1. Benvenuto/a sul forum di Tennis-Tavolo.com! Iscriviti è GRATUITO!
    Iscrivendoti con il pulsante qui a destra potrai partecipare attivamente nelle discussioni, pubblicare video e foto, accedere al mercatino e conoscere tanti amici che condividono la tua passione per il TennisTavolo. Cosa aspetti? L'iscrizione è gratuita! Sei già registrato/a e non ricordi la password? Clicca QUI.
  2. Clicca QUI per risparmiate sugli acquisti con le offerte di Amazon.it

Allenatore scorretto

Discussione in 'Regole e Regolamenti' iniziata da cagliostro, 22 Apr 2018.

  1. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    :confused:o_O:censurato::nondegno::whistle:
     
  2. lusio

    lusio Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    4a Cat.
    Sarebbe molto utile se si potesse chiedere chiarimenti alla fitet in materia di regolamento , sul sito attualmente ci sono due finestre in fondo a destra della prima pagina : scrivi alla commissione atleti, e scrivi alla commissione organi territoriali .
    Provate a cliccarci sopra , il risultato è il seguente :

    404 - Contatto non trovato.
    Non è possibile visualizzare questa pagina, potrebbe essere a causa di:

    1. un bookmark/preferiti scaduto
    2. una ricerca attraverso il motore di ricerca che ha una indicizzazione non aggiornata di questo sito
    3. un indirizzo compilato male
    4. non hai accesso a questa pagina
    5. la risorsa richiesta non esiste.
    6. si è verificato un errore durante l'esecuzione della richiesta.
    Prova a visitare una delle seguenti pagine

    Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito e riporta l'errore


    :mad::confused::mumble:
     
  3. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Anche se si riuscisse a contattare commissione atleti e organi territoriali difficilmente avrai risposte regolamentari da questi soggetti.

    Mi sembra evidente che chi ricopra il ruolo di giocatore e/o di allenatore impegnato in campo o in panchina non possa assumere su di sè l'incarico di G.A. dell'incontro. Conditio sine qua non dell'arbitro è un minimo di imparzialità, almeno virtuale, dato che questa figura viene scelta tra i tesserati maggiorenni della società ospitante.
    --- Messaggio Unito Automaticamente, 24 Apr 2018, Data originale: 24 Apr 2018 ---
    Schermata_2018-04-24-08-58-34-387.jpeg
     
  4. Robocell

    Robocell Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    5a Cat.
    Ciao,

    Qualche settimana fa, durante un torneo, ho cercato di far smettere di urlare un signore che strillava ed inveiva nei confronti di un suo giocatore: "ma che sei handicappato..."
    Non sono riuscito a stare zitto, perchè l'avversario del suo atleta, aveva si e no ...... 15 anni ed era sia tecnicamente sia fisicamente, in palese netta inferiorità.
    Ma la cafonaggine e la prepotenza, secondo me, alla luce dei fatti (continuò ad urlare come un pazzo), credo meritino scarsa considerazione.
    Altrimenti, una eventuale reazione, per esser tale ed esser considerata utile, dovrebbe essere agita in rapporto di uno a dieci.
    Si scatenerebbe una guerra.
    Tanto vale snobbare certi imbecilli e batterli sul campo.

    Ciao,
    Rob
     
  5. demonxsd

    demonxsd Utente Noto


    Domanda, ma in che momento parlava?

    Cmq c2 dubbito ci possa essere sempre un " allenatore " presente all'incontro.

    Che poi se fosse che il regolamento prevede che sia così, si dovrebbe allora anche chiedere che "l'allenatore" abbia almeno una qualifica riconosciuta dalla fitet.

    Non che facciamo salire quello della d3 che ha appena iniziato perché manca 1 e lo segniamo poi anche come allenatore xDD

    Diciamo che l'active coaching esisteva già prima della regola, ovviamente si faceva in modo discreto e " dovrebbe " continuare così...non che urlano tutti e diventa una tattica di distrazione
     
    A li-ning piace questo elemento.
  6. eta beta

    eta beta Pnaftalin Balls

    Nome e Cognome:
    Eugenio Bertagna
    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Squadra:
    TT Ossola 2000 Domodossola
    Ordigno di distrazione di massa.
     
    A Robocell piace questo elemento.
  7. Ragnolo

    Ragnolo Utente Noto

    Qualifica Tecnico:
    Allenatore FITeT
    Categoria Atleta:
    Fuori Quadro
    @eta beta
    ecco perché siamo dei "peones", con tutto il rispetto per i così detti... peones da un punto di vista di cultura dello sport..
    Quale sport o quale gioco vive senza regole scritte in modo che tutti possano leggerle?
    Manco nascondino, guardie e ladri, i 4 cantoni...
    Gli sport olimpici, a tutti i livelli, hanno regolamenti chiari, scritti e facilmente reperibili...

    Quando si danno per scontati comportamenti e regole che non risultano da atti ufficiali si entra, gioco forza, nel sentito dire e in quella "zona grigia" vale tutto.
    E la cosa ancor più grave é che in uno sport "fai da te", com'é il tennis tavolo ove fino ai campionati C/2 non sono presenti gli arbitri (salvo rarissime eccezioni), la "conoscenza dei regolamenti" é affidata a note, circolari e, purtroppo, a regolamenti lacunosi e, cosa ancor più grave, perché é come sbagliare a copiare il compito che ti passa il più bravo della classe, tradotti con i piedi...
    No...
    Così non va e non si cresce... e mi autorizza a pensare che siamo sotto l'ombrello di una federazione lacunosa, che neppure si accorge della cosa più elementare: le regole del gioco!
    Giusto... volo troppo basso... là si parla solo di massimi sistemi...

    Tornando al coaching: questo si effettua senza interrompere il gioco, senza convocare il proprio giocatore, se non per il time-out e, comunque, mantenendo SEMPRE una condotta corretta e irreprensibile tale da non ostacolare l'avversario in qualunque modo (farebbe parte del fair-play).
    Quest'ultimo punto lo inserisco io, ma dovrebbe essere una regola aurea tra tutti i tesserati, che purtroppo (fortunatamente non tutti) si comportano troppo da tifosi quando non giocano e pretenderebbero che vi fosse silenzio assoluto quando sono loro in campo.
    Questo é quello che molte volte si vede assistendo a partite di campionato e (cosa ancor più grave) di torneo, dove la claque dei giocatori di casa sovente si fa in 4 per tirar su di morale il compagno di turno con comportamenti al limite.
    Il tennis tavolo non é il calcio... e chi lo pratica dovrebbe ben saperlo.

    Io metterei una bella regola SCRITTA:
    Negli incontri a squadre sono adibite obbligatoriamente 3 aree ben distinte ed aventi le seguenti caratteristiche
    - area adibita al pubblico distante dalle transenne e ben evidenziata
    - area tecnica ove stanno i compagni con obbligo di solo applauso e non di coaching con divieto di raggiungere l'area adibita al pubblico (questo per le manifestazioni a squadre)
    - area coach ben distante dall'area tecnica e sottoposta a regole di coaching
    E per i tornei di TUTTI i livelli, il divieto assoluto di stare nell'area di gioco, compresi i corridoi di transito per raggiungere i tavoli. Il coach dovrà essere messo a referto nel foglio di incontro indicando il numero di tessera (il coach non può essere fatto da un non tesserato, per un semplice motivo... deve essere possibile comminare sanzioni anche a lui); il resto: TUTTI IN TRIBUNA, compreso il giocatore del girone da 4 che non é chiamato ad arbitrare.
    Ai nazionale dello scorso anno a Terni, nel rettangolo di gioco era presente il mondo!!! Con mille persone a fare da coach o perché amico o perché cuggino dell'amico o, addirittura, perché ci si é conosciuti, é nata una simpatia, e si chiede "Mi fai da coach?", poi nel pomeriggio gli arbitri, vista la "ragia" iniziarono a far uscire un pò di gente dall'area rossa... ma il casino era comunque generale.
    Se il coach ha un ruolo "riconosciuto", come dovrebbe averlo, allora la sua presenza in campo va disciplinata, quindi comunicata negli atti ufficiali... tutto il resto é fuffa e improvvisazione... e non é che ci voglia una laurea e un master per fare 5 articoli da inserire in un regolamento.
    A già... ma sto parlando di ping-pong... che scemo!!
     
    Ultima modifica: 24 Apr 2018
    A filiberto50, elius, Robocell e 5 altri utenti piace questo messaggio.
  8. filiberto50

    filiberto50 Utente Attivo

    Categoria Atleta:
    Promozionale
    Ed era esattamente ciò che intendevo io: il G.A. non siede in panchina, cioè non è tra coloro che avrebbero il diritto di dare consigli durante la partita a squadre.
    L'arbitro di sedia ha il diritto-dovere di allontanare chiunque disturbi lo svolgimento dell'incontro e all'occorrenza, ammonire il giocatore che parli con il pubblico o, comunque, con chi non fà parte della panchina.
    E' sottinteso che in mancanza di un arbitro federale tutto ciò è solo immaginabile.
     
    Ultima modifica: 25 Apr 2018
    A eta beta e emilio68it piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina