Staff Tecnico
    se posti di fronte a una concorrenza più agguerrita e quindi poter finalmente scegliere fra
    una rosea di giocatori più ampia e qualificata.
    Per le partite della Nazionale maggiore si attinge sempre ai soliti nomi noti, provenienti dalle solite 4 (3?) Società amiche, come se il resto non esistesse proprio.Mancando la concorrenza reale,viene a mancare anche lo stimolo a crescere.
    Per dirla tutta ci si attende maggior apertura e confronto da parte dei Tecnici predisposti a rinnovare e poi a suddividere con maggior apertura il pane della conoscenza.Il futuro giocatore su cui poter contare anche in chiave di impiego nelle Nazionali deve cominciare presto a
    pensare ad agire alla maniera dei coetanei ( accontentiamoci europei per adesso!), che dopo un discreto apprendistato ottengono i risultati che vediamo e noi solo a guardare.
    Non basta,non bastano i primi successi dovuti al super allenamento e all'iper-reattivita' di stampo pavloviano.Non è con la meccanicizzazione dei colpi e la ripetitività degli stessi che possiamo
    competere.Cosi' tutti sono...sarebbero capaci.
    ettore
     
  10. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    In effetti ho proprio scritto che non aveva ottenuto chissà quali risultati.... Se vogliamo paragonarli ad una finale mondiale....
    Non penso di aver detto chissà quale eresia e poi era per valorizzare il discorso
    di @enzopacileo ......
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 6 Giu 2019, Data originale: 6 Giu 2019 ---
    Grazie!:approved:;)
     
    A enzopacileo e eta beta piace questo messaggio.
  11. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Cosi giriamo intorno al problema....
    Agire e pensare al pari dei suoi coetanei europei?
    Ti chiedo per esempio.....ci sono ottimi allenatori ed ex giocatori in Belgio?
    Stanno facendo passi avanti?
    Dove vanno ad imparare giocatori ed allenatori?
    Ed invece.......
    Hai presente lo staff tecnico?
    Ti risultano stage di giocatori con una cadenza programmata con gli allenatori della nazionale e non con i badanti figuranti al seguito?
    Ma no son troppo bravi per farlo.......
    Che evolvano gli allenatori dei club è auspicabile ma a meno di un soggettivo interesse ad imparare fuori dai confini nazionali o da pochi in Italia non è certo lo staff nazionale a portarti le novità che poi novità in parte non sono visto l'arretratezza del nostro tt.
    Ammesso che si aprano a prendere ragazzi di prospettiva (cosa tra l'altro impossibile visto che guardano solo i risultati) li mettono a sparacchiare palline a Formia?
    Oppure a tener corto prendendo la pallina sotto l'impugnatura?
    Quello è il disegno tecnico?
    Se non fossero i ragazzi in gioco mi verrebbe da ridere invece mi viene una tristezza enorme.....
     
  12. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Il disegno tecnico?
    No,adesso è insufficiente,ma io sono e voglio rimanere positivista.Con la speranza che ci sia un miglioramento generale.Certo "loro"
    non possono mica imparare da noi,e chi siamo?Poi suscettibili come sono non ammetteranno mai che in Italia si pratica un Tennis tavolo di qualità non paragonabile con quello della concorrenza fuori dai nostri confini.
    Il Belgio...lo so hanno avuto sempre alle loro dipendenze un fior di giocatore di provata esperienza internazionale,di cui mi sfugge il nome ma è bulgaro e inizia con la lettera B.Di conseguenza i Belgi,tutti, hanno sempre esibito brillanti top di rovescio a scapito,come spesso succede per chi predilige e raffina un colpo rispetto ad altri, di un scarsa mobilità per rispondere adeguatamente di dritto.Vanno,pero' quasi tutti a giocare all'estero e stanno colmando le loro lacune tecniche.Ci vorrà del tempo...
    Potessimo annoverare un loro giocatore di chiare origini italiane tra le nostre fila.Si chiama Allegro,un rovescio da fuori campo mortifero,giovanissimo sta imparando e migliorando... Chissà.....
    Sarebbe bello formare ora una squadra di giovani,ma che sia una squadra.Spesso le vittorie dei nostri concorrenti sono vittorie di squadra,cioe' si aiutano l'un l'altro,non giocano da individuale come da noi spesso succede
    stima ettore
     
    A enzopacileo piace questo elemento.
  13. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Non solo Martin Allegro ma anche Lambiet, Cnudde ed altri ma non solo per il bulgaro che è stato tanti anni li che sicuramente avrà portato dei contributi tecnici ma per il fatto che fanno stage presso altre maestrie così come altre nazioni al mondo che hanno una visione aperta verso l'apprendimento.
    La Francia tra queste è quella che si è mossa prima e bene con i club che si muovono in Europa ed in Cina, l'Ungheria che con il suo club di punta il Bvsc ha fatto un gemellaggio con i Cinesi per interscambio pongistico insomma a prescindere dalle risorse a disposizione ci provano in ogni modo ed ottengono risultati di conoscenza omogenei al movimento di tutta la nazione che poi con il tempo si riflettono nelle nazionali.
    Se ci si propone fuori dall'Italia con la giusta umiltà si riceve molto e ti spalancano le porte questa è la mia esperienza diretta e con il tempo mi capita di confrontarmi con maestri che con estrema normalità mi chiedono magari cosa ne pensi io su un gesto tecnico o su una nuova tecnica così come faccio io con loro conl'unica differenza è che io al pari loro sono una nullità ma non è quello il punto perché c'è il rispetto di un ruolo e l'abitudine al confronto che arricchisce tutti bravi e meno bravi.
    Se c'è qualcosa che noi tutti possiamo fare per cambiare qualcosa nel tempo?
    Sì è proprio questo, cambiare la testa ovvero renderci conto una volta per tutte chi siamo e quanto valiamo.....mettere giù la testa e pedalare, dare zero importanza ai saccenti e valutare senza preclusione quello che ci viene proposto con la voglia di imparare riconoscendo le fonti dell'insegnamento per fare tesoro delle esperienze altrui
    Basta con le confusioni atleta e allenatore, basta con le chiusure mentali, usciamo, andiamo a vedere gli altri andiamo con quella sana fame di sapere che abbiamo perso sentendoci realizzati nel nostro mediocre orticello ed allora potremo cambiare l'andazzo di potere.
    Sono ripetitivo?
    Certo ne sono cosciente ma non perdo la speranza che questo messaggio trovi la giusta semina
     
    A LO YETI, Milocco Ettore e emilio68it piace questo messaggio.
  14. LO YETI

    LO YETI Utente Noto

    :piango: Sic! Se pensiamo che
    nel lontano 1973 (se non erro) il compianto Pupo Giontella veniva invitato in Svezia a fare degli stages con Alser e Bengtsson..... e adesso?
     
  15. rico60

    rico60 gaula

    Nome e Cognome:
    federico bacci
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    E adesso?
    E adesso potremmo proporgli di mandargli il postino e cortigiani.

    Difficile li invitino... Ma se accettano facciamo bingo.
     
  16. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    E ma se li devono tenere a vita.....credi che bastino ingenti somme per questo?
    Purtroppo credo di no
     
  17. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Lettera indirizzata a......
    Carissimi Dirigenti della Federazione Tennis tavolo italiana...
    Non è dato sapere se siete attenti lettori di queste pagine del Forum, pur ci dispiace e spero comprendiate, noi umili ma appassionatissimi fan dei colori azzurri, il motivo dei nostri interventi così critici e amari per la piega,anzi la china irreversibile, che sta prendendo il tennis tavolo di vertice, con i risultati quelli che sono, abbondantemente scarsi rispetto alle aspettative, precedentemente create e, girando la frittata come si vuole, illusoriamente disattese.
    Ora occorrerà una disamina, con calma però,una vera riflessione sul se ed eventualmente su come operare un cambiamento.Tutti consapevoli che non sarà facile, per come è stato concepito l'attuale Organigramma e sul..sui rischi che modificare o togliere qualche mattoncino, anche spostarne uno solo, può far cadere tutto l'impianto e senza garanzia alcuna che poi riprenda a funzionare per il meglio. Ovviamente tenendo sempre sotto controllo i costi gestionali, che qui molti dimenticano ma in definitiva caratterizzano in controluce l'attuale conduzione tecnica e i......
    poco fortunati......scadenti?......non in linea con le aspettative?...accettabili?...inaccettabili?.....
    dopo tutto poteva andar anche peggio?..........
    .......risultati.Quelli che sono e per quello che (ci)rappresentano.
    Dare ad uno il benservito su due piedi, come fanno tranquillamente quelli del calcio, dopo le prime batoste,non è prassi, nè consuetudine alle nostre latitudini di piccolo movimento.Ci sono ovviamente contratti da rispettare,figli da mantenere,insomma tutti tengono famiglia.Ed è bene,in questi casi, comportarsi da gransignori!
    Però una soluzione proviamo a immaginarla lo stesso,sempre nel tentativo di migliorare o almeno provarci. Basterebbe chiedere ad uno Stato a noi vicino,San Marino?,se necessitano di qualche buon Tecnico,al fine di migliorare pur essi gli attuali risultati.Allora il loro Tecnico attuale potrebbe benissimo trovar casa presso una Società satellite della nostra Federazione.
    Il nostro Direttore Tecnico portandosi addietro buona parte del suo Staff di fiducia e a parità di trattamento "ca va sensa dir",che gli verrà comunque assicurato, si accasa presso la Federazione di quella meravigliosa e tranquilla Rocca appesa sugli Appennini. Poi, se colà migliorerà i risultati anche di quel poco, potrà comunque essere richiamato.Intanto si libererà (ooohhh....!) anche da noi qualche posizione.
    Non voglio mettere il carro davanti ai buoi,
    nè spetta a me indicare chi,ma già mi risulta che alle dipendenze Fitet ci sia un Tecnico europeo, carismatico e di sicura esperienza internazionale al momento sottodimensionato
    e compiti non proprio all'altezza del suo valore,che pure ha già dimostrato.Con un piccolo ritocco e adeguamento al contratto si può provare.Tempo 2 anni e poi si tirano le somme. Un cambiamento che può fare bene a tutti.Certo che all'ultimo arrivato sulla panchina azzurra toccherà fare a lui e lasciargli carta bianca.
    Che sia questo l'impedimento vero?
    Va beh,le persone che si sentono tirate in ballo
    non ne abbiano a uggia,qui si dicono le cose tra il serio e il faceto...pur di dare una mano al cambiamento e qualche scossone all'immobilismo....:confused: :mad: :nerd: :nerd:
    ettore
     
    Ultima modifica: 9 Giu 2019
  18. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    scusa ma non ho capito di chi parli. Joze Uhr ? gli hanno appena fatto il contratto in FITeT e non capisco perché parli di "adeguamento". A proposito ma perché i contratti (di qualunque tipo e genere) non vengono pubblicati come prescrive la Legge vigente sul nostro sito federale??? Nella sezione "Federazione trasparente" del sito ci sono solo le spese dei Comitati regionali e poco altro :muro::muro:
     
  19. rico60

    rico60 gaula

    Nome e Cognome:
    federico bacci
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    ... La brutta china che sta prendendo...

    Scusa, Caro Ettore, ma ndo azzo hai passato gli ultimi 20 anni?

    Che sta prendendo?:rotfl::rotfl:
    Scrivi a sti signori?
    non ti cagano manco se li porti davanti ad un giudice, figuriamo leggerti.
    Scrivi ad altri?
    Grandi scrittori e impavidi cavalieri la cui bandiera é pronta ad issarsi, di volta in volta, coi colori piú diversi.
    Ma tu scrivi, é bello leggerti.

    E.... Vivi sereno, come son certo tu faccia e sia

    Con stima
     
  20. enzopacileo

    enzopacileo Utente Noto

    Nome e Cognome:
    vincenzo
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Caro Ettore, mi sembra ovvio che il tuo stile sobrio e rispettoso di tutti non potevi di certo lasciarlo a casa nella tua lettera aperta e ne apprezzo la finalità.
    Per il leggere ti dico che leggono eccome tanto che in una dispensa per allenatori ho trovato poco tempo fa anche una mia affermazione scopiazzata di sana pianta, la cosa peraltro non mi inorgoglisce ne mi deprime perché alla fine porta risultati pari a zero e di certo non mi occorre il copyright ma piuttosto mi conferma ancora una volta il sistema di gestione.
    Io sono del parere che debba esistere una visione meritocratica dello sport e nessuno credo voglia lasciare in mezzo alla strada nessuno ed allo stesso tempo però nessuno deve per forza stare sempre al proprio posto come se gli fosse dovuto senza considerare i risultati.
    Questa gestione da prima repubblica ha più che stancato perché i vertici non fanno scelte drastiche ed ancora peggio lo staff tecnico non fa di suo un bel passo indietro dimettendosi.
    Resto ancora convinto che solo se alcuni atleti avranno la maturità di battere i pugni sul tavolo allora in processo mediatico saranno costretti a mollare la presa sia pure con il rischio che ne deriva.
    Oppure le prossime elezioni, ma anche qui ho forti dubbi che gli accordi elettorali non partoriscano i soliti noti o nuovi yesman.
    La vedo dura....
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.

Condividi questa Pagina