1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

I Diritti calpestati dai regolamenti 2018/'19 !

Discussione in 'Chiacchiere sul Tennis Tavolo' iniziata da eta beta, 25 Giu 2018.

  1. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Facciamo il punto sui Diritti calpestati dai nuovi regolamenti dei Campionati a Squadre 2018/2019 :

    1) Gli atleti stranieri potranno avere il doppio tesseramento e giocare anche in un campionato estero. Gli italiani no.

    2) Nei campionati regionali maschili potranno giocare fino a due atlete straniere ma non due italiane.

    Non sarebbero sufficienti queste due grandi discriminazioni a giustificare un esposto al CONI ?

    Sull’infelice prima regola non serve nemmeno dilungarsi. La seconda è più complessa.

    Nello stilare le nuove norme per la partecipazione delle donne ai campionati maschili sono state sostituite poche parole ai vari commi (utilizzazione atlete italiane, utilizzazione atlete straniere) ingenerando così una grande confusione.

    Leggendo il regolamento si legge infatti che nelle serie D3,D2,D1 potrebbero giocare una sola italiana e una sola straniera. Però si specifica pure che è assimilata all’italiana la giocatrice straniera giovanile. Quindi una italiana e una straniera, oppure due straniere, di cui una giovanile.

    In C2 le cose sono ancora più ingarbugliate perché nel comma riferito all’utilizzo delle atlete italiane si assimilano le straniere giovanili; nel comma riferito all’utilizzo delle atlete straniere sono ammesse solo le straniere giovanili nel mumero massimo di una per incontro.

    Quindi due straniere giovanili (di cui considerata come italiana) e una come staniera ? Oppure una sola giovanile che si affianca all’italiana?

    Pare però che l’intedimento del Consiglio Federale fosse quello di limitare ad una sola donna l’accesso ai campionati regionali maschili, come avviene nei campionati delle serie nazionali. Ma non è questo che si legge nel regolamento.

    Vi invito perciò a leggere gli articoli :

    Art. 1.6 (commi 1.6.4 e 1.6.5) del Regolamento Attività a Squadre 2018/2019 Parte Specifica
    Art. 31 (comma 6) del Regolamento Attività a Squadre Parte Generale.
     
    A mr friendly e cunni piace questo messaggio.
  2. Andrew_10

    Andrew_10 Utente Noto

    Una sola certezza: SEMPRE E SOLO CASINO!!
     
  3. senigallia

    senigallia Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Le particolarità indicate da @eta beta meriterebbero una chiarificazione. Non si capisce il motivo della nuova normativa e quindi la FITeT dovrebbe spiegare la ratio oppure modificarla se capisce di aver generato una sciocchezza.
     
  4. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Il doppio tesseramento degli stranieri sarebbe una richiesta del D.T.

    La restrizione sulle donne viene dalla valutazione federale sull'operazione a favore di un maggior coinvolgimento femminile che, a loro dire, non avrebbe dato i risultati sperati. Quindi parziale dietrofront.
     
  5. senigallia

    senigallia Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Se non ha ha dato i risultati sperati (a loro dire) ha peggiorato la situazione precedente? Perché dovrebbe essere così per tornare indietro senza mettere in piedi una alternativa.
     
    A luca.dalco e eta beta piace questo messaggio.
  6. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Infatti. Almeno una B femminile a Courbillon, nella quale anche due sole atleta fanno una squadra.

    Altri sport per sviluppare una buona attività femminile di livello propongono campionati per rappresentative regionali qualificate.
     
  7. Diego Armando

    Diego Armando Utente

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    sì sono due discriminazioni allucinanti e ridicole. la prima dettata da una scelta incomprensibile, la seconda mi sembra un errore non voluto, dovuto allo scrivere i regolamenti coi piedi, ma ciò non li giustifica affatto...
     
  8. Robocell

    Robocell Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ciao,

    Interessante.
    Ok alle critiche.
    Mi domando, però, come mai: perchè questa nuova "sistemazione", secondo voi?
    E' tutto legato/causato da un fattore determinante?
    Quale?

    Ciao,
    ROb
     
  9. senigallia

    senigallia Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Domenico Ubaldi
    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Una causa possibile potrebbe essere la confusione. Far giocare le donne nella gare maschili è una ammissione di insuccesso di politica sportiva a cui si è risposto in modo tattico. Il che avrebbe senso per avere tempo di studiare soluzioni. Se invece si è pensato che fosse la "soluzione" al problema...
    L'insicurezza sulla strada da prendere è la causa della mancanza di motivazioni pubbliche sull'argomento, contrapposta alla sicumera nei confronti interpersonali. Dopo la segnalazione dell'incongruenza, un Consiglio Federale e la mancanza (per ora) di modificazioni al regolamento, non si può più parlare di errore ma di volontà. Il divino Otelma potrebbe venirci in aiuto.
     
  10. alefbetain

    alefbetain Utente

    Categoria Atleta:
    Non Tesserato
    Trovo le osservazioni di etabeta molto interessanti, credo che entrambi i punti potrebbero essere impugnati da atleti danneggiati. A volte, purtroppo, con i troppi copia e incolla si mantengono refusi e si genera eccessiva confusione. Speriamo che qualcuno che ha notizie ci faccia sapere cosa ha generato questa situazione. Va bene che il TT è principalmente maschile ma continuare a penalizzare il settore femminile non credo aiuti nello sviluppo.
     

Condividi questa Pagina