1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Telai Restauro vecchio telaio Butterfly

Discussione in 'Guide sui Materiali' iniziata da enrikomark, 21 Dic 2017.

  1. enrikomark

    enrikomark Nuovo Utente

    Nome e Cognome:
    Enrico Marchese
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TTC Alto Adige
    Buongiorno,
    scavando in cantina ho trovato questo telaio che era usato da mia mamma qualche decennio fa.
    Vorrei provare a restaurarlo "fai da te", ma non vorrei fare più danni di quelli già presenti.
    Dal restauro vorrei ottenere:
    1. rimozione dello strato di colla ancora presente (probabilmente una colla fai da te
    2. riparazione delle scheggiature sul piatto
    3. riparazione dei bordi
    4. protezione dei piatti per evitare altre scheggiature
    Ho letto diversi post sull argomento restauro e ci sono varie soluzioni proposte. In particolare
    1. Uso di trielina o dielina o alchool o dita
    2. Uso dello stucco legno monocomponente o bi componente, uso di segatura sottile mista a vinavil o altro
    3. stucco o strati di vinavil o turapori
    4. laccatura o turapori ad acqua
    Mi potreste confermare l'idoneità dei metodi trovati? Ci sono nuovi procedimenti/materiali da usare? Cè una via più professionale che si può usare nel restauro, pur rimanendo nel fai da te?
    Qualche consiglio utile?
    Grazie
    20171220_183018.jpg 20171220_183034.jpg
     
  2. Mr Lamb

    Mr Lamb Utente

    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    ciao Enrico,
    io non sono un restauratore ma piccoli consigli penso di poterli dare.
    Se la colla è quella che si usava una volta puoi usare del'acetone; quello per le unghie ma quello SOLO acetone non altri prodotti che contengono solventi anche oleosi leva smalto. Attento a impregnare a lungo solo la colla e non il legno; comunque evapora completamente rapidamente.
    Per il legno non ti consiglio stucchi o altri materiali che cristallizzano troppo rispetto al legno; a lungo andare le inevitabili vibrazioni staccano come un corpo estraneo la parte restaurata. Meglio un semplice inpasto di colla vinilica (quella per esterni è più stabile) e una fine limatura di legno; l'impasto denso aderirà meglio se "bagni" con la sola colla vinilica la parete che deve accoglierlo; posato in eccesso lo potrai cartavetrare per il profilo che deve avere.
    Per la preparazione del piatto e la finitura del manico io ho un vecchio prodotto ormai introvabile, ma puoi usare un tampone preparato con ovatta in un pezzo di stoffa di cotone imbevuto di un turapori acquoso; strato leggero sul piatto e piu strati per il manico. Prima di applicare assicurati che tutto sia ben sgrassato e asciutto. Se poi vuoi trattarlo come uno Stradivari applica allo stesso modo una soluzione di gomma lacca per strumenti musicali e ..... ti ci specchi dentro!
    20170614_061257.jpg 20170614_061217.jpg
     
    A ping62, Matsushita e enrikomark piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina