1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per il 40% di sconto sui dispositivi Amazon e QUI per tutte le altre offerte! Fino al 25 Novembre
  3. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it
  4. Ricevi 40€ di bonus aprendo un conto BuddyBank a costo ZERO scaricando l’app e inserendo il codice C3B553

    App per Android:QUI
    App per iPhone:QUI

    Per mantenere il conto a 0€ scegliete “non adesso” quando vi propone il conto LOVE

Controllo Puntini in Campania

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da linocaccia, 2 Nov 2012.

Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.
  1. paolom

    paolom Moderatore Staff Member

    Nome e Cognome:
    Paolo
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    E state tralasciando la variabile "natiche"... applicate. Il TT è fisico applicato (dalla testa ai piedi).

    Pero' il problema è sempre lo stesso: trovare un sistema di valutazione oggettiva, in un quadro normativo chiaro. Il si vede, si tocca, ..., non lo sono. Qualche giorno fa si chiacchierava con tranquillità tra scarsoni e alla mia osservazione sulla racchetta di un compagno di merenda che aveva le gomme ultraconsumate, praticamente concave, il suo "fornitore" -fatto anche ad arbitro- obiettava che però le mie erano tagliate larghe rispetto al telaio (1 mm) e che lui (in una partita) non mi avrebbe fatto giocare -vabbé me la son cercata un po' :) vista la figura non esemplare- ma la scritta "vietato fumare, pericolo di esplosione" che era sulla mia gomma non l'ha vista... né sentita :rotfl:. Insomma, finché le valutazioni si faranno a "sentimento" si dovrà mettere in conto che qualcuno potrebbe non ... corrispondere.
    E non mi pare ci sia riparo alla casualità di certi giudizi.
     
  2. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    C'era un sistema oggettivo, conseguente all'introduzione di un determinato tipo di gomme con determinate caratteristiche che rendevano di fatto incontrovertibili certi giudizi: le vetrificate come le Superblock.
    E' stato alla loro abolizione che sono venuti fuori tutti i casini di attriti minimi e minchiate varie...
    Fra 2 ore circa capirete perchè...
     
  3. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Oddio.. le gomme handmade a kilometro zero no eh? :D
     
  4. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Bene, facciamola finita una volta per tutte con 'sto discorso assurdo... Il prossimo che tira fuori l'argomento dell'attrito minimo e sarcazzi vari, che dio lo fulmini!!! :D

    Attrito - Wikipedia

    Per chi avesse capito qualcosa dal link in sovraimpressione, le forze di attrito non sono una cosa insita nei materiali ma sono determinate da precise situazioni. Nel caso specifico, ci dev'essere un'aderenza fra 2 corpi ed una forza che li mantiene a contatto.
    Non sto a spiegare i vari tipi di attrito ma mi soffermo su quello che interessa a noi ossia l'Attrito Radente. La forza minima necessaria per vincere l'attrito e avere uno strisciamento dei 2 corpi è data dal prodotto della Forza applicata che tiene a contatto i 2 corpi per un coefficiente d'attrito (terremo in considerazione quello di tipo dinamico perchè se mi metto a fare tutte le valutazioni del caso anche su quello statico per spiegare l'influenza "dell'attrito di primo distacco" perdo tutto il pomeriggio... Tanto ai fini materiali è tempo perso vista la stupidata della regola). Questo coefficiente è dato dalle caratteristiche dei materiali a contatto e qui salta il primo dubbio: ok, le palline potranno essere anche tutte uguali, ma le gomme non sono tutte uguali quindi ogni gomma avrebbe un coefficiente differente (bel casino)... Ma assieme salta anche il secondo dubbio: ma i 25 mN di attrito minimo, cosa stanno a significare?

    Già qui l'ITTF andrebbe svergognata negli anni a venire per aver dato una perla del genere, inserire una regola che non solo è slegata ai fini del gioco ma anche a livello di fisica teorica, robe da 3 immediato a scuola e via al posto...
    Questo perchè i 25 mN indicati sono inutili se non viene indicato che è lo sforzo minimo da applicare per avere lo strisciamento (almeno io la penso così, visto che tutti strisciano la palla sulla gomma... Si dovrebbe interpellare i fisici teorici della ITTF a riguardo) oltre che indicare un metodo unificato per rilevarli visto che, secondo la formula della forza d'attrito, c'è la necessità che la palla venga premuta sulla gomma per generare attrito. Ok, ma quanta forza applichiamo alla palla?
    Secondo la logica andrebbe applicato un valore tipico di un'azione di gioco, ma qui casca il palco: si darebbe per scontato che la palla arriva SEMPRE alla stessa velocità. E qui non serve una laurea ma basta il diploma elementare e 1 ora di gioco per capire che la palla non arriva MAI allo stesso modo...
    Avrete già capito che se come giudice arbitro abbiamo Don Lurio e Schwarznegger è probabile che le due rilevazioni non saranno poi così simili... Quindi si dovrebbe innazitutto uniformare la rilevazione.

    Ok, eccovi il metodo: si fa una scatola abbastanza larga aperta dal lato del manico, si crea una sorta di rullo con delle palline (bastano 2 file lungo l'asse del manico) in modo da far rotolare in cima la racchetta, si appoggia la racchetta ai "rulli" con la puntinata rivolta verso l'alto, si mette sopra una pallina precedentemente incollata ad un piatto di legno (mantenuto in guida con il resto della scatola in modo che possa muoversi solo per alzarsi dal piatto) dove in cima verrà applicato un peso campione. Questo mi genererà la forza d'attrito di riferimento. Una volta applicato il peso, estrarrò la racchetta tirandola per il manico grazie ad un dinamometro applicato tramite una normale fascetta da elettricisti e si leggerà il valore sul dinamometro: quello sarà il mio sforzo d'attrito. Per semplicità tolgo tutto il casino rimanente dal fatto che la racchetta non dovrebbe avere la gomma dalla parte appoggiata ai rulli, altrimenti dalla lettura dinamometrica dovrei togliere l'attrito volvente generato dal contatto rullo/gomma (che anch'esso non è mai uguale, visto che il coefficiente d'attrito di un'antitop è diverso da quello di una cinese...)

    Ma c'è un però grande come il pianeta: visto che la palla arriva in condizioni sempre diverse, come posso essere sicuro che l'attrito minimo sia garantito contro i topspin potenti (quanto potenti poi non si saprebbe mai...) e contro quelli lenti?
    Questo perchè le Puntinate Lunghe hanno una caratteristica: i puntini sono più o meno flessibili, modificando così le proprie caratteristiche di attrito nelle varie situazioni di gioco. Quindi vi rendete subito conto che ho perso 40 minuti di 'sto pistolotto per arrivare a trovare fuori un metodo per rilevare un qualcosa di INUTILE ai fini pratici.

    Sopratutto tenendo presente una cosa molto importante e che sarà la ciliegina sulla torta a questo discorso: qualcuno mi sa dire a quanti kg corrispondono 25 mN? Una volta risposto, chiunque si renderà conto di quanto sia ridicola questa faccenda.

    L'unico modo per risolvere questo dubbio sarebbe quello di imporre una rigidità al puntino in modo che non si deformino al variare dell'impatto con la palla. Guardacaso, fino a qualche anno fa c'erano in commercio gomme che garantivano queste caratteristiche: le vetrificate tipo la Superblock. Puntini talmente rigidi che le prime avevano problemi di resistenza e si staccavano i puntini perchè troppo rigidi... E non potevi neanche farci più di tanto perchè si danneggiava facilmente e poi non serviva a niente perchè era la gomma più lenta in commercio e una delle più vetrificate. L'unica cosa che si poteva fare era togliere lo strato di biadesivo per renderla meno rigida ma capirete che dava gran pochi vantaggi (anche perchè la base della gomma era anch'essa rigida ed il trucco di non incollarla al centro serviva a niente :sisi:)...
    Ma allora, perchè eliminare le vetrificate? Avevano quasi risolto il problema dei marcioni... Invece no, basta cambiare il regolamento e come per magia arriveranno nuovi soldi per le omologazioni di gomme di "nuova generazione".

    Quindi, è impossibile avere un valore oggettivo con il regolamento attuale. Di conseguenza il prossimo che vedrà un arbitro fare la classica prova della strisciata è autorizza fin da subito a fargli leggere questo post...




    P.S.: Tenete presente che la classica prova effettuata strisciando la palla sulla gomma è inutile visto che non riproduce fedelmente quello che accade durante il gioco... Lo strisciamento è determinato dalla rotazione della palla sulla gomma quindi ne andrebbe stabilita anche la velocità di rotazione periferica... Senza tener conto dell'aumento di superficie a contatto dovuto alla deformazione da impatto della palla... L'umidità superficiale... Il tutto collegato ai 25 mN, robe che un rutto potrebbe sballarmi la misurazione, altro che Enez!!!
    Ma tanto so che ho perso tempo per niente :rolleyes:+:piango:+:muro:
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
    A Giorno, Bull Hurley, PecoraNera e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Sempre tanto di cappello Sacra..

    ... però permettimi: La leaflet T4 dice che una gomma deve avere un livello minimo di attrito pari a 25mN :
    (1.5. Friction for pimples - out. The minimum friction level is 25 mN (Milli Newton). )

    Sono d'accordo che sia una dicitura inaccurata e imprecisa dal punto di vista scientifico.

    Però la leaflet fissa un valore che poi i laboratori autorizzati all'omologazione devono utilizzare come riferimento.

    Si parla cioè di gomme che si presuppone non abbiano subìto alterazioni successive, ma siano conformi al modello presentato al board per l'omologazione.

    Un tecnico di laboratorio avrà i mezzi a disposizione per verificare che la pallina NON strisci sulla gomma se gli applichiamo una forza parallela al piano della gomma fino a 25mN, in caso contario, se la pallina striscia applicando una forza minore vuol dire che non soddisfa i requisiti richiesti. Questo credo sia facilmente comprensibile a + o - tutti.

    Ma è un discorso che si inserisce a fatica nelle pratiche di controllo da parte degli arbitri ma soprattutto nelle pratiche truffaldine dei furbetti del torneino. ;)

    post sponsored by Loctite International, owner of Attak trademark.
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
  6. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Tutto giusto quello che hai scritto ma vedo che hai saltato un particolare cui nessuno fa caso: mi sapresti dire a quanti Kg corrispondono i 25 mN da applicare per far strisciare la palla?
    Poi ne riparliamo... ;)

    Conversione Unità di Misura - Peso, Massa

    Toh, per aiutarvi vi inserisco una simpatica tabellina di conversione da Newton a Kg e altre unità di misura. Considerate che sono 25 mN (milliNewton) quindi 0.025 N.
    Non vi dico il risultato finale, voglio che lo facciate voi e lo vediate con i vostri occhi e facciate le dovute considerazioni.
    Chi poi mi dirà che un valore simile è replicabile con la mano di un giudice...
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
  7. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Vediamo.. 25:9,81= 2,54 grammi circa.. giusto?
     
  8. bvzm71

    bvzm71 Difensore Moderno o Attaccante Antico ;-)

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT... Mah! valuto alternative perchè non cambia mai nulla..
    visto che nn ci sono strumenti oggettivi e che spesso la classe arbitrale di molti sport è tenuta a prendere decisioni soggettive...perchè ci stupiamo quando (SE) o fanno?

    DIRIGENZA e CLASSE ARBITRALE hanno bisogno di CREDIBILITA', ergo:
    - la D. deve addestrare gli A. e intimare loro di prendere decisioni, anche impopolari , se e quando serve....e PRENDERE IN CONSIDERAZIONE EVENTUALI RECLAMI FATTI DA SOCIETA' O ATLETI e nel caso PRENDERE PROVVEDIMENTI NEI CONFRONTI DEGLI A. che hanno sbagliato
    - gli A. devono calarsi meglio nella loro parte, capire l'importanza del loro "lavoro", tutelare lo SPORT e ATLETI
     
    A ggreco e eta beta piace questo messaggio.
  9. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Nov 2012 ---
    Bravo!!! Hai vinto il tortellino da brodo da applicare alla racchetta necessario a vincere la forza d'attrito minima richiesta!!!
    Il ripieno è a tua scelta...:sisi:

    2,54 GRAMMI di spinta!!! Forse basterebbe anche la spinta di uno starnuto...

    P.S.: Ma quale starnuto!!! Considerando il fatto che la pallina pesa 2,7 grammi circa, secondo il regolamento i 2.54 grammi di spinta sarebbero sempre rispettati anche tirando la palla con il dinamometro senza applicarci un peso sopra.
    Perchè per spostarla, senza considerare l'attrito minimo palla/gomma, devi applicare 2,7 grammi di spinta!!!!!!

    Rendiamoci conto che questa regola è una colossale presa per il culo...
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
  10. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    Domanda da parte di uno che non sa cosa chiede: :(
    non è che quei famigerati 25 mN sono parametrati sulla situazione più semplice possibile?
    Cioè ponendo una pallina sopra la gomma in posizione piana e trascinandola in avanti senza alcun peso aggiuntivo?
    In questo contesto andremmo a valutare il cosidetto attrito minimo dato da peso della pallina.
    L'eventuale maggiore attrito derivante dalle variabili di gioco, dalla potenza o dalla rotazione dei colpi, dall'umidità o da mille altre diavolerie non viene preso in considerazione, perchè in teoria dovrebbe generare un attrito maggiore... escluso il caso di elevata umidità, ma in questo caso non grippa neanche una liscia.
    Rimane il problema per l'arbitro che non ha gli strumenti adatti per la verifica.
    Però se partiamo dal presupposto (non so se vero) che una gomma con un attrito minimo in condizioni "minime" dovrebbe averne uno più elevato in condizioni di gioco... ecco che gomme "fenomenali" che restituiscono tutto o quasi lo spin che ricevono (vetrificate) non dovrebbero esserci.
    Scusate per l'assoluta mancanza di argomentazioni tecniche.
    Ho fatto l'esempio pensando che il valore proposto sembra essere assolutamente insignificante (sacramen docet) e pertanto anche la forza applicata dovrebbe esserlo di conseguenza.
    Se io fossi il "legislatore" avrei agito secondo questo criterio, cioè un criterio oggettivo in una data condizione ben definita.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Nov 2012 ---
    ... vista ora questa aggiunta, chiedo:
    e se il dinamometro fosse tarato escludendo il peso della pallina?
    Cioè che la forza necessaria sia dovuta al puro attrito fra materiali?

    Ribadisco che non so cosa dico... ma lo dico perchè siamo ancora in un paese libero. :D
    E perchè "voglio" che a sacramen, anche per sbaglio, per una volta possa sfuggire l'esclamazione: c...o 'ste puntinate!! :p
    Lo ieri m'ero arreso ma oggi sono tornato in forze. :king:
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
    A eta beta piace questo elemento.
  11. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Giusta osservazione :sisi:
    Ma ribadisco un concetto: il regolamento è quello ed è inutile andare in cerca di "scappatoie".
    Tu dici che magari i 25 mN siano da tenere in considerazione al netto del peso della palla. Quindi la forza d'attrito sarebbe 2,7 g+2,54 g= 5,24 g
    6 grammi è un valore difficilmente rispettabile dal tatto umano per il semplice fatto che (prova effettuata stamattina) provando a far strisciare la palla sul piatto di una bilancia di precisione scaricavo come minimo 200 g.
    Quindi, in termini pratici, qualsiasi prova pratica d'attrito effettuata da qualsiasi persona (che sia un bambino o un giudice arbitro) oltre che essere fuorviante è anche irregolare. Con tutte le conseguenze del caso...

    Tengo a precisare che queste conclusioni le ho raggiunte in fase di spiegazione. Se qualcuno è in grado di confutare questa dimostrazione sono il primo a ringraziarlo, ovviamente previa dimostrazione di quanto scrive e non con un "E' così perchè lo dico io..."
    La mia non vuole essere una difesa a testa bassa delle puntinate. Voglio solamente arrivare ad una conlcusione sensata a tutto questo casino che la stessa ITTF ha montato e noi ci siamo buttati in mezzo senza nemmeno ragionarci sopra un pò... Perchè secondo il mio ragionamento i 25 mN richiesti permetterebbero di giocare anche con le vecchie vetrificate visto che tale valore non è nemmeno misurabile...
     
    A Dr.Pimple piace questo elemento.
  12. Bull Hurley

    Bull Hurley Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Maury
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Giaveno
    Che ingenui ........ che siamo.....

    Ciao Sacramen, ovviamente complimenti .......:approved:

    e sopratutto per la voglia e la passione dimostrata....

    Mi ero ripromesso di non scrivere “quasi” più……

    Ma proverò a dare un piccolo contributo anch'io, ....magari non proprio così politicamente corretto….

    (ps. stai parlando di Kg peso o massa ;) ..... , scherzo.....)
    Premesso che per me i limiti sul coefficiente di attrito (che è adimensionale) applicati al ping pong li trovo ridicoli e dovrebbero essere aboliti per una serie di ragioni che in parte ho già espresso in altri post....http://tennis-tavolo.com/threads/antitop-un-p%C3%B2-strane.28584/page-10
    e che condivido ovviamente le ulteriori riserve da te espresse.....

    (ho letto solo ora gli ulteriori commenti e valutazioni...... di nuovo complimenti.......):approved:

    Non so che tipo di Forza di attrito ha voluto considerare l' ITTF per effettuare
    le sue prove di omologazione della gomma....(ma visto che la esprime in mN –milliNewton- sicuramente di una forza si tratta...)

    Tu dici che consideri l'attrito Radente (escludendo a priori l'attrito volvente...) come mai?
    Non credo che si dovuto all'interpretazione del regolamento, visto che a quanto pare risulta abbastanza fumoso.... (ma che strano....)

    Ed escludi ovviamente quello di primo distacco –più difficile da misurare e maggiormente falsificabile- (cosa che invece avevano considerato gli “inventori” del macchinario ai tempi di Saporito – io non l’ho mai visto- che sfruttava il principio del piano inclinato, credo cercando di valutare l’angolo di attrito di primo distacco…… cialtroni….)

    Comunque:
    · mentre per le prove di omologazione potrebbe essere utilizzato a discrezione o uno o l'altro (Radente o Volvente)
    "a patto di specificarlo e specificare anche forma, peso e materiale del campione da utilizzare per fare queste prove
    (e ovviamente la tipologia di prova di laboratorio da effettuare ..... ) insomma basta NORMARLO "

    · L'attrito che secondo me/noi (ti do del tu) entra in gioco maggiormente nel gioco del ping pong è quello Volvente!
    ....e quindi magari si può fare in modo di misurare quello invece di quello Radente (ma ripeto ai fini delle prove di omologazione è indifferente...)
    (..anche se probabilmente comporterebbe una complessità maggiore del macchinario da utilizzare....)

    Nel caso di misurazione di attrito Volvente sarebbe sufficiente porre in rotazione, con una certa velocità, una pallina sulla superficie della gomma da analizzare
    (o qualsiasi altro corpo estraneo ma a questo punto meglio una pallina omologata – già ma quale, visto che non sono tutte uguali e bisognerebbe normare il coefficiente di attrito volvente di ogni pallina da omologare…)
    e quindi imprimere una forza di 25mN ortogonalmente alla pallina, ossia appoggiare un massa di 2,55g!!!!!!!

    (nella fattispecie duevirgolacinquantacinquegrammi alle ns latitudini a e al livello del mare – per Riccione/Jesolo andrebbe bene ma a Courmayeur oppure in Svezia un po’ meno…. )
    sulla parte non in movimento solidale con la palla in rotazione…..
    (altrimenti dovremmo considerare l’attrito del corpo utilizzato)

    (agli “ingegneri” della Fitet il compito della sua realizzazione pratica….)

    (tanto nella descrizione ci sono un sacco di approssimazioni, inesattezze e problemi tecnici di realizzazione e verifica in parte anche voluti… e quindi non sarebbe omologabile......almeno non così nuda e cruda……).

    Anzi no che sto dicendo sarebbe oltremodo utilizzata senza riserva alcuna!

    • Se la palla interrompe la sua rotazione, la gomma è regolare!
    • Se la palla continua a roteare ma rallenta considerevolmente la sua rotazione, la gomma è trattata oppure ha più di 2-3 anni di vita in palestra o sui rulli…..--à (in ogni caso squalifica…di 1 mese.)
    • Se la palla continua a roteare pressoché con la stessa velocità , la gomma è trattata…. Oppure è stata usata in spiaggia per almeno 20 anni… à (in ogni caso squalifica…di 1 anno.)
    • Se la palla aumenta la sua velocità……. Chiamate il numero verde del centro di assistenza…… (…..psichiatriaca )
    (in questo caso squalifica a vita……… dell’arbitro!)

    Ps: Oppure si potrebbe continuare a strofinare le palline…

    “Nella speranza che da qualche “gomma magica” esca finalmente un Genio,
    che risolva almeno Tre,
    dei problemi che affliggono il nostro malaugurato ping pong……”

    (alla luce degli ultimi commenti sembra un po' datato, ma l'ho postato nellas versione originale....)
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
  13. Dr.Pimple

    Dr.Pimple Sminellatore

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    esattamente quello che sostenevo io 3 pagine su in merito alla Palio CK531A .....
     
  14. Bull Hurley

    Bull Hurley Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Maury
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Giaveno
    ... o di Cappella...;)
     
    A Dr.Pimple piace questo elemento.
  15. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    Dici: il regolamento è quello!!!

    - Ma siamo sicuri che quanto interpretato come regolamento non rappresenti esclusivamente il parametro a cui devono sottostare le case produtrici per l'omologazione?
    - Siamo sicuri che non vi siano circolari tecniche ad uso di chi deve produrre e che determinano le modalità nelle quali operare?
    - Siamo sicuri che sia compito dell'ittf produrre un parametro non taroccabile o che invece il suo compito sia di definire le regole del gioco?
    - L'ittf come farà a concedere l'omologazione?
    Si affiderà alla "strisciata degli arbitri italiani" conosciuti nel mondo per avere la mano leggera :D;
    - si accontenterà di una dichiarazione della fabbrica;
    - avrà un proprio laboratorio?

    Ancora richiedo (e non mi hai risposto :Prrr::clap.):
    questo parametro non sarà stato tenuto volutamente così basso perchè la misurazione va fatta "a riposo" perchè altrimenti nella realtà del gioco avremmo avuto delle puntinate più appiccicose di una gomma cinese?
    Fammi, se ti è possibile, una considerazione da questo punto di vista.

    Non voglio difendere l'ittf ma pensare che abbiano fatto un errore così macroscopicamente grossolano mi sembra incredibile, come è incredibile che non sia stato nel frattempo corretto... salvo specifici interessi delle case produttrici che magari hanno fornito i tecnici di laboratorio per predisporre le specifiche. :cool::eek:
     
  16. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    L'attrito volvente presuppone un rotolamento di un corpo circolare su di una superficie. Qui non c'è nessun rotolamento perchè la palla non scorre sulla superficie anzi, al momento dell'impatto la palla continua la propria rotazione ma rimanendo ferma sulla sua posizione al momento dell'impatto (ed è il motivo per il quale, facendo riferimendo ad un post del Drago sul suo blog, ha ragione Costantini a dire che nel topspin di dritto la palla andrebbe colpita nella parte inferiore del piatto, dalla parte dell'indice ;)). L'attrito volvente non c'è nemmeno con le classiche liscie e lo stesso principio di funzionamento delle LP presuppone che la palla ruoti liberamente...
    In ogni caso, fosse anche quello volvente alla fine il risultato rimane invariato (anzi no, l'attrito radente è maggiore di quello volvente e quello di primo distacco ancora di più!!!). Il regolamento impone una resistenza da parte della gomma che è inferiore alla stessa forza peso della palla. Quindi, per assurdo (ma anche no) per fare questo test basterebbe incollare un filo interdentale ad una palla, appoggiarla alla superficie della gomma e spostarla.
    Ma la cosa assurda sarebbe arrivare a dimostrarne l'effettiva irregolarità (e qua siamo a livelli da fisica quantistica, robe che adesso Einstein resuscita, si registra sul forum ed inizia a bestemmiare in tedesco inneggiando Hitler...): considerando che la forza d'attrito sarebbe data dal peso della palla x il coefficiente d'attrito della gomma = superiore al peso della palla, l'unico modo per determinarne un'irregolarità sarebbe il caso in cui la palla si spostasse con una forza inferiore allo suo stesso peso!!!

    Secondo il regolamento SEMBRA che una puntinata lunga o un'antitop è irregolare nel momento in cui la palla galleggia senza toccare la gomma...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Nov 2012 ---
    L'assurdita di questo parametro richiesto ai fini della regolarità della gomma non è una semplice interpretazione perchè è un valore ben preciso.
    L'arbitro che deve determinare la regolarità della gomma non deve interpretare qualcosa o un regolamento, altrimenti la valutazione sarebbe puramente soggettiva. Capirai che non è logica una cosa del genere...
    Il resto delle domande dovrebbero essere spiegate da chi ha fatto le regole... Un valore del genere mi farebbe pensare una cosa: se l'attrito minimo richiesto è inferiore allo stesso peso della palla questo significa che l'ITTF mi permette di usare una gomma anche con zero attrito...
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 16 Nov 2012, Data originale: 16 Nov 2012 ---
    Comunque, a prescindere da tutti i valori rilevati in sede di laboratorio, è innegabile il fatto che se l'attrito fra palla e gomma è anche di 50/100 grammi non lo si può misurare semplicemente prendendola e facendola strisciare a mano. Perchè in questo modo non si riesce ad ottenere un valore preciso.
    Risulterà essere come la vecchia prova per misurare la rugosità superficiale dei componenti meccanici: si prendeva una superficie campione, la si testava grattandola con l'unghia e si testava se il pezzo prodotto aveva la stessa ruvidità... Poi magari prendevi il rugosimetro (uno strumentino da 3000 euro) e vedevi che avevi cannato in pieno la prova :rotfl:
    Purtroppo è un test non affidabile perchè è il regolamento stesso a richiedere un test troppo preciso per la mano umana...
     
    Ultima modifica: 16 Nov 2012
    A eta beta piace questo elemento.
  17. superciuk

    superciuk Si fa Giorno e cala la notte.

    Eccomi qui a rompere le scatole... immancabilmente. :D

    ... BOOM!!! che mano pesante che hai. :king:
    Nella mia bilancia elettronica da cucina (non so se si può considerare di precisione :mumble:) la pallina pesa 3 grammi, non ha i decimali e quindi penso sia una tolleranza "tollerabile".
    Strisciando la pallina ho scaricato valori fra i 6 ed i 14 ed una volta mi è "scappato" un 34 gr.:sisi:
    Ma la mia perplessità (non finirò mai di dichiarare la mia totale ignoranza in materia) si deve al fatto che ad un maggiore peso applicato dovrei ricavarne una percezione di attrito più elevata, oppure sbaglio?
    Il che dovrebbe andare a beneficio di una regolarità della gomma e non viceversa.
    Perchè allora capita di fare il "test dello striscio" (no, non è il pap-test :p) e non ravvisare alcun attrito? :goccia:
    In effetti avrei una obiezione da fare al mio ragionamento, ma mi avvalgo della facoltà di non spararmi in un piede da solo. ;)


    Se capisco il senso dell'equazione il risultato è assurdo.
    E proprio questa assurdità mi fa pensare che non è logico pensare che il parametro sia da interpretare in questo modo ma che ci debba essere una spiegazione diversa.
    Altrimenti saremmo in presenza di una regola che a parole metteva al bando le vetrificate ma nelle specifiche tecniche di fatto le ammetteva: UNA TRUFFA!!!!
    Truffa alla quale hanno abboccato anche parecchie case produttrici perchè non c'è dubbio che molte nuove gomme "da muretto" sentivano gli effetti in modo abbastanza rilevante.
    Non mi quadra.


    Ah beh, su questo non c'è dubbio. E dovrebbero spiegarle pure molto bene. :sisi:
     
    A ggreco piace questo elemento.
  18. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Bravo Marco! E' quello che pensavo di aver detto... ma tu lo hai detto meglio! ;) :approved: :)
     
  19. bvzm71

    bvzm71 Difensore Moderno o Attaccante Antico ;-)

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT... Mah! valuto alternative perchè non cambia mai nulla..
    grazie grazie, troppo buoni!
    se proprio insistete alle prossime elezioni mi candiderò :eek:

    anni di politica apolitica ;) scolastica e successivamente in ufficio si fanno sentire ! :D
     
  20. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Perchè, sei sicuro di avere sempre la sensibilità di rilevare 2,5 grammi di spinta? E' la spinta di un soffio...
    E' questo il problema. Inoltre dalla tua prova non puoi dire "Ho rilevato un attrito minimo di 27 mN quindi è regolare" oppure "Ne ho rilevati solo 23,5 mN, sei squalificato!!!" perchè sinceramente mi sentirei preso per il culo... ;)
    Ed è su questo punto che gira tutto il problema...
     
Status Discussione:
ATTENZIONE! - L'ultima risposta a questa discussione ha più di 365 giorni!
Valuta se potrebbe aver senso aprire una nuova discussione sull'argomento o se il tuo intervento possa essere utile ad essa.

Condividi questa Pagina