1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it
  3. Ricevi 40€ di bonus aprendo un conto BuddyBank a costo ZERO scaricando l’app e inserendo il codice C3B553

    App per Android:QUI
    App per iPhone:QUI

    Per mantenere il conto a 0€ scegliete “non adesso” quando vi propone il conto LOVE

Articolo su futuro del tennistavolo

Discussione in 'Chiacchiere sul Tennis Tavolo' iniziata da andras, 18 Nov 2020.

  1. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Come ho scritto prima non è che il problema sia il puntino, il puntino non è un bene o un male in senso assoluto il problema e che cambia il gioco, se vuoi ampliare le utenza il tt deve essere semplificato e i materiali .tutti i materiali...devono contare di meno
     
    A vg. e eta beta piace questo messaggio.
  2. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Conoscendo bene i miei polli, avevo già fatto la "ricerchina" e se escludiamo Stefano Guerrini (best ranking n° 32 nel 2011, pescato dal Bat tester ai playoff di C2 del 2018, quando era 418 e poi scivolato all'attuale 901, ma senza più giocare) tutti gli altri "soliti noti" hanno perso solo qualche centinaio di posizioni usando puntinate regolari, in qualche caso recuperate, sia pur parzialmente, dopo aver ripreso la mano con le nuove gomme.

    Secondo me l'uso di gomme regolari penalizza il gioco dei taroccatori di un 20-30%, recuperabile nel giro di un annetto di allenamento (più o meno quello che succede con il doping fisico): ne ho avuto la conferma seguendo passo passo l'evoluzione di un paio di ex taroccatori pentiti.

    Pochi taroccatori sono riusciti a convertirsi alle antitop taroccate con il Calzanetto o con il più "professionale" prodotto a base di olio di silicone ("Pro anti clean"), perchè questa gomma richiede molta più "mano"
     
    A Max piace questo elemento.
  3. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    O.t. secondo te si possono raggiungere gli stessi risultati senza sostanze dopanti (ormoni) allenandoti di più o meglio?
    Non volevi dire quello vero?
     
  4. Max

    Max Utente Noto

    Squadra:
    TT Aquile Azzurre - Milano
    Riguardo al doping fisico Pietro Mennea, in una intervista rilasciata ad Emanuela Audisio (tra l'altro ottima pongista, di Senigallia mi pare), disse:

    "Convegno in Germania sulla velocità. Metà anni Ottanta. Parlo del mio training: 25 volte i 60 metri, 10 volte i 150 metri. Gli altri tecnici sbigottiti: ma se i nostri atleti al massimo fanno 6 volte i 150. È lì che ho capito che il doping aveva vinto: come facevano ad allenarsi tre volte meno di me e ad ottenere risultati? Quando Vittori mostrava nei convegni il mio programma di lavoro gli chiedevano: scusi, chi ha fatto questo allenamento è poi morto?"
     
  5. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Questa storia me là raccontata Zamperin tecnico federale di salto in alto ed è verissima .. faceva tabelle massacranti....ma questo con il doping c entra poco ..... Non me ne volere ma non credo che abbiate idea di cosa voglia dire allenarsi con o senza.......
     
  6. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Non mi sembra OT, perchè il futuro del TT passa anche attraverso la scelta di evitare qualsiasi doping tecnico o fisico. Io sono convintissimo che si possano raggiungere gli stessi risultati senza sostanze dopanti, allenandosi di più e meglio, ovviamente in tempi più lunghi e con più fatica rispetto alla scorciatoia degli ormoni e dell'EPO!

    Potrei avere qualche dubbio per sport come la pesistica, di cui non sono esperto, ma le prestazioni degli atleti NBA, di atleti come Bolt e Kipchoge ecc (rivoltati come calzini dal'antidoping) sono la dimostrazione che possono coesistere altissime prestazioni e sport pulito.

    Nel TT la sfida che ITTF sta lanciando è quella di dimostrare che, anche senza booster, si possono raggiungere alte prestazioni e del resto non è un caso se i top player italiani, pur boosterizzando a manetta, non ottengono risultati a livello internazionale: sono ben altri i fattori che fanno la differenza
     
    A VUAAZ piace questo elemento.
  7. Kubala

    Kubala Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    6a Cat.
    Vero, ma perché da noi fondamentalmente non è considerato(nell'opinione pubblica generale) uno sport ma un semplice passatempo. Più o meno da oratorio. Credo che in Cina la situazione sia ben diversa.

    Condivido che l'eccesso di materiali ha spesso a che fare più col marketing che con esigenza sportive, e combinato con l'esasperazione dell'aspetto fisico ha forse danneggiato lo sport (penso al basket ed al tennis, ad esempio), ma non credo sia poi l'ostacolo principale alla popolarità di uno sport.

    Di base, credo sia un fattore culturale, di gusti, di tradizione, di cosa trasmettono le TV, di "spazi di popolarità già occupati", diversi da Paese a Paese.
    Perché il calcio è lo sport più popolare in buona parte del mondo ma negli USA contano enormemente di più football americano o baseball (e il baseball è di fatto sport nazionale anche a Cuba, e va bene, ma è popolarissimo anche in Corea, e Giappone)?
    Perché da noi una volta il ciclismo era più popolare del calcio ed oggi decisamente meno?
    Perché il cricket è lo sport nazionale in India, il badminton lo è in Indonesia, e da noi nessuno se li fila?
    La corsa è lo sport più popolare in Kenia ed Etiopia, e visto quel che vincono lo posso capire, idem il ciclismo in Belgio ... ma che il ciclismo sia lo sport nazionale del Burkina Faso (con tanto di Tour du Fasu) un po' mi sconcerta ...
     
    A VUAAZ e off-ready piace questo messaggio.
  8. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Partiamo da un presupposto purtroppo vero qualunque sport professionistico usa sostanze, l unica differenza è quali e quante in relazione alle necessità e ai controlli. Pensare che questo o quello atleta vincente è un santo perché emotivamente ci sentiamo legati a lui e un po' come credere in babbo natale
     
  9. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Piuttosto pessimistica e cinica come visione! E ingiusto nei confronti sia di chi non si droga, non bara e non tarocca, sia nei confronti di tutto il mondo dell'antidoping, che ha fatto passi da gigante dai tempi del doping di Stato dei Paesi comunisti (non a caso i russi ci sono ricascati di recente...).

    Tra la visione complottista (sono tutti dopati) e quella natalizia (sono tutti Santi) esiste una realtà fatta dall'eterna lotta tra guardie e ladri, tra la "furbizia" degli apprendisti stregoni e la scienza che cerca di beccarli. Pur non sentendomi emotivamente legato a nessun atleta vincente, preferisco un Nibali che suda, fatica (e perde col passare del tempo), piuttosto che un De Luca o un Riccò che, dopo essere stati beccati, sentenziano che "così fan tutti".

    Tutti i puntinati onesti, la maggior parte per fortuna, si sono sentiti spesso accusati di trattare le gomme, gettati nel calderone dei bari da saccenti e perdenti di vario tipo: solo grazie a un sistema di controlli hanno potuto recuperare la propria credibilità, come a livelli ben più elevati è successo nell'atletica leggera e nel ciclismo.
     
    A VUAAZ piace questo elemento.
  10. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Purtroppo sei tu che sei ottimista.
    Il doping e sempre avanti rispetto all antidoping, aggiungi coperture politiche, di convenienza economica e sociale
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 20 Nov 2020, Data originale: 20 Nov 2020 ---
    Detta nel modo più semplice possibile, le sostanze dopanti innescano reazioni fisiologiche impossibili da ottenere con un allenamento "drug free" il vantaggio è talmente marcato da rendere imparagonabili i risultati che si ottengono.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 20 Nov 2020 ---
    Chiaramente tutto ha un prezzo, niente è gratis gli effetti collaterali sono vari e anche gravi e gravissimi anche mortali e sia di carattere fisiologico che psicologico
     
  11. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    @off-ready dicevi "nerds" e ti bastava una sola parola per spiegare. :D
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 20 Nov 2020, Data originale: 20 Nov 2020 ---
    Già eliminare le lunghe a legno sarebbe un buon viatico.
    La difesa con un minimo di piuma, bat tester serio e minimo attrito per tutte le gomme.

    Per eliminare boosters e altri intrugli posticci basterebbe non mettere limite allo spessore delle gomme. Che ti frega se uno tira a 1000 all'ora? Bisogna tirare dentro e senza parabola se non vai alle transenne vai a rete.
     
    Ultima modifica: 20 Nov 2020
    A Sman e off-ready piace questo messaggio.
  12. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Se abbassi lo spessore in modo importante puoi giocare di blocco di top e di chop con la stessa gomma, oltre ad allungare gli scambi permetti ad un giocatore capace di passare da una strategia all altra.....
     
    A vg., eta beta, AndreaTT e 1 altro utente piace questo messaggio.
  13. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Pessimismo e ottimismo sono due modi soggettivi di guardare la realtà, ma l'ottimismo ha il vantaggio di contribuire a modificarla. Senza ottimismo saremmo ancora all'EPO di massa e, nel nostro piccolo universo, al taroccamento incontrollato
     
    A MarcAnt01 piace questo elemento.
  14. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Basta vedere i dati fisiologici su tempi di recupero aumento massa muscolare e resistenza all acido lattico è un altro pianeta se avete n un gruppo di 10 atleti in uno sport di prestazione pura 9 sono drug free e 1 prende vince lui e non di poco non c'è proprio partita
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 21 Nov 2020, Data originale: 21 Nov 2020 ---
    Due dati veloci per rendere l idea
    Persona normale dopo un allenamento massimale e andare in supercompensazione e 48 ore bombato 12....vuol dire che lui può fare 3 allenamenti massimali nel tempo in cui tu ne fai 1 e se tu provi a fare quello che fa lui vai in iperallenamento e ea tua prestazione peggiora invece di migliorare......
    Una persona normale con 9 micromoli di acido lattico nel muscolo fa fatica a camminare un bombato corre con 20....
    Puoi tenere la massa grassa a percentuali bassissime senza perdere massa muscolare vuol dire rapporto peso potenza maggiore....
    Sulla crescita muscolare in termini di tempo e quantità lasciamo perdere manco da mettere vicino .....puoi avere ipertofia sarcoplasmatica e miofibrilllare contemporaneamente ...qualunque allenamento fai e pure iperplasia...che naturalmente non puoi avere con l allenamento
    Ecc ..ecc....
     
    Ultima modifica: 21 Nov 2020
    A vg., eta beta e AndreaTT piace questo messaggio.
  15. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Che il doping faccia aumentare le prestazioni non c'è dubbio, altrimenti nessuno rischierebbe la salute e le squalifiche, oltre alla gogna mediatica. Che non possa trasformare un ranocchio in un principe è altrettanto indubbio, perchè per sopportare droghe e lavoro bisogna avere comunque un certo fisico...

    Ben Johnson senza il doping sarebbe stato comunque un forte centometrista, Carl Lewis e Usain Bolt sono la dimostrazione che si possano raggiungere traguardi eccezionali senza scorciatoie
     
    A AndreaTT e andras piace questo messaggio.
  16. andras

    andras Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo Belli
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. MONDOVI'
    Questo è chiaro chi vince le olimpiadi o altre gare di livello parte già con doti naturali superiori spesso uniche a cui si aggiunge lavoro minuzioso e ossessivo.
    Per fare un esempio nel body Building agonistico che vive letteralmente sull abuso di farmaci se non hai certi parametri scheletrici ( impossibili da modificare) non potrai mai ambire a certi livelli...anche se diventi 150 kg al 4% di grasso
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 21 Nov 2020, Data originale: 21 Nov 2020 ---
    Lewis .... Bolt....... Armstrong.....;):)
     
    A AndreaTT e off-ready piace questo messaggio.
  17. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Questo thread è talmente una miniera che mi scuserete se non resisto alla tentazione di commentare dopo che per tanto tempo non ho contribuito alla vita di questo forum (anche se lo leggo sempre) e non penso di essere mancato a nessuno :p

    Innanzitutto lo faccio per ringraziarvi per l'intrattenimento

    Dopo di che, mi permetto di commentare le 2 tesi di fondo:
    1) La prima tesi = le puntinate rovinano lo spettacolo nel tennistavolo
    - Si sottolinea che il problema di visibilità di questo sport è legato alla bassa durata degli scambi, poi si afferma che gli scambi che durano di più sono quelli in cui è coinvolto un difensore (=giocatore difensore con puntinata lunga al 80%... poi sopravvive anche qualche cinese con la corta, tipo 2 uomini e 2 donne in top 100 mondiale)... quindi ovviamente bisogna vietare le puntinate lunghe per aumentare la visibilità :rotfl:
    - Non si vedono giocatori con puntino a legno nella top 100 mondiale dai tempi di Sun Jianfei (difensore cinese, da diversi anni in Canada e mai più visto in un torneo internazionale), Fabian Akerstrom (svedese vetrificato poi convertito alla difesa con puntino regolare) e nelle donne Petrissa Solja (anche lei vetrificata, poi antitoppara). Si parla di più di 10 anni fa.
    (Ah scusate, dimenticavo l'indiana di Costantini, Manika Batra... così poco spettacolare che ogni palla che le arriva sul rovescio cambia colpo, girando 9 volte la racchetta su uno scambio di 8 palline...)
    Quelli un po' sgamati già li massacravano ai tempi delle vetrificate, figurarsi dopo... ma il problema sono i puntini, specialmente quelli a legno :mumble:
    - Ora, per chi non se ne fosse accorto, da qualche anno c'è la pallina in plastica (PVC o ABS a seconda) che statisticamente (vuoi per la tolleranza aumentata sulle dimensioni, vuoi per il materiale) gira sicuramente di meno... questo avrà ovviamente accentuato i vantaggi dei puntinari infami, giusto? :mumble:
    ---> La prima tesi è assolutamente priva di ogni senso logico e possibile argomentazione. Certo parlo di TT di alto livello, che è quello che a malapena seguono gli appassionati, figurarsi i profani!


    Passiamo ora alla seconda tesi, francamente più interessante (e qui non scherzo):
    2) La varietà di materiali danneggia la crescita dello sport, quantomeno in Italia, perchè allontana i neofiti.
    Qua fino a qualche anno fa (tra puntini trattati, la pallina vecchia ecc...) potevo quasi darvi ragione (se parlavamo di livelli bassi, cioè 4-5-6 cat). Ma adesso vedo pieno di gente giocare a caso sbattendosene i maroni del poco spin che sulla palla rimane (certo, nei limiti della decenza :rolleyes:) e vincere lo stesso.
    Io stesso, che fino a qualche anno fa non potevo pensare di giocarmela con 2-3 puntinari molto più bravi di me, adesso me la gioco e magari vinco... e fidatevi non sono migliorato ma manco per sbaglio...
    E allora voglio dire, se manco impari a capire lo spin di base che arriva da una puntinata regolare... dove vuoi andare nel pingpong? Dove se becchi uno che ha allenato un buon servizio tiri palline dappertutto... forse direi che lasceresti a prescindere, puntinate e non :rotfl:

    La triste verità e dimostrazione finale sull'inutilità di questo dibattito temo potrebbe essere questa:
    Nelle nazioni dove sanno giocare a Tennistavolo i puntinari che tanto destano scandalo (diciamo per semplicità i "murettari") sono una percentuale ridicola dei giocatori e vengono costantemente umiliati (a parità di ore di allenamento, età...). Idem per i difensori da dietro, salvo i fenomeni veri (e nonostante siano in minoranza, abbiano un minimo di varietà di materiali dalla loro... e quindi abbiano l'imprevedibilità dalla loro parte!)
    Forse è che qui, salvo in qualche oasi felice, ci mancano proprio le basi tecniche... quindi molte cose basilari ci sembrano difficilissime, da capire e da attuare :rolleyes:

    Scusate se risulto antipatico e poco moderato, ma francamente volevo solo esprimere il mio divertimento per questa discussione vecchia di anni, forse decenni... che in Italia continua ad uscire e temo sfiori (viste soprattutto le novità degli ultimi anni) i limiti del grottesco.
    E soprattutto scusate se mi è uscito un post degno di Ettore

    Prometto di non disturbare più con interventi inopportuni.
     
    A AndreaTT, T__T-Rex, VUAAZ e 2 altri utenti piace questo messaggio.
  18. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Beh, visto che l'oggetto del thread è il futuro del tennistavolo mi sembra il minimo che ci siano visioni profondamente diverse: condivido la tua sintesi e rimango convinto che i differenti materiali arricchiscano il tennistavolo, almeno quello praticato dal numero 200 in giù, quindi la stragrande maggioranza dei pongisti.

    Non credo però che il dibattito sia vecchio e solo italiano: se ITTF ha di recente modificato il regolamento, introducendo il controllo dell'attrito delle gomme puntinate (con relativo bando internazionale per l'individuazione dello strumento più adatto) non lo ha fatto di sicuro per accontentare i quattro gatti italiani...
     
    A AndreaTT piace questo elemento.
  19. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Se è un dibattito inutile, francamente, non capisco perché parteciparvi, aggiungendo cose superflue alle cose senza utilità.

    Edit : avete mai visto un tennista che spenda anni e denaro per trovare la racchetta giusta? Ittf e case produttrici ci vanno a nozze con noi che diventiamo matti combinando le tre variabili gomma fh-telaio-gomma bh come fossero i numeri della combinazione di una cassaforte da aprire.

    Pensateci e datevi una risposta.

    Ciao. Buon Tsunamilocco Forum a tutti.
     
    Ultima modifica: 23 Nov 2020
    A andras e vg. piace questo messaggio.
  20. off-ready

    off-ready Meglio un sedere gelato che un gelato nel sedere

    Nome e Cognome:
    Pier Offredi
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Aquile Azzurre
    Dai, su, era evidente che quella di @RevanII era una provocazione costruttiva...come la tua del resto, che getta un ombra sul ruolo dei produttori e la presunta sudditanza di ITTF, senza sapere quanto realmente incidano nel bilancio federale le entrate prodotte dalle procedure di omologazione.

    Torna a vivere e a lottare insieme a noi: forse @Tsunami! ti odia, ma sono certo che @Milocco Ettore ti vuole bene...
     
    A eta beta piace questo elemento.

Condividi questa Pagina