1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Il 16 gennaio ripartono i campionati nazionali

Discussione in 'Sezione Nazionale' iniziata da TechLab, 19 Dic 2020.

  1. AndyCap58

    AndyCap58 Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Andrea Caprini
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    Pol. San Giorgio Limito ASD
    Ognuno é libero di pensarla diversamente, ma ti assicuro che per gran parte dei tesserati la classifica é importantissima e non vedono l'ora che esca l'ultima.
    In quasi mezzo secolo di attività ne ho viste di tutti i colori per un gruzzolo di punti ...

    A me (62enne) importa davvero poco ma poiché mi piacciono le cose giuste in tutti i campi, troverei corretto mantenere le classifiche attuali senza favoritismi non dovuti (solo) alla bravura sul campo.

    Esempio: se un bravo ragazzino figura tra i primi della sua categoria potrà essere testa di serie ai C.I. giovanili, ma se non può giocare a scapito di altri giovani che lo possono fare, si ritroverà indietro nel tabellone e questo penalizzerà lui e quelli che se lo ritroveranno nel girone.
     
    A lolloping, VUAAZ, off-ready e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. Mattia30

    Mattia30 Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Credo che sia un ottimo ragionamento. È interessante soffermarsi anche sul livello medio delle squadre schierate: basso per non dire bassissimo. Già trovavo un eccesso giocare alcune categorie nazionali, ma, dopo aver visto alcune squadre, penso sia ridicolo. Non capisco il significato di scegliere gente non adeguata ai campionati nazionali. Per queste squadre aveva senso ritirarsi ad esempio, così come per società, come il Limito e numerose altre, che non hanno avuto la palestra a disposizione. Già è un campionato monco, se, in seguito, diventa pure di basso livello, non ci resta che il puro e semplice gusto di “far due tiri”.
     
  3. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    E pensa che io non posso andare a fare una ciaspolata nel bosco, in provincia, senza incontrare anima viva, invece ci si può spostare da una regione all'altra per una partita di amatori, nazionali, ma pur sempre amatori. :whistle:
     
    A vg., Mattia30 e demonxsd piace questo messaggio.
  4. Mattia30

    Mattia30 Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Infatti concordo con te. È stata una forzatura inutile. Poi fatta così, ancora peggio.
     
    A eta beta piace questo elemento.
  5. TechLab

    TechLab Utente Noto

    Nome e Cognome:
    S.C.
    Squadra:
    ASD Sparta 480 a.C.
    Alla fine i campionati sono partiti e la prima giornata in qualche modo ce la siamo messa alle spalle. La voglia di tornare a giocare per una larga parte dei tesserati e' sicuramente importante ma come abbiamo potuto apprezzare tutti dalle dirette streaming il livello di incertezza, approssimazione se non palese violazione dei protocolli imposti è stato notevole anche nella serie regina della A1.
    Speriamo di poter fare meglio per il prosieguo e soprattutto speriamo che il sistema dei tracciamenti e delle comunicazioni post gara minimamente funzioni e in bocca al lupo a tutti.
     
  6. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Sono indeciso se presentare un esposto alla Procura della Repubblica.

    Il "preminente interesse nazionale" è salvaguardare la Salute Pubblica, non certo il campionato degli amatori del ping pong che scorrazzano liberi da una regione in zona arancione ad una in zona rossa !

    In teoria si dovrebbe trattare di attività protette, seguendo un rigido protocollo.. ma se in C1 non c'è nemmeno l'arbitro federale che certifica la regolarità del tutto. Il responsabile Covid è un dirigente della squadra di casa e sapete cosa ha detto il consulente della federazione nel primo webinar? Ha detto che spetta alle autorità provare che un eventuale focolaio si è generato proprio durante quell'incontro e non altrove (all'autogrill, per esempio). Capito ? Fatta la legge, trovato l'inganno!
     
    Ultima modifica: 18 Gen 2021
    A vg., demonxsd e lupo alberto piace questo messaggio.
  7. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    in qualche modo...speriamo di poter far meglio!!!??:azz::muro:
     
  8. TechLab

    TechLab Utente Noto

    Nome e Cognome:
    S.C.
    Squadra:
    ASD Sparta 480 a.C.
    @lupo alberto ...hai ragione ma non ho trovato altre parole per descrivere quello abbiamo visto nel fine settimana...sicuramente buona volontà ma tanta impreparazione e imprecisioni regolamentari...continuo ad avere una considerazione molto critica sull'opportunità di questa ripartenza e mi rendo perfettamente conto della amatorialità del nostro contesto....tanta passione ma altrettanto tanta improvvisazione
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 18 Gen 2021, Data originale: 18 Gen 2021 ---
    In effetti nel webinar ci sono stati tratti di ilarità quasi imbarazzante....a parte dichiarazione di una delle società di punta del movimento che tessera atlete senza sapere che la visita medica e il certificato di idoneita' agonistica sono propedeutiche al tesseramento (=amatorialità pura), mi ha molto colpito il passaggio in cui si è rimarcato che l'ufficiale di gara deve solo limitarsi a fare il suo lavoro tecnico di arbitraggio dell'incontro mentre spetta al resp. covid tutta l'incombenza del resto....come se i regolamenti e le direttive covid non fossero parte piena ed integrante di tutta la disciplina regolamentare....bah
     
    A eta beta piace questo elemento.
  9. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    che ci sarebbero state impreparazione e imprecisioni era scontato, lo vediamo da mesi nel comportamento di troppi in varie situazioni e circostanze, feste, cene e quant'altro.
    potevano forse ripartire A1 e A2, poi basta.
     
    A demonxsd piace questo elemento.
  10. TechLab

    TechLab Utente Noto

    Nome e Cognome:
    S.C.
    Squadra:
    ASD Sparta 480 a.C.
    anche io la penso cosi ma il mondo va in un'altra direzione purtroppo...e cmq anche in A1 e A2 ieri han fatto degli arrosti...
     
  11. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    ci sono altre realtà, penso a ristoranti, cinema, teatri dove forse e ripeto forse, si potevano provare timide ripartenze potendo forse e ripeto forse, cullare la ragionevole speranza di far le cose per bene e soprattutto andando incontro a gente che ha bisogno di guadagnare per mangiare e non alle crisi esistenziali di noi malati di ping pong
     
    A eta beta, TiborKlampar, Tsunami! e 1 altro utente piace questo messaggio.
  12. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Pensa alle località sciistiche che hanno pure degli addetti : sei all'aria aperta, puoi disciplinare le code, fai numero chiuso, no funivie ma le seggiovie da 6 posti potrebbero benissimo trasportare 3 persone alla volta (2 nelle quadriposto e una sola nelle tri/biposto) solo asporto negli ski-bar ecc... ecc..

    eppure non possono ancora aprire..
     
  13. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    La FISI ha 80.00 tesserati e 350.000 iscritti a sci club, ma credo che il motivo principale della chiusura sia dovuto ai milioni di potenziali praticanti e a tutto ciò che comporterebbe il loro movimento.

    Per quanto riguarda l'attività agonistica, dal 9/1 partiranno le gare regionali
     
  14. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    9/1?
     
  15. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Il comunicato FISI dice che "...la Federazione intende procedere all’autorizzazione dell’organizzazione delle manifestazioni di livello territoriale a partire dal prossimo 9 gennaio". Si intende 2021
     
  16. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Prenotazioni e numero chiuso. Si può fare
     
  17. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    il parallelismo fitet/fisi mi pare acrobatico
    momenti di criticità diverse
     
  18. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    La criticità è la stessa : il rischio di contagio.

    Sono gli ambienti e gli àmbiti ad essere diversi, era solo per dire che lo sport organizzato gode di privilegi perché può dichiarare di agire seguendo dei protocolli di sicurezza sanitaria (non si sa quanto rispettati ) mentre lo sport di base (quello per cui è stata creata la Sport & Salute) è completamente escluso dalla possibilità di essere praticato se non in casa o attorno a casa. Fiducia nel cittadino pari a zero se questo non è inserito in una lobby istituzionalizzata.
     
    A senigallia piace questo elemento.
  19. lupo alberto

    lupo alberto a tempo a tempo, chi sà sà e chi un sà su' danno

    e infatti ho scritto momenti (ambienti e ambiti) di criticità diverse, non diverse criticità
     
  20. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    hai ragione sullo sport organizzato, che comunque è controllato in qualche modo anche dagli addetti e i numeri lo permettono ; lo sport "di massa" che è quello a cui fai riferimento crea inevitabilmente potenziale rischi in quanto non sempre un controllo sui grandi numeri può esser fattibile ed esser efficace ,vedi gli impianti presi d'assalto appena se n'è avuta l'opportunità senza auto limitazioni , pensando di esser gli unici ad aver avuto l'idea....in qualsiasi occasione non puoi escludere "imbuti" in cui la gente si ammassa.
    Se per assurdo (ma proprio assurdo" ) ci fosse un movimento di massa come nello sci ,anche nei luoghi in cui ci fossero dei tavoli da ping pong presi d'assalto da MILIONI di praticanti si sarebbe dovuto prender la decisione di fermare il TT, o permettere la pratica solo agonistica.
     
    A eta beta piace questo elemento.

Condividi questa Pagina