1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

coronavirus

Discussione in 'Sezione Nazionale' iniziata da Tsunami!, 23 Feb 2020.

  1. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ma piuttosto che andare sulle varie testate giornalistiche perché non cercate tra le riviste scientifiche, su pubmed, sull'oms sull'iss che danno una visione globale, i primi due, e locale, la terza? Loro sono le uniche fonti ufficiali che ognuno di noi dovrebbe seguire per avere dati certi. Se poi avete difficoltà a leggere e interpretare i dati potete trovare qualsiasi libro di epidemiologia spiccia che vi spiega le basi (letalità, mortalità, rischio, come si seleziona un campione ecc).
    Evitate altro e soprattutto rai 3 xke ho passato tutta la serata di ieri sera a smontare la palla colossale che hanno trasmesso
     
    A eta beta e Chicco piace questo messaggio.
  2. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
  3. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Per i dati "nudi e crudi" anch'io utilizzo solo le fonti ufficiali, ma dai giornali (quelli seri) ricavo informazioni e pareri interessanti come quelle sul caso di Nembro, che mi sono state confermate da mio cugino (da non confondere con mio cuggino...), che lavora nel paese. Naturalmente non gli do un valore scientifico, li considero solo tasselli utili per avere un quadro della situazione
     
  4. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Una curiosità ce l'ho.Ed è questa.A che media di temperatura il Virus Corona si moltiplica così tanto fino a diventare il pericolo mortale N1 del momento?Ovverossia a che temperatura deve scendere il termometro per rallentarne la sua propagazione,fino a renderlo inattivo e ,forse bloccarne la sua pericolosità?Altresì a temperatura estiva,diciamo 26/28 gradi fa egualmente danni?Il dubbio mi viene constatando che luoghi chiusi,con poco ricambio d'aria fresca e naturale,come interno di navi da crociera,strutture residenziali,luoghi chiusi con VSL,i tanti luoghi pubblici affollati,anche case private con stanze e finestre spesso chiuse, situazione in cui si trovano a vivere molti anziani che da un lato preferiscono un clima costante durante la giornata,dall'altro temono semplicemente il classico "giro d'aria" e il conseguente abbassamento improvviso di temperatura per evitare i classici malanni stagionali.E magari fossero solo quelli.
    Fra i biologhi esperti,presenti anche fra i pongisti di questo Forum, qualcuno sa se è stato misurato entro quale spettro di temperature accresce e diminuisce la sua forza letale,per verificarne le condizioni più favorevoli di sopravvivenza,ahinoi,di questo invisibile nemico,al fine di rallentarne il contagio?
    ettore
     
  5. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    A parte che siamo Biologi e non biologhi XD. Per la tua curiosità non c'è risposta al momento (anzi penso di aver già dato la risposta un po indietro). Si sa che al virus piacciono le temperature umide e tra i 10-15 gradi. Alcuni studi (ma è da confermare) dicono che al di fuori del corpo umano non può resistere al di sopra dei 25 gradi. Ma come detto questo virus ci ha sorpreso più volte per cui prenderei il dato con la dovuta cautela ;-)
     
  6. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Un altro dato interessante tratto dai giornali, che non ho trovato nella letteratura Iss, è il metodo di calcolo che registra come morti dovute al virus anche quelle di persone molto anziane, con una, due o tre
    malattie gravi pregresse, che è diverso a seconda dei Paesi.
    Non essendo mai stato definito un protocollo internazionale, il metodo potrebbe sovrastimare le morti da Covid-19: una revisione di tutte le cartelle cliniche è in corso all’Iss. Ma anche il cambio di passo attuato il 25 febbraio dal ministero della Sanità, decidendo di testare solo persone con sintomi, avrebbe portato a un rialzo della curva: se fai meno tamponi, si abbassa il denominatore (vedi dibattito @eta beta e @Kubala) ed immediatamente sale il tasso di letalità.
    Dal 3,1% del 24 febbraio si è passati al 7,2% del 17 marzo, sino al 10% attuale (Marco Galluzzo, Corsera 26/3)
     
  7. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Non so sinceramente perché in Italia sia stata attuata qst politica del prendere tutti. Mi dispiace sarebbe da chiedere direttamente a loro, è ovvio che il prendere tutti può sovrastimare il dato
     
    A vg. piace questo elemento.
  8. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Non c'è stato alcun dibattito tra me e @Kubala, se non per quella mia definizione non ortodossa del denominatore/numeratore che io usavo con un significato non strettamente legato alla matematica. Io usavo l'etimo del termine : numeratore in quanto numero, denominatore in quanto definizione (nome) ..

    ... per il resto il mio dialogo con Kubala era un dialogo tra sordi perchè lui parlava di due quozienti che non erano in discussione e che, tra le altre cose, non sono mai stati usati nella situazione.

    Non dico che non si possa usare il quoziente decessi/contagi per paragonarlo al quoziente guariti/contagi ma il numero assoluto è già esplicativo essendo comune il numeratore (aritmetico).
     
  9. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    A Chicco e eta beta piace questo messaggio.
  10. Kubala

    Kubala Utente

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Se corrisponde a verità ciò che ho letto in alcuni articoli, sembra che in Italia siano conteggiati come decessi per COVIP-19 quelli di chi, avendo già 1-2-3 patologie pregresse, muore perché a tale contesto si aggiunge il coronavirus, senza il quale probabilmente avrebbe tirato avanti.
    In altri Paesi pare che così non sia.
    Se così fosse, a mio avviso è corretto l'approccio italiano, senza il corona avrebbero tirato avanti per un tempo che non è dato sapere.
    Diversamente, potremmo non conteggiare nessuno come decesso per COVIP, tanto tutti noi saremmo destinati prima o poi a morire di qualcos'altro, chi di tumore, chi di infarto, chi di ictus e chi per incidente ... ma senza COVIP, sarebbe appunto un "poi" ...
     
    A off-ready piace questo elemento.
  11. elius

    elius Utente Noto

    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Se le nazioni usassero lo stesso metodo per conteggiare i morti, le varie tabelle sarebbero più leggibili.
     
  12. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    L'unico dato ufficiale disponibile è questo (aggiornato al 24/3), da cui risulta che sono state analizzate le cartelle di 514 deceduti.
     
    A Kubala piace questo elemento.
  13. Kubala

    Kubala Utente

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Interessante. Non aiuta a chiarire eventuali differenti modalità di conteggio nei vari Paesi, ma certamente da un quadro molto più chiaro del contesto in cui il COVIP diventa mortale: il 77,3% ha due o più patologie pregresse, e solo l'1,4% non ne ha. Insomma, come già si sapeva il coronavirus è letale su organismi già più a rischio, come tipicamente gli anziani (ma non solo).
    Il risultato è che a essere pianti sono e saranno soprattutto i nostri genitori, nonni, zii, ecc. ... un drastico taglio delle nostre radici, e sinceramente non mi va di fare battute su quanto questo possa fare felice l'INPS :(
     
  14. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Facciamo un esempio :

    Io ho 61 anni, iperteso e con una tiroidite Hashimoto. Tranquillamente in terapia senza sintomi nè limitazioni particolari. Mi ritengo uno sportivo (60 battiti al minuto) e ho superato col massimo dello sforzo applicato al cicloergometro la prova per il certificato agonistico.

    Se dovessi morire di coronavirus in Italia sarei conteggiato tra gli anziani con due patologie intercorrenti.

    Se fossi in Germania non entrerei nelle statistiche? Se così fosse vorrebbe dire una sola cosa : i tedeschi truccherebbero i dati per non allarmare la popolazione ma così facendo tradirebbero la democrazia.

    imho.
     
    A emilio68it, LO YETI e maledettaretina piace questo messaggio.
  15. Chicco

    Chicco superiperappassionato

    Nome e Cognome:
    eric
    Squadra:
    TTBiella
    tedeschi o no prima o poi tutti dovranno fare i conti ,forse non con una mortalità/letalità ma con il numero dei pazienti ricoverati. punto e basta. La Spagna in ritardo ne paga già la conseguenze.... Vedremo gli Usa....
     
  16. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Da una analisi fatta a livello genetico del virus sembrerebbe che il primo contagio in Italia sia avvenuto agli inizi di Gennaio, questo ha permesso al virus di girare indisturbato e di contagiare molte persone, alla luce di questo (se fosse vero) i numeri dei contagi sono nell'ordine delle migliaia in più il che potrebbe sia a far diminuire la mortalità sia a farla aumentare e questo non lo sapremo mai.
     
    A vg. piace questo elemento.
  17. Tsunami!

    Tsunami! Moderatore mercatino Staff Member

    Squadra:
    ASDTT tennistavolo Parabiago
    non ho ancora letto/sentito nulla a riguardo : pensi che qualcuno sinora abbia sviluppato gli anticorpi specifici ? perchè altrimenti come si può affermare che parecchi non si accorgono nemmeno di averlo avuto (questo si legge spesso invece) ?
     
  18. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Prima di ipotizzare dati truccati e conseguenti tradimenti della democrazia, bisognerebbe raccoglier qualche informazione. L’Istituto Robert Koch (che controlla le malattie infettive in Germania) ha chiarito che tutte le persone che risultano affette da COVID-19 e che poi muoiono sono indicate come decessi da coronavirus, anche se avevano altre malattie. Il criterio è lo stesso adottato dal nostro Istituto Superiore di Sanità.
    Il metodo di calcolo può essere discutibile, ma l'importante è utilizzare lo stesso criterio in tutti i casi di malattia infettiva (ad esempio per confrontare il Covid-19 con le altre influenze stagionali).
    Trai i motivi della minor mortalità tedesca il Koch Institut cita:
    1) Il fatto che in Germania siano stati fatti circa 160 mila test ogni settimana, per cui un gran numero di tamponi permette di individuare anche i contagiati con pochi sintomi o addirittura asintomatici, che hanno una più alta probabilità di sopravvivenza;
    2) in Germania circa l'80% delle persone con infezione da Covid-19 ha meno di 60 anni
    3) nei malati in Italia l'età media è di 63 anni, in Germania di 47 anni;
    4) in Germania le persone più anziane hanno minori relazioni sociali e sono orientate per lo più ai rapporti con i coetanei, mentre in Italia c’è un rapporto più stretto tra generazioni diverse.
     
  19. Alexander

    Alexander Ammazza puntini lunghi

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Sicuramente quando qualcuno lo prende e non sviluppa sintomi/li ha lievi oppure quando guarisce vuol dire che il corpo umano ha sviluppato gli anticorpi per combattere il virus.
    La domanda che i virologi ora si stanno ponendo è questa: lo sviluppo di questi anticorpi protegge a vita come nel caso del morbillo? Oppure no? Nel primo caso sarebbe ottimo nel secondo caso, beh ci sarebbe qualche problemino in più
     
    A vg. e off-ready piace questo messaggio.
  20. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Grazie,già così ci stiamo facendo una prima idea.Se il clima migliora e andiamo verso l'estate con le temperature cui siamo abituati,forse.....
    tocchiamo ferro,dai!
    ettore
     

Condividi questa Pagina