1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Il solito.. immarcescibile sito Fitet.org !

Discussione in 'Chiacchiere sul Tennis Tavolo' iniziata da eta beta, 14 Giu 2015.

  1. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    @adygoro, @Chicco, @Diego Armando ..

    me fate morì. :D

    Quello è il link del titolo del sito fitet.org, non l'ho fatto io : ho solo copia/incollato il link e appare così, infatti è azzurrino. :)

    Era per segnalare a @Chicco che il sito aveva fatto un articolo sui giovanissimi, il giorno dopo, ma lo aveva fatto. Oltretutto nell'articolo si dice chiaramente del valore del ragazzo, quindi non capisco quale brutta figura abbiano fatto le teste di serie, come scritto dallo stesso Chicco nella discussione classifiche:

    Link : classifiche

    Ambasciator non porta pena.. e neanche penna! :rotfl: :nerd:

    Link : La mina vagante Danilo Faso batte tutti fra i Giovanissimi
     
    Ultima modifica: 11 Dic 2018
    A Diego Armando piace questo elemento.
  2. adygoro

    adygoro Utente Noto

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Avevo male interpretato quanto scritto da Eugenio. Chiedo scusa.

    I giovanissimi tds italiani non hanno fatto nessuna particolare brutta figura. Anche perche non puo essere colpa di un bambino se un altro è piu bravo di lui. Nella bravura di Danilo comunque c'entra poco la Francia, se non per il fatto che in Francia l'attività agonistica puo iniziare a 6 anni, cosa sulla quale a Terni ho pregato il presidente federale di intervenire nei confronti del Coni .

    Danilo sarebbe stato ugualmente a questi livelli se fosse cresciuto in Italia. Il problema, come sempre, è dopo ...
     
    A Chicco, capa97 e eta beta piace questo messaggio.
  3. PonziPonzi

    PonziPonzi Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    è nel penultimo video hanno invertito gli ultimi due video
     
  4. gino boll

    gino boll Utente

    Su webtv. Anche se è archiviata come semifinale...
     
    A eta beta e Jackcerry piace questo messaggio.
  5. Diego Armando

    Diego Armando Utente Attivo

    avevo capito che avevi riportato il link, però questa volta hai ragionissima, avevo letto male il link! ho messo un mi piace troppo di fretta..
     
    A eta beta piace questo elemento.
  6. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    Danilo Faso come avevamo constatato anche a Strasburgo al Torneo Internazionale Giovanile di questa estate è meritevole di attenzione da parte dei nostri Tecnici federali. Allenato dalla madre Yulia Markova (ottima atleta e allenatrice per un paio di anni anche nella mia Società) e dal papà Marco Faso (appassionato e bravo 3a categoria con il "vizietto" del puntino :rotfl::rotfl:) sta bruciando le tappe e potrebbe essere davvero insieme al friulano Trevisan il futuro del tennistavolo italiano.
    Visto che nel Progetto Italia della FITeT già adesso sono previsti contributi economici per Atleti giovanili che giocano e che sono tesserati per Società all'estero, perché non è stato previsto per Danilo questo contributo? avrebbero fatto bella figura.
    Lo faranno ora? vedremo e comunque adesso .... so' boni tutti .... lo hanno visto tutti che è forte!! :king::king:
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 12 Dic 2018, Data originale: 12 Dic 2018 ---
    nella confusione del Torneo di Terni anche in diretta streaming è stato detto che quella fosse la semifinale :bash: ma addirittura archiviarla come tale ...... VERAMENTE SCARSI.
     
  7. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Nannoni dixit:
    tratto da "Open d'Austria i risultati e il bilancio degli azzurri"

    Apprezzo sempre di più il Tecnico Federale Nannoni per la sua sincerità e il candore con cui commenta le prestazioni dei suoi assistiti. Anche perché centra le problematiche mettendo sul tappeto le difficoltà che incontrano i nostri giovani esponenti azzurri in contesti Internazionali, così qualitativamente diversi
    dal gioco espresso sui tavoli di casa nostra. Ragionarci sopra è il miglior viatico per provare a cambiare in qualcosa e magari escogitare le opportune e adeguate contro-misure per evitare sconfitte, che per come si mettevano almeno inizialmente gli incontri, apparivano invece come semplici passeggiate sul velluto destinate a miglior sorte.

    Allora parlando a fine incontro delle prestazioni di alcuni giocatori azzurri rileva:
    “ È ancora un po' insicuro nel gioco di controllo, quando si deve difendere, e nella gestione delle palline corte che rimangono sopra il tavolo”.
    Dov’è il problema? Non si degnano di fare un passo avanti per raccattare una pallina sotto rete? Non hanno la sensibilità di mano per fare un appoggio leggero e rimandare la palla delicatamente di là, appena un po’ angolata? Sono forse troppo precipitosi che ritengono di poter attaccare tutte, ma proprio tutte le palline, anche quelle che si sollevano a 2, massimo 3(tre) centimetri sopra il tavolo? Cosa peraltro che io ritengo anche possibile, in certi casi, ma con dispendio eccessivo di forze per tirare un singolo colpo e non certo farne una strategia da mantenere per tutta la durata della partita. Stante poi la difficoltà di effettuare un colpo forte ed efficace e soprattutto di riorganizzare le forze per riassumere la posizione più equilibrata per i colpi successivi (toh! guarda caso:la prendono, la prendono!). Non è il questo difetto di molti fra i nostri migliori esponenti e quante partite abbiamo perso per questa deficienza?

    “Lo spagnolo rallentava molto e non consentiva a Leo di dare ritmo ai suoi colpi, inducendolo all'errore”.
    Perché questa tattica così comune ai nostri avversari fa difetto e viene così trascurata dagli azzurri?

    “Non è necessario fare punto subito, ma creare i presupposti per avere un vantaggio nello scambio».
    Si sa che la maggior parte delle risposte al proprio servizio arrivano corte e diversamente angolate, più o meno tagliate? Quando potrò avere un vantaggio nello scambio? Non certamente quando potrò muovermi in spazi brevi e ristretti, ad esempio sopra il tavolo, ma all’incontrario quando potrò liberare i miei colpi in spazi più ampi ed esprimere così più potenza. E gli azzurri, a vederli così baldanzosi all'inizio partita, ne hanno da vendere, finchè inevitabilmente calano alla distanza. Cosa peraltro che anche i nostri avversari capiscono benissimo e sanno perfettamente appunto come comportarsi, in quale acque ristagnanti portarci e costringere i nostri a muoversi su territori limacciosi e sconnessi, da cui alla distanza non riescono a risollevarsi, spesso(ahinoi) sconfitti.

    "È stato anche importante poter assistere a sfide di alto livello in cui la pallina rimaneva molto più in campo".
    Sì, certo bello assistere a simili partite .E’ noto a tutti che bisogna tirar forte, meglio ancor più forte degli avversari. Basta ricordarlo e imprimere continuamente questo concetto nella mente dei nostri azzurri, basterà allenarli in quantità industriale a tirare forte per rendere attualizzabile questa condotta di gara? Come se gli avversari non esistessero? allora sarà il caso di cambiare qualcosa? Come?Già il dirlo,rifletterci sopra può portarci sulla strada giusta.Bravo Nannoni! Fosse il metodo adottato da tutto lo Staff azzurro chissà quante sconfitte avremmo evitato.
    ettore
     

Condividi questa Pagina