1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Gomme Lisce Guida per scegliere le gomme

Discussione in 'Guide sui Materiali' iniziata da seguso, 1 Ott 2014.

  1. Antoniogatto

    Antoniogatto Utente Noto

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Io ho usato tutte le Jp e per me la 03 e la 01 possono andar bene anche se preferisco quest'ultima.
    La 02 non si capisce che gomma è ...
     
  2. ruin

    ruin Utente

    Grazie ragazzi e grazie seguo, a questo punto o mantengo la m2 ma per avere grip,o accetto consigli per avere una gomma performante che non sia dura e quindi più veloce della m2,anche leggermente meno con un po' più controllo mi starebbe bene,l importante che abbia tanto grip...sono abituato con donic,ma anche altro posso valutare
     
  3. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    tanto grip? proverei la vega japan. è una gomma che a differenza delle donic dura tanto. (questo è da confermare, la sto usando ora. per un confronto: la mia m1 sul dritto la devo cambiare dopo 3 settimane, massimo 4, mentre ho giocato con una vega japan vecchia di un anno che grippa ancora come nuova. è diventata più lenta e più morbida, ma aggancia sempre bene. speriamo mi duri almeno 3 mesi).

    per capirci grippa come una sigma, ma questa a differenza della sigma tira medio-alto.

    confronto con la m1: la vega japan è un po' più lenta della m1, tira un po' più basso, ma grippa molto di più . come morbidezza è tipo m1, un filno più morbida (ma ben più dura della m2)

    come angolo di tiro (=parabola) è come la h3 o la t05, cioè un po' più basso della m1, ma poco. come durezza di spugna è come la t05 (45 gradi) ma il feeling è più duro per via del topsheet che è duretto (anche più della m1).
     
  4. ruin

    ruin Utente

    Grazie per i dettagli seguso,ma la cerco anche un tantino più lenta della m2...come grip e quant altro mi può andar bene
     
  5. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Confermo, durata della vega Japan e soprattutto Pro imparagonabile alle donic. E' uno dei motivi per cui oscillo da jp01 a vega pro. Mi trovo bene con entrambe ma ciascuna ha leggeri pro e contro
     
  6. FabioS

    FabioS Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Fabio
    Puoi dettagliare meglio questa cosa?
    In cosa le trovi differenti?
    Mi interessa molto!...
    Magari anche confrontata alle altre due della serie JP...ovvero la 02 e 03.
    Ovviamente se vuole aggiungere qualcosa anche Seguso ben venga!!...;);)
    Grazie!!
     
  7. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    Veramente a me la vega pro durava 2 settimane massimo 3. La usavo tre anni fa. Poi non mi ricordo che succedeva, se si bollava o perdeva grip.

    E' la japan che dura tanto, non perde mai grip. (ancora una volta, da confermare... richiedetemelo tra 2 mesi).
     
  8. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Mmmm strano... come grip del sopra la pro è quella che mi dura di più, ma d'altronde mi sa che io e te la usiamo in maniera completamente diversa: considera che io striscio sempre tanto perchè con la liscia il 99% del tempo taglio molto e tiro a giro (spesso proprio quei toppettini inguardabili di solo braccio lenti e arrotati, ultimamente però cerco di metterci più corpo) quindi tendo a consumare tanto il sopra (ad un mio compagno che gioca piatto il sopra delle gomme dura il doppio che a me) ma a stressare meno la gomma di come fai tu nel complesso. La cosa che in tanti dicono della pro è che si ammorbidisca un po' nel giro di poche settimane e perda potenza... credo sia vero ma io per il gioco che faccio lo prediligo perchè la gestisco meglio e comunque difficilmente riesco (o punto) a bucare l'avversario con la velocità...

    Per FabioS: mai giocato con la 02 e appena appena provata la 03 su telai di altri, quindi ti posso confrontare solo le 2 in questione.
    Cose di cui sono più sicuro: la vega rispetto alla JP tira più alto (vega molto alto, jp medio alto) e fa più parabola, è più morbida (ma hanno due feeling differenti), più o meno lo stesso grip. Sicuramente meglio la JP per il gioco piatto (blocco, schiacciate) o di anticipo sul tavolo, con la vega riescono meglio i colpi dove si aspetta la pallina in modo più classico (tipo top carico sul taglio). Potrei dire in sostanza che la JP è sicuramente una gomma più moderna.
    Cose molto più discutibili: la vega ha quel tipo di "reattività incorporata/catapulta" comparabile per dire alla serie M (ma molto molto meno!), cioè anche sui colpi gentili ha comunque un suo (minimo) slancio sia come velocità che come rotazione mentre invece la jp è più lineare, ti da più quello che ci metti e se ci metti bene rende meglio, quindi nel gioco sul tavolo (tagli, appoggi...) è più lenta ma se si accelera in attacco è più veloce.

    Aggiungo che secondo me per un attaccante la vega pro ha senso solo se è il classico che vuole toppare tutto con molto giro o che comunque è potente di suo e ci mette quella velocità che la gomma non ha rispetto a tante gomme più moderne (o magari come me gli piace avere tanto giro ma senza reattività eccessiva). Evoluzione naturale della Vega secondo me è la M2 che è simile come durezza complessiva (credo poco più morbida) e ricalca il suo stile, ma è ben più reattiva e vitale e ne migliora decisamente anche i difetti sul gioco piatto. Ovviamente perde gestibilità nel taglio.
    Per me che punto molto sul taglio e la rotazione meglio la vega della M2, però per esempio nel breve periodo che ho fatto con quest'ultima anche con la mia tecnica pessima riuscivo a ""bucare"" la gente molto più facilmente.
     
    A FabioS piace questo elemento.
  9. FabioS

    FabioS Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Fabio
    Grazie per la descrizione molto dettagliata Luca!...;):approved:

    Una domanda...visto che nei siti italiani dove comunemente compriamo il materiale, rarissimamente vengono pubblicate le durezze delle spugne delle varie gomme, voi dove riuscite a trovarle?
     
  10. RevanII

    RevanII Utente Noto

    C'è qualche elenco su qualche sito straniero. Tendenzialmente sono affidabili sulle euro/jap e internamente alle marche, non sulle cinesi.
    Mi pare di ricordare qualcosa di xiom , ma potrei dire una stupidata
    Vega elite 38
    Vega Euro 42.5
    Vega Japan 45
    Vega pro/asia 47.5

    La classifica dovrebbe valere anche per le omega e tutte le altre serie xiom. In donic dovrebbe essere
    euro = m3/jp03
    pro=M1/Jp01
    ma di questo non sono sicuro per nulla

    Però conta che parlare solo di durezza di piuma aiuta poco perchè le piume fra loro sono diverse (più o meno porose, basta confrontare le piume delle M e delle JP) e conta molto la durezza del topsheet e il rapporto top/piuma nel complesso. Per dirne una, la asia ha un sopra molto morbido che la rende di fatto più morbida della japan.
     
  11. Lomart

    Lomart Utente

    Squadra:
    DINAMIS Paese
    ho seguito il consiglio per quanto riguarda il telaio e devo dire che .... funziona a meraviglia !!! Però vorrei lo stesso chiedere a Seguso se può fare un'altra mezza paginetta tecnica, che a lui gli vengono tanto bene ste cose, su rigido/flex, duro/morbido ecc... così oltre che di gomme diventiamo esperti anche di telai.
     
  12. markfit78

    markfit78 Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    mark
    Squadra:
    bonacossa Milano
    sono completamente d'accordo c'è molta confusione secondo me tra rigidità e flessibilità durezza ecc.. e se esiste un sito affidabile che specifica il tipo di telaio da questo punto di vista

    table tennis db sarebbe uno di questi ma è affidabile? Oppure i valori sono dati dai ricensori e quindi con il beneficio del dubbio?
     
  13. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    Mi chiedete due parole sui telai... ecco una mini-guida:

    Quando scegli telaio e gomme, ti devi fare 2 domande:

    1) quanto forte colpisco in media ? (cioè quanta forza riesco a imprimere nel colpo mediamente?)

    2) dopo che ho colpito, quanto forte voglio che la palla parta?

    E' importante capire che queste sono due cose diverse, perché nel tt la velocità del tuo colpo non dipende solo dalla forza che tu ci metti. Infatti, nel tennistavolo, entro certi limiti, è possibile tirare con poca forza, ma ottenere lo stesso una palla che parte veloce. (Come? Basta scegliere gomme morbide e telaio veloce, vedi oltre).

    Ecco perché queste sono due domande diverse: 1) quanta forza voglio impiegare 2) quanto veloce voglio che la palla parta.

    Ora, la domanda 1 serve a scegliere la gomma. La domanda 2 serve a scegliere il telaio. Ecco come devi ragionare in ordine temporale:

    FASE 1: ti fai la prima domanda: con quanta forza colpisco mediamente? Se tu non hai molta forza, o comunque spesso non riesci a colpire molto forte, sceglierai una gomma morbida, altrimenti la palla non penetra e non hai spin. Se invece riesci sempre a colpire forte, sceglierai una gomma dura, altrimenti la palla penetra troppo e non hai spin.

    FASE 2: ti fai la seconda domanda: DOPO che la palla è penetrata nella gomma, quanto veloce voglio che la palla esca dalla racchetta? E qui entra in gioco il telaio: se voglio che la palla parta molto veloce, scelgo un telaio veloce (duro e/o rigido). Se no, lo scelgo lento (flessibile e/o morbido).

    Quindi ripeto, notate che è possibile usare poca forza ma tirare lo stesso forte: basta scegliere gomme morbide e telaio veloce. Ovviamente anche in questo c'è uno svantaggio. Infatti, più il telaio è veloce e più il tiro si abbassa. Quindi oltre un certo punto non conviene velocizzare il telaio, perché se lo fai: 1) devi stravolgere troppo il movimento (da sotto a sopra invece che da dietro in avanti) e quindi diventi più lento ad effettuare il colpo; e 2) anche se riesci a colpire da sotto a sopra, la parabola risultante diventa così bassa che sbagli moltissimo. 3) se la palla parte sempre veloce (e quindi lunga) anche quando tiri piano, flippare sul tavolo diventa molto difficile; così come toppare a chiudere su palla che esce di poco.

    Se così non fosse, tutti sceglierebbero l'opzione "uso poca forza e tiro lo stesso le cannonate". Nella realtà è un compromesso, perché il telaio determina sì quanto veloce parte la palla dalla tua racchetta, ma allo stesso tempo determina anche l'angolo di tiro, alto o basso (e quindi corto o lungo).

    Ok. Resta solo da dire che differenza c'è tra duro e rigido. Finora ho detto che per velocizzare un telaio ci sono 2 strade: renderlo più duro o renderlo più rigido. Entrambe le cose funzionano se vuoi che la tua palla parta più veloce. In questo senso , duro e rigido sono equivalenti. Ma allora, cosa cambia tra duro e rigido? Risposta: il telaio rigido ti fa perdere certe cose, il telaio duro ti fa perdere altre cose. Per la precisione:

    1) se scegli di velocizzare un telaio rendendolo più DURO, avrai il problema che non puoi toppare piano (devi sempre toppare forte o palleggiare); se provi a fare il top controllato la palla cade a rete. Ma avrai il vantaggio che quando tiri forte, la racchetta tira comunque alto. Ad esempio: passo dall'offensive wood all'infinity vps v; oppure passo dall'offensive wood al dhs PG2 (o al p500, o a un qualunque 5 strati in koto-abete-ayous). Risultato: quando tiro forte ho una bella parabola e un top che gira molto, ma sul flip sono dolori: devo flippare con decisione e lo sbaglio spessissimo. Per quanto riguarda lo spin, con questa scelta avrai un top che gira tanto quando tiri più forte, ma la palla cade quando tiri piano. Questa è la scelta migliore per chi gioca dalla media distanza.

    2) Invece se scegli di velocizzare un telaio rendendolo più RIGIDO, è il contrario: avrai il vantaggio che puoi continuare a fare il top anche se non colpisci fortissimo, ma avrai lo svantaggio che quando tiri forte la palla parte più bassa. Esempio: passo dall'offensive wood al clipper wood. E' la scelta migliore per chi apre sempre, ma non sempre riesce ad aprire con molta forza, ad esempio se è fuori posizione. Per quanto riguarda lo spin, con questa scelta avrai un top che gira tanto quando tiri più piano, ma un po' meno quando tiri forte. Questa è la scelta migliore per chi gioca vicino al tavolo (quindi pazienza se dalla media distanza la tua palla è un po' troppo bassa e tesa).

    Nota: il contrario di rigido è flessibile (o elastico), il contrario di duro è morbido.
     
    Ultima modifica: 19 Gen 2015
    A iTzGuG, Hitman, Yoko Poko e 3 altri utenti piace questo messaggio.
  14. markfit78

    markfit78 Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    mark
    Squadra:
    bonacossa Milano
    Seguso for president

    grazie mille

    perché non mettere in rilievi sia la guida delle gomme che dei telai
    credo sia utile per tutti neopongisti e anche quelli più rodati per affinare i materiali a seconda delle loro caratteristiche
     
    A mendmax piace questo elemento.
  15. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    Pretendo che mi sia conferita la seconda categoria AD HONOREM :)

    il fatto è che sto forum non è adatto per fare delle guide, dato che non puoi modificare il post dopo 30 minuti. ma le guide vanno aggiornate e aumentate e corrette nel tempo.
     
    A gnagno piace questo elemento.
  16. ruin

    ruin Utente

    Ragazzi ho letto cose interessanti e seguso come sempre riesce a ben dettagliare,ma quello che in realtà volevo sapere anche da te seguso è che visto che mi hai consigliato Vega japan,dopo averti detto che di dritto sto usando m2 e mi hai sconsigliato jp 02,o che sia o Vega che sia un altra,abbia un po più controllo e magari leggermente più lenta della m2,considera che jp 03 l ho utilizzata è non mi sono trovato male,ma che abbia più grip con arco molto simile alla m2.Grazie
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 20 Gen 2015 ---
    Considera che utilizzo come telaio senso carbon
     
    Ultima modifica: 20 Gen 2015
  17. markfit78

    markfit78 Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    mark
    Squadra:
    bonacossa Milano

    Ok pero i moderatori possono modificare anche dopo i 30 Min quindi basta avere una corsia preferenziale con loro ovviamente solo per questi tipo di cose

    per me 2 Cat concessa ahahahh
     
  18. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    ho letto più volte ma non capisco qual è la domanda :)
     
  19. rozzopicchiatore

    rozzopicchiatore Utente Attivo

    Ok Seguso, molto chiaro. Ora volevo farti un paio di domande relativamente alle puntinate. E precisamente cosa cambia se invece di usare delle lisce uso una puntinata corta con gommapiuma.
    Ho recentemente provato una joola tango ultra e i flip risultano di una facilita incredibile rispetto alle lisce e la cosa mi ha decisamente stupito.
    Ti volevo poi chiedere una cosa relativamente al gioco con puntinata lunga ox da murettaro. La usa un mio compagno di squadra su tsp black 3.5. Ma non sarebbe meglio usarla su balsa carbonio tipo bty 5k o galavxy t11+ e cioe su telai molto rigidi?
    Mi rendo conto di fare queste domande a uno che uusa tutto fuorche le puntinate ma ci provo lo stesso.
     
  20. seguso

    seguso utente morboso

    Nome e Cognome:
    maurizio colucci
    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Squadra:
    pescara b2
    non ne so abbastanza di puntinate sorry :) mai usate.

    con la corta, se flippi facilmente è una cosa molto buona. ..
     

Condividi questa Pagina