1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Risultati e Commenti Liebherr 2018 World Team Table Tennis Championships

Discussione in 'Sezione Internazionale' iniziata da maledettaretina, 30 Apr 2018.

  1. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    ...come se noi e San Marino annunciassimo di fare una squadra unica per i prossimi eventi internazionali.
    Che non sia mai,unendo le forze.....si diventa più competitivi?
    ettore
    P.S. La vedo difficile,prima si dovrà scegliere un nuovo Presidente e pure un nuovo Direttore tecnico...
     
  2. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Bello.

    Lo avevano già fatto nelle ultime Olimpiadi Invernali.
     
  3. maledettaretina

    maledettaretina attaccante smemorato

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. Guilcier Ghilarza
    @Milocco Ettore è stato un post frettoloso e un bel po' scaramantico... Ma adesso chiedo io a te: ma tu che campionati mondiali stai guardando? :D
    Fai la tua bella disamina e non citi i due aspetti fin'ora più eclatanti: Inghilterra ed effetto Commonwealth (anche India, purtroppo)???
    L'Italia se la sta giocando a tutta potenza, l'occasione è ghiotta! Fare turn over con la pochissima attività internazionale dei nostri non mi sembra una grandissima trovata, considerando poi che stanno giocando in media due partite al giorno! Si spera reggano tutti e tre... Sennò che preparazione hanno fatto ce lo devono spiegare...

    N. B. : il Brasile l'hai azzeccata!

    Con affetto :D:D:D
     
  4. skrill97

    skrill97 Utente Attivo

    Nome e Cognome:
    Pietro Gervastri
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    USD Apuania Carrara TT
    Volevo chiedervi se l'unificazione delle due squadre coreane fosse già stata accordata prima dell'inizio del campionato mondiale e solo in seguito resa pubblica, oppure si tratta di una cosa "dell'ultimo momento" ?
     
  5. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    ma tu che campionati mondiali stai guardando? :D
    effettivamente sì,c'è tanta roba da vedere,qualcosa mi devo esser perso.
    Dell'Inghilterra ho detto,Pitchford è difficile da contrastare, è in grado di controbattere tutto.Poi con il suo rovescio e leve lunghissime fa piazza pulita sgomberando il campo da ogni minaccia,dovesse arrivare da quelle parti.I cinesi,però,al momento giusto, se e quando toccherà a loro, sapranno come fare, giocando stretto stretto sul tavolo ,variando molto e selezionando ancor meglio i loro attacchi spiazzanti con effetti ancor più larghi e laterali,cosa che finora s'è visto poco,ma che sono perfettamente in grado di fare con opportuni e misurati spostamenti di gambe e tronco.
    .....ma adesso dell'effetto Commonwalth non so cosa aggiungere.(anche India, purtroppo)???che dire?parlane tu,magari.
    Da parte mia osservo semplicemente che questo è il vero Campionato del mondo e per vincere una competizione di questo tipo non si deve privilegiare l'aspetto tattico,a scapito del gioco e dell'esplosività
    dei colpi,pur riconoscendone la maestria e l'eccellenza di tutta la squadra indiana,femminile e non solo.
    Non basta disporre di un ottimo Achanta,per di più in forma smagliante,per entrare fra le prime 4.Occorre compattezza di squadra e andarsi a prendere punto su punto,senza aspettarsi molto dagli errori altrui.A quei livelli nessuno regala niente.
    L'Italia se la sta giocando a tutta potenza, l'occasione è ghiotta.
    A battagliare e sgomitare per le prime posizioni della seconda fascia ci sta tutta.Poi,troppe volte,sul più bello...speriamo bene,dai.E' che ognuno dei nostri alfieri di fronte ai molti pregi,nasconde qualche tallone d'Achille,tanto più difficile da estirpare quanto più l'età va su.Che difficilmente sfuggirà anche agli occhi attenti e ben esercitati della concorrenza e non solo a me,che mi chiamo Ettore,nome evocativo di suo,già si sa, ben aduso all'osservazione minuziosa delle minime pecche(pongistiche) altrui.
    Comunque se può consolare si gioca al meglio dei 5 set e non, come nell'individuale, fino a sette. Un mondiale a squadre è sempre stressante,per l'enorme dispendio psico-fisico.Noto comunque degli exploit da parte di gente esperta e un po'in là con gli anni,vedi Gacina,Gardos,Habesohn,il ritorno di Maze,che impersonificano la figura del condottiero e si addossano in pieno la responsabilità di condurre la squadra
    del loro Paese più in alto che si può.Danno qualcosa in più rispetto ad un torneo individuale,dove ben difficilmente riuscirebbero ad otterre analoghi risultati, galvanizzando,così tutta la compagine. Qui conta la squadra,presentarsi nei momenti topici e decisivi,ben carica e fresca mentalmente, pronta a tirar fuori tutto ciò che ha.Ne avremo abbastanza,di tutto ciò?
    Sono moderatamente fiducioso,dai...ma quante squadre poi accederanno in prima fascia?
    stima ettore
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 3 Mag 2018, Data originale: 3 Mag 2018 ---
    ...hanno aspettato l'effetto Trump.Adesso sono pure loro curiosi di sapere come comportarsi in seguito e dipenderà molto dai prossimi colloqui a livello politico- amministrativo- istituzionale.Rimane ancora qualche filo spinato da togliere lungo le strade.Se poi qualcuno di loro dirà:"Bene ,facciamola questa unificazione delle squadre,ma si sappia che l'unico presidente designato sarò io,..." bisognerà aspettare ancora.
    ettore
     
    Ultima modifica: 3 Mag 2018
  6. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Mah?!

    Difficile che non ci sia un copione. Soprattutto i nordcoreani non fanno nulla che Kim non voglia..
     
    A ggreco piace questo elemento.
  7. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    As one, Korea unified, the power of table tennis - International Table Tennis Federation

    L'articolo ittf sostiene che è stata una decisione presa prima di giocare il quarto di finale...
    Viene da pensare che se l'avessero decisa prima avrebbero gareggiato da subito con una squadra (?)
     
  8. Matti_02

    Matti_02 Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    3a Cat.
    Gli uomini però non lo hanno fatto... secondo me è stato deciso davvero prima dei quarti (sicuramente quelli della DPR Korea avranno chiesto il permesso al capo supremo Kim). Per una medaglia mondiale ci sarebbe stata un’altra guerra (questa volta sportiva) tra i due paesi... questa volta la pace ha fatto da padrona :):approved:
     
    A cunni piace questo elemento.
  9. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Ungheria Italia 3 a 1......ma quante squadre poi accederanno in prima fascia?...
    Va bene,è andata ormai,nel maschile concludiamo,scalino più su,scalino più giù, attorno al 30° posto.
    Che rappresenta più o meno il nostro valore nella scala mondiale,su cui sgomitano a viva forza nuove e "old" Federazioni,tutte armate fino ai denti con l'intento di salire ancor più su.Rimango convinto che,Ungheria a parte con cui abbiamo perso 2 volte di seguito,ma ancor più netto stavolta,in un incontro secco potevamo giocarcela davvero con le compagini simili per valore complessivo alla nostra.Ma alla fine di un Torneo sfibrante,come questo dove si gioca al cardiopalma,punto su punto e nessuno regala alcunchè,non poteva che finire così.Ecco l'importanza di tornare a irrobustire il nostro magazzino con ulteriore innesto di forze fresche,che prima di cedere le armi all'incombente acido lattico sappia far ricorso alle ultime riserve di energia ben custodite e tenute in serbo,per l'ultimo decisivo attacco.Energie,è risaputo,che si rinnovano più facilmente se si riesce a rimanere attaccati al risultato,onde evitare e risparmiare-quante volte risaputo e registrato?-sul più bello inesorabili cadute verticali. E se non ce ne hai.....
    Superato questo scoglio,se ne sarebbe presentato un altro ancora,dopotutto eravamo vicini per accedere
    alle prime due posizioni con accesso garantito al
    delle migliori 24 squadre del globo.Va beh,pazienza.Sapremo far tesoro di questa esperienza?
    O forse,non potendo modificare alcunchè,sarà più consono e conveniente,diciamo più alla nostra portata,confrontarci in acque più calme e sicure come quelle dei prossimi Giochi del Mediterraneo e dove,pare,raccogliamo già i primi riconoscimenti.Anche lì,però,bisognerà far attenzione,che Paesi emergenti con grande voglia e capacità di rinnovamento non mancano.
    Godiamoci,intanto la lotta per le prime quattro posizioni,con il Giappone fuori per mano della Korea(quale?). Spettacolo comunque garantito per la presenza ancora dei migliori interpreti e, quando giocano per i propri colori nazionali,la furia agonistica e il funambolico ballo sul filo del rasoio per stare comunque a gala,disarcionando il malcapitato avversario,insomma oltre l'aspetto tecnico,il sapore di sangue e arena s'avverte ancor di più.
    E noi arrivederci fra due anni,che...stan poco a passare.
    stima ettore
     
  10. rommel

    rommel Bruno Di Folco

    Nome e Cognome:
    Bruno Di Folco
    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    Squadra:
    APD Giovanni Castello
    A calimero e eta beta piace questo messaggio.
  11. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
  12. gohan

    gohan Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    in prima fascia passano le prime due
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  13. maledettaretina

    maledettaretina attaccante smemorato

    Qualifica Tecnico:
    Tecnico di Base FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    T.T. Guilcier Ghilarza
    A eta beta piace questo elemento.
  14. sale92

    sale92 Utente

    È in corso la finale maschile! Giocano Fan Zhendong e Filus Ruwen

    WTTC Halmstad 2018 - Table 1 | ITTF TV
    [/QUOTE]
    Da sottolineare la prestazione di Ma Long contro Timo, impeccabile!! Comunque Cina vittoriosa di questo WTTTC per l'ennesima volta, solamente pochi set lasciati agli avversari nel corso dell'intera manifestazione!!...
     
  15. Milocco Ettore

    Milocco Ettore Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Ettore Milocco
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Squadra:
    TT FIUMICELO
    Considerazioni a latere sugli ultimi Mondiali ad Hallstadt(Svezia)
    …..con relativa domanda.E se qualcuno vuole abozzare qualche risposta……
    Ebbene sì! Anche stavolta la Cina ce l’ha fatta,passando come un rullo compressore e senza patema alcuno,su tutto e su tutti.
    Qualche set qua e là,qualche spezzone di partita,che ha dato lustro a chi ha osato tanto e meritevole di esser raccontato ai nipotini,vedi Franziska o il longevo Gardos(Austria) che ha affrontato a viso aperto Ma Long, portandosi in vantaggio addirittura nei due set iniziali.Anche Fan Zhe dong ha sofferto "qualcosetta" prima di carburare ad inizio torneo. Poi il nulla più assoluto,o quasi,tutto ordinaria amministrazione e tappeto rosso fino all’epilogo- medaglia.
    In finale la Germania,seconda, s’è presentata rabberciata e tutta incerottata per gli innumerevoli infortuni patiti via via nel corso delle partite dai suoi più autorevoli alfieri e ancora sta riflettendo sui se e sui ma….Se Boll con le sue vertebre infiammate avesse fatto punto subito,se Franziska,ultimamente migliorato tantissimo,ma con gli addutori indurriti come legno, avesse ripetuto le ultime prestazioni,se Ochtarov fosse stato disponibile,ma…non lo era e non ce l’ha proprio fatta a prendere la racchetta in mano,se tale finale si fosse disputata 8 mesi fa,quando erano messi meglio in classifica,occupando i primi due posti,ma….ora con i migliori, tutti o quasi indisponibili,che si poteva fare per cambiare il corso della storia?
    La Cina(maschile),onore al merito,ha legittimato ancor di più il nobile podio che occupa da un bel dì,dai tempi in cui Waldner e Persson erano ancora giovani,,se non ricordo male .Ciò che reputo impressionante è che i pongisti cinesi ,oltre che essere ben preparati e in forma smagliante,non si ammalano proprio,non patiscono alcun calo di forma nel lungo periodo della manifestazione,hanno una tenuta psico-fisica come nessun altro comun mortale,anzi migliorano di ora in ora e macinano gioco come…. che neanche i mulini Barilla in piena funzione…

    E uno come me incomincia a chiedersi come facciano a mantenere i loro sublimi livelli,sic et simpliciter, e contro tutti gli altri che invece evidenziano profonde smagliature fisiche,oltreché di gioco,con cali verticali come Francia e Giappone.Dovendo reggere,per di più e sempre sulle spalle dei soliti tre,il peso complessivo e l’enorme responsabilità di dimostrarsi nuovamente Campioni del Mondo?

    Certo la loro inesauribile miniera,la possibilità di ricambio,ma poi a conti fatti tirano più forte di tutti,per un tempo più lungo e sempre gli stessi!Non c’è verso,credo né trucco,né inganno.Allora…..facciamo qualche supposizione

    1)Superuomini?Atleti con l’A maiuscola?

    2)Preparazione illuminata,in vista del Torneo più importante ?

    3)Racchette supersoniche di nuova generazione?

    4)Erbe e fumenti dell’antica tradizione cinese,atti a migliorare le prestazioni?

    5)Macumbe atte a favorire i propri beniamini e portar malocchio alla concorrenza?

    6)Pongisti occidentali non abituati a soffrire e ad essere sottoposti ad allenamenti massacranti come,invece loro…han dimostrato?

    7)Di tutto un po’,che ne pensate?

    8)Ci sono altre e ben più recondite ragioni,per cui dominano, la scena oltre alle loro conoscenze e tradizioni pongistiche universalmente riconosciute?

    9)Semplicemente un gioco superiore?

    10)Personalmente una qualche idea me la son fatta in merito,ma prima volevo confrontarmi con altri e con diversi punti di vista,che possano meglio delineare il quadro.
    Come mai,arrivati alla Finalissima, loro si dimostrano più freschi e sani e combattivi,rispetto a tutti gli altri?
    stima ettore
     
    A sale92 piace questo elemento.
  16. RevanII

    RevanII Utente Noto

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Discorsi vecchi più di un decennio ormai temo...
    Personalmente non so come ci si possa ancora sorprendere... come potrebbe essere altrimenti?

    Elementi sostanziali costanti:
    a) Numero di praticanti spropositato
    b) Valide motivazioni economiche/di prestigio nell'intraprendere la carriera
    c) Impostazione tecnica incomparabile (e costante studio e ricerca)
    d) Preparazione atletica eccezionale
    e) Preparazione mentale eccezionale
    f) Selezione naturale altissima che assicura l'emersione dei migliori talenti
    g) Ci si allena sempre coi migliori sparring del mondo, sotto i migliori allenatori del mondo, nelle migliori strutture con le migliori attrezzature
    h) Ci si allena contro tutti i tipi di gioco
    i) Regime di allenamento duro e spirito di sacrificio

    Condotta di gara:
    l) Hanno i migliori coach ad aiutare nella scelta tattica (qualcuno ricorda le olimpiadi giovanili di qualche anno fa in cui Muramatsu stava battendo Fan Zhendong e poi il coach ha ribaltato la situazione salvandogli letteralmente la pellaccia?)
    m) Preparazione a monte delle partite studiando gli avversari e il modo migliore per batterli
    n) Stare in un team che vince sempre (e 3-0) direi che dà una certa sicurezza... quando la squadra va bene è ovvio che c'è molta meno pressione.... è vero che dall'altra parte hanno sempre lo spauracchio dell'onta di "perdere contro un non cinese", ma non notate l'atteggiamento di autoconsapevolezza di superiorità che paradossalmente sta dietro questo pensiero?? Cioè scendono in campo SICURI di essere i migliori, di avere i numeri per vincere e tutte le probabilità dalla loro, che perderanno solo se giocheranno male e contemporaneamente l'avversario farà la partita della vita... viceversa non notate come spesso gli avversari smettano presto di crederci?

    Riguardo gli infortuni: la tecnica pulita e la preparazione atletica (applicate ai migliori fisici che emergono già da giovanissimi per "selezione naturale") sono fondamentali per non farsi male, in più i veri campioni cinesi sono sempre giovani... infine si gioca anche meno degli altri quando vinci sempre 3-0... e puoi far giocare un sacco le riserve se proprio vuoi risparmiare energie, tanto vincono lo stesso... cioè ci pensate che la cina avrebbe potuto vincere abbastanza tranquillamente anche schierando sempre Wang Chuqin e Lin Gaoyuan?? :rolleyes: Ma di cosa stiamo parlando?...

    E se ste cose le riesco a vedere io che sono un semplicissimo amatore osservatore figuratevi cosa uscirebbe da un'analisi più competente ed approfondita...

    Vi sfido a trovare una sola cosa di quelle che ho scritto sopra in cui qualcuno nel resto del mondo faccia meglio... molti giocatori e nazioni magari possono anche eguagliare qualche punto, ad esempio pare che ci siano tanti giocatori anche in europa che si fanno un mazzo incredibile, tipo Ovcharov, Fegerl... e si vede perchè sono quelli che nonostante difetti tecnici anche importanti riescono a giocarsela ad altissimi livelli. Oppure ancora ci sono sicuramente strutture e attrezzature dello stesso calibro in giro per il resto del mondo... E Giappone-Corea sicuramente hanno un tasso tecnico paragonabile (pur con le loro differenze)... E di talenti ne nascono un po' ovunque......... ma ripeto tutte queste cose le hanno anche in Cina, e tutte insieme! :eek:

    STORICAMENTE secondo me il mondo aveva un punto di forza: la fantasia e la novità. Alcuni esempi?
    Gli svedesi introdussero un gioco diverso di rotazione e vincevano... ancora fino ai primi anni 2000.
    Schlager nel 2003 vinse l'ultimo singolo mondiale non cinese giocando un gioco completamente fuori dagli schemi, con i suoi servizi e la sua tecnica tutta personale....
    Chi sono stati i giocatori che hanno avuto qualche successo contro la Cina negli ultimi 15 anni?
    Joo Saehyuk, difesa con puntino lungo (in cina storicamente i difensori usavano la corta), che negli anni si è tolto diverse soddisfazioni (argento mondiale 2003, top 10 per 10 anni...) poi lo hanno studiato e hanno sfruttato molto i loro giocatori che giocavano così (Wang Xi, Li Kewei, Sun Yanfei...) e da lì difficilmente l'ha più spuntata (guardate la differenza nelle partite con Ma Lin prima e dopo il 2004...).
    Timo Boll, talento pazzesco, movimenti corti vicino al tavolo, tantissimo spin...
    Oh Sang Eun, che univa colpi potenti e atletismo coreano ad un gioco tattico di block, e anche lui ha mietuto parecchio...
    E comunque in generale se guardate i campioni del passato (Primorac, Saive, Kreanga, Samsonov, Waldner, Person, Gatien...) avevano tutti giochi molto personali secondo me.

    Ma questo, appunto, STORICAMENTE!
    Nel gioco moderno, coi nuovi materiali che privilegiano potenza a spin e con i cinesi che a partire dalla generazione di Ma/Zhang/Xu/Yan (e forse già con Wang Liqin, Wang Hao e Kong Linghui...) hanno padroneggiato ogni aspetto... come può eserci più spazio per qualcosa di innovativo come furono gli esempi che ho citato sopra?
    Tra l'altro, magari il resto del mondo stesse migliorando... :rolleyes: qualche talento giovane sta emergendo (Harimoto, Calderano...) ma chi sono i più forti ancora? Gente già vecchia, e non c'è molto ricambio (cosa sarà la Germania tra qualche anno?)
    Tra l'altro a proposito di Harimoto, mi sembra l'unico con un gioco davvero innovativo sul panorama: molto piatto, molto veloce, molto vicino al tavolo, molto aggressivo... un po' sulla linea delle ragazze giapponesi (Mima Ito, Miu Hirano...) ma mi sembra difficile dire adesso se alla lunga potrà essere prevalente rispetto al gioco potente di topspin dalla corta/media distanza dei cinesi.
    Se anche questa strada fallisce, come si può pensare di batterli "con le loro regole" e "sul loro gioco"?

    Già che ci siamo, se ci spostiamo sul femminile la cosa mi sembra ancora peggio in generale, eccezion fatta per il Giappone che infatti sta prendendo il volo accodandosi alla Cina... però anche lì, mi sembra che abbia puntato molto su questo gioco piatto di anticipo con le giovanissime, ma non mi sembra che, pur nella novità e nel recente cambio di materiali, stia impensierendo più di tanto le cinesi (salvo rarissimi episodi). Per capirci, non mi sembra una cosa paragonabile agli esempi che ho fatto sopra... in compenso contro le non cinesi vanno alla grande (fino a qualche anno fa faticavano ancora contro le difese... ma adesso sarà lo stile sarà la pallina anche quel problema sembra abbastanza superato).

    La verità è che sia nel maschile che nel femminile, ad oggi, in un Cina Vs World con formula a squadre come al mondiale, la Cina vicerebbe (magari pure 3-0) schierando le due riserve e il terzo giocatore titolare...
    Vedremo il futuro cosa ci riserverà... pare che persino in Cina il tennistavolo sia in declino, ma temo che la tendenza sia la stessa nel resto del mondo.

    Scusate il tempo rubato a chi avrà avuto il coraggio di leggersi tutta la filippica :king:
     
    A sale92, li-ning, Maxi42 e 4 altri utenti piace questo messaggio.
  17. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Bella disamina e chiaramente condivisibile.

    Un punto però mi sollecita un commento:

    se è vero che l'ottima tecnica e preparazione atletica permettono ai cinesi di evitare infortuni gravi, va anche detto che la loro longevità sportiva è fortemente limitata da uno sfruttamento intensivo del fisico, soprattutto colonna vertebrale e ginocchia.
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  18. Lostboi

    Lostboi Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Andrea B
    Qualifica Tecnico:
    Nessuna Qualifica
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Squadra:
    TT Athletic Club - Genova
    Secondo me è un pò una leggenda metropolitana, quella che i cinesi sono forti ma si logorano presto.
    I cinesi lasciano la nazionale da giovani perché soppiantati da gente più forte (es. Wang Liqin con ZJK/MLong) o perché non hanno più motivazioni avendo vinto tutto (es. Zhang Yining, Deng Yaping, probabilmente ZJK).
    Ma quelli che per varie ragioni decidono di continuare e per esempio cambiano passaporto sono competitivi per la stessa longevità degli europei.. (es. Yang Min, He Zhe Wen, Chen Weixing, Li Jiao, Han Ying e una miriade di donne di tutto il mondo..).
     
    A genioboy e Milocco Ettore piace questo messaggio.
  19. sacramen

    sacramen Utente Noto

    Nome e Cognome:
    Riccardo
    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Attenzione, i vari Yang Min, He Zhi Wen e compagnia cantante non hanno scelto di cambiare passaporto DOPO aver concluso la loro carriera in nazionale ma perchè non avevano sbocco in nazionale. Giocatori fortissimi ma non all'altezza degli altri cinesi. Ovvio che una volta arrivati in europa si sono trovati in un livello tecnico molto più basso della media cinese che li hanno resi fenomeni a "costo zero" (inteso come allenamenti).
    Il fatto che i cinesi si logorano è un pò una forzatura, mica si trovano a 40 anni a girare col deambulatore. Hanno una preparazione atletica che li rendono carri armati, permette loro di sviluppare un gioco potentissimo ma allo stesso tempo di resistere alle sollecitazioni. Altrimenti a 25 anni sarebbero già fisicamente distrutti.
    Il problema è che quando passi 20 anni della tua vita su un tavolo dedicando ogni tuo momento personale allo sport arrivi al punto che anche basta. Questi atleti hanno dedicato la giovinezza allo sport, è giusto che si arrivi al punto di cambiare vita e godersi i risultati raggiunti.
    Zhang Yining ha detto basta per farsi una famiglia che prima non poteva farsi, Wang Hao pure pur vincendo un decimo dei titoli vinti da ZY... Ovvio che se all'orizzonte non c'è un ricambio vengono spinti a continuare (vedi i svedesi), ma dal momento che i giovani son pure più forti dei vecchi...
     
    A Milocco Ettore piace questo elemento.
  20. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Mi aspettavo risposte diverse da @sacramen e @Lostboi che sono due osservatori di solito attenti.

    He Zhiwen e Yango sono pennaioli e perdipiù col puntino corto.

    Il gioco di questi giocatori è tutto incentrato sulle gambe e il braccio.

    Guardate il busto di questi giocatori mentre giocano.

    Prendete invece i cinesi shakehanders, potrei farvi una sfilza di nomi..

    ... ora guardate il busto (e quindi la schiena) di questi topspinners : frustate alla colonna come se non ci fosse un domani.

    La schiena piegata e poi rilanciata a scaricare lo slancio sulla palla.

    E infatti gli shakehanders cinesi durano tre/quattro stagioni.

    I nomi? Fateli voi e vi accorgerete come stanno le cose. :nerd:

    Dimenticavo : le donne. Non si può fare un paragone con gli uomini, guardate il fisico di Zhang Yining, le donne fanno un gioco incentrato sulla velocità e non sulla potenza, infatti non fanno una preparazione che metta al centro la massa muscolare.
     
    A Sartori Giovanni e Milocco Ettore piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina